i-bookmakers.it
Logo di i-bookmakers .it
Notizie di Scommesse

UEFA Nations League

In questa pagina trovate articoli riguardanti UEFA Nations League.
football line

Pronostico Olanda – Italia Quote scommesse UEFA Nations League*

Olanda – Italia Quote scommesse UEFA Nations League*
Olanda 2,25/ pareggio 3,25/ Italia 3,15
Data: 7 settembre 2020 – 20:45 ora italiana
Bookie: Lottomatica.it

Scommesse sportive Olanda – Italia

La prima del Gruppo 1 contro la nostra Nazionale che ha iniziato con una parziale delusione il suo percorso in questa UEFA Nations League: è quindi importante questo confronto che si giocherà alla “Johann Cruijff Arena” di Amsterdam. L’Olanda contro l’Italia di Roberto Mancini alle 20.45 di lunedì 7 settembre 2020: i “Tulipani” hanno vinto, anche se di misura, con la Polonia per 1 a 0 mentre gli “Azzurri” arrivano dall’ 1 a 1 con la Bosnia-Erzegovina.

I precedenti di Olanda – Italia

In questo caso si tratta proprio di una classica, tra due storiche formazioni del calcio europeo. Siamo infatti al confronto numero 22: i numeri sono favorevoli all’Italia con nove vittorie, altrettanti pareggi e tre sconfitte però pesanti, in quanto avvenute in incontri ufficiali: la prima volta fu in una partita di andata valida per la qualificazione per gli Europei del 1976, poi vincemmo il ritorno ma inutilmente. Poi ci furono i mondiali del 1978 in Argentina, con la sconfitta per 2 a 1 che ci costò la finale. Giocammo e perdemmo la finale di consolazione, ma anche gli “Oranje” poi giunsero secondi, sconfitti dai padroni di casa. Terza sconfitta nella partita di esordio nella fase a gironi degli Europei 2008, dove l’Italia perse 3 a 0. Le due squadre si qualificarono entrambe e uscirono ai quarti. Si ricordano anche le semifinali degli Europei del 2000 dove dopo un’autentica battaglia, e a lungo in inferiorità numerica, la squadra allora guidata da Dino Zoff vinse ai rigori 3 a 1, con Toldo in grande spolverò che parò due rigori agli avversari. Poi l’Italia perse la finale con la Francia. L’ultima volta, Italia e Olanda si sono incontrate in amichevole, il 4 giugno 2018: finì 1 a 1.

La situazione dell’ Olanda prima dell’incontro con l’ Italia

Esordio vincente, dunque, anche se di misura in questa manifestazione, per una formazione imbattuta da sette gare. L’ultima sconfitta fu  proprio nella finale della scorsa Nations League, 1 a 0 per il Portogallo di Cristiano Ronaldo, il 9 giugno 2019, con rete di Guedes. Il commissario tecnico Lodeweges dovrebbe schierare un 4-2-3-1 con Depay terminale offensivo, sostenuto sulla tre quarti da Bergwijn, Wijnaldum e Promes. Proprio Depay e Wijnaldum sono appena passati al Barcellona. In mediana, con de Jong, l’atalantino de Roon, in difesa, centrali van Dijk e Veltman, alle spalle del portiere Cillesen, mentre sulle fasce ci dovrebbero essere Aké e l’altro atalantino Hateboer.

La situazione dell’ Italia prima dell’incontro con l’ Olanda

Mancini cambierà certamente qualcosa rispetto alla formazione che ha pareggiato con la Bosnia-Erzegovina, sia per avere a disposizione elementi più freschi, sia per dare vari giovani all’Under 21 di Nicolato, come Luca Pellegrini che ha già lasciato il ritiro della Nazionale maggiore. Intanto sono già andati via Bernardeschi, Bastoni e Castrovilli che ha una tendinite dovuta secondo la Fiorentina ai carichi di lavoro di inizio stagione. Dovrebbe essere 4-3-3 con Donnarumma tra i pali, difesa con Chiellini e Bonucci centrali e sulle fasce Di Lorenzo e Florenzi, in mediana Sensi, Barella e Jorginho, tridente con Zaniolo, Immobile ed Insigne.

