Logo di i-bookmakers .it
Notizie di Scommesse

Torino

In questa pagina trovate articoli riguardanti Torino.
football line

Pronostico Shakhtyor Soligorsk – Torino Quote scommesse Qualificazione Europa League

Shakhtyor Soligorsk – Torino Quote scommesse Qualificazione Europa League*
Shakhtyor Soligorsk 5,75/ pareggio 4,45/ Torino 1,56
Data: 15 agosto 2019 – 19:00 ora italiana
Bookie: Betclic.it

Scommesse sportive Shakhtyor Soligorsk – Torino

Ferragosto decisivo per il Torino, che pur partendo da un 5 a 0 conquistato la scorsa settimana nella gara di andata, deve ora suggellare il risultato anche nel ritorno e confermare la propria superiorita sullo Shakhtyor Soligorsk, alle prese con il tentativo di una difficilissima “remuntada” contro una squadra di carattere come quella granata. Questa volta, però, si gioca in Bielorussia, a Minsk nello “Stadion Dinamo” con inizio alle 19.00 italiane. Il giorno, come già abbiamo detto, è giovedì 15 agosto 2018, l’arbitro di Shakhtyor – Torino, semifinale di ritorno del torneo di qualificazione per l’Europa League è il romeno Radu Petrescu.

È da ricordare che la squadra vincente dovrà poi affrontare, nella finale di questo torneo preliminare, la vincente del doppio confronto tra Pyunik e Wolverhampton. Naturalmente è quasi certo che a passare il turno dovrebbe essere la squadra inglese nella quale gioca l’ex milanista Patrick Cutrone, dato che all’andata si è imposta per 4 a 0 e anche qui il divario tecnico rende difficile una rimonta della compagine armena. Ma né il “Toro”, né il Wolves devono pensare ora a questa sfida. Prima bisogna chiudere il discorso con le rispettive avversarie in semifinale.

La situazione dello Shakhtyor Soligorsk prima dell’incontro con il Torino

Strada in salita, ma tanto carattere, anche se il 5 a 0 della gara di andata rischia di uccidere ogni ambizione della compagine bielorussa per un proseguimento della sua avventura europea. Ripreso il campionato nazionale domenica scorsa, la squadra di Tashuyev ha sfogato la sua rabbia contro il Neman, sconfitto per 6 a 0. Lo Shaktyor è terzo, dietro il Brest e il Bate Borisov, mentre gli avversari di giornata, ottavi, hanno un distacco di tredici punti.

Tornando alla sfida europea, l’arma a disposizione per cercare di sperare ancora è il rientro del centrocampista Julius Szoke, che aveva saltato per squalifica l’incontro di andata. Il modulo dovrebbe essere sempre il 3-5-2: Klimovich il portiere, difesa con Matverichik, Rybak e Sachivko, esterni Burko Ebong e Antic, regista appunto Szoke, mezzeali Khadarkevich e Balanovich, le punte Kovalev e Bakaj.

La situazione del Torino prima dell’incontro con lo Shakhtyor Soligorsk

La squadra di Mazzarri si è fatta trovare pronta, nella prima gara, e non a caso il tecnico torinista, che pur dovendo rinunciare a Izzo lo ha ugualmente convocato per “fare gruppo”, non vuole assolutamente che si parli ora del Wolverhampton. Non prima di avere completamente superato l’ostacolo Shaktyor.

È con il gruppo anche Djidji, pur non essendo ancora in condizione, mentre Ola Aina dovrebbe giocare uno spezzone della partita. Quasi certamente Zaza sarà titolare pur essendo diffidato, ma non si esclude proprio per questo, che il tecnico decida invece di partire con Berenguer. Mazzarri comunque cambierà qualcosa rispetto alla gara di andata, inserendo calciatori in condizione migliore. Si potrebbero anche vedere tanto Millico quanto Nicola Rauti, definito dall’allenatore molto interessante sul piano tecnico, ma queste sono scelte che si faranno a gara in corso, se gli sviluppi della partita lo consentiranno.

Lo schieramento dovrebbe essere un 3-5-2: Sirigu il portiere, in difesa dovrebbe essere Bonifazi ad affiancare Nkoulou e Bremer al posto di Izzo. In cabina di regia si dovrebbe rivedere Rincon, al quale lascerà spazio a centrocampo uno tra Meité e Baselli, mentre Lukic completerà la mediana e gli esterni saranno De Silvestri e Ansaldi. In attacco scontata la presenza di Belotti, è appunto ballottaggio tra Zaza e Berenguer per il compagno di reparto del “Gallo”.

