Logo di i-bookmakers .it
Notizie di Scommesse

Serie A

In questa pagina trovate articoli riguardanti Serie A.
football line

Pronostico Torino – Lecce Quote scommesse Serie A

Torino – Lecce Quote scommesse Serie A*
Torino 1,45/ pareggio 4,35/ Lecce 7,50
Data: 16 settembre 2019 – 20.45 ora italiana
Bookie: Lottomatica.it

Scommesse sportive Torino – Lecce

Una sfida che dovrebbe essere all’insegna dell’agonismo, tra una squadra che ha vinto le prime due gare di campionato e una che le ha perse entrambe. La terza giornata del campionato di Serie A 2019-2020, si chiude con il Monday Night che propone, allo stadio “Olimpico Grande Torino” il match fra Torino e Lecce, alle 20.45 di lunedì 16 settembre 2019. La squadra di casa ha molti infortunati ma recupera Nkolou che ha chiesto scusa ai compagni per l’atteggiamento delle scorse settimane.  Mazzarri, tuttavia, pur avendo perdonato il suo difensore, lo reintegrerà da martedì e dovrà riguadagnarsi il posto, perché nel frattempo si sono create altre gerarchie e l’allenatore, almeno per ora, preferisce mantenerle perché sono quelle che hanno consentito questa partenza a razzo, con l’unico incidente di percorso dei preliminari di Europa League finiti male. Il Lecce neopromosso deve prendere le misure al campionato: essere travolti dall’Inter ci sta, perdere di misura con il Verona anche, ma visto che poi è proprio su squadre come l’Hellas che i salentini devono giocarsi le loro chance, ecco che la quota zero comincia a pesare. Arbitro Antonio Giua di Olbia, per il VAR è stato designato Aleandro Di Paolo di Avezzano.

 

I precedenti di Torino – Lecce

Sono 14 i precedenti complessivi in Serie A per questa sfida, che nel massimo campionato manca dalla stagione 2008/2009, vittoria del Torino in casa e pareggio invece a Lecce. Entrambe retrocesse, le due squadre, si affrontarono dunque in Serie B nella stagione successiva, e qui le cose andarono in maniera inversa, con un pareggio a Torino e una vittoria casalinga dei salentini. Il 18 agosto 2012, in Coppa Italia, l’ultimo confronto diretto tra le due formazioni: vinse il Toro per 4 a 2.

Restiamo alla massima serie e ai suoi 14 precedenti: Il Torino ha 5 vittorie, il Lecce 3, i pareggi sono 6. Il margine si allarga in favore dei “Granata” nelle sette gare casalinghe. Le vittorie sono infatti quattro, a fronte di una sola dei “Giallorossi” e due pareggi.

 

 

La situazione del Torino prima dell’incontro con il Lecce

Walter Mazzarri sta recuperando giocatori importanti, e accoglie con soddisfazione ma senza particolari patemi il rinnovo del contratto annunciato dal presidente Urbano Cairo. C’è il feeling con la squadra e con la città, come dicevamo all’inizio si rivede l’anima del Torino, che più di ogni altra cosa interessa ai tifosi granata. Quel “cuore” che bisogna metterci sempre, contro tutti, anche quando si perdono le partite. Spirito di appartenenza, insomma, che in una società così particolare, importante, nel cuore di tutti, significa qualcosa di più.

Mazzarri lo sta facendo capire a Verdi, del quale parla benissimo sia per l’umiltà che per la voglia di integrarsi nella squadra, anche se servirà ancora del tempo. Domani quindi non sarà ancora titolare.  Così come tempo sarà necessario per Nkoulou che riparte da zero e deve scalare le gerarchie che intanto si sono formate, anche nello stesso reparto difensivo. Intanto il tecnico ritrova Iago Falque, e sta pensando se schierare Zaza o Berenguer (favorito) al fianco di Belotti. Sulla corsia sinistra, al posto di Ansaldi infortunato, Aina è favorito su Laxalt, mentre sarà De Silvestri a presidiare la fascia destra, nel 3-5-2 che verrà schierato.

Sirigu tra i pali, difesa con Izzo, Djidji e Bonifazi, Meité perno del centrocampo, con Rincon e Baselli mezzeali, e come detto De Silvestri e Aina esterni. Davanti, Berenguer o Belotti.

 

La situazione del Lecce prima dell’incontro con il Torino

Ancora zero punti: con l’Inter di Antonio Conte la sconfitta ci stava, anche se uno 0-4 è sicuramente un duro colpo per chi torna ad affacciarsi al grande palcoscenico della Serie A dopo anni. Una sorta di brusco risveglio, quello di San Siro, cui è seguito lo 0-1 casalingo con l’Hellas Verona. Che il campionato non fosse una passeggiata ovviamente i salentini ne erano consapevoli, ma l’impatto non è stato dei migliori, e adesso il Lecce rischia di continuare a fare compagnia alla Sampdoria in coda alla classifica.  Fabio Liverani chiede allora ai suoi un approccio “da Lecce” a questa gara, contro una squadra che l’allenatore inquadra come simile al Verona, ossia molto concreta e ben organizzata. Di positivo c’è che la sosta di campionato è servita per recuperare qualche giocatore e permettere ai nuovi di inserirsi.