Previsione scommesse Olanda – Italia con Lottomatica.it: Vittoria Olanda. Questa volta le quote favoriscono la formazione di casa, anche alla luce di quanto visto nella partita di esordio con la Bosnia-Erzegovina. Ma in questi tempi in cui il “fattore Covid” ha sparigliato decisamente le carte, è davvero difficile anche per gli esperti formulare un pronostico.

Qui il confronto con altri bookie:

Il confronto con altre quote * scommesse per Olanda – Italia

Quote Unibet.it

Vittoria Olanda: 2,40
Pareggio: 3,25
Vittoria Italia: 3,35

Quote Eurobet.it

Vittoria Olanda: 2,20
Pareggio: 3,20
Vittoria Italia: 3,30

*(Quote del 06.09.2020 alle 12.40)

football line

Pronostico Italia – Bosnia-Erzegovina Quote scommesse UEFA Nations League*

Italia – Bosnia-Erzegovina Quote scommesse UEFA Nations League*
Italia 1,30/ pareggio 5,25/ Bosnia-Erzegovina 9,50
Data: 4 settembre 2020 – 20:45 ora italiana
Bookie: Lottomatica.it

Scommesse sportive Italia – Bosnia-Erzegovina

Ricomincia la stagione delle nazionali, in un anno tormentatissimo e sconvolto, nella vita di tutti i giorni e conseguentemente anche nei calendari calcistici, dall’emergenza legata al Covid19. Si ricomincia dunque con la UEFA Nations League che è alla sua seconda edizione. L’Italia di Roberto Mancini torna a giocare a distanza di quasi dieci mesi dal 9 a 1 con l’Armenia che aveva suggellato la nostra qualificazione agli Europei del 2020, che però sono slittati all’anno prossimo e naturalmente la paura è di avere buttato all’aria tanto di buono che la squadra è riuscita a fare come coesione e gioco. Si riparte adesso, tornando a incontrare una delle nostre avversarie in quel girone, la Bosnia-Erzegovina che ora ritroviamo nel Gruppo 1 della Nations League con Polonia e Olanda. La sfida tra Italia e Bosnia-Erzegovina si gioca molto in casa, vicino al centro tecnico di Coverciano dove la nostra nazionale si allena: siamo infatti a Firenze, allo stadio “Artemio Franchi” e si gioca, ancora a porte chiuse, alle 20.45 di venerdì 4 settembre 2020.

I precedenti di Italia – Bosnia-Erzegovina

Ovviamente non ci sono molti precedenti, ma ci sono i due incontri relativi alla qualificazione agli Europei, entrambi vinti dalla Nazionale di Mancini: in casa gli “Azzurri” vinsero 2 a 1 l’11 giugno 2019, replicarono in modo ancora più convincente in trasferta con un 3 a 0 il 15 novembre. Lorenzo Insigne andò in gol in entrambe le partite. La prima volta in assoluto, le due nazionali si affrontarono in amichevole a Sarajevo il 6 novembre 1996, e allora vinse la Bosnia per 2 a 1. La rete italiana fu di Enrico Chiesa, il padre di Federico che probabilmente, anche in quanto giocatore della Fiorentina, sarà titolare in questa occasione.

La situazione dell’ Italia prima dell’incontro con la Bosnia-Erzegovina

Un lungo stop, e adesso si ricomincia, anche alla luce di quanto offerto dall’ultima parte del campionato italiano, nel quale sono emersi anche giocatori come l’interista Bastoni, o Caputo del Sassuolo. Di contro non ci saranno Verratti e Romagnoli, così come Tonali che è stato escluso dalla lista dei convocati. È invece a disposizione Jorginho, risultato negativo al tampone cui sono stati sottoposti tutti i componenti della spedizione azzurra. Di conseguenza a centrocampo, a fianco del regista del Chelsea dovrebbero esserci Barella e uno tra Lorenzo Pellegrini e Locatelli. Davanti al portiere Donnarumma, difesa a quattro con centrali Bonucci e Chiellini, e laterali Di Lorenzo e uno tra Biraghi e Luca Pellegrini. Immobile dovrebbe essere il terminale offensivo del tridente, con Insigne e Zaniolo, che però potrebbe essere rilevato da uno tra Chiesa e Bernardeschi.

