Logo di i-bookmakers .it
Notizie di Scommesse

Venezia

In questa pagina trovate articoli riguardanti Venezia.
football line

Pronostico Brescia – Venezia Quote scommesse Serie B

Brescia – Venezia Quote scommesse Serie B*
Brescia 1,55/ pareggio 3,90/ Venezia 6,00
Data: 5 aprile 2019 – 21:00 ora italiana
Bookie: Bet365

Scommesse sportive Brescia – Venezia

Senza passare dal via, ecco subito il turno successivo del torneo cadetto dopo quello infrasettimanale: trentaduesima giornata, tredicesima di ritorno del campionato di Serie B 2018-2019 che si apre venerdì 5 aprile 2019 con l’anticipo Brescia – Venezia, classico scontro testa-quasi coda in programma alle 21.00 allo stadio “Mario Rigamonti”.

I precedenti di Brescia – Venezia

Ci limitiamo ai precedenti recenti in B, e notiamo come siano finiti tutti e tre con il medesimo risultato, 2 a 1. Il Venezia ha vinto proprio con questo punteggio la gara di andata al “Pierluigi Penzo” il 24 novembre 2018, mentre nel campionato precedente le due squadre avevano vinto sempre per 2 a 1 la gara disputata in trasferta: quindi gli “Arancioneroverdi” a Brescia e le “Rondinelle” in Laguna. Prima di quel campionato, per trovare un precedente bisogna tornare al 2002, quando entrambe le formazioni militavano in A ed erano altri tempi, quando la guida del Brescia era nelle mani di Carlo Mazzone e tra i giocatori in rosa c’era anche Roberto Baggio che però in quella occasione non era disponibile, e l’attuale direttore sportivo della Lazio Igli Tare, che invece c’era.

La situazione del Brescia prima della partita con il Venezia

Leonessa contro Leone, dunque. Il Brescia è sempre primo in classifica ma, complice il pareggio di Verona con l’Hellas (2-2) è stato affiancato a 54 punti dal Lecce, che ha continuato la propria scia positiva battendo anche il Cosenza. Quindi, per la squadra di Eugenio Corini la partita con il Venezia diventa fondamentale proprio per mantenere la vetta.

Assente solo lo squalificato Ndoj, Corini dovrebbe schierare un 4-3-1-2 con Alfonso tra i pali, difensori centrali Cistana e Romagnoli, a centrocampo Bisoli, Tonali e Dessena, mentre Spalek dovrebbe essere il trequartista alle spalle dei “soliti” Torregrossa e Donnarumma.

La situazione del Venezia prima della partita con il Brescia

I pareggi sono sintomo di partite combattute, ma per la classifica non servono. Ne è ben consapevole Serse Cosmi, che sta cercando di far risalire la china alla squadra della Laguna, che dall’avvento del tecnico umbro ha collezionato quattro 1-1, con Palermo, Cremonese, Salernitana (unica in trasferta) e infine, nel derby infrasettimanale con il Cittadella. Con gli 1-1 si rischia di non andare lontano, anche se le squadre che stanno sotto non hanno conseguito punti nel turno precedente: il Foggia terzultimo riposava, Padova e Carpi sono stati sconfitti.

Dunque il Venezia è quartultimo, a pari punti con il Livorno, e sono queste due squadre a occupare la zona playout. Un terreno scivoloso e insidiosissimo, dato che il Foggia è solo tre punti sotto, anche se il prossimo impegno, con lo Spezia, non è facilissimo per la squadra pugliese. Ma quello della squadra veneziana è sulla carta ancora più difficile, anche se non va dimenticato che il Padova è riuscito a pareggiare a Brescia. Ma se il risultato fosse lo stesso anche per il Venezia, ossia… 1-1, rischierebbe di diventare una specie di incubo per gli “Arancioneroverdi”.