Senza Dell’Orco, fermo per circa tre settimane, a sinistra in difesa torna titolare Calderoni, mentre a destra Rispoli è leggermente in vantaggio su Benzar reduce dalla nazionale romena. Altro ballottaggio quello a centrocampo fra Petriccione e Majer, con il primo favorito. Sicuri del posto Tachtsidis e Shakhov, mentre Falco agirà da trequartista, dietro Lapadula e probabilmente Farias, dato che Babacar non ha ancora i 90 minuti, anche se Liverani potrebbe decidere di farlo partire titolare e poi avvicendarlo. A completare il 4-3-1-2 nel reparto arretrato, davanti al portiere Gabriel, i due difensori centrali Lucioni e Rossettini.

Probabilità * di scommesse interessanti per Torino – Lecce con Lottomatica.it

Vittoria Torino: 1,45
Pareggio: 4,35
Vittoria Lecce: 7,50

 

Ci sono anche altre scommesse interessanti per la partita. Ad esempio:

Under 1,5: 3,65
Under 2,5: 1,90
Over 1,5: 1,23
Over 2,5: 1,80
Over 3,5: 3,00
Gol/Non Gol: Sì  2,05     No  1,70
Autorete: Sì 8,00
Arbitro guarda VAR: Sì 2,65  No 1,40
Esito finale handicap: 1 (1): 2,20   X: 3,55  2 (0): 2,65

Primo Tempo/Finale 1/2: 43,00
Primo Tempo/Finale 2/1: 23,00

Previsione scommesse Torino – Lecce con Lottomatica.it: Vittoria Torino. In caso di vittoria il Torino potrebbe raggiungere l’Inter ed essere quindi con i “Nerazzurri” l’unica squadra a punteggio pieno. Sì, perché quest’anno si sta rivedendo il vecchio Toro, nello spirito agonistico e l’avere iniziato la preparazione prima degli altri per i preliminari di Europa League può aiutare questo avvio così positivo per la squadra di Mazzarri. Di contro, il Lecce ha ancora zero punti, ormai unica squadra con la Sampdoria, e sembra difficile però poter conquistare i primi punti in casa dei “Granata”. Anche un pareggio, in effetti ha una quota abbastanza alta.

Qui il confronto con altri bookie:

Il confronto con altre quote * scommesse per Torino – Lecce

Quote SNAI.it

Vittoria Torino: 1,48
Pareggio: 4,25
Vittoria Lecce: 6,75

Quote William Hill.it

Vittoria Torino: 1,47
Pareggio: 4,33
Vittoria Lecce: 7,50

*(Quote del 15.09.2019 alle 22.30)

football line

Pronostico Inter – Udinese Quote scommesse Serie A

Inter – Udinese Quote scommesse Serie A*
Inter 1,33/ pareggio 5,40/ Udinese 10,00
Data: 14 settembre 2019 – 20.45 ora italiana
Bookie: Unibet.it

Scommesse sportive Inter – Udinese

Lukaku ci sarà dall’inizio, Sanchez non è ancora pronto. Lo dice Antonio Conte, che parla di sette partite impegnative e determinanti per l’Inter che affronta l’Udinese allo stadio “Giuseppe Meazza” nel terzo anticipo della terza giornata del campionato di Serie A 2019-2020, a tre giorni dall’esordio in Champions League, sempre in casa con lo Slavia Praga. Conte vuole già delle risposte dai suoi, ma Igor Tudor non arriva a Milano, nella prima trasferta stagionale dei friulani, pensando di essere già sconfitto, per quanto il pronostico stesso sia impietoso. Così come non va dimenticato che l’Udinese arriva dalla pesante sconfitta interna con il Parma. E così c’è stata qualche contromisura interessante di cui parleremo più avanti.

Per quello che riguarda la sfida di San Siro, il direttore di gara sarà Maurizio Mariani di Aprilia, mentre per sovrintendere al VAR è stato designato Marco Guida della sezione di Torre Annunziata.

I precedenti di Inter – Udinese

Sono 92 i precedenti complessivi di questa sfida in Serie A, con un vero e proprio dominio interista: 45 i successi nerazzurri, più del doppio rispetto ai 21 dei “Bianconeri” friulani, mentre i pareggi sono 26. Considerando solo le partite giocate a Milano, è evidente che si allarghi il divario, con 25 successi interisti rispetto ai 10 dell’Udinese, a fronte di 11 pareggi. L’ultima volta che la squadra friulana vinse il confronto fu proprio al “Meazza”, 3 a 1 il 16 dicembre 2017, salvo poi l’Inter prendersi i tre punti nel ritorno con un 4 a 0 esterno. Favorevole agli interisti il duplice scontro nel passato campionato: vittoria casalinga per 1 a 0, reti bianche al ritorno in Friuli. Negli ultimi tre scontri diretti, quindi, l’Udinese non è riuscita a fare gol agli avversari. Solo nel 1962 questo avvenne per quattro partite di fila.