La situazione della Bosnia-Erzegovina prima dell’incontro con l’ Italia

Anche qui sono passati quasi dieci mesi dall’ultima uscita della nazionale bosniaca: 3 a 0 in Liechtenstein, per il girone di qualificazione a Euro 2020, che lo ricordiamo ancora, era anche il nostro. Nel frattempo l’ex juventino Miralem Pjanic, fresco arrivo del Barcellona, ha dato il suo addio alla Nazionale, mentre ci sarà sicuramente un’altra nostra vecchia conoscenza, quel Dzeko che ora proprio la Juventus sembra non più cercare con tanta insistenza, puntando invece su Suarez “liberato” dal Barcellona. Il bosniaco quindi appare al momento destinato a rimanere alla Roma, salvo altri sviluppi. Il commissario tecnico Prosinecki proporrà anche lui un 4-3-3: Begovic il portiere, difensori centrali Kovacevic e Bikakcic, terzini Kryzic e Kolasinac. In attacco a fianco di Dzeko ci saranno Visca e Hajrovic. Più dubbi a centrocampo, con Duljevic e Milosevic che incalzano i probabili titolari Besic, Hajradinovic e Cimirot.

Previsione scommesse Italia – Bosnia-Erzegovina con Lottomatica.it: Vittoria Italia. Le quote favoriscono decisamente la nostra formazione.

Qui il confronto con altri bookie:

Il confronto con altre quote * scommesse per Italia – Bosnia-Erzegovina

Quote Unibet.it

Vittoria Italia: 1,30
Pareggio: 5,60
Vittoria Bosnia-Erzegovina: 11,00

Quote Eurobet.it

Vittoria Italia: 1,33
Pareggio: 5,15
Vittoria Bosnia-Erzegovina: 8,00

*(Quote del 02.09.2020 alle 22.30)

football line

Pronostico Italia – Portogallo Quote scommesse UEFA Nations League

Italia – Portogallo Quote scommesse UEFA Nations League
Italia 2,25/ pareggio 3,30 / Portogallo 3,60
Data: 17 novembre – 20:45 ora italiana
Bookie: Bet365

Scommesse sportive Italia – Portogallo

Il loro più importante calciatore ormai gioca qui, ma ultimamente la nazionale non lo vede neppure con il “binocolone” dei “Soliti ignoti”. Senza Cristiano Ronaldo, dunque, ma comunque una formazione forte quella che sta per affrontare i ragazzi di Roberto Mancini. Vi proponiamo dunque il pronostico su Italia – Portogallo, che si gioca alle 20.45 di sabato 17 novembre 2018 allo stadio “Giuseppe Meazza” di Milano ed è valida per la quinta giornata della fase a gironi dell’UEFA Nations League. È l’ultima partita degli azzurri nel Gruppo 3, mentre i portoghesi dovranno ancora affrontare la Polonia, già retrocessa alla Lega B della nuova lega europea per nazioni.

Situazione dell’ Italia

In queste ultime partite, si decide chi tra “Azzurri” e Portogallo si qualificherà per i playoff. Passa solo la prima di ogni girone, che come noto è composto da tre squadre. Attualmente è il Portogallo al comando a punteggio pieno, ossia con 6 punti, frutto delle vittorie con la stessa Italia nella gara di andata, e poi in Polonia. La nostra nazionale segue a quattro lunghezze, con una gara in più disputata: un pareggio interno e una vittoria esterna con i polacchi, in mezzo lo stop in trasferta contro i nostri prossimi avversari.