Probabilità * di scommesse interessanti per Shakhtyor Soligorsk – Torino con Betclic.it

Vittoria Shakhtyor Soligorsk: 5,75
Pareggio: 4,45
Vittoria Torino: 1,56

 

Ci sono anche altre scommesse interessanti per la partita. Ad esempio:

Under 1,5: 4,23
Under 2,5: 2,19
Over 3,5: 2,48
Gol/Non Gol: Sì 2,45   No 1,50
Handicap -2:  1  28,00   X  10,25
Handicap -1   1  12,75   X  6,65   2  2,33

Primo Tempo/Finale 1/2: 19,25
Primo Tempo/Finale 2/1: 38,00

Previsione scommesse Shakhtyor Soligorsk – Torino con Betclic.it: Vittoria Torino. Solo la squadra granata può buttare all’aria una nettissima superiorità, ma è davvero difficile che questo accada. Gli uomini di Mazzarri dovrebbero anzi presentarsi molto concentrati a questo appuntamento, senza compiere il fatale errore di pensare già alla gara successiva.

Qui il consueto confronto con altri bookie:

Il confronto con altre quote * scommesse per Shakhtyor Soligorsk – Torino

Quote SNAI.it

Vittoria Shakhtyor Soligorsk: 5,50
Pareggio: 4,25
Vittoria Torino: 1,50

 

Quote William Hill.it

Vittoria Shakhtyor Soligorsk: 5,80
Pareggio: 4,20
Vittoria Torino: 1,53

 

(Quote del 14.08.2019 alle 23.30)

football line

Pronostico Torino – Shakhtyor Soligorsk Quote scommesse Qualificazione Europa League

Torino – Shakhtyor Soligorsk Quote scommesse Qualificazione Europa League*
Torino 1,12/ pareggio 7,00/ Shakhtyor Soligorsk 21,00
Data: 8 agosto 2019 – 21:00 ora italiana
Bookie: 888sport.it

Scommesse sportive Torino – Shakhtyor Soligorsk

Piano piano il calcio d’estate comincia a fare posto alle competizioni che realmente hanno in palio qualcosa. Aspettando il 24 agosto, giorno in cui ritornerà la Serie A, per ora quasi tutti sono alle prese con le amichevoli. Non è così per il Torino che, grazie all’esclusione del Milan dalle competizioni europee, sta disputando il torneo preliminare per accedere all’ Europa League 2019-2020, e nelle sue prime prestazioni ha già mostrato forza e carattere.

In teoria, la sfida che riporta i “Granata” nel proprio stadio dopo un breve esilio ad Alessandria, ossia l’ “Olimpico Grande Torino” non dovrebbe presentare grandissime insidie per la squadra italiana, se non quella della condizione atletica, decisamente migliore per gli avversari, dato che in Bielorussia il campionato nazionale è nella sua breve pausa di metà torneo. Ma è l’unica situazione in cui il piatto della bilancia pende dalla loro parte: il Torino affronta lo Shakhtyor Soligorsk, andata di un doppio confronto dopo il quale, se la squadra di Walter Mazzarri uscirà vincitrice, potrebbe trovarsi di fronte nel match decisivo per l’accesso all’ Europa League gli inglesi del Wolverhampton dove si è appena accasato l’ex milanista Patrick Cutrone, che sono favoritissimi contro gli armeni del Pyunyk. La gara di andata della semifinale di questo torneo si gioca alle 21.00 di giovedì 8 agosto 2019, e verrà arbitrata dal polacco Daniel Stefansky.

La situazione del Torino prima dell’incontro con lo Shakhtyor Soligorsk

Nei quarti di finale il “Toro” si è sbarazzato in modo decisamente agevole degli ungheresi del Debrecen, sconfitti 3 a 0 nella partita di andata giocata ad Alessandria, e poi 4 a 1 nel ritorno disputato in terra magiara. Manifesta superiorità, si sarebbe detto in altri sport, un Torino voglioso e desideroso di vincere e di riportare il proprio orgoglioso e blasonato club a disputare una coppa europea. Mazzarri è alla sua terza stagione sulla panchina torinista, e a questo punto si tratta davvero della grande occasione per far fare un salto di qualità a una squadra che negli ultimi anni è stata costretta a “vivacchiare” un po’ troppo, ma che nel campionato precedente, a parte le disavventure economico-finanziarie del Milan, aveva comunque dimostrato di poter arrivare ai preliminari di Europa League.

Che poi sono comunque arrivati, e che possono essere una grande occasione di riscatto personale per alcuni giocatori come Andrea Belotti o Simone Zaza, che non stanno deludendo le aspettative in questa primissima fase di stagione, e che Mazzarri potrebbe schierare nuovamente insieme.