La situazione dell’ Inter prima dell’incontro con l’ Udinese

Aspettiamoci delle novità nella formazione interista, dato il tour de force che si troverà ad affrontare tra campionato e Champions League, e la necessità di Antonio Conte di avere una squadra che lotti su tutti i fronti. Proprio per questo ci saranno dei cambi e quasi sicuramente sarà fatto riposare Lautaro Martinez, mentre molti ipotizzano di vedere Alexis Sanchez schierato al fianco di Romelu Lukaku. Ma Conte ha spiegato che uno dei grandi ex di questa partita deve ancora essere portato nell’idea di gioco di questa squadra. Lo si vedrà in campo, probabilmente, con la concreta possibilità – ma non l’unica –  che parta dall’inizio. Altrimenti può essere Politano ad affiancare Lukaku, mentre in difesa sarà lanciata la famosa GDS: davanti a Handanovic, altro ex amatissimo in Friuli, dovremmo finalmente vedere insieme Godin, De Vrij e Skriniar. Se gli esterni saranno Candreva e Asamoah, in mediana dovrebbe essere arrivato il momento di Barella, che potrebbe avvicendare Vecino a destra, mentre Brozovic rimane in cabina di regia e Sensi a sinistra. Lo schieramento è dunque un 3-5-2, anche se qualcuno ha ipotizzato un possibile passaggio, magari in prospettiva nelle prossime gare, ad un 3-4-3 inserendo Sanchez in attacco e quindi andando a creare un tridente. La tentazione, peraltro, Conte potrebbe averla da subito. Vedremo…

La situazione dell’ Udinese prima dell’incontro con l’ Inter

Prima la vittoria con il Milan di Marco Giampaolo, poi, sempre alla “Dacia Arena”, la sconfitta con il Parma. Durante la pausa, un’amichevole con il Pordenone, neopromossa in B che sta dimostrando una sua consistenza importante, ma che è stata battuta 2 a 0 dalla squadra di Igor Tudor. Il quale, in vista della partita con l’Inter, non ha convocato Stefano Okaka, il neoacquisto di ritorno che non è ancora al meglio, e William Troost-Ekong. Due assenze che si aggiungono a quella dell’indisponibile Ter Avest.

Quale potrebbe essere allora la formazione anti-Inter? Un 3-5-1-1 con Musso tra i pali, in difesa Rodrigo Becao, Nuytinck e Samir, esterni Stryger Larsen e Sema, Jajalo in cabina di regia, mezzeali Mandragora e Fofana, davanti De Paul seconda punta alle spalle di Lasagna. .

Probabilità * di scommesse interessanti per Inter – Udinese con Unibet.it

Vittoria Inter: 1,33
Pareggio: 5,40
Vittoria Udinese: 10,00

 

Ci sono anche altre scommesse interessanti per la partita. Ad esempio:

Under 1,5: 4,70
Under 2,5: 2,23
Over 1,5: 1,20
Over 2,5: 1,67
Over 3,5: 2,75
Gol/Non Gol: Sì  2,05     No  1,73
Handicap 1: 1  1,05    X   11,00  2  26,00
Handicap -1: 1  1,87   X   3,75   2  3,40
Handicap -2: 1  3,35   X   4,10   2  1,81
Primo Tempo/Finale 1/2: 71,00
Primo Tempo/Finale 2/1: 21,00

Previsione scommesse Inter – Udinese con Unibet.it: Vittoria Inter. Sono partite che appaiono segnate, anche se ovviamente agli avversari non piace partire come vittima sacrificale. Comunque, anche la differenza delle quote va chiaramente nella direzione della squadra di Antonio Conte. Poi, si sa, la palla è rotonda e tutte le partite cominciano dallo zero a zero, però… dovrebbe proprio essere la classica giornata storta dei “Nerazzurri”. Che in passato si è verificata, ma su questo il tecnico appare una sorta di marchio di garanzia.

Qui il confronto con altri bookie:

Il confronto con altre quote * scommesse per Inter – Udinese

Quote SNAI.it

Vittoria Inter: 1,32
Pareggio: 5,25
Vittoria Udinese: 9,25

Quote Lottomatica.it

Vittoria Inter: 1,33
Pareggio: 5,25
Vittoria Udinese: 9,00

*(Quote del 13.09.2019 alle 23.30)

football line

Pronostico Napoli – Sampdoria Quote scommesse Serie A

Napoli – Sampdoria Quote scommesse Serie A*
Napoli 1,27/ pareggio 6,25/ Sampdoria 9,50
Data: 14 settembre 2019 – 18.00 ora italiana
Bookie: SNAI.it

Scommesse sportive Napoli – Sampdoria

Da una parte un Napoli che guarda in cagnesco Comune e Regione con l’ennesima polemica sul “San Paolo” di cui si sarebbe fatto volentieri a meno, e che questa volta ha visto esporsi Carlo Ancelotti. Fa un certo effetto vederlo arrabbiato per la questione degli spogliatoi dell’impianto napoletano, fa altrettanto effetto vedere repliche dure nei confronti di un allenatore considerato tra i più sereni e diplomatici in assoluto. Anche per questo, probabilmente, ci saranno ulteriori puntate di questa vicenda, della quale, come si diceva, non si sentiva certo la mancanza.