Nel frattempo l’Italia qualche segnale di ripresa lo ha dato, sia pure con i problemi che Mancini ha già evidenziato, ossia la carenza di giovani titolari nella nostra Serie A e la necessità di creare un gruppo, che comunque si sta formando, grazie anche agli esperti e veterani difensori Leonardo Bonucci e Giorgio Chiellini che in questa occasione tocca le sue cento presenze con la maglia azzurra: esordì il 17 novembre 2004 contro la Finlandia ma non fece parte della spedizione che nel 2006 conquistò la nostra quarta Coppa del Mondo, di cui sono ancora in attività i soli Buffon, Barzagli e De Rossi, più lo svincolato Zaccardo. Nessuno di loro è più nel giro azzurro.

Venendo alla gara, confermato il 4-3-3 ma questa volta con un vero centravanti e non un “falso nueve”, complice l’assenza di Federico Bernardeschi: nel ruolo, Ciro Immobile è favorito su Domenico Berardi. Donnarumma tra i pali, difesa con Florenzi, Bonucci, Chellini e Biraghi, in mediana Verratti, Jorginho e Barella a centrocampo, tridente completato da Chiesa e Insigne.

Situazione del Portogallo

Come detto, anche questa volta il commissario tecnico Fernando Santos non ha convocato Cristiano Ronaldo, che non ci sarà neanche il 20 novembre a Guimaraes contro la Polonia. Il tecnico minimizza le polemiche sull’assenza di CR7, anche se sottolinea come a suo avviso meriterebbe il Pallone d’Oro. Assente anche l’infortunato Pepe.

Ciò detto, sono tre gli “italiani” convocati, e sono lo juventino Joao Cancelo, Mario Rui del Napoli e l’interista Joao Mario, le cui quotazioni sono aumentate dopo le recenti prestazioni nella squadra di Spalletti, che lo ha praticamente recuperato alla causa nerazzurra. Il centrocampista dovrebbe però partire dalla panchina. Santos cerca i tre punti per blindare il primo posto e il passaggio ai playoff. Anche i lusitani dovrebbero schierarsi con il 4-3-3; Patricio il portiere, difesa con Cancelo, Fonte, Ruben Dias e Mario Rui, in mediana Ruben Neves, William Carvalho e Pizzi, tridente con Bernardo Silva e Bruma in appoggio all’ex milanista André Silva.

Probabilità *  di scommesse interessanti per Italia – Portogallo con Bet365

Vittoria Italia: 2,25
Pareggio: 3,30
Vittoria Portogallo: 3,60

 

Ci sono anche altre scommesse interessanti per la partita. Ad esempio:

Under 0.5: 7,50
Handicap -1,5, -2  1: 5,90
Primo Tempo/Finale 1/2; 41,00

Previsione scommesse Italia – Portogallo con Bet365 Vittoria Italia. Si potrebbe dire che c’è cauto ottimismo sulla possibilità che l’Italia possa fare propria questa gara, addirittura ipotecando una possibile qualificazione ai playoff. La differenza di quote, tuttavia, non è poi così enorme, perché anche senza CR7 la formazione lusitana è squadra da rispettare, tanto in casa quanto in trasferta.  Un pareggio viene comunque ritenuto più probabile di un successo esterno.

Qui il confronto con un altro bookie:

Quote* scommesse per Italia – Portogallo con Bwin

Vittoria Italia: 2,15
Pareggio: 3,20
Vittoria Portogallo: 3,40

(Quote del 15.11.2018 alle 18.00)

football line

Pronostico Francia – Germania Quote scommesse UEFA Nations League

Partita: Francia – Germania UEFA Nations League
Data: 16/10/2018 – ore 20:45
Pronostico di scommesse: Francia
* Quota: 1,72 (del 15/10/2018 alle ore 18:10)
Bookie: Bet365

Partita fondamentale per il Gruppo 1 della Lega A nell’UEFA Nations League, giunta alla sua quarta giornata, il confronto tra la Francia capolista e la Germania ultima e in crisi conclamata, con l’allenatore Joachim Löw in bilico. Si gioca allo “Stade de France” di Saint Denis, quindi a Parigi, alle 20.45 di martedì 16 ottobre 2018.

