i-bookmakers.it
Logo di i-bookmakers .it
Notizie di Scommesse

Torino

In questa pagina trovate articoli riguardanti Torino.
football line

Pronostico Brescia – Torino Quote scommesse Serie A

Brescia – Torino Quote scommesse Serie A*
Brescia 2,75/ pareggio 3,35/ Torino 2,55
Data: 9 novembre 2019 – 15.00 ora italiana
Bookie: Unibet.it

Scommesse sportive Brescia – Torino

Secondo anticipo della dodicesima giornata del campionato di Serie A 2019-2020, ennesimo spezzatino, è il confronto tra Brescia e Torino, squadra di casa che ha appena cambiato allenatore, ospiti ancora in pieno a una crisi di difficile soluzione, dove neppure i provvedimenti del presidente Urbano Cairo che ha messo in discussione tutti escluso l’allenatore Walter Mazzarri sono riusciti a evitare una nuova sconfitta. Si gioca alle 15.00 di sabato 9 novembre 2019.

I precedenti di Brescia – Torino

Le due squadre tornano a incontrarsi in A dopo 16 anni, anche se nel frattempo si sono incrociate in Coppa Italia e in B. considerando questi incontri, il Torino non batte il Brescia dal 2006 in cadetteria, in A dal 19 gennaio 2002. Per pensare quanto tempo sia passato, basterà dire che l’ultima in A, il 16 marzo 2003 sempre al “Rigamonti”, la decise un gol dell’attuale allenatore del Manchester City, Pep Guardiola.

La situazione del Brescia prima dell’incontro con il Torino

Il Brescia arriva dalla tumultuosa partita con il Verona, persa per 2 a 1 al “Bentegodi” ma passata più alle cronache per i cori razzisti uditi da Mario Balotelli con tanto di sospensione temporanea della gara e tutto quello che ne è seguito. Tre sconfitte consecutive per il Brescia che non vince dal 21 settembre a Udine. Squadra in coda alla classifica insieme con la Spal e cambio di allenatore deciso dal pirotecnico presidente Cellino, che avrebbe voluto Lopez e alla fine ha scelto Fabio Grosso al posto di Eugenio Corini. Un’incognita che si potrà verificare solo sul campo. Resta comunque il fatto che il Brescia ha incassato 16 gol segnandone 10, e ha perso sette partite sulle 10 disputate – è da recuperare quella con il Sassuolo – vincendone solo due e pareggiandone una. Chiaramente adesso Balotelli è al centro dell’attenzione, anche nella sfida a distanza con Belotti, e molti si aspettano nel Brescia che risolva la partita.

La situazione del Torino prima dell’incontro con il Brescia

Anche il Toro sta prendendo una brutta china: non vince da sei gare e ha perso le ultime due: l’ultima è stata il derby in casa con la Juventus (0-1) e prima c’è stato il 4 a 0 inflitto dalla Lazio all’Olimpico. La squadra segna poco, gli attaccanti, compreso Belotti, sembrano avere le polveri bagnate e Mazzarri, messo in discussione da tutti ma non dal presidente Cairo che lo aveva fortemente voluto, sta cercando di uscire da questo momento, senza comunque prescindere dal suo 3-5-2.

Previsione scommesse Brescia – Torino con Unibet.it: Vittoria Torino. Quote equilibrate, ma i bookmakers favoriscono di poco i “Granata” che ritengono squadra evidentemente superiore nel suo complesso e con maggiore esperienza recente di Serie A

Qui il confronto con altri bookie:

Il confronto con altre quote * scommesse per Fiorentina – Juventus

Quote SNAI.it

Vittoria Brescia: 2,70
Pareggio: 3,25
Vittoria Torino: 2,60

Quote SportYes.it

Vittoria Brescia: 2,75
Pareggio: 3,30
Vittoria Torino: 2,55

*(Quote del 07.11.2019 alle 01.10)

football line

Pronostico Torino – Juventus Quote scommesse Serie A

Torino – Juventus Quote scommesse Serie A*
Torino 5,75/ pareggio 4,00/ Juventus 1,55
Data: 2 novembre 2019 – 20.45 ora italiana
Bookie: Bwin.it

Scommesse sportive Torino – Juventus

E arrivò il “derby della Mole”, classica partita che per gli addetti ai lavori “si prepara da sola”, anche se il Torino è stato mandato in ritiro dal presidente Urbano Cairo che mette in discussione tutti tranne l’allenatore Walter Mazzarri, messo in discussione invece da una parte della tifoseria cui evidentemente Cairo ha inteso rispondere in cagnesco, richiamando tutti alle proprie responsabilità. La Juventus vince anche quando stenta molto, magari lo fa in extremis, ma alla fine conquista i tre punti. Per questo si preannuncia interessante la partita ospitata dai “Granata”, appunto Torino – Juventus che si gioca allo stadio Olimpico – Grande Torino alle 20.45 di sabato 2 novembre 2019 per l’undicesima giornata del campionato di calcio di Serie A 2019-2020.