Dall’altra parte una Sampdoria partita con il piede sbagliato e con la spada di Damocle del possibile passaggio di proprietà, cui va aggiunto un rapporto non proprio sereno tra il presidente Ferrero e il tecnico Eusebio Di Francesco, già a rischio dopo i primi due pesanti rovesci con Lazio e Sassuolo. Non è solo per gli zero punti, ma è anche per i risultati (0-3 in casa con i “Biancocelesti”, 1-4 sul campo dei “Neroverdi”) che la situazione è molto difficile. Non è evidentemente solo una questione di feeling tra allenatore, squadra e ambiente. La questione è molto più profonda, e anche per questo molti auspicano che la vicenda della proprietà doriana si concluda presto in qualche modo.

Comunque, al “San Paolo” ristrutturato (ipse dixit) si gioca, e il Napoli fa il suo esordio stagionale casalingo contro la Sampdoria alle 18.00 di sabato 14 settembre 2019 nel secondo anticipo della terza giornata del campionato di Serie A 2019-2020. Arbitro Federico La Penna di Roma 1, al VAR Luca Banti di Livorno.

I precedenti di Napoli – Sampdoria

In A le due squadre si sono complessivamente affrontate 104 volte, e sia pure con un leggero vantaggio napoletano, c’è un certo equilibrio. Le vittorie partenopee sono 38 a fronte delle 30 blucerchiate, ma i pareggi sono 30. Molto diversa la situazione se consideriamo le 52 partite disputate nel capoluogo campano: 24 successi casalinghi a fronte di 9 esterni, mentre i pareggi sono 19. C’è anche da dire che i napoletani hanno vinto sei degli ultimi sette scontri diretti: unica sconfitta quella del 2 settembre dello scorso anno, gara di andata della passata stagione, disputata a Genova: 3 a 0 per la Samp. Al ritorno, il 2 febbraio scorso, stesso risultato, ma per il Napoli.

La situazione del Napoli prima dell’incontro con la Sampdoria

Polemiche come quella sullo stadio rischiano di creare distrazione a pochi giorni da un incontro importante, ma da allenatore esperto Ancelotti può anche in questo modo aver cercato di allentare la possibile tensione intorno ai giocatori per l’esordio casalingo contro una squadra che in teoria non dovrebbe impensierire, ma in pratica ha assoluto bisogno di punti e quindi non va sottovalutata. E poi, tra pochi giorni, c’è la Champions

Si arriva infatti dalla sconfitta allo “Stadium”: un 4-3 juventino per il quale è stata decisiva l’autorete di Koulibaly. Il solito problema del Napoli che probabilmente sente troppo certi confronti, e alla fine rischia errori madornali dopo avere riacciuffato un pareggio che alla fine del primo tempo pareva impossibile. Siccome poi l’avversaria era proprio la Juventus di Sarri (anche se in panchina c’era Martusciello), è ovvio che qualche rammarico e qualche tensione ci possa essere. Tanto più che il Napoli era partito bene vincendo a Firenze, e anche in questo caso si era trattato di un 4-3. Un problema, sottolineato anche dal portiere Meret, è che la squadra sta prendendo troppi gol, ben sette in queste prime due gare, per quanto l’autogol di Torino sia da derubricare a semplice infortunio. La questione-spogliatoi, insomma, può essere arrivata al momento giusto per togliere un po’ di tensione a chi va in campo, e consentire ad Ancelotti di lavorare meglio su quello che non va. Non solo ovviamente in prospettiva campionato, ma come dicevamo anche – e soprattutto – in quella legata alla Champions League. Martedì, al “San Paolo”, arriva il Liverpool. Sarà interessante sapere se in occasione di quella partita la polemica sugli spogliatoi sarà ancora all’ordine del giorno…

Per quanto riguarda le formazioni, Insigne sarà probabilmente tenuto a riposo pur essendo tornato in gruppo, mentre Milik è ancora alle prese con un fastidio muscolare. Possibili diversi cambi proprio in prospettiva Champions. Il modulo è il consueto 4-4-2 con Meret tra i pali: al centro della difesa Maksimovic e Koulibaly, sulle fasce Di Lorenzo e Ghoulam, Elmas al centro del campo con Callejon e Fabian Ruiz, mentre l’attacco dovrebbe essere affidato a Mertens e Younes.

La situazione della Sampdoria prima dell’incontro con il Napoli

Senza Vieira squalificato e Maroni infortunato, per il resto Di Francesco ha tutti gli uomini a disposizione, compresi quelli tornati dalle rispettive nazionali. È possibile un cambio di modulo, ossia un 3-4-3, spostando a centrocampo i due esterni bassi. Tra i pali naturalmente Audero, in difesa Ferrari, Murillo e Colley, sulle fasce Bereszynski e Murru, in mediana Linetty ed Ekdal (Jankto potrebbe essere utilizzato in caso di 4-3-3). L’ex Quagliarella (molto motivato) al centro dell’attacco, affiancato da Rigoni e Caprari.