Dal punto di vista tecnico e tattico, come qualità dei singoli e del collettivo, è evidente come la squadra italiana sia superiore sotto tutti i punti di vista, anche se ovviamente l’allenatore invita a non sottovalutare nessun avversario. Del resto abbiamo detto come in Bielorussia il campionato sia al suo giro di boa, che comunque ha effettuato una pausa di circa un mese, mentre qui in Italia la stagione sia appena cominciata, e di fatto solo per il Torino costretto a giocare questo torneo.

Non sarà ancora disponibile Djidji, operato lo scorso aprile al ginocchio destro e in fase di recupero completo, e questo si sapeva. Si dovrebbe rivedere Bremer, dato che Lyanco è fuori per un problema muscolare. Mancherà Edera mentre sono in dubbio Baselli e Parigini.

Aspettiamoci quindi un 3-4-3: Sirigu tra i pali, difesa composta da Izzo, Nkoulou e Bremer, esterni De Silvestri e Ansaldi, interni Meite e Rincon, mentre in attacco Berenguer dovrebbe affiancare Belotti e Zaza.

La situazione dello Shakhtyor Soligorsk prima dell’incontro con il Torino

Dicevamo attenzione allo Shakhtyor, che arriva ad affrontare il Torino dopo avere battuto l’ Hibernians con un doppio 1 a 0 negli ottavi di finale, e ai quarti, con una certa sorpresa l’Esbjerg sconfitto 2 a 0 all’andata, e costretto allo zero a zero nella gara di ritorno.

La squadra allenata da Sergei Tashuev è al terzo posto in patria, a otto punti dal capolista Brest e a sei dal Bate Borisov, ultima squadra ad averla battuta finora in questa stagione. L’ultimo impegno in ordine di tempo è stato l’ottavo di finale della Coppa di Bielorussia, in casa del Lokomotiv Gomel battuto a domicilio per 2 a 1 domenica 4 agosto.

Ma è ovvio come il Torino sia altro genere di impegno, anche per il suo atteggiamento agonistico che è nel DNA. Lo schieramento dovrebbe essere un classico 4-4-2: Klimovich il portiere, al centro della difesa Rybak e Sachivko, laterali Matveychik e Antic, esterni Tatarkov e Balanovich, interni  Ebong e Szoke, le punte Bakaj e Kovalev.

Probabilità * di scommesse interessanti per Torino – Shakhtyor Soligorsk con 888sport.it

Vittoria Torino: 1,12
Pareggio: 7,00
Vittoria Shakhtyor Soligorsk: 21,00

 

Ci sono anche altre scommesse interessanti per la partita. Ad esempio:

Under 3,5: 1,57
Over 3,5: 2,37
Gol/Non Gol: Sì 2,45   No 1,50
Handicap -2:  1  2,20   X  3,80   2  2,48
Handicap -1   1  1,41   X  4,20   2  5,50

Primo Tempo/Finale 1/2: 151,00
Primo Tempo/Finale 2/1: 26,00

Previsione scommesse Torino – Shakhtyor Soligorsk con 888sport.it: Vittoria Torino. Sembra davvero difficile che una squadra come il Torino possa “suicidarsi”, per di più di fronte al proprio pubblico, di fronte a un’avversaria rispettabile ma non certo titolata. La gara di andata dovrebbe quindi andare nella direzione granata.

Qui il confronto con un altro bookie:

Quote * scommesse per Torino – Shakhtyor Soligorsk con SNAI.it

Vittoria Torino: 1,13
Pareggio: 7,00
Vittoria Shakhtyor Soligorsk: 18,00

(Quote del 06.08.2019 alle 17.20)

football line

Pronostico Torino – Atalanta Quote scommesse Serie A

Torino – Atalanta Quote scommesse*
Torino 3,20/ pareggio 3,30/ Atalanta 2,30
Data: 23 febbraio 2019 – 15:00 ora italiana
Bookie: Bet365

Scommesse sportive Torino – Atalanta

Il secondo anticipo della sesta di ritorno del campionato di calcio di Serie A 2018-2019, da calendario la venticinquesima giornata, è quello in programma alle 15.00 di sabato 23 febbraio 2019 fra Torino e Atalanta, allo stadio “Olimpico – Grande Torino”. Un match molto interessante, con risvolti di classifica legati all’accesso alle Coppe Europee, che sarà diretto da Daniele Orsato di Schio, con Luca Banti al VAR.