Nel Venezia, a parte il lungodegente Zigoni, c’è un solo assente, ossia lo squalificato Di Mariano. Il modulo dovrebbe essere il 4-4-2: Vicario tra i pali, al centro della difesa Fornasier e Coppolaro, i laterali Bruscagin e Modolo, esterni alti Segre e Garofalo, in mediana Schiavone e Zennaro, coppia d’attacco composta da Rossi e da Bocalon.

 

Probabilità*  di scommesse interessanti per Brescia – Venezia con Bet365

Vittoria Brescia: 1,55
Pareggio: 3,90
Vittoria Venezia: 6,00

Ci sono anche altre scommesse interessanti per la partita. Ad esempio:

Under 0,5: 10,00
Over 5,5: 15,00
Over 3,5 Primo Tempo: 21,00
Asian Handicap: -2,5, -3  1: 7,00
Asian Handicap: +0,5, +1  2: 7,00
Primo tempo/Finale 1/2: 41,00
Primo tempo/Finale 2/1: 21,00

Previsione scommesse Brescia – Venezia con Bet365Vittoria Brescia. Guardando la classifica, l’esito della gara appare quasi scontato. Anche se risultati recentissimi nella massima serie hanno dimostrato come tutto, nel calcio, sia davvero possibile. Il pronostico è comunque 1 fisso.

Quote* scommesse per Brescia – Venezia con William Hill

Vittoria Brescia: 1,57
Pareggio: 3,60
Vittoria Venezia: 6,50

(Quote del 03.04.2019 alle 23.10)

football line

Pronostico Venezia – Palermo Quote scommesse Serie B

Venezia – Palermo Quote scommesse*
Venezia 3,00/ pareggio 3,10/ Palermo 2,45
Data: 11 marzo 2019 – 21:00 ora italiana
Bookie: Bet365

Scommesse sportive Venezia – Palermo

È un Monday Night che sia in A che in B, in questa occasione, è dedicato ai cambi in panchina. Se nel massimo campionato il discorso riguarda la Roma, in quello cadetto è invece la situazione che sta vivendo il Venezia, dove Serse Cosmi ha la precisa consegna di conquistare la salvezza. L’inizio non è dei più semplici: allo stadio “Pierluigi Penzo” si gioca Venezia – Palermo, partita di cui vi presentiamo quote e pronostico. Fischio d’inizio alle 21 di lunedì 11 marzo 2019, per la gara che concluderà la ventottesima giornata, nona di ritorno del campionato di Serie B 2018-2019. Arbitro il pordenonese Riccardo Ros.

I precedenti di Venezia – Palermo

La partita di andata, al “Renzo Barbera”, si era conclusa sul risultato di 1 a 1 il 26 ottobre 2018. Complessivamente i precedenti in B tra le due squadre sono 42: sedici le vittorie della squadra siciliana, tredici quelle del Venezia, quattordici invece i pareggi. Ci sono anche sei precedenti in A, e anche qui il Palermo è davanti con 4 vittorie, un pareggio e una sconfitta. E’ la prima volta dopo tanti anni in cui Maurizio Zamparini non ha un ruolo societario in una delle due squadre: prima fu  patron del Venezia e poi del Palermo che ha ceduto non da molto, e per il quale c’è tuttora una situazione difficile e da decifrare.

La situazione del Venezia prima della partita con il Palermo

Cosmi è il terzo allenatore della stagione, dopo Stefano Vecchi e Walter Zenga, appena esonerato dopo la sconfitta di misura a Verona che ha spinto la squadra arancioneroverde al quartultimo posto, ossia in zona playout. Una discesa quasi verticale, tre stop consecutivi che hanno inciso molto, e dunque per Joe Tacopina e la dirigenza, la necessità di cambiare la guida tecnica e cercare di puntare su uno specialista di salvezze come l’allenatore umbro.