 

Probabilità * di scommesse interessanti per Napoli – Sampdoria con SNAI.it

Vittoria Napoli: 1,27
Pareggio: 6,25
Vittoria Sampdoria: 9,50

 

Ci sono anche altre scommesse interessanti per la partita. Ad esempio:

Under 1,5: 5,75
Under 2,5: 2,70
Over 1,5: 1,09
Over 2,5: 1,42
Over 3,5: 2,05
Gol/Non Gol: Sì  1,80     No  1,90
Handicap 1: 1  1,70    X   4,25  2  3,55
Handicap 2: 1  2,70    X   4,00  2  2,00
Handicap -1: 1  1,04   X   9,75    2  28,00

Primo Tempo/Finale 1/2: 65,00
Primo Tempo/Finale 1/X, 2/X: 25,00

Previsione scommesse Napoli – Sampdoria con SNAI.it: Vittoria Napoli. Al netto di ogni considerazione sull’impianto ristrutturato in occasione delle Universiadi, sulla carta la partita si presenterebbe quasi senza storia. Infatti, è di quelle da non sottovalutare, e il Napoli con la giusta mentalità non dovrebbe avere grossi problemi a vincere la gara.

Qui il confronto con altri bookie:

Il confronto con altre quote * scommesse per Napoli – Sampdoria

Quote Unibet.it

Vittoria Napoli: 1,26
Pareggio: 6,50
Vittoria Sampdoria: 10,00

Quote Bwin.it

Vittoria Napoli: 1,26
Pareggio: 6,25
Vittoria Sampdoria: 10,50

*(Quote del 13.09.2019 alle 01.40)

football line

Pronostico Fiorentina – Juventus Quote scommesse Serie A

Fiorentina – Juventus Quote scommesse Serie A*
Fiorentina 5,20/ pareggio 3,85/ Juventus 1,67
Data: 14 settembre 2019 – 15.00 ora italiana
Bookie: Unibet.it

Scommesse sportive Fiorentina – Juventus

Torna il campionato di calcio, e dopo l’inizio a passo un po’ rallentato, adesso la stagione marcia sul serio, puntellata anche dalla partecipazione alle Coppe Europee che naturalmente condiziona anche un po’ anticipi e posticipi di questa terza giornata del campionato di Serie A 2019-2020, la prima che viene disputata secondo gli orari indicati per lo svolgimento delle gare, tra anticipi, posticipi e i – pochi – incontri della domenica pomeriggio, con la B che si adegua e in qualche modo va a compensare con i suoi incontri gli spazi lasciati vuoti dal torneo maggiore, e viceversa. Ormai ci si deve abituare a questa situazione, legata ai diritti televisivi dove peraltro sono in corso altre battaglie che qui non ci riguardano.

L’importante è dunque che si riparte, e il primo anticipo, sabato 14 settembre 2019 alle 15.00, è subito una classica, peraltro arricchita di nuova linfa, come spesso avviene: allo stadio “Artemio Franchi”, sotto la direzione di Massimiliano Irrati di Pistoia (VAR Paolo Mazzoleni di Bergamo), va in scena Fiorentina – Juventus. Due storiche rivali, ultimo episodio il mancato passaggio di Federico Chiesa in bianconero per espressa volontà del nuovo patron viola Rocco Commisso, che pure tifava Juventus da bambino. Ma gli affari sono affari, e il calcio è il calcio. Di mezzo c’è una gran voglia di vincere, ma anche una situazione non certo idilliaca per una Fiorentina ancora a zero punti, con l’allenatore Montella ufficialmente confermato ma sempre in bilico (qualcuno fa il nome di Gattuso e ricordando i precedenti milanisti, per il tecnico della Fiorentina l’ombra di “Ringhio” rischia di essere un incubo). Di contro, Maurizio Sarri, guarito dalla polmonite delle scorse settimane, finalmente può sedere sulla panchina juventina finora lasciata al fido Martusciello, e quindi può guidare in prima persona la sua squadra. Una classica sempre da vedere, e che in genere non tradisce mai.

 

I precedenti di Fiorentina – Juventus

I precedenti in A sono 160, la metà esatta quelli giocati a Firenze. E domina la “Vecchia Signora” con 77 vittorie contro le 33 della squadra toscana, con 50 pareggi, 30 dei quali a Firenze. Il dato delle vittorie però si inverte nelle gare giocate in casa della Fiorentina, con la compagine di casa che ha fatto propri 27 confronti, contro i 23 juventini. Ma c’è un ma: i “Viola” hanno perso i due ultimi scontri diretti tra le mura amiche. Qui potrebbe aiutare la statistica, secondo la quale solo nel 1952 la Fiorentina ha raggiunto le tre sconfitte casalinghe consecutive con i “Bianconeri”. E certo l’ambizioso Commisso non vorrebbe eguagliare questo dato…

La situazione della Fiorentina prima dell’incontro con la Juventus

Però… però la squadra è a zero punti in campionato. Non solo, ma da sedici gare non vince in Serie A. E’ anche per questo che si chiede una prova d’orgoglio alla squadra, anche se l’avversaria è blasonata e temutissima, sia pure con infortunati illustri. Ne va dell’orgoglio viola, ne va anche della panchina di Montella evidentemente, ne va della pazienza di Commisso e del suo alter-ego Barone, anche se il patron ha detto di aver apprezzato il gioco nella gara con il Napoli, anche se dopo c’è stata la trasferta sul campo del Genoa dove solo un rigore trasformato da Pulgar ha spezzato il dominio rossoblu con le reti di Zapata e Kouamé.