I precedenti di Torino – Juventus

L’ultima è finita pari, 1 a 1 allo “Stadium”, ma l’ultima volta che il Torino, in casa, ha battuto la Juventus, comprendendo anche la Coppa Italia, è stato il 26 aprile 2015 in campionato, risultato 2 a 1. Poi ci sono state sei vittorie juventine in A e due pareggi su otto gare disputate, e la squadra bianconera si è imposta anche nei derby di Coppa Italia del 2015 e 2018.

Il derby torinese, nella massima serie, si è giocato 148 volte, 74 in casa del Torino, ed è naturalmente dominato dalla Juventus che complessivamente ha fatto proprie 69 sfide contro 35, in terreno granata 31 contro 19, con 23 pareggi sui 42 totali.

La situazione del Torino prima dell’incontro con la Juventus

Momento delicatissimo per un Torino che sembra essersi smarrito, come ha dimostrato la sconfitta per 4 a 0 sul campo della Lazio, dopo l’1 a 1 interno con il Cagliari e l’altro stop a Udine per 1 a 0. Ma la vittoria manca alla squadra granata ormai da cinque gare, dopo il 2 a 1 con il Milan lo scorso 26 settembre. Così Urbano Cairo ha mandato tutti in ritiro, ma ha anche aggiunto che tutti sono in discussione tranne l’allenatore Walter Mazzarri, sul quale evidentemente ripone estrema fiducia, dopo averlo fortemente voluto. Un ritiro che non a caso arriva prima del derby, che certo nella Torino granata è la partita più vissuta, attesa e sentita.

Non ci sarà Nkoulou, squalificato dopo essere stato espulso nella partita con la Lazio. Candidato principale per prendere il suo posto in difesa è Djidji, anche se Mazzarri preferirebbe Bonifazi, sempre che possa essere recuperato. Rientra a sinistra Ansaldi che era stato tenuto a riposo, mentre è in dubbio Rincon, e in attacco potrebbe essere Verdi ad affiancare dall’inizio Belotti.

Dunque 3-5-2 con Sirigu tra i pali, difesa con Izzo, Lyanco e Djidji, esterni De Silvestri e Ansaldi, in mediana Baselli, Meité e Lukic, in attacco Verdi e Belotti. .

La situazione della Juventus prima dell’incontro con il Torino

La vittoria in extremis con il Genoa mantiene il primo posto della squadra bianconera, ma le ultime prestazioni non hanno convinto moltissimo, e tra l’altro Maurizio Sarri dovrebbe attuare un po’ di turnover in vista della partita di Champions League mercoledì prossimo a Mosca contro la Lokomotiv. In quella occasione potrebbe rientrare Pjanic, mentre non è escluso che nel derby sia lasciato a riposo Bonucci, anche perché torna De Ligt.

Ipotizziamo un 4-3-1-2 con Szczesny tra i pali, Demiral (o Bonucci) e De Ligt difensori centrali, laterali Danilo (o Cuadrado) e Alex Sandro, sempre costretto agli straordinari, in mediana Emre Can, bentancur e Matuidi, sulla trequarti Bernardeschi alle spalle di Dybala e Cristiano Ronaldo.

Probabilità * di scommesse interessanti per Torino – Juventus con Bwin.it

Vittoria Torino: 5,75
Pareggio: 4,00
Vittoria Juventus: 1,55

Ci sono anche altre scommesse interessanti per la partita. Ad esempio:

Under 1,5: 3,20
Under 2,5: 1,80
Under 3,5: 1,28
Over 1,5: 1,30
Over 2,5: 1,95
Over 3,5: 3,30
Gol/Non Gol: Sì  2,05     No  1,70
Handicap 2: 1  29,00  X   10,50  2  1,01
Handicap 1: 1  2,35    X   3,40    2  2,55
Handicap -1: 1  13,00  X   6,75    2  1,13
Handicap -2: 1  29,00  X  10,50    2  1,01
Primo Tempo/Finale 1/2: 23,00
Primo Tempo/Finale 2/1: 51,00

 

Previsione scommesse Torino – Juventus con Bwin.it: Vittoria Torino. Anche se un derby sfugge per definizione a tutti i riferimenti possibili, dalla posizione di classifica alla caratura tecnica, il “cuore Toro” sembra sulla carta destinato a soccombere alla “corazzata Juve”, nonostante il ritiro e i richiami alla responsabilità di un preoccupatissimo presidente Cairo. Gli ultimi precedenti non lascerebbero molto scampo. Ma le ultime vittorie di una Juventus un po’ stanca sono state abbastanza sofferte, e in questo varco un Torino che deve motivarsi e ricompattarsi potrebbe provare a entrare. Anche se è difficile.

Qui il confronto con altri bookie:

Il confronto con altre quote * scommesse per Torino – Juventus

Quote Betfair.it

Vittoria Torino: 6,50
Pareggio: 4,00
Vittoria Juventus: 1,50

Quote 888Sport.it

Vittoria Torino: 6,00
Pareggio: 4,15
Vittoria Juventus: 1,55

*(Quote del 31.10.2019 alle 23.50)

football line

Pronostico Torino – Napoli Quote scommesse Serie A

Torino – Napoli Quote scommesse Serie A*
Torino 4,10/ pareggio 3,80/ Napoli 1,83
Data: 6 ottobre 2019 – 18.00 ora italiana
Bookie: Bwin.it

Scommesse sportive Torino – Napoli

Sfida interessante, quella in programma alle 18.00 di domenica 6 ottobre 2019 allo Stadio “Olimpico Grande Torino” per la settima giornata del campionato di Serie A 2019-2020. È quasi un antipasto al “derby d’Italia”: beninteso, non si tratta di una partita così attesa ed evocativa come quella tra Inter e Juventus, ma ha una sua storia e alcuni temi di campionato che la rendono interessante. Di fronte sono Torino e Napoli, che hanno da smaltire alcune recenti delusioni e che cercano entrambe i tre punti, in questa sfida che è appunto la penultima gara di questo turno. Arbitro è Daniele Doveri della sezione di Roma 1, mentre al VAR ci sarà Luca Banti di Livorno.