Dopo aver vinto la Coppa del Mondo, la Francia è ripartita in modo non particolarmente deciso, avendo pareggiato senza reti nella gara di esordio della nuova manifestazione europea proprio in Germania. Poi c’è stata la vittoria con l’Olanda per 2 a 1 che ha proiettato i “Galletti” al primo posto del girone, mentre la squadra tedesca è incocciata in una delle peggiori sue partite di questo periodo, quando dovrebbe invece mostrare di avere rialzato la testa dopo un brutto mondiale: perdere con l’Olanda è per la Germania sempre un brutto momento, considerata la storica rivalità calcistica tra i due paesi, perdere addirittura 0-3 si può immaginare che cosa scateni.

In tanti si stanno scagliando soprattutto sul commissario tecnico, confermato nonostante i mondiali, accusato però di avere fatto ben poco per correggere la rotta. L’allenatore di una nazionale (in Italia successe anche a Bearzot e a Valcareggi) rischia di “affezionarsi” troppo a quelli che hanno vissuto con lui i momenti più esaltanti, che per quanto riguarda Löw coincidono evidentemente con la vittoria del titolo mondiale del 2014.

E nel mirino ci sono alcuni di questi “senatori”, soprattutto il portiere Manuel Neuer, che in molti vorrebbero lasciasse la custodia della rete tedesca al più giovane ter Stegen. Il problema di Neuer è evidentemente legato ai molti infortuni da lui subiti nell’ultimo periodo, che secondo molti ne hanno minato la qualità. In troppi puntano il dito su un ct che di fatto ha giubilato soltanto Khedira, peraltro malconcio, quando tutta o quasi tutta la vecchia guardia ha deluso. Che farà ora un Löw che deve evidentemente salvare prima di tutto se stesso, anche da chi magari lo critica perché ne vorrebbe prendere il posto?

La Francia si propone come favorita nella vittoria anticipata del girone, ma abbiamo visto come non sia tutto oro quello che luccica, cosa normale quando si ha un appagamento dopo la vittoria di un Mondiale, che è il successo più importante che una nazionale possa vivere. Certo, la squadra di Didier Deschamps ha il suo destino nelle proprie mani. Nell’amichevole giocata l’11 ottobre scorso, non è andata oltre il pareggio con l’Islanda, che ai mondiali non si era dimostrata formazione particolarmente temibile. Certo, in amichevole si ha sempre un atteggiamento diverso, e magari i ct ne approfittano per fare qualche esperimento. Diversa dovrebbe essere la storia in una classica come questa, per di più con un obiettivo concreto.

Entrambe le squadre hanno un’assenza di spicco. Nei “Bleus” mancherà Thauvin. L’esterno offensivo dell’Olympique Marsiglia si è infortunato al piede destro e quindi ha lasciato il ritiro della nazionale. Quanto alla Germania, Jerome Boateng si è fatto male al polpaccio durante la partita di Amsterdam, e al suo posto Niklas Suele è favorito nel ballottaggio con Jonathan Tah.

Ovviamente la Francia torna ai titolari, dopo gli esperimenti in amichevole: in campo un 4-3-3 con Lloris tra i pali, Varane e Kimpembe davanti a lui in difesa, terzini Pavard e Hernandez, in mediana Kanté, Pogba e Matuidi, mentre il trio di attacco dovrebbe essere composto da Mbappé, Giroud e Griezmann.

La Germania, al di là delle polemiche, dovrebbe rimanere quella consueta, con qualche cambiamento. Capiremo se in porta verrà ancora data fiducia a Neuer oppure toccherà a ter Stegen o Leno. Modulo speculare, ossia 4-3-3 con una difesa composta da Ginter, Süle, Hummels e Schulz, centrocampo con Kimmich, Rudy e Kroos, tridente affidato a Brandt, Draxler e Sane.

Trenta i precedenti di questa grande classica del calcio europeo e mondiale. La Francia è avanti nei confronti diretti con 13 vittorie contro 9 della Germania, mentre i pareggi sono otto, compreso evidentemente quello della partita di andata, giocata lo scorso 6 settembre e come detto terminata senza reti.