Chiesa… anche in Nazionale ha mostrato di risentire del momento particolare che sta vivendo. Lui, che forse alla Juventus ci sarebbe andato per giocare la Champions, è stato bloccato nelle sue ambizioni dal cambio di proprietà. Del resto, avendo il contratto in corso, l’ultima parola spettava a Commisso che non voleva privarsi di uno dei suoi giocatori migliori proprio appena arrivato… Però sono situazioni che qualche contraccolpo psicologico rischiano di averlo, e adesso Chiesa è chiamato a impegnarsi proprio per cercare di far vincere la Fiorentina contro la rivale. Chi vuole mostrare di che pasta è fatto, è sicuramente Boateng, tornato in Italia per cancellare la parentesi negativa a Barcellona, e pronto a caricare se stesso e i compagni per la difficilissima impresa. È favorito su Vlahovic, così come Sottil dovrebbe avere la meglio su un Ribery che non ha ancora nelle gambe i novanta minuti e quindi probabilmente entrerà a gara in corso, anche se potrebbe partire titolare e poi dare corso a una staffetta con l’italiano.

Il modulo, di entrambe le squadre, sarà il 4-3-3: Dragowski il portiere, al centro della difesa Milenkovic e il capitano Pezzella, sulle fasce laterali Lirola e Dalbert, in regia Badelj, mezzeali Pulgar e Castrovilli, davanti l’idea è di Boateng e Sottil (o Ribery) ovviamente con Chiesa.

La situazione della Juventus prima dell’incontro con la Fiorentina

A punteggio pieno, sei punti presi in due gare, quella di Parma e poi lo scontro diretto con l’ambizioso Napoli, che ha buttato via il pareggio per la clamorosa autorete di Koulibaly. Nel frattempo, però, la Juventus ha perso per alcuni mesi Giorgio Chiellini, faro della difesa e capitano della formazione bianconera, e per quanto nessuno sia insostituibile nella “Vecchia Signora”, nemmeno CR7, in realtà si tratta di un’assenza che rischia di pesare, anche perché le caratteristiche del suo compagno di reparto Leonardo Bonucci, che eredita ruolo in difesa e fascia di capitano, sono diverse.  In difesa manca anche De Sciglio, ma qui certo non ci sono problemi, anche se occorre chiedere ad Alex Sandro di fare gli straordinari sulla fascia sinistra nonostante gli impegni con la nazionale brasiliana e relativo volo transoceanico. A destra, dunque, al posto di De Sciglio ci sarà Danilo.

Per il resto, solo problemi di abbondanza per Sarri che come dicevamo torna a dirigere direttamente la squadra, anzi è al suo vero e proprio esordio in A sulla panchina della Juventus. In campo un 4-3-3 che ovviamente dovrà tenere conto dell’imminente partita in Champions League, mercoledì al “Wanda Metropolitano” con l’Atletico Madrid e quindi anche con un lasso di tempo che consente un relativo recupero. Un 4-3-3 con Szczesny tra i pali, Bonucci e De Ligt difensori centrali, laterali Danilo e Alex Sandro, Pjanic in cabina di regia affiancato in mediana da Khedira e da uno tra Rabiot e Matuidi. Davanti, come punta centrale, sarà ancora una volta il momento di Higuain, l’uomo che conosce di più il gioco di Sarri, al su fianco sempre Douglas Costa oltre naturalmente a Cristiano Ronaldo. Ramsey è stato convocato e vedremo se giocherà uno scorcio di partita.

Probabilità * di scommesse interessanti per Fiorentina – Juventus con Unibet.it

Vittoria Fiorentina: 5,20
Pareggio: 3,85
Vittoria Juventus: 1,67

 

Ci sono anche altre scommesse interessanti per la partita. Ad esempio:

Under 1,5: 4,20
Under 2,5: 2,06
Over 1,5: 1,23
Over 2,5: 1,78
Over 3,5: 3,05
Gol/Non Gol: Sì  1,72     No  2,07
Handicap 1: 1  2,16    X   3,60  2  2,85
Handicap 2: 1  1,36    X   5,00  2  5,80
Handicap -1: 1  12,50   X   6,75   2  1,14

Primo Tempo/Finale 1/2: 21,00
Primo Tempo/Finale 2/1: 41,00

Previsione scommesse Fiorentina – Juventus con Unibet.it: Vittoria Juventus. La Fiorentina naturalmente ce la metterà tutta per sovvertire il pronostico, dare una grande soddisfazione ai propri tifosi e interrompere il suo lungo momento negativo. Ciò detto, è chiaro anche che la Juventus rimane nettamente favorita, nonostante il fattore campo.