Il quale ha mostrato di accostarsi al Venezia con estrema umiltà, spiegando che non potrà evidentemente cambiare molto. Ma è molto probabile che la sua mano si veda subito con l’impiego della difesa a tre, peraltro utilizzata anche da Zenga nella partita del “Bentegodi”.  Ancora fuori Domizzi così come Garofalo, è però recuperato Modolo. Quindi si può ipotizzare, davanti al portiere Vicario, una linea a tre con Bruscagin, Modolo e Fornasier, anche se l’ex del Latina potrebbe anche essere utilizzato come esterno sinistro, con Zampano a destra. Altra ipotesi è invece che l’esterno sinistro sia Di Mariano, dato che il tandem di attacco sarà quasi sicuramente composto da Bocalon e Citro, che conosce Cosmi dai tempi di Trapani. Per quanto riguarda la mediana: Bentivoglio in cabina di regia, mezzeali Pinato a sinistra, mentre a destra è ballottaggio tra Zennaro e Segre.

La situazione del Palermo prima della partita con il Venezia

La partita è importante per la squadra e per la società. In questo momento, dopo la vittoria del capolista Brescia in rimonta a Cosenza, i “Rosanero” sono a cinque punti dalle “Rondinelle” e un successo, o anche un pareggio, li manterrebbero in seconda posizione solitaria.

Difficile parlare solo di questioni di campo, in questo momento, ma proviamo a farlo, ricordando che il Palermo si è ripreso la seconda piazza nel turno precedente battendo di misura (2 a 1) il Lecce.

Unico assente a Venezia sarà Mazzotta, alle prese con problemi muscolari. Roberto Stellone sta provando diverse soluzioni, il cui unico comune denominatore è la difesa a quattro. È possibile che il modulo sia il 4-3-1-2: Brignoli in porta, Bellusci e Rajkovic coppia centrale difensiva, terzini Rispoli e Aleesami, Jajalo al centro del campo, con Murawski e Chochev mezzeali, Trajkovski trequartista alle spalle delle punte Nestorovski e Puscas.

Probabilità*  di scommesse interessanti per Venezia – Palermo  con Bet365

Vittoria Venezia: 3,00
Pareggio: 3,10
Vittoria Palermo: 2,45

Ci sono anche altre scommesse interessanti per la partita. Ad esempio:

Under 0,5: 8,00
Over 5,5: 21,00
Asian Handicap: -1,5   1: 6,80
Asian Handicap: -1,  -1,5  1: 6,25
Asian Handicap: -1   1: 5,75
Asian Handicap: +1,5  2: 5,00
Asian Handicap: +1,5, +2  2: 6,80
Primo tempo/Finale 1/2: 29,00
Primo tempo/Finale 2/1: 34,00

Previsione scommesse Venezia – Palermo con Bet365Vittoria Palermo. I precedenti più recenti e la situazione di classifica spingono verso un successo degli ospiti, ma occorre fare attenzione a due situazioni: quella della società siciliana, ancora alle prese con molti dubbi e interrogativi, e il cambio di panchina in Laguna, con lo “scossone” Cosmi e il quasi certo cambio di modulo. Tutto questo rende la gara più incerta. Il bookie dice comunque 2, anche se le quote sono vicine.

Qui il confronto con un altro bookie che punta sempre sul 2 ma vede il pareggio più probabile rispetto al successo casalingo:

Quote* scommesse per Venezia – Palermo con Unibet

Vittoria Venezia: 3,05
Pareggio: 2,95
Vittoria Palermo: 2,55

(Quote del 09.03.2019 alle 18.45)

football line

Pronostico Venezia – Lecce Quote scommesse Serie B

Venezia – Lecce Quote scommesse*
Venezia 2,62/ pareggio 2,87/ Lecce 3,00
Data: 11 febbraio 2019 – 21:00 ora italiana
Bookie: Bet365

Scommesse sportive Venezia – Lecce

La partita che chiuderà nel Monday Night la quarta giornata di ritorno, ventitreesima complessiva, del campionato di calcio di Serie B 2018-2019, è quella allo stadio “Pierluigi Penzo” alle 21.00 di lunedì 11 febbraio 2019 tra Venezia e Lecce. Arbitro sarà Antonio Giua di Olbia.