Francia – Germania pronostico

Francia – Germania: fattore campo e crisi della squadra tedesca spostano il pronostico in maniera decisa verso la formazione transalpina.

Francia – Germania quote scommesse*

Bet365: Francia 1,72/ pareggio 4,10/ Germania 5,00
SNAI: Francia 1,73/ pareggio 3,80/ Germania 4,50
(Quote scommesse del 15/10/2018 alle ore 18:10)

football line

Pronostico Spagna – Inghilterra Quote scommesse UEFA Nations League

Partita: Spagna – Inghilterra UEFA Nations League
Data: 15/10/2018 – ore 20:45
Pronostico di scommesse: Spagna
* Quota: 1,66 (del 14/10/2018 alle ore 23:50)
Bookie: Bet365

Una può chiudere anzitempo la pratica per arrivare ai playoff “in carrozza”, l’altra invece rischia molto. A Siviglia, allo stadio “Benito Villamarin”, Spagna e Inghilterra si affrontano nella quarta giornata della UEFA Nations League, per il Gruppo 4 della Lega A. I vicecampioni del mondo, schiantati in modo così inatteso dalla formazione iberica, e ultimi evidentemente per differenza reti, hanno poi pareggiato 0 a 0 con gli inglesi in quella che doveva essere una rivincita della semifinale mondiale, vinta dai croati ai supplementari.

Le “Furie Rosse” guidate da Luis Enrique sono a punteggio pieno, dopo aver sconfitto gli stessi inglesi per 2 a 1 (in rimonta) e la Croazia addirittura con un tennistico 6 a 0.

E adesso la formazione di Gareth Southgate, reduce anch’essa da un mondiale positivo dove si è classificata al quarto posto, deve cercare di fermare questa Spagna così lanciata, dopo la crisi che era stata provocata dal licenziamento di Lopetegui che, si è visto dopo, ha compromesso il mondiale di una squadra che sembrava non avere più punti di riferimento, a parte un Iniesta al passo d’addio che comunque predicava nel deserto.

Con Luis Enrique, la squadra ha ritrovato la forza, la voglia di vincere ed il coraggio, e lo si è visto proprio in questa manifestazione. Per non farsi mancare nulla, giovedì 11 ottobre in amichevole ha dato ulteriore prova del suo stato di forma, vincendo 4 a 1 in Galles.

Luis Enrique dovrebbe schierare un 4-3-3: de Gea tra i pali, Nacho e il capitano Ramos difensori centrali, Gaya e Azpilicueta terzini, Busquets in regia, con Saul e Ceballos a completare il centrocampo, tridente con il milanista Suso, Rodrigo e Asensio.

3-5-2 invece per l’Inghilterra che davanti al portiere Pickford dovrebbe schierare in difesa Gomez, Stones e Maguire, esterni Trippier e Chillwell, Henderson regista, Barkley e Winks interni, in attacco la coppia formata da Sterling e Kane.

Gli inglesi hanno vinto solo uno degli ultimi cinque precedenti, l’andata in Nations League e quattro amichevoli dal 2009 al 2016. L’unica vittoria dei “Tre Leoni” avvenne nel 2011, in amichevole per 1 a 0. Per trovare un altro impegno ufficiale dobbiamo tornare indietro di 22 anni, Euro 1996, quarti di finale finiti zero a zero e vittoria dell’Inghilterra ai rigori. Quello prima, è addirittura ai Mondiali di Spagna del 1982, vinti come sappiamo dall’Italia di Bearzot. Spagna e Inghilterra erano nel Gruppo B della seconda fase, pareggiarono zero a zero. Si qualificò la Germania, unica a vincere una partita di quel girone, proprio contro gli iberici. C’è da dire che gli inglesi non hanno brillato nelle loro ultime trasferte in Spagna, considerandole comunque in un arco di tempo dal 2004 al 2015: tre sconfitte consecutive.

Spagna – Inghilterra pronostico

Spagna – Inghilterra: ovviamente la formazione di casa è nettamente favorita.