 

I precedenti di Torino – Napoli

L’ultima vittoria del Torino risale al primo marzo del 2015, e fu un 1 a 0 interno firmato da Glik. La squadra era allenata dall’ex ct della Nazionale ed attuale tecnico della Salernitana Gian Piero Ventura, mentre a guidare i partenopei era Rafa Benitez. Dopo quella sfida, il Napoli espugnò tre volte il campo torinista, mentre paradossalmente pareggiò le gare al “San Paolo”, compreso lo zero a zero dello scorso 17 febbraio, ultimo incrocio tra le due formazioni, peraltro già con gli attuali allenatori.

In Serie A la sfida si è complessivamente ripetuta 130 volte, dominata dai pareggi che sono 53. Il Napoli ha vinto 45 volte contro le 32 del Torino. In casa granata, la situazione si inverte, e su 65 scontri diretti in campionato, il “Toro” ne ha fatti propri 24, pareggiati 23 e persi 18.

La situazione del Torino prima dell’incontro con il Napoli

La sconfitta di Parma (3 a 2) ha lasciato delle scorie, ma se non altro il tecnico Walter Mazzarri e il suo vice Frustalupi potranno essere in panchina, perché la Corte Sportiva di Appello, con una decisione destinata a fare giurisprudenza, ha stabilito che al contrario dei giocatori, il cartellino rosso per gli allenatori non significa automaticamente una squalifica per la gara successiva. Certo, se poi certe situazioni si dovessero ripetere, le decisioni potrebbero essere diverse, ma esaminando i fatti, l’organismo di secondo grado ha dato ragione alla linea del Torino.

Una buona notizia è la possibilità di utilizzare Iago Falque almeno per scampoli di partita, con un minutaggio ridotto. La brutta notizia invece è l’indisponibilità di Simone Zaza, che ha un affaticamento muscolare al polpaccio destro e potrà ritornare solo dopo la sosta di campionato. Assente anche Bremer, che è squalificato.

In campo un 3-5-2, che può trasformarsi a gara in corso in un 3-4-2-1, con Belotti che diventa terminale offensivo. Sirigu tra i pali, in difesa Izzo, Nkoulou e uno tra Lyanco e Djidji. De Silvestri torna a presidiare la fascia destra, a sinistra invece c’è Ansaldi, preferito nel ruolo a Ola Aina. In mediana Baselli, Rincon e Lukic. Davanti Verdi e Belotti.

La situazione del Napoli prima dell’incontro con il Torino

Il pareggio esterno con il Genk in Champions League (0-0) ha lasciato amaro in bocca, dal momento che tutti pensavano che il Napoli avrebbe agevolmente sconfitto la squadra belga che invece si sta rivelando una sorta di outsider del girone, che crea difficoltà a tutti. Considerando che nella prossima giornata si va a Salisburgo, terreno generalmente difficile per le italiane, occorrerà riprendere l’atteggiamento avuto nella vittoria con il Liverpool, anche se in quel caso si trattava di una partita casalinga.

In campionato talvolta ci sono sbandamenti, come nel caso della sconfitta interna con il Cagliari, e in alcuni casi si soffre invece il ritorno degli avversari, ed è il caso della partita vinta con il Brescia per 2 a 1 al “San Paolo”. Per questo occorre guardare con attenzione al Torino, che è squadra che storicamente fa dell’agonismo la propria bandiera. E davanti ha sempre un certo Belotti che, quando è in forma, getta scompiglio nelle aree avversarie.

Risolto, per fortuna, il problema con Lorenzo Insigne, con il quale c’è stato un chiarimento con il tecnico Carlo Ancelotti che lo aveva escluso nella partita di Champions. Un’esclusione che aveva portato a qualche polemica social, soprattutto da parte di un fratello dell’attaccante, ma in questi casi sarebbe più opportuno che i familiari non si esprimessero, dato che l’allenatore, e solo lui, ha il polso della squadra e dei giocatori prima di una partita. E che in genere, le scelte sono motivate.

Le molte assenze soprattutto in difesa, spingono Ancelotti a cambiare probabilmente il modulo, preferendo un 4-3-3 un po’ ibrido al consueto 4-4-2. Per ibrido, si intende che possa diventare di nuovo il modulo originario in fase di non possesso di palla, o magari un 4-5-1. La squalifica di Koulibaly si aggiunge all’indisponibilità degli infortunati Maksimovic, Hysai, Tonelli e Mario Rui.