I precedenti di Torino – Atalanta

La partita di andata era terminata senza reti, una cosa abbastanza anomala per la squadra bergamasca, meno per il Torino. Ma era il 26 settembre 2018, e gli uomini di Gasperini non avevano ancora smaltito l’enorme delusione per essere usciti un mese prima dai preliminari di Europa League, che tra l’altro avevano necessariamente sballato i tempi della preparazione. La prossima sfida avrà un numero importante nel conto dei confronti diretti, dato che sarà la centesima: il dominio è del Torino che ha vinto 40 volte contro le 21 della squadra bergamasca, mentre i pareggi sono 38.

La situazione del Torino prima della partita con l’ Atalanta

Costringere allo 0 a 0 il Napoli al “San Paolo” è impresa che caricherebbe chiunque, figurarsi una squadra come il Torino che fa della motivazione la propria forza. Anche se quest’anno meno prolifica di altri, la compagine allenata da Walter Mazzarri grazie a questo pareggio esterno è comunque a soli tre punti dalla zona “europea” della classifica, ossia dalla stessa Atalanta, e una vittoria nello scontro diretto, oltre a segnare il secondo passo falso consecutivo degli avversari, provocherebbe un aggancio che potrebbe avere conseguenze nella rincorsa alle Coppe, dato che si tratta di una zona di classifica molto affollata.

Al Toro servono però i gol, quelli di Belotti e quelli dei suoi compagni di reparto, dove questa volta Iago Falque sarebbe favorito su Berenguer e Zaza, anche se Mazzarri non ha ancora deciso se confermare il 3-5-2 utilizzato contro il Napoli o il 3-4-2-1 che invece si è visto con l’Udinese e che sarebbe speculare agli avversari di giornata, in modo tale da avere una squadra a trazione anteriore, che però con un’avversaria come l’Atalanta rischia di scoprire il fianco a brutte sorprese. Questo peraltro consentirebbe al tecnico di non dover scegliere tra Berenguer e Iago Falque.

Squalificato Rincon, potrebbe trovare spazio Meité, mentre Djidji è ancora indisponibile: il suo recupero è lento. Possibile dunque un 3-5-2 dove davanti al portiere Sirigu, vedrebbe in difesa Izzo, Nkoulou e Moretti, come esterni De Silvestri e Aina con il conseguente spostamento in mediana di Ansaldi con Lukic e Meitè, in attacco Iago Falque e Belotti.

La situazione dell’ Atalanta prima della partita con il Torino

Quando si vola troppo sulle ali dell’entusiasmo, arriva spesso qualcuno che ti riporta con i piedi a terra, ricordandoti che il campionato è ancora lungo e che le motivazioni le hanno in tanti. È un po’ la storia dell’ Atalanta, quella squadra che tutti temono, che in Coppa Italia all’ “Atleti Azzurri” ha addirittura sconfitto la Juventus, e che invece nell’ ultima di campionato è stata battuta senza attenuanti, sempre tra le mura amiche, dal Milan di Gattuso, e adesso possiamo dirlo, anche di Piatek.

Si stava già pensando, forse troppo presto, alla Champions League, ed eccoci di nuovo a quel sesto posto che significherebbe arrivare ai preliminari di Europa League, che hanno in qualche modo rischiato di compromettere la stagione di una squadra che poi ha saputo ritrovare il bandolo della matassa affidandosi ai propri capisaldi, di gioco e spogliatoio: dal Papu Gomez, a Ilicic, ai suoi difensori.

Quest’anno la lotta per l’ Europa è insidiosissima, non si può mollare di un centimetro, e brucia una sconfitta casalinga che a Bergamo non si viveva dal momento difficile vissuto dalla squadra, ossia dal 3 dicembre, quando perse 1-2 con il Napoli. Dopo il Genoa, cominciò l’inversione di tendenza, ma con il Milan è arrivato un brusco stop al cammino dei bergamaschi. E adesso c’è una trasferta su un campo come il “Grande Torino” che non è certo tra i più facili.

Dubbi di formazione ce ne sono, sia per la squalifica di de Roon, che potrebbe vedere l’utilizzo di Pasalic accanto a Freuler, sia per le condizioni di Gomez che non sono ottimali, tanto che Gasperini potrebbe decidere di lanciare dall’inizio Kulusevski. In difesa Mancini è favorito su Djimsiti, per il resto invece pochi dubbi.

Il modulo è il consueto 3-4-1-2, marchio di fabbrica della squadra atalantina: Berisha il portiere, i difensori Toloi, Palomino e come detto probabilmente Mancini, gli esterni Hateboer e Castagne, interni Pasalic e Freuler, nel ruolo di trequartista come detto è ballottaggio tra Gomez e Kulisevski, alle spalle dei “soliti” Ilicic e Zapata.