I precedenti di Venezia – Lecce

Fu il Lecce, il 22 settembre 2018, a vincere per 2 a 1 l’incontro di andata. L’ultimo precedente in Laguna risale addirittura al 2003, e terminò 2 a 2. Sono dodici i precedenti disputati a Venezia, dalla stagione 1929/30, fino appunto a sedici anni fa. Cinque i successi della squadra di casa, uno dei salentini risalente al 1996 e sei pareggi.

La situazione del Venezia prima della partita con il Lecce

Il Venezia si lamenta di alcuni torti arbitrali che avrebbe subito, con riferimento anche all’ espulsione di Domizzi contro il Benevento, ma un dodicesimo posto in classifica, con una sola vittoria nelle ultime sette gare, non si può spiegare solo in questo modo, evidentemente. Così come è stata decisamente rotonda la sconfitta del turno precedente (0-3), anche se Walter Zenga ha voluto smentire presunte arrabbiature del presidente Joe Tacopina. Sta di fatto che occorre cercare di fare i tre punti contro una delle squadre che finora meglio hanno fatto in questo torneo, peraltro anche con una gara da recuperare come ricorderemo più avanti.

Cernuto dovrebbe sostituire Domizzi, assente anche Di Mariano che sconterà la seconda giornata di squalifica. Vicino il recupero di Fornasier. Potrebbe quindi essere confermato il 3-4-1-2 con Vicario tra i pali, Coppolaro, Modolo e Cernuto in difesa, esterni  Zampano e Bruscagin, Segre e Besea interni in mediana, Zennaro trequartista alle spalle delle punte Rossi e Bocalon.

La situazione del Lecce prima della partita con il Venezia

La grande paura per Manuel Scavone è passata, dopo lo scontro fortuito del giocatore con Beretta per il quale ha perso i sensi, tanto da dover sospendere definitivamente la partita con l’Ascoli. In attesa di recuperarla, e ancora senza il suo centrocampista che deve ovviamente smaltire la brutta avventura, la squadra di Fabio Liverani (che fu giocatore di Zenga al Palermo) è comunque quinta in classifica, e si trova a pari punti con Pescara, Lecce e Spezia, in piena zona playoff alle spalle del Benevento che è terzo.

Si va in un campo difficile, con la speranza di fare risultato e rimanere in questa parte della classifica. In attacco l’esordio di Tumminello da titolare, dopo l’arrivo dall’ Atalanta. Cosenza dovrebbe giocare al posto di Scavone.

In campo un 4-3-1-2 con Vigorito portiere, coppia centrale difensiva Lucioni e Bovo, terzini Fiamozzi e Calderoni, Petriccione regista, mezzeali Cosenza e Tachtsidis, Mancosu trequartista dietro Palombi e Tumminello.

Probabilità*  di scommesse interessanti per Venezia – Lecce con Bet365

Vittoria Venezia: 2,62
Pareggio: 2,87
Vittoria Lecce: 3,00

Ci sono anche altre scommesse interessanti per la partita. Ad esempio:

Under 0,5: 7,50
Over 5,5: 19,00
Asian Handicap -1,5  1: 5,90
Asian Handicap +1,5  2: 5,90
Primo tempo/Finale 1/2, 2/1: 34,00
Previsione scommesse Venezia – Lecce con Bet365pareggio. Il segno X è quello dato come più probabile per una partita i cui precedenti sono troppo lontani nel tempo per costituire un parametro attendibile, con una classifica nettamente favorevole ai pugliesi, ma anche la necessità dei padroni di casa di fare punti.