Tra i pali Meret è in ballottaggio con Ospina, difesa obbligata con Di Lorenzo, Manolas, Luperto e Ghoulam, in mediana Fabian Ruiz, Allan e Zielinski, mentre in attacco Insigne torna al fianco di Mertens e di uno tra Callejon, Lozano o addirittura Younes.

Probabilità * di scommesse interessanti per Torino – Napoli con Bwin.it

Vittoria Torino 4,10
Pareggio: 3,80
Vittoria Napoli: 1,83

 

Ci sono anche altre scommesse interessanti per la partita. Ad esempio:

Under 1,5: 4,10
Under 2,5: 2,20
Under 3,5: 1,48
Over 1,5: 1,19
Over 2,5: 1,62
Over 3,5: 2,50
Gol/Non Gol: Sì  1,60    No  2,20
Handicap 1: 1   1,95   X  3,80    2  3,00
Handicap -1: 1  8,25   X  5,75   2 1,22
Handicap -2: 1  16,00  X  10,00   2  1,05
Primo Tempo/Finale 1/2: 21,00
Primo Tempo/Finale 2/1: 36,00

 

Previsione scommesse Torino – Napoli con Bwin.it: Vittoria Napoli. Squadra partenopea nettamente favorita, per qualità ovviamente, anche se il carattere, il cosiddetto “Cuore Granata” non va sottovalutato. Ma troppo spesso saltano i nervi alla panchina di fronte alle decisioni arbitrali, e questo è un fattore che può alla lunga pesare. Chiaramente, anche i precedenti nei confronti diretti pesano su queste quote. Ma poi parla soprattutto il campo, e decreta l’unica sentenza.

Qui il confronto con altri bookie:

Il confronto con altre quote * scommesse per Torino – Napoli

Quote Eurobet.it

Vittoria Torino 3,95
Pareggio: 3,75
Vittoria Napoli: 1,88

Quote SportYes.it

Vittoria Torino 4,00
Pareggio: 3,85
Vittoria Napoli: 1,88

*(Quote del 6.10.2019 alle 01.00)

football line

Pronostico Torino – Milan Quote scommesse Serie A

Torino – Milan Quote scommesse Serie A*
Torino 2,50/ pareggio 3,15/ Milan 2,95
Data: 26 settembre 2019 – 21.00 ora italiana
Bookie: SNAI.it

Scommesse sportive Torino – Milan

Il primo turno infrasettimanale del campionato di calcio di Serie A 2019-2020, vale a dire la quinta giornata, si conclude con il confronto fra Torino e Milan, allo Stadio Olimpico “Grande Torino”, in programma alle 21.00 di giovedì 26 settembre 2019. Una partita molto attesa, perché le due squadre sono in un momento un po’ complicato, reduci da sconfitte che hanno messo in discussione i due allenatori, soprattutto quello rossonero che è già sulla graticola anche per una serie di scelte che non sono piaciute alla società. È evidente che soprattutto la piazza milanista sia molto esigente, soprattutto se consideriamo che l’Inter, che ha dominato il derby, sta puntando decisamente a disputare un campionato di vertice. Da notare che le due avversarie di giornata hanno gli stessi punti in classifica, frutto in entrambi i casi di due vittorie e altrettante sconfitte.

Arbitro di Torino – Milan è Marco Guida della sezione di Torre Annunziata, mentre al VAR ci sarà Daniele Orsato di Schio.

I precedenti di Torino – Milan

Cominciamo con il dire che il Milan non vince il confronto diretto in Serie A, da cinque gare in assoluto, e da sei a Torino. Numeri abbastanza importanti, soprattutto se consideriamo che l’ultima sfida, giocata il 28 aprile scorso, è stata appannaggio dei “Granata” con un 2 a 0 frutto di una gara piuttosto nervosa.

Sono finora 146 i confronti diretti tra le due squadre nella massima serie: il Milan è nettamente davanti con 59 vittorie contro le 32 toriniste, mentre i pareggi sono 55. Se consideriamo soltanto le 73 partite giocate nel capoluogo piemontese, come spesso avviene la situazione si inverte, e il Torino è davanti con 21 successi contro i 17 rossoneri, mentre per 35 volte la partita è terminata in parità.

Al di là della sfida tra le due squadre, c’è anche quella tra i due allenatori. Walter Mazzarri non ha mai perso contro Marco Giampaolo, nelle nove volte in cui i tecnici si sono incrociati. Le ultime due sono state nella passata stagione: Mazzarri guidava già la formazione granata mentre il suo avversario era ovviamente il trainer della Sampdoria. Ebbene, il Torino ha vinto entrambe le sfide con i “Blucerchiati”: a Marassi 4 a 1, a Torino 2 a 1.

La situazione del Torino prima dell’incontro con il Milan

Il caso vuole che il Torino abbia appena incontrato proprio la Sampdoria, allenata ora da Eusebio Di Francesco, e sia stato battuto per 1 a 0 al “Ferraris”. Due vittorie e poi due sconfitte tengono alto il campanello d’allarme di Mazzarri, che ha provato ad attaccarsi a qualche situazione arbitrale, ma il problema non è questo. Piuttosto, una delle ragioni potrebbe essere un calo di forma facilmente spiegabile con la preparazione anticipata rispetto alle altre squadre, allo scopo di disputare i preliminari di Europa League. Un po’ quello che avvenne lo scorso anno all’Atalanta, che poi si riprese in modo formidabile nella fase decisiva del campionato.