Qui il confronto con altri bookie:

Il confronto con altre quote * scommesse per Fiorentina – Juventus

Quote SNAI.it

Vittoria Fiorentina: 5,00
Pareggio: 3,85
Vittoria Juventus: 1,70

Quote SportYes.it

Vittoria Fiorentina: 4.85
Pareggio: 3,95
Vittoria Juventus: 1,70

*(Quote del 13.09.2019 alle 01.30)

football line

Pronostico Cagliari – Inter Quote scommesse Serie A

Cagliari – Inter Quote scommesse Serie A*
Cagliari 5,40/ pareggio 4,05/ Inter 1,65
Data: 1 settembre 2019 – 20.45 ora italiana
Bookie: Unibet.it

Scommesse sportive Cagliari – Inter

A maglie invertite: da una parte, quella sarda, c’è Radja Nainggolan che, ripudiato dall’ Inter, ha scelto di andare in prestito in quella che è la sua terra di adozione, una scelta di cuore, famiglia e insieme una scommessa su se stesso. Dall’altra, quella nerazzurra, c’è chi con la maglia del Cagliari è nato e cresciuto, ha conquistato la Nazionale e adesso sta spiccando il volo nel calcio che conta: Nicolò Barella. Certo, ridurre Cagliari – Inter solo a questo sarebbe un errore, ma questo è sicuramente uno dei tempi della sfida che fa parte del programma serale della seconda giornata del campionato di Serie A 2019-2020. Si gioca alle 20.45 di domenica 1° settembre 2019 alla “Sardegna Arena”. L’arbitro, che è stato cambiato rispetto alla prima designazione, sarà Fabio Maresca di Napoli, inizialmente destinato al VAR, dove invece andrà Michael Fabbri di Ravenna.

I precedenti di Cagliari – Inter

L’ultimo precedente, peraltro casalingo, sorride ai sardi che lo scorso primo marzo hanno sconfitto 2 a 1 la squadra allora allenata da Luciano Spalletti. In ogni caso, il conto dei 78 precedenti complessivi è abbastanza impietoso per la squadra dell’isola: 37 vittorie nerazzurre, solo 14 quelle rossoblu, mentre i pareggi sono 27. E nei 39 incontri giocati a Cagliari, l’Inter ha vinto il doppio rispetto agli avversari, ossia 14 partite contro 7, mentre i pareggi sono 18.

La situazione del Cagliari prima dell’incontro con l’Inter

Come la Juventus con Chiellini, anche il Cagliari ha vissuto in questa settimana una situazione analoga con un suo uomo importantissimo, anche se in questo caso parliamo di un attaccante. La sostanza però non cambia, perché Leonardo Pavoletti si è infortunato in modo grave nella partita con il Brescia: gli esami hanno evidenziato una lesione del legamento crociato anteriore e del menisco esterno del ginocchio sinistro. Martedì prossimo si sottoporrà a nuove visite, in prospettiva di un intervento chirurgico. Quindi, si profila per lui un lungo stop.

Alle prese anche con gli infortuni di Cragno, Cacciatore e Faragò, il tecnico del Cagliari Rolando Maran dovrebbe schierare Cerri al fianco di Joao Pedro. Cerchiamo di capire come potrebbe cambiare la formazione, anche con l’utilizzo dei nuovi innesti di mercato. Tra i pali, ovviamente, Rafael, difensori centrali Ceppitelli e Klavan, laterali Pinna e Luca Pellegrini, a presidiare la regia ci sarà naturalmente Nainggolan, affiancato da Rog e Nandez, mentre Birsa sarà il trequartista del 4-3-1-2, alle spalle come detto di Joao Pedro e Cerri.

La situazione dell’ Inter prima dell’incontro con il Cagliari

Imperativo: pensare solo al Cagliari, senza farsi disturbare da altre vicende. Antonio Conte garantisce che nello spogliatoio nerazzurro non incide il caso Icardi, completamente deflagrato ora con la causa lanciata dall’attaccante argentino contro la società che lo ha messo fuori rosa, con tanto di richiesta di reintegro e danni per un milione e mezzo di euro. Una svolta che ha spiazzato l’Inter ma che rischia di trasformarsi in un autogol per l’ex capitano e per il suo entourage. In attesa che i tribunali stabiliscano chi avrà ragione, sempre che nel frattempo non si riesca a sistemare Icardi altrove anche in prestito, il presente si chiama Romelu Lukaku. È già diventato il nuovo idolo della tifoseria nerazzurra, mostrandosi desideroso di far bene nella partita in cui la “Beneamata” ha rifilato una quaterna secca al Lecce.