Qui il confronto con un altro bookie:

Quote* scommesse per Venezia – Lecce con Unibet

Vittoria Venezia: 3.05
Pareggio: 2,20
Vittoria Lecce: 3,10

(Quote del 09.02.2019 alle 20.30)

football line

Pronostico Venezia – Padova Quote scommesse Serie B

Venezia – Padova Quote scommesse*
Venezia 2,00/ pareggio 3,00/ Padova 4,33
Data: 27 gennaio 2019 – 15:00 ora italiana
Bookie: Bet365

Scommesse sportive Venezia – Padova

Tempo ancora di derby veneti, nel campionato di calcio di Serie B 2018-2019, dato che si tratta della regione con il maggior numero di squadre impegnate nel torneo cadetto, precisamente quattro. Vi presentiamo quote e pronostici di Venezia – Padova, in programma allo stadio “Pierluigi Penzo” alle 15.00 di domenica 27 gennaio 2019, nell’ambito della seconda giornata di ritorno, vale a dire la ventunesima complessiva. L’arbitro è Juan Luca Sacchi della sezione di Macerata, mentre la gara di andata all’ “Euganeo” fu vinta 1 a 0 dal Padova, quando il Venezia era ancora allenato da Vecchi.

Le due squadre si sono affrontate 88 volte in vari campionati e in Coppa Italia, dal 1914 ai giorni nostri, mentre 43 sono i confronti disputati a Venezia. Sono i “Neroverdi” (con o senza arancio a seconda del momento storico) in vantaggio con 31 vittorie (come i pareggi complessivi) rispetto ai 26 successi del Padova. Contando solo le partite giocate in Laguna (qualche volta in terraferma), i padroni di casa ne hanno vinte 19, gli ospiti 12, mentre altrettante volte la gara si è conclusa in parità.

La situazione del Venezia prima del derby con il Padova

L’addio del difensore Andelkovic, fresco ex dato che ora gioca nel Padova, quello di Falzerano accasatosi al Perugia, di Litteri al Cosenza, di Marsura finito al Carpi e del giovane Zennaro andato al Genoa dimostrano come la squadra di Walter Zenga stia cambiando alcune cose al suo interno, come conferma l’arrivo in prestito di Alessandro Rossi dalla Lazio, e ancora di Lombardi, Besea e Fornasier, e la trattativa in corso per il terzino sinistro slovacco Robert Mazan, attualmente al Celta Vigo con il quale però ha giocato poco.

C’è da dare una sterzata alla classifica del Venezia, che non vince da cinque partite, nelle quali ha messo in cascina solo tre punti, tutti peraltro con un risultato di 1 a 1, a Crotone, in casa con il Carpi e nell’ultimo turno sul campo dello Spezia dove ha peraltro mostrato dei progressi nel gioco. Sono finite invece 0 a 1 le altre due gare, quella con il Cosenza e la sfida di Pescara. Al momento, tredicesimo posto a 22 lunghezze, solo quattro sopra la zona playout. Non sono certo queste le ambizioni del patron Joe Tacopina, anche se occorrerebbe giocare una seconda parte di campionato davvero lancia in resta, per poter acciuffare almeno la zona playoff, che dista solo cinque punti, ma come noto è soprattutto la classifica avulsa a fare la differenza nel torneo cadetto. Finora l’attacco non è molto prolifico: 18 gol segnati, come il Carpi. Hanno fatto peggio finora solo il Livorno e, soprattutto, il Cosenza. In compenso, la squadra non incassa molto: 20 le reti finora subite.

Il modulo schierato da Zenga sarà il 4-3-3, con Rossi nel tridente. Vicario tra i pali, Modolo e Domizzi al centro della difesa, terzini Bruscagin e Garofalo, Bentivoglio in cabina di regia con Suciu e Pinato in mediana, davanti Di Mariano, Vrioni e Rossi.

La situazione del Padova prima del derby con il Venezia

Il nuovo corso del Padova, il Bisoli-2 con una vera e propria rivoluzione nella rosa, è iniziato nel migliore dei modi, grazie soprattutto a Mbakogu, che non si era lasciato benissimo con i tifosi biancoscudati, ma probabilmente ci ha messo pochissimo a riconquistarli, dato che la vittoria per 3 a 0 nel derby con l’ Hellas Verona porta più della sua firma. Ha segnato una doppietta, mentre Morganella ha siglato il terzo gol. Il rigore fallito da Pazzini ha fatto il resto, dando ai veneti tre punti importanti, anche se la squadra rimane ultima, per differenza reti rispetto al Livorno che però ha riposato nella prima di ritorno.