Probabilità* di scommesse interessanti per Torino – Atalanta con Bet365

Vittoria Torino: 3,20
Pareggio: 3,30
Vittoria Atalanta: 2,30

Ci sono anche altre scommesse interessanti per la partita. Ad esempio:

Under 0,5: 13,00
Over 6,5: 21,00
Over 4,5 Secondo Tempo: 23,00
Asian Handicap -3, -3,5  1: 7,00

Asian Handicap 0, +0,5  2: 7,00
Primo Tempo/Finale 2/1: 21,00
Primo Tempo/Finale 1/2: 51,00

Previsione scommesse Torino – Atalanta con Bet365Vittoria Atalanta. La squadra ospite rimane favorita, nonostante lo stop con il Milan. Attenzione però al Toro, che gioca in casa e che quest’anno ha perso troppi punti, e non tutti da addossare a errori arbitrali, molto sottolineati (forse un pochino troppo) dal tecnico.

Qui il confronto con un altro bookie:

Quote* scommesse per Torino – Atalanta con Betclic

Vittoria Torino: 3,12
Pareggio: 3,27
Vittoria Atalanta: 2,26

(Quote del 22.02.2019 alle 05.50)

football line

Pronostico Napoli – Torino Quote scommesse Serie A

Napoli – Torino Quote scommesse*
Napoli 1,44/ pareggio 4,33/ Torino 8,00
Data: 17 febbraio 2019 – 20:30 ora italiana
Bookie: Bet365

Scommesse sportive Napoli – Torino

Promette di offrire interesse il confronto tra Napoli e Torino, di cui vi presentiamo quote e pronostico. Si tratta del posticipo serale di domenica 17 febbraio 2019, alle 20.30, nell’ambito della ventiquattresima giornata, quinta di ritorno del campionato di calcio di Serie A 2018-2019. Si gioca allo stadio “San Paolo” e la direzione di gara è affidata a Michael Fabbri di Ravenna, con Daniele Chiffi di Padova al VAR.

I precedenti di Napoli – Torino

Il “Toro” non vince a Napoli dal 17 maggio 2009, e non batte i partenopei dal primo marzo 2015, ossia da sette dei 129 confronti diretti finora disputati in A, 64 dei quali giocati in casa della formazione partenopea. Il conto totale è dominato dal Napoli con 45 vittorie su 32 degli avversari, con 52 pareggi. Per quanto riguarda le sole gare giocate in casa della formazione campana, questa ha vinto 27 volte, i “Granata” solo otto. Anche qui, come nel dato totale dei confronti, i pareggi sono più delle vittorie: in questo caso 29.

La situazione del Napoli prima della partita con il Torino

Il Napoli è l’unica formazione italiana che abbia convinto nell’andata dei sedicesimi di finale di Europa League: ha vinto 3 a 1 sul campo dello Zurigo, unica nota dolente il rigore “con scavetto” realizzato da Kololli nella porta difesa da Meret, che dunque mantiene aperto il discorso qualificazione. Meglio comunque dell’ Inter e molto meglio della Lazio.

Ora, Ancelotti e i suoi pensano nuovamente al campionato, realisticamente puntando a mantenere la sicurezza sul proprio secondo posto, dato che al di là dei proclami di Aurelio De Laurentiis, la lotta allo scudetto non sembra proprio un discorso all’ordine del giorno, data la marcia juventina. Nove punti sull’ Inter sono un margine da mantenere, con l’ipotesi di poterlo addirittura aumentare, magari puntando un po’ sugli effetti del “caso Icardi”.

Indisponibili Albiol e Mario Rui, qualche problema per Mertens che nel caso non ce la facesse lascerà il posto a Milik, al fianco di Insigne ormai capitano della squadra, dopo l’addio di Hamsik.

Consueto 4-4-2 con Meret in porta, Maksimovic e Koulibaly coppia centrale difensiva con il primo che deve farsi perdonare il mani in area che ha determinato il rigore dello Zurigo, terzini Hysaj e Ghoulam, sulle fasce Callejon e Zielinski, interni in mediana Allan e Ruiz, in attacco come detto Insigne e Mertens, eventualmente rimpiazzato da Milik.

Nel precedente impegno di campionato il Napoli ha pareggiato senza reti con la Fiorentina, e quindi per la squadra di Ancelotti occorre tornare a vincere.