Il vero campanello d’allarme, comunque, non è stato tanto la sconfitta della Samp, che pure ha conquistato così i suoi primi tre punti della stagione, ma quella interna con il Lecce nel turno precedente. Adesso Mazzarri potrebbe rivedere le proprie gerarchie, e magari far partire nuovamente titolare Nkoulou in difesa, dopo le note vicende. Anche perché il tecnico aveva parlato di nuove gerarchie e di posto da riconquistare, ma è altrettanto vero che l’unico titolare fisso, nel reparto difensivo, è Izzo, non a caso confermato anche in questa occasione.

In attacco dovrebbero invece essere confermati Zaza e Belotti, con buona pace di Verdi che vorrebbe partire dall’inizio. Dovrebbe essere recuperato Ansaldi, mentre Lukic è possibile possa almeno andare in panchina. Nel 3-5-2 di Mazzarri, davanti a Sirigu, in difesa oltre a Izzo si possono ipotizzare Nkoulou e Bremer, esterni De Silvestri e Ansaldi, in mediana Baselli, Rincon e Meité, come detto Zaza (oppure Berenguer o Verdi) e Belotti davanti.

La situazione del Milan prima dell’incontro con il Torino

La sconfitta pesante, che ha messo in discussione tutto e soprattutto l’allenatore Marco Giampaolo e le sue scelte a scapito dei nuovi acquisti, è stata ovviamente quella per 2 a 0 nel derby con l’Inter. Una partita che il Milan ospitava, e che gli avversari hanno praticamente dominato. La società per ora difende il tecnico, ma sembra farlo in modo condizionato alle sue prossime scelte: vero che ci vuole tempo per assimilare moduli e gioco quando si cambia l’allenatore, altrettanto vero che piazze come quelle milanesi non possono dare troppo tempo, ma soprattutto pare non sia stato gradito dai vertici il fatto che l’allenatore abbia quasi ostinatamente lasciato da parte praticamente tutti i nuovi acquisti o quasi.

La Sampdoria era evidentemente un ambiente differente, dove l’allenatore aveva più margine di manovra e dove magari arrivava nel momento decisivo un Quagliarella a togliere le castagne dal fuoco. Quello che in teoria dovrebbe fare Piatek, che per ora si ritrova invece con le polveri bagnate. I tifosi, poi, fanno sempre presto a mettere tutto e tutti in discussione, tranne ovviamente Gigio Donnarumma che ha limitato i danni, e aspettano Jack Bonaventura che ha recuperato in pieno dopo il suo grave infortunio e ora spera di poter dare una mano alla squadra.

Un “problema”, se vogliamo, si risolve da solo: non ci sarà Paquetà, accusato dal suo allenatore di essere “troppo brasiliano”, critica che i tifosi rossoneri sembra ora ritorcano contro Giampaolo. Il giocatore ha un problema alla coscia sinistra che lo costringerà a saltare anche la gara successiva contro la Fiorentina dell’ex Montella. In cabina di regia si dovrebbe rivedere Bennacer, dopo le non troppo velate critiche societarie per avergli troppe volte preferito Biglia. Torna titolare Calabria, dopo la squalifica nel derby dopo l’espulsione di Verona, e restando in difesa dovrebbe partire dall’inizio Theo Hernandez. Suso dovrebbe essere confermato trequartista alle spalle di Leao e Piatek.

Il modulo dovrebbe quindi essere un 4-3-1-2 con Donnarumma ovviamente intoccabile tra i pali, Musacchio e Romagnoli al centro della difesa, sulle fasce Calabria e Hernandez, Bennacer in mediana con Kessié e Calhanoglu, Suso alle spalle di Leao e Piatek.

Probabilità * di scommesse interessanti per Torino – Milan con SNAI.it

Vittoria Torino: 2,50
Pareggio: 3,15
Vittoria Milan: 2,95

 

Ci sono anche altre scommesse interessanti per la partita. Ad esempio:

Under 1,5: 3,15
Under 2,5: 1,70
Under 3,5: 1,21
Over 1,5: 1,30
Over 2,5: 2,05
Over 3,5: 3,50
Gol/Non Gol: Sì  1,77     No  1,95
Handicap 2: 1  12,00  X   7,50    2  1,11
Handicap 1: 1   5,25   X   4,00   2  1,50
Handicap -1: 1  1,35   X   4,50    2  6,50
Primo Tempo/Finale 1/2: 40,00
Primo Tempo/Finale 2/1: 35,00

 

Previsione scommesse Torino – Milan con SNAI.it: Vittoria Torino. Quote molto vicine per una partita che può offrire qualsiasi scenario, data anche la situazione delle due squadre, e in particolare del Milan. Chiaramente, il carattere torinista, il fattore campo, e se vogliamo le statistiche su Mazzarri e Giampaolo di cui parlavamo in precedenza, spostano anche se di poco la preferenza per un successo interno.