Ora il Padova è chiamato a confermarsi anche in trasferta, nel secondo derby consecutivo. Mbakogu si è meritato la conferma in attacco al fianco di Bonazzoli, il modulo dovrebbe essere il 3-4-1-2: Minelli il portiere, difesa con Cherubin, Andelkovic e Trevisan, esterni Morganella e Longhi, interni Broh e Calvano, Lollo alle spalle di Bonazzoli e Mbakogu.

Probabilità*  di scommesse interessanti per Venezia – Padova con Bet365

Vittoria Venezia: 2,00
Pareggio: 3,00
Vittoria Padova: 4,33

Ci sono anche altre scommesse interessanti per la partita. Ad esempio:

Over 5,5: 19,00
Asian Handicap Primo Tempo -1  1: 6,60
Asian Handicap Primo Tempo + 0,5. +1  2: 6,80
Primo tempo/Finale 1/2: 41,00
Primo tempo/Finale 2/1: 29,00
Previsione scommesse Venezia – Padova con Bet365 Vittoria Venezia. I bookmakers privilegiano fattore campo e posizione in classifica, ma è da tenere in considerazione il fatto che nel mercato invernale è il Padova ad essersi maggiormente rafforzato, con l’arrivo di giocatori come Mbakogu, per dirne uno, o in difesa, proprio dal Venezia, lo stesso Andelkovic. L’indicazione è comunque quella dell’ 1 fisso.

Qui il confronto con un altro bookie:

Quote* scommesse per Venezia – Padova con Unibet

Vittoria Venezia: 1,95
Pareggio: 3,05
Vittoria Padova: 4,40

(Quote del 25.01.2019 alle 23.30)

football line

Pronostico Pescara – Venezia Quote scommesse Serie B

Pescara – Venezia Quote scommesse*
Pescara 1,85/ pareggio 3,40/ Venezia 4,33
Data: 27 dicembre 2018 – 19:00 ora italiana
Bookie: Bet365

Scommesse sportive Pescara – Venezia

Dopo il Boxing Day della A, giovedì 27 dicembre 2018 arriva il turno di campionato cadetto, la diciottesima giornata della Serie B 2018-2019, penultima del girone di andata di questo anomalo torneo a 19 squadre, oltre che penultima dell’anno solare, dato che in questa abbuffata calcistica ce ne sarà ancora una prima del brindisi.

Si arriva al giro di boa con la totale incertezza in testa e in coda, come è nella tradizione della cadetteria, e gli incontri in programma sono tutti molto interessanti, considerando anche il fatto che il turno di riposo frenerà la corsa del Lecce, arrivato al secondo posto alle spalle del Palermo. Ad aprire un turno che si giocherà in notturna è l’anticipo delle 19.00, in programma allo stadio “Adriatico-Giovanni Cornacchia”: si tratta di Pescara – Venezia, che verrà diretta da Ivano Pezzuto di Lecce. Una curiosità è relativa al campionato dello scorso anno, dal momento che le squadre tornano a incontrarsi in Abruzzo praticamente giusto un anno dopo, dato che giocarono il 28 dicembre 2017, e finì 1 a 0 per i padroni di casa. Dando uno sguardo ai precedenti, a Pescara sono dieci con sette vittorie dei “Delfini”, due del Venezia e un solo pareggio.

La situazione del Pescara prima della sfida con il Venezia

Troppi punti persi in questo periodo dal Pescara, che si è allontanato dalle zone di vertice, a cinque lunghezze dal capolista Palermo che pure ha rallentato il passo, e ha subito il passo deciso del Lecce e del Brescia, oltre al Cittadella che è sempre in zona playoff, e il ritorno del Verona. Così adesso gli abruzzesi sono sesti in classifica, e dietro di loro nei posti che conducono al torneo per la terza promozione, ci sono solo Benevento e Perugia, con la Salernitana a pari punti rispetto alla squadra umbra, ma anche con il cambio di guida tecnica.