La situazione del Torino prima della partita con il Napoli

Come noto, Walter Mazzarri è un ex e quindi non vuole fare brutta figura di fronte alla sua ex squadra, che il tecnico toscano ha guidato dal 2009 al 2013. Il Torino arriva dalla vittoria interna di misura sull’Udinese, è in una miniserie positiva di 3 gare, grazie anche al successo sull’Inter e al pareggio con la Spal a Ferrara. Attualmente i “Granata” occupano l’ottava posizione, a quattro punti dalla zona Europa League.

Confermata l’indisponibilità di Djidji, che ha lavorato a parte e rientrerà per l’altra difficile partita contro l’Atalanta. Nuovamente a disposizione invece Nkoulou, che come ovvio si riprende il suo posto in difesa al fianco di Izzo e Moretti, così come Zaza che in attacco però rimane in ballottaggio con Iago Falque al fianco di Belotti. C’è però anche la possibilità che il “gallo” sia solo davanti e alle sue spalle giochi Berenguer. A centrocampo, Ansaldi potrebbe essere utilizzato tanto come esterno che interno.

Logica porterebbe a un 3-5-2 con Sirigu tra i pali, difesa con Izzo, Nkolou e Moretti, esterni Ola Aina e Ansaldi, Rincon in regia affiancato da Lukic e Meitè, Belotti in attacco con Iago Falque o Zaza. Ma, come detto, non c’è certezza neppure del modulo, fermo restando che si gioca con la difesa a tre.

Probabilità* di scommesse interessanti per Napoli – Torino con Bet365

Vittoria Napoli: 1,44
Pareggio: 4,33
Vittoria Torino: 8,00

Ci sono anche altre scommesse interessanti per la partita. Ad esempio:

Under 0,5: 12,00
Over 6,5: 21,00
Over 4,5 Secondo Tempo: 23,00
Asian Handicap 0, +0,5  2: 6,60
Primo Tempo/Finale 2/1: 21,00
Primo Tempo/Finale 1/2: 51,00

Previsione scommesse Napoli – Torino con Bet365Vittoria Napoli. Il pronostico è per l’ 1 fisso, considerando che il Torino non vince il confronto in assoluto dal 2015 e al “San Paolo” addirittura da dieci anni. Anche se va considerato che nella passata stagione la partita giocata in casa dai partenopei terminò sul 2 a 2.

Qui il confronto con un altro bookie:

Quote* scommesse per Napoli – Torino con SportYes

Vittoria Napoli: 1,45
Pareggio: 4,45
Vittoria Torino: 7,25

(Quote del 15.02.2019 alle 23.30)

football line

Pronostico Roma – Torino Quote scommesse Serie A

Roma – Torino Quote scommesse*
Roma 1,61/ pareggio 4,00/ Torino 5,50
Data: 19 gennaio 2019 – 15:00 ora italiana
Bookie: Bet365

Scommesse sportive Roma – Torino

Dopo la pausa, da molti addetti ai lavori ritenuta troppo lunga, tanto da mettere nuovamente in dubbio la concentrazione di partite durante le festività fortemente voluta da numerosi presidenti, torna il campionato di calcio. Con la ventesima giornata, comincia dunque il girone di ritorno per la Serie A 2018-2019. La prima partita a svolgersi in una giornata di nuovo spalmatissima, dopo la quasi contemporaneità del “Boxing Day” e zone limitrofe, è Roma – Torino, in programma allo Stadio Olimpico della capitale alle 15.00 di sabato 19 gennaio 2019. Arbitro del confronto sarà il triestino Piero Giacomelli, mentre per il VAR è stato designato Massimiliano Irrati.

I precedenti: cominciamo dalla gara di andata, che inaugurò il campionato delle due squadre e si giocò il 19 agosto 2018, vinta 1 a 0 dalla Roma. Complessivamente, nella capitale si sono giocati 73 confronti diretti, e domina la squadra giallorossa con 47 vittorie, mentre ci sono 13 pareggi e altrettanti successi del Torino, l’ultimo dei quali manca però ormai da 12 anni, stagione 2006-07, quando fu l’ex Roberto Muzzi a segnare il gol che valse la salvezza ai “Granata”. La Roma domina anche il conto complessivo dei confronti nella massima serie, che sono 147 volte, con 62 vsuccessi rispetto ai 45 del Toro e 40 pareggi.

La situazione della Roma prima della partita con il Torino

Rinfrancata dal 4 a 0 sull’Entella in Coppa Italia, la squadra capitolina riparte in campionato. Beninteso: anche se gioca in C, per organico quello ligure è un team di categoria superiore, ma la Roma doveva a sua volta dimostrare di non avere problemi ad affrontare un team predisposto per la B. E così è andata, con ottime indicazioni al tecnico Eusebio Di Francesco sulla situazione di Schick, andato a segno due volte e di Kluivert autore di un paio di assist, considerando che anche Javier Pastore ne ha beneficiato, partecipando con un gol alla festa giallorossa.