Qui il confronto con altri bookie:

Il confronto con altre quote * scommesse per Torino – Milan

Quote Unibet.it

Vittoria Torino: 2,50
Pareggio: 3,25
Vittoria Milan: 3,00

Quote Bwin.it

Vittoria Torino: 2,50
Pareggio: 3,25
Vittoria Milan: 2,95

*(Quote del 24.09.2019 alle 23.40)

football line

Pronostico Torino – Lecce Quote scommesse Serie A

Torino – Lecce Quote scommesse Serie A*
Torino 1,45/ pareggio 4,35/ Lecce 7,50
Data: 16 settembre 2019 – 20.45 ora italiana
Bookie: Lottomatica.it

Scommesse sportive Torino – Lecce

Una sfida che dovrebbe essere all’insegna dell’agonismo, tra una squadra che ha vinto le prime due gare di campionato e una che le ha perse entrambe. La terza giornata del campionato di Serie A 2019-2020, si chiude con il Monday Night che propone, allo stadio “Olimpico Grande Torino” il match fra Torino e Lecce, alle 20.45 di lunedì 16 settembre 2019. La squadra di casa ha molti infortunati ma recupera Nkolou che ha chiesto scusa ai compagni per l’atteggiamento delle scorse settimane.  Mazzarri, tuttavia, pur avendo perdonato il suo difensore, lo reintegrerà da martedì e dovrà riguadagnarsi il posto, perché nel frattempo si sono create altre gerarchie e l’allenatore, almeno per ora, preferisce mantenerle perché sono quelle che hanno consentito questa partenza a razzo, con l’unico incidente di percorso dei preliminari di Europa League finiti male. Il Lecce neopromosso deve prendere le misure al campionato: essere travolti dall’Inter ci sta, perdere di misura con il Verona anche, ma visto che poi è proprio su squadre come l’Hellas che i salentini devono giocarsi le loro chance, ecco che la quota zero comincia a pesare. Arbitro Antonio Giua di Olbia, per il VAR è stato designato Aleandro Di Paolo di Avezzano.

 

I precedenti di Torino – Lecce

Sono 14 i precedenti complessivi in Serie A per questa sfida, che nel massimo campionato manca dalla stagione 2008/2009, vittoria del Torino in casa e pareggio invece a Lecce. Entrambe retrocesse, le due squadre, si affrontarono dunque in Serie B nella stagione successiva, e qui le cose andarono in maniera inversa, con un pareggio a Torino e una vittoria casalinga dei salentini. Il 18 agosto 2012, in Coppa Italia, l’ultimo confronto diretto tra le due formazioni: vinse il Toro per 4 a 2.

Restiamo alla massima serie e ai suoi 14 precedenti: Il Torino ha 5 vittorie, il Lecce 3, i pareggi sono 6. Il margine si allarga in favore dei “Granata” nelle sette gare casalinghe. Le vittorie sono infatti quattro, a fronte di una sola dei “Giallorossi” e due pareggi.

 

 

La situazione del Torino prima dell’incontro con il Lecce

Walter Mazzarri sta recuperando giocatori importanti, e accoglie con soddisfazione ma senza particolari patemi il rinnovo del contratto annunciato dal presidente Urbano Cairo. C’è il feeling con la squadra e con la città, come dicevamo all’inizio si rivede l’anima del Torino, che più di ogni altra cosa interessa ai tifosi granata. Quel “cuore” che bisogna metterci sempre, contro tutti, anche quando si perdono le partite. Spirito di appartenenza, insomma, che in una società così particolare, importante, nel cuore di tutti, significa qualcosa di più.

Mazzarri lo sta facendo capire a Verdi, del quale parla benissimo sia per l’umiltà che per la voglia di integrarsi nella squadra, anche se servirà ancora del tempo. Domani quindi non sarà ancora titolare.  Così come tempo sarà necessario per Nkoulou che riparte da zero e deve scalare le gerarchie che intanto si sono formate, anche nello stesso reparto difensivo. Intanto il tecnico ritrova Iago Falque, e sta pensando se schierare Zaza o Berenguer (favorito) al fianco di Belotti. Sulla corsia sinistra, al posto di Ansaldi infortunato, Aina è favorito su Laxalt, mentre sarà De Silvestri a presidiare la fascia destra, nel 3-5-2 che verrà schierato.

Sirigu tra i pali, difesa con Izzo, Djidji e Bonifazi, Meité perno del centrocampo, con Rincon e Baselli mezzeali, e come detto De Silvestri e Aina esterni. Davanti, Berenguer o Belotti.

 

La situazione del Lecce prima dell’incontro con il Torino

Ancora zero punti: con l’Inter di Antonio Conte la sconfitta ci stava, anche se uno 0-4 è sicuramente un duro colpo per chi torna ad affacciarsi al grande palcoscenico della Serie A dopo anni. Una sorta di brusco risveglio, quello di San Siro, cui è seguito lo 0-1 casalingo con l’Hellas Verona. Che il campionato non fosse una passeggiata ovviamente i salentini ne erano consapevoli, ma l’impatto non è stato dei migliori, e adesso il Lecce rischia di continuare a fare compagnia alla Sampdoria in coda alla classifica.  Fabio Liverani chiede allora ai suoi un approccio “da Lecce” a questa gara, contro una squadra che l’allenatore inquadra come simile al Verona, ossia molto concreta e ben organizzata. Di positivo c’è che la sosta di campionato è servita per recuperare qualche giocatore e permettere ai nuovi di inserirsi.