Il Pescara ha perso lo scontro diretto di Verona e poi è stato fermato e dunque rallentato dal turno di riposo, che però ora come si diceva tocca al Lecce, ossia una diretta concorrente. Per la squadra di Bepi Pillon quindi è un’ occasione importante per tornare a far sentire la propria voce anche nelle posizioni più alte, pur essendoci grande concorrenza.

Per non sbagliare questa partita, ci si è allenati anche la vigilia e il giorno di Natale, assente solo Hugo Campagnaro, autorizzato dalla società a trascorrere le feste con la famiglia in Argentina, oltre a Capone che invece sta svolgendo fuori sede il suo percorso di riabilitazione.

Il modulo sarà il consueto 4-3-3: tra i pali potrebbe tornare il titolare Fiorillo, altrimenti ci sarà ancora Kastrati, difensori centrali Gravillon e Scognamiglio, terzini Balzano e Del Grosso, come sempre Brugman in cabina di regia, mezzeali Memushaj e Machin, tridente con Marras, Mancuso e Antonucci.

La situazione del Venezia prima della sfida con il Pescara

La sconfitta casalinga (0-1) da parte del Cosenza, un Venezia che non è riuscito al “Penzo” a raddrizzare la situazione dopo un gol subito alla mezz’ora. Per Zenga e i suoi ragazzi molti spunti di riflessione, mentre la squadra ora si trova dodicesima e quindi nella parte destra della classifica. Ci sono sei punti di distacco rispetto ai prossimi avversari. La sconfitta mancava ormai dal derby di Cittadella, si era sempre andati a punti nelle quattro gare successive e quindi la battuta di arresto rischia un po’ di pesare, anche perché arrivata con una squadra di medio-bassa classifica. C’è il tempo comunque per risalire e magari per tornare a sognare i play-off. Ma bisogna ricominciare da Pescara, in un campo obiettivamente non facile, espugnato l’ultima volta nel 2001.

Walter Zenga dovrebbe schierare un 4-4-2: portiere Vicario, Modolo e Andelkovic coppia centrale difensiva, laterali Zampano e Garofalo, esterni alti Falzerano e Schiavone, Pinato e Suciu interni a centrocampo, tandem d’attacco composto da Citro e Di Mariano.

Probabilità*  di scommesse interessanti per Pescara – Venezia con Bet365

Vittoria Pescara: 1,85
Pareggio: 3,40
Vittoria Venezia: 4,33

Ci sono anche altre scommesse interessanti per la partita. Ad esempio:

Over 5,5: 15,00
Asian Handicap -2, -2,5  1: 7,00
Primo tempo/Finale 1/2: 41,00
Primo tempo/Finale 2/1: 23,00

Previsione scommesse Pescara – Venezia con Bet365 Vittoria Pescara. La squadra di casa ha necessità di tornare alla vittoria, anche se troverà di fronte una formazione agguerrita che ha appena perso un confronto sul proprio campo. Il Pescara deve inoltre riavvicinarsi ai vertici della classifica approfittando del turno di riposo del Lecce.

Qui il confronto con un altro bookie:

Quote* scommesse per Pescara – Venezia con Unibet

Vittoria Pescara: 1,87
Pareggio: 3,20
Vittoria Venezia: 4,40

(Quote del 25.12.2018 alle 20.20)

football line

Pronostico Cittadella – Venezia Quote scommesse Serie B

Cittadella – Venezia Quote scommesse*
Cittadella 2,00/ pareggio 3,30/ Venezia 3,80
Data: 11 novembre – 15:00 ora italiana
Bookie: Bet365

Scommesse sportive Cittadella – Venezia

I derby veneti, Serie B, sono parecchi, dato che la regione quest’anno conta ben quattro squadre sulle 19 che si fronteggiano nel torneo cadetto. E importante, per la classifica, è quello che oppone Cittadella e Venezia allo stadio “Pier Cesare Tombolato”, alle 15.00 di domenica 11 novembre 2018, per la dodicesima giornata del campionato 2018-2019.