Adesso occorre rituffarsi subito nel campionato e non deconcentrarsi. Si è chiuso il girone di andata con due successi consecutivi che hanno rilanciato la Roma in zona Europa League, prima con il Sassuolo e poi a Parma: in tutto cinque gol fatti e uno solo subito in due gare. Occorre ora confermare lo stato di salute della squadra, mentre Zaniolo diventa un oggetto del desiderio per molte società italiane e straniere, come ci si poteva aspettare.

Di Francesco ha molti problemi di infermeria tra sicuri assenti e giocatori in dubbio. Fuori Juan Jesus, Nzonzi e Perotti, in dubbio De Rossi e l’influenzato Florenzi, oltre al secondo portiere Mirante. Il modulo sarò certamente il 4-2-3-1, con Olsen sempre tra i pali, Fazio e Manolas difensori centrali con laterali Florenzi e Kolarov. Se il primo non dovesse esserci potrebbe entrare in scena Santon oppure Karsdorp. In mediana dovrebbero essere confermati Lorenzo Pellegrini e Cristante, mentre sulle fasce dovrebbero agire Under ed El Shaarawy con Zaniolo alle spalle di Dzeko favorito su Schick.

La situazione del Torino prima della partita con la Roma

La sconfitta interna in Coppa Italia con la Fiorentina ha indubbiamente lasciato delle scorie nella società granata. Il presidente Urbano Cairo certamente non è soddisfatto, di certo la squadra di Walter Mazzarri è sembrata aver fatto un passo indietro rispetto al campionato, dove aveva chiuso il girone di andata con l’importante pareggio sempre all’ Olimpico ma con la Lazio (1-1) preceduto dal successo interno e rotondo con l’Empoli (3-0). In particolare, con la Fiorentina, la sostituzione di Nkoulou con Lyanco quando si era ancora sullo 0 a 0 con la Fiorentina ha fatto storcere la bocca a più di qualcuno. Anche perché successivamente è arrivata la doppietta di Federico Chiesa che ha consegnato la vittoria ai “Viola”.

Il Toro dista soli tre punti dalla Roma ed è in nona posizione, mentre gli avversari di giornata sono sesti. Un successo esterno significherebbe quindi un aggancio in prospettiva europea. Mancheranno Izzo e Meité, entrambi squalificati, indisponibili Moretti e Baselli, in dubbio Lukic. Il modulo dovrebbe essere un 3-4-3 con Sirigu in porta, difesa composta da Djidji, Nkoulou e Lyanco, esterni De Silvestri e Aina, interni Rincon e Ansaldi, tridente con Iago Falque, Belotti e Zaza.

Probabilità* di scommesse interessanti per Roma – Torino con Bet365

Vittoria Roma: 1,61
Pareggio: 4,00
Vittoria Torino: 5,50

Ci sono anche altre scommesse interessanti per la partita. Ad esempio:

Under 0,5: 15,00
Over 6,5: 19,00
Secondo tempo Over 4,5: 21,00
Asian Handicap -2,5, -3  1: 6.40
Asian Handicap +0,5, +1  2: 6,60
Primo Tempo/Finale 1/2: 41,00
Primo Tempo/Finale 2/1: 19,00
Primo Tempo/Finale 1/X, 2/X: 15,00

Previsione scommesse Roma – Torino con Bet365Vittoria Roma. Nettamente favorita la squadra di casa, anche dopo quanto visto in Coppa Italia nelle rispettive partite.

Qui il confronto con un altro bookie:

Quote* scommesse per Roma – Torino con SportYES

Vittoria Roma: 1,65
Pareggio: 4,10
Vittoria Torino: 5,00

(Quote del 17.01.2019 alle 20.15)

football line

Pronostico Torino – Fiorentina Quote scommesse Coppa Italia

Torino – Fiorentina Quote scommesse*
Torino 2,37/ pareggio 3,10/ Fiorentina 3,10
Data: 13 gennaio 2019 – 15:00 ora italiana
Bookie: Bet365

Scommesse sportive Torino – Fiorentina

Gli ottavi di finale di Coppa Italia  2018-2019 proseguono domenica 13 gennaio 2019 con un altro confronto tra due squadre di Serie A, interessante perché parliamo di due compagini di pari livello. Si gioca allo Stadio “Olimpico – Grande Torino” alle 15.00 e saranno di fronte Torino e Fiorentina, gara di cui presentiamo quote e pronostico.