Senza Dell’Orco, fermo per circa tre settimane, a sinistra in difesa torna titolare Calderoni, mentre a destra Rispoli è leggermente in vantaggio su Benzar reduce dalla nazionale romena. Altro ballottaggio quello a centrocampo fra Petriccione e Majer, con il primo favorito. Sicuri del posto Tachtsidis e Shakhov, mentre Falco agirà da trequartista, dietro Lapadula e probabilmente Farias, dato che Babacar non ha ancora i 90 minuti, anche se Liverani potrebbe decidere di farlo partire titolare e poi avvicendarlo. A completare il 4-3-1-2 nel reparto arretrato, davanti al portiere Gabriel, i due difensori centrali Lucioni e Rossettini.

Probabilità * di scommesse interessanti per Torino – Lecce con Lottomatica.it

Vittoria Torino: 1,45
Pareggio: 4,35
Vittoria Lecce: 7,50

 

Ci sono anche altre scommesse interessanti per la partita. Ad esempio:

Under 1,5: 3,65
Under 2,5: 1,90
Over 1,5: 1,23
Over 2,5: 1,80
Over 3,5: 3,00
Gol/Non Gol: Sì  2,05     No  1,70
Autorete: Sì 8,00
Arbitro guarda VAR: Sì 2,65  No 1,40
Esito finale handicap: 1 (1): 2,20   X: 3,55  2 (0): 2,65

Primo Tempo/Finale 1/2: 43,00
Primo Tempo/Finale 2/1: 23,00

Previsione scommesse Torino – Lecce con Lottomatica.it: Vittoria Torino. In caso di vittoria il Torino potrebbe raggiungere l’Inter ed essere quindi con i “Nerazzurri” l’unica squadra a punteggio pieno. Sì, perché quest’anno si sta rivedendo il vecchio Toro, nello spirito agonistico e l’avere iniziato la preparazione prima degli altri per i preliminari di Europa League può aiutare questo avvio così positivo per la squadra di Mazzarri. Di contro, il Lecce ha ancora zero punti, ormai unica squadra con la Sampdoria, e sembra difficile però poter conquistare i primi punti in casa dei “Granata”. Anche un pareggio, in effetti ha una quota abbastanza alta.

Qui il confronto con altri bookie:

Il confronto con altre quote * scommesse per Torino – Lecce

Quote SNAI.it

Vittoria Torino: 1,48
Pareggio: 4,25
Vittoria Lecce: 6,75

Quote William Hill.it

Vittoria Torino: 1,47
Pareggio: 4,33
Vittoria Lecce: 7,50

*(Quote del 15.09.2019 alle 22.30)

football line

Pronostico Wolverhampton – Torino Quote scommesse Qualificazione Europa League

Wolverhampton – Torino Quote scommesse Qualificazione Europa League*
Wolverhampton 1,86/ pareggio 3,75/ Torino 4,23
Data: 29 agosto 2019 – 20:45 ora italiana
Bookie: Betclic.it

Scommesse sportive Wolverhampton – Torino

Fare meglio dell’Atalanta lo scorso anno, e soprattutto fare in modo che quello dei preliminari non sia stato un sacrificio estivo inutile per il Torino, che è con un piede fuori dal secondo torneo continentale ma, anche se in trasferta, può cercare di riprenderselo. Si parte da un 3 a 2 iniziale per gli inglesi in Wolverhampton – Torino, il cui secondo round si svolgerà appunto in Inghilterra, al Molineux Stadium, alle 20.45 italiane di giovedì 29 agosto 2019. È la finale di ritorno del torneo di qualificazione per l’Europa League 2019-2020. Arbitro lo spagnolo Jesus Gil Manzano. Chi vince passerà alla fase a gironi, chi perde saluterà l’Europa. Unico precedente tra le due squadre è proprio il confronto di andata disputato lo scorso 22 agosto, come detto vinto dal Wolves all’ “Olimpico”, ma con le reti di De Silvestri e Belotti su rigore che tengono ancora in corsa i “Granata”.

 

La situazione del Wolverhampton prima dell’incontro con il Torino

Confermarsi con il proprio pubblico, sapendo che di fronte ci sarà una squadra disposta a tutto pur di ribaltare il risultato, oltretutto arrivando dal secondo pareggio consecutivo in Premier League. Due 1 a 1 entrambi interni, con il Manchester United e con il Burnley, quest’ultimo raggiunto grazie a un rigore realizzato da Jimenez in pieno recupero. La concentrazione è tutta su questa gara, ed evidentemente anche le scelte dell’allenatore Nuno Espirito Santo hanno sacrificato alcuni giocatori. Intanto Patrick Cutrone non ha visto moltissimo il campo: in panchina nell’ultima di campionato, ma utilizzato poco anche nella partita di Torino, entrato al 76° proprio al posto di Jimenez. Addirittura contro il Manchester United è stato fatto entrare al novantesimo, per un solo minuto. Il mister lo vede evidentemente come un’alternativa al messicano, ma sarà difficile per l’ex milanista sovvertire le gerarchie in questa squadra.