Spagna – Inghilterra quote scommesse*

Bet365: Spagna 1,66/ pareggio 4,00/ Inghilterra 5,75
Bwin: Spagna 1,65/ pareggio 3,70/ Inghilterra 5,25
(Quote scommesse del 14/10/2018 alle ore 23:50)

football line

Pronostico Romania – Serbia Quote scommesse UEFA Nations League

Partita: Romania – Serbia UEFA Nations League
Data: 14/10/2018 – ore 15:00
Pronostico di scommesse: Serbia
* Quota: 2,50 (del 13/10/2018 alle ore 23:10)
Bookie: Bet365

Scontro diretto tra la seconda e la prima del Gruppo 4 della Lega C nell’UEFA Nations League, giunta alla sua quarta giornata. Potrebbe rivelarsi quindi una partita chiave per la squadra che verrà promossa. A Bucarest, all’ “Arena Nazionale” si incontrano Romania e Serbia, alle 15.00 italiane di domenica 14 ottobre 2018.

In caso di vittoria della Serbia, attualmente al comando con sette punti, questa prenderebbe decisamente il largo doppiando la Romania che è a quota cinque, ma viceversa se dovesse vincere la squadra di casa, opererebbe il sorpasso al vertice passando a otto punti, e la fase si farebbe molto interessante, con due incontri ancora da giocare.

La squadra allenata da Mladen Krstajic ha esordito nel torneo vincendo 1 a 0 in Lituania, poi ha pareggiato 2 a 2 proprio con i romeni, infine venerdì ha vinto 2 a 0 sul campo del Montenegro, nello storico primo confronto tra due nazioni che una volta erano una sola.

La Romania invece, oltre che con la Serbia ha pareggiato anche con il Montenegro (0-0), mentre ha vinto 2 a 1 con la Lituania che, ancora a zero punti dopo tre partite, si candida ad essere la squadra materasso del torneo, oltre ovviamente alla retrocessione in Lega D.

Il tecnico romeno Cosmin Contra dovrebbe schierare un 4-2-3-1: tra i pali l’ex portiere della Fiorentina Tatarusanu, difensori centrali Tamas e Bancu, terzini Manea e Tosca, in mediana Stanciu e Rotariu, sugli esterni Chipciu e Maxim, Baluta alle spalle di Tucudean.

Schieramento speculare per una Serbia che non ha mai perso nei tre confronti diretti con gli avversari di giornata. Del pareggio nella gara di andata abbiamo detto, per il resto due vittorie nel 2009, nel girone di qualificazione dei Mondiali. In questa occasione, nel doppio confronto la formazione serba ha segnato ben otto reti agli avversari, incassandone solo due. Più del 3 a 2 dell’andata, pesa moltissimo il 5 a 0 interno nella partita di ritorno. La Serbia si qualificò direttamente alla fase finale, vincendo il proprio girone davanti alla Francia per un solo punto di differenza.

Torniamo però al 4-2-3-1 di questa gara, con Stojkovic a difendere la porta della formazione serba: Veljkovic e il “fiorentino” Milenkovic a presidiare la difesa, terzini Rukavina e Rodic, Krsticic e Gacinovic in mediana, mentre alle spalle di Mitrovic dovrebbero agire Tadic, il laziale Milinkovic-Savic e l’ex torinista Ljajic (che come noto è in prestito al Besiktas).

Romania – Serbia pronostico

Romania – Serbia: sulla scorta del rendimento recente delle due squadre e dei precedenti più vicini, i serbi sono favoriti.

Romania – Serbia quote scommesse*

Bet365: Romania 3,10/ pareggio 3,30/ Serbia 2,50
Unibet: Romania 3,10/ pareggio 3,25/ Serbia 2,45
(Quote scommesse del 13/10/2018 alle ore 23:10)

football line
i-bookmakers.it valuta e confronta con costante aggiornamento tutti gli importanti bookmakers autorizzati in Italia.   18+   AAMS
Bookmakers | Bookmaker online | Scommesse sportive | Scommesse calcistiche | Scommesse live | Siti di scommesse | Scommesse Online | Bookmaker
Vi raccomandiamo di scommettere con responsabilità.