Anche qui ovviamente partita secca, con eventuali supplementari e rigori in caso di pareggio dopo il tempo regolamentare. Il direttore di gara sarà Rosario Abisso di Palermo, mentre per sovrintendere alla VAR è stato chiamato Luigi Nasca.

Si tratta del sesto confronto a Torino in Coppa Italia tra le due formazioni, con i precedenti disputatu in gran parte negli anni Settanta, tranne il primo che si giocò nella stagione 1935-36, e l’ultimo comunque vicino agli altri tre, dato che si disputò nell’edizione 1981-82. Due le vittorie granata, tre i pareggi. La Fiorentina non ha mai vinto nel campo dei “Granata” in questa competizione.

La situazione del Torino prima della sfida con la Fiorentina

Allenato dal toscano Walter Mazzarri, il Toro è nono in classifica, a soli tre punti dalla zona che porta all’Europa. Una squadra con molto carattere, che però non sempre concretizza quello che produce, e così si trova di fronte a un’alternanza di risultati che comunque non compromette il suo cammino in classifica, considerando che c’è ancora tutto il girone di ritorno. Peraltro, prima della pausa, i “Granata” hanno pareggiato 1 a 1 in trasferta con la Lazio quarta.

Il cammino in Coppa Italia è cominciato dal 4 a 0 rifilato al Cosenza nei trentaduesimi di finale, cui è seguito il 2 a 0 che ha mandato a casa l’ottimo Südtirol. In campo dovrebbe essere schierato il consueto 3-5-2: tra i pali ci dovrebbe essere Ichazo, che sta trovando sempre più spazio nelle scelte di Mazzarri, in difesa Izzo, N’Koulou e Djidji, esterni De Silvestri e Aina, Rincon il regista, le mezzeali Meité ed Aina, coppia d’attacco titolarissima composta da Iago Falque e Belotti.

La situazione della Fiorentina prima della sfida con il Torino

La Fiorentina, che è al suo esordio in questa edizione della Coppa Italia, non ha disputato un girone d’ andata brillante in campionato, arrivando al giro di boa al decimo posto, un punto sotto gli avversari di giornata, grazie al pareggio senza reti sul campo del Genoa. Dal mercato arriva un rinforzo importante per la seconda parte della stagione, Muriel ex di Udinese, Lecce e Sampdoria che cerca riscatto dopo non aver brillato al Siviglia. Che il colombiano abbia molta voglia di mettersi in evidenza lo si è visto nel breve ritiro a Malta, dove ha segnato i primi gol nelle amichevoli preparatorie. Da capire se Stefano Pioli lo schiererà dall’inizio o se preferirà utilizzarlo in campionato.

Si dovrebbe comunque partire con questa formazione, un 4-3-3 con Lafont in porta, Milenkovic e Vitor Hugo centrali difensivi, Laurini e Biraghi terzini, in mediana Edimilson, Veretout e Benassi, tridente con Chiesa, Simeone e Mirallas.

Probabilità*  di scommesse interessanti per Torino – Fiorentina con Bet365

Vittoria Torino: 2,37
Pareggio: 3,10
Vittoria Fiorentina: 3,10

Ci sono anche altre scommesse interessanti per la partita. Ad esempio:

Over 5,5: 19,00
Primo tempo/Finale 2/1: 29,00
Primo tempo/Finale 1/2 : 34,00

Previsione scommesse Torino – Fiorentina con Bet365: Vittoria Torino. I bookmakers sono concordi sull’ 1: ritengono infatti che potrebbe essere determinante il fattore campo, anche perché in questa prima parte della stagione i “Viola” sono apparsi spesso opachi. Il bookmaker che prendiamo in esame attribuisce la medesima quota al pareggio e alla vittoria esterna, altri ritengono invece che un 2 sia più probabile rispetto a un X, come vedremo nell’esempio successivo.

Qui il confronto con un altro bookie:

Quote* scommesse per Torino – Fiorentina con SNAI

Vittoria Torino: 2,40
Pareggio: 3,25
Vittoria Fiorentina: 3,00

(Quote dell’ 11.01.2019 alle 23.15)

football line
i-bookmakers.it valuta e confronta con costante aggiornamento tutti gli importanti bookmakers autorizzati in Italia.   18+   AAMS
Bookmakers | Bookmaker online | Scommesse sportive | Scommesse calcistiche | Scommesse live | Siti di scommesse | Scommesse Online | Bookmaker
Vi raccomandiamo di scommettere con responsabilità.