Espirito avvisa tutti: sarà come partire dallo zero a zero, ma l’obiettivo è evidentemente la vittoria, e naturalmente il passaggio del turno. Anche per questo la squadra ha analizzato con attenzione la partita del Toro contro il Sassuolo. Il modulo dovrebbe essere il 3-5-2: Patricio tra i pali, in difesa Bennett, Coady e Boly, esterni Dohert e Jonny, in regia Neves, mezzeali, Dendoncker e Moutinho, davanti Jimenez e Jota.

 

La situazione del Torino prima dell’incontro con il Wolverhampton

C’è in ballo una stagione, nel senso che con l’Europa League o senza, cambiano per qualunque squadra gli obiettivi. Il Torino finora ha saputo lanciare il cuore oltre l’ostacolo, ma l’autorete del giovane Bremer ha compromesso molto presto la gara di andata. Nonostante questo, Walter Mazzarri gli confermerà la fiducia, anche perché nel frattempo è esploso il caso Nkolou, che tanto ha fatto inalberare il presidente Urbano Cairo, quando ha saputo che l’ipotesi di passaggio alla Roma ha reso il difensore “poco sereno”, come detto anche dal tecnico che non lo ha convocato contro il Sassuolo, nella gara vinta 2 a 1 dai “Granata”. Una vera battaglia sportiva, con la rete di Caputo che aveva riaperto il confronto dopo i gol messi a segno da Zaza nel primo tempo e da Belotti nella ripresa.

E da come Mazzarri si esprime, si intuisce come sia stanco della vicenda che riguarda il difensore camerunese, tanto da dire in conferenza stampa “Non devo chiedergli l’elemosina”,  a proposito della mancata convocazione di un giocatore che gli dice di “non esserci con la testa”. Il problema è che, oltre ai già indisponibili Lyanco e Jago Falque, e oltre a Nkolou “distratto” mancherà anche un giocatore che invece sicuramente avrebbe voluto esserci, vale a dire Ansaldi che si è infortunato contro il Sassuolo. Ma per il tecnico, la sconfitta dell’andata è comunque rimediabile anche in trasferta, sperando poi di avere una squadra in buone condizioni per il prossimo turno di campionato, dato che di fronte ci sarà l’Atalanta, al “Tardini” di Parma essendo ancora indisponibile lo stadio di Bergamo.

Ipotizziamo allora un 3-4-1-2 che, se non si compone da solo, è comunque abbastanza facile da intuire: davanti al portiere Sirigu, in difesa Izzo, Bremer e Bonifazi, qualche dubbio a centrocampo dove gli esterni potrebbero essere Aina e Parigini, gli interni Meité e Rincon, Berenguer – tenuto a riposo domenica come lo stesso Meité – dovrebbe giocare trequartista alle spalle di Zaza e Belotti.

Probabilità * di scommesse interessanti per Wolverhampton – Torino con Betclic.it

Vittoria Wolverhampton: 1,86
Pareggio: 3,75
Vittoria Torino: 4,23

 

Ci sono anche altre scommesse interessanti per la partita. Ad esempio:

Under 0,5: 12,00
Under 1,5: 3,40
Under 2,5: 1,84
Over 0,5: 1,04
Over 1,5: 1,27
Over 2,5: 1,86
Over 3,5: 3,10
Entrambe a segno: Sì 1,79    No 1,92
Handicap -2:  1  6,65   X  5,15
Handicap -1   1  3,15   X  3,70   2  9,55
Handicap +1  1: 1,23   X  5,45   2  1,92

Primo Tempo/Finale 1/2: 33,50
Primo Tempo/Finale 2/1: 22,00

Previsione scommesse Wolverhampton – Torino con Betclic.it: Vittoria Wolverhampton. A questo punto è ovviamente favorita la squadra di casa, sia per un successo interno che per il passaggio del turno. Le quote per pareggio e vittoria torinista sono un po’più alte, e allora l’augurio è che i vari bookmaker debbano pagare un po’ di più, perché significherebbe che il Toro è riuscito nell’impresa, peraltro alla sua portata. Resta il fatto che, per come si sono messe le cose, le quote favoriscono chiaramente il Wolves. L’ipotesi è che comunque la partita nei tempi regolamentari non finisca senza reti, infatti l’under 0,5 è quotato in modo molto alto rispetto agli altri under/over, tutti con quote piuttosto basse. Sicuramente gol, insomma, ma quanti è difficile prevederlo.

Qui il confronto con altri bookie:

Il confronto con altre quote * scommesse per Wolverhampton – Torino

Quote SNAI.it

Vittoria Wolverhampton: 1,87
Pareggio: 3,50
Vittoria Torino: 3,85

 

Quote Unibet.it

Vittoria Wolverhampton: 1,85
Pareggio: 3,55
Vittoria Torino: 4,00

 

(Quote del 29.08.2019 alle 00.10)

football line
i-bookmakers.it valuta e confronta con costante aggiornamento tutti gli importanti bookmakers autorizzati in Italia.   18+   AAMS
Bookmakers | Bookmaker online | Scommesse sportive | Scommesse calcistiche | Scommesse live | Siti di scommesse | Scommesse Online | Bookmaker
Vi raccomandiamo di scommettere con responsabilità.