Cittadella sesto ma che negli ultimi tempi stenta a vincere, Venezia tredicesimo ma in piena ripresa dopo l’avvento di Walter Zenga sulla panchina, che ha dato motivazioni e mentalità ad una squadra che sembrava averle perse e si dibatteva nella lotta per la salvezza. Ma la classifica corta della B dice che il divario è di quattro punti, facilmente recuperabili oppure distanza abissale, a seconda dell’andamento delle gare. Tutto e niente, insomma, nella tradizione di una B avvincente ed imprevedibile fino all’ultima giornata.

Situazione del Cittadella

Il Cittadella fa spesso così: parte a razzo, comincia il campionato tirato a lucido, poi improvvisamente frena. Una sola vittoria nelle ultime sette partite, peraltro a Pescara inguaiando gli abruzzesi, in tutto solo sette punti ma comunque la squadra di Roberto Venturato rimane agganciata ai play off. È un pochino strana la situazione di questa squadra, che spesso si esprime meglio in trasferta rispetto alle mura amiche. Probabilmente, al di là degli interpreti che sono tutti ottimi, talvolta il problema sta nel fatto che quando non sono in giornata, il gioco rischia di essere prevedibile, con il trequartista dietro le punte. E poi, evidentemente, esistono gli avversari, con la determinazione a vincere quella gara che talvolta produce il pareggio finale. Che alla fine, accontenta poco tutti. Adesso il Cittadella ha l’occasione di conquistare tre punti importanti per tentare di riaffacciarsi alle zone di vertice, magari sperando che Brescia e Verona pareggino e approfittando del turno di riposo del Perugia.

Situazione del Venezia

Tutti sono motivati, uno in particolare: l’ex Gianluca Litteri, che a Cittadella è stato molto importante e che adesso è uno degli attaccanti degli “Arancioneroverdi”. Ma a dare motivazioni, a creare il gruppo, è stato proprio Zenga, come ammesso dagli stessi giocatori. Non è un caso che la squadra lagunare abbia vinto le ultime due partite, di misura sia a Cremona che con la Salernitana (1 a 0), e in generale non perda da quattro turni di campionato. Quello con il Cittadella, che come vedremo dalle quote, vede i veneziani sfavoriti anche sulla base dei precedenti al “Tombolato”, è un tabù da sfatare. Tre punti servirebbero come l’ossigeno, soprattutto perché il Venezia, tredicesimo ma a quattro punti dalla zona playout, si affrancherebbe ancora di più e potrebbe guadagnare posizioni importanti. Anche questa, al di là del campanilismo che magari in questo derby è un po’ più attenuato rispetto a quello con il Padova o l’Hellas Verona, è una motivazione forte.

Probabilità *  di scommesse interessanti per Cittadella – Venezia con Bet365

Vittoria Cittadella: 2,00
Pareggio: 3,30
Vittoria Venezia: 3,80

Ci sono anche altre scommesse interessanti per la partita. Ad esempio:

Under 0,5: 8,50
Handicap +0,5. +1  2: 5,00
Primo tempo/Finale 1/2: 41,00

Previsione scommesse Cittadella – Venezia con Bet365 Vittoria Cittadella.  I bookie, come quello preso in esame, favoriscono nettamente la squadra di casa, anche se i “Granata” si sono dimostrati più squadra da trasferta. I derby, notoriamente, sfuggono comunque a ogni indicazione e ci si aspetta una bella partita.

 

Qui il confronto con un altro bookie:

Quote* scommesse per Cittadella – Venezia con Unibet

Vittoria Cittadella: 2,00
Pareggio: 3,10
Vittoria Venezia: 3,85

(Quote del 10.11.2018 alle 10.25)

football line
i-bookmakers.it valuta e confronta con costante aggiornamento tutti gli importanti bookmakers autorizzati in Italia.   18+   AAMS
Bookmakers | Bookmaker online | Scommesse sportive | Scommesse calcistiche | Scommesse live | Siti di scommesse | Scommesse Online | Bookmaker
Vi raccomandiamo di scommettere con responsabilità.