Unico indisponibile de Vrij, Conte si porta a Cagliari anche i nuovi acquisti Biraghi e Alexis Sanchez, ma quasi certamente partiranno dalla panchina, come lo stesso Barella che cercherà di scendere in campo contro la sua ex squadra. Il modulo è il 3-5-2, il portiere ovviamente Samir Handanovic, in difesa D’Ambrosio, Ranocchia e Skriniar, esterni Candreva e Asamoah, Brozovic il regista, con lui in mediana Vecino e Sensi, in attacco confermata la coppia composta da Lautaro Martinez e Lukaku.

Probabilità * di scommesse interessanti per Cagliari – Inter con Unibet.it

Vittoria Cagliari: 5,40
Pareggio: 4,05
Vittoria Inter: 1,65

 

Ci sono anche altre scommesse interessanti per la partita. Ad esempio:

Under 1,5: 3,60
Under 2,5: 1,83
Over 1,5: 1,30
Over 2,5: 1,98
Over 3,5: 3,65
Gol/Non Gol: Sì  1,98     No  1,79
Handicap 1: 1  2,10    X   3,75  2  2,62
Handicap 2: 1  1,38    X   4,80  2  5,75
Handicap -1: 1  14,00   X   7,00   2  1,14

Primo Tempo/Finale 1/2: 23,00
Primo Tempo/Finale 2/1: 46,00

Previsione scommesse Cagliari – Inter con Unibet.it: Vittoria Inter. Quella sarda è squadra ostica per tutti, specialmente in casa, ma non dovrebbe essere abbastanza per intimorire una “macchina costruita per vincere” come l’Inter di Antonio Conte. Per questo il pronostico è un 2 secco.

Qui il confronto con altri bookie:

Il confronto con altre quote * scommesse per Cagliari – Inter

Quote SNAI.it

Vittoria Cagliari: 5,25
Pareggio: 3,85
Vittoria Inter: 1,65

Quote SportYes.it

Vittoria Cagliari: 5,50
Pareggio: 3,95
Vittoria Inter: 1,65

*(Quote del 31.08.2019 alle 23.20)

football line

Pronostico Lazio – Roma Quote scommesse Serie A

Lazio – Roma Quote scommesse Serie A*
Lazio 2,15/ pareggio 3,60/ Roma 3,25
Data: 1 settembre 2019 – 18.00 ora italiana
Bookie: SNAI.it

Scommesse sportive Lazio – Roma

Non era mai successo che il derby della Capitale arrivasse alla seconda giornata di campionato, ma c’è sempre una prima volta. Capita raramente che non sia neppure il match-clou, in parte offuscato da Juventus – Napoli. Comunque Lazio – Roma, in programma allo stadio Olimpico alle 18.00 di domenica 1° settembre 2019, è tra le partite principali  di questo turno del campionato di Serie A 2019-2020, molto attesa dalle due tifoserie che a Roma vivono in una sorta di derby perenne, tanta è la competizione e la rivalità fra le due squadre, che tra l’altro quest’anno giocheranno entrambe in Europa League. Sarà anche un test molto importante sia per la Lazio che ospita il confronto, per capire se continuerà a confermarsi la squadra in continua e costante crescita degli ultimi anni, sia per una Roma che con il suo nuovo allenatore deve dare le risposte attese sul tipo di stagione che quest’anno potrà affrontare.

L’arbitro sarà Marco Guida di Torre Annunziata, mentre a presidiare il VAR ci sarà il “Var Pro” Paolo Mazzoleni.

I precedenti di Lazio – Roma

È la stracittadina numero 151 in Serie A, la settantaseiesima ospitata dalla Lazio. La Roma è davanti sia nelle vittorie complessive, 54 a 38 (con 58 pareggi), sia in quelle in “trasferta”, anche se qui il dato è molto più equilibrato, 25 a 24, con 26 pareggi. Negli ultimi derby la situazione è stata molto equilibrata. Nella passata stagione le due squadre hanno vinto la gara che ospitavano: Roma – Lazio 3 a 1, Lazio – Roma 3 a 0.

La situazione della Lazio prima dell’incontro con la Roma

La prima è stata molto buona, complice anche l’approccio sbagliato della Sampdoria, sconfitta in casa per 3 a 0 dai “Biancocelesti”. C’è da dire che la squadra di Simone Inzaghi si è dimostrata ai nastri di partenza come una delle più affidabili, al di là della prestazione degli avversari. Adesso c’è di fronte una Roma che probabilmente cambierà qualcosa nella sua formazione, ma dall’infermeria arrivano buone notizie per i laziali. Hanno recuperato sia Lucas Leiva che Acerbi, l’uomo cui Inzaghi in difesa rinuncia a malincuore, ma che era dovuto uscire durante la partita del “Ferraris”. Quindi sarà come sempre il perno della difesa a tre composta anche da Luiz Felipe e Radu. Leiva invece è favorito su Parolo nel ruolo di regista. Il modulo sarà il 3-5-2, tra i pali ovviamente Strakosha, esterni Lazzari e Lulic, mezzeali Milinkovic-Savic e Luis Alberto, in attacco i confermatissimi Correa e Immobile.

La situazione della Roma prima dell’incontro con la Lazio

Paulo Fonseca, tecnico della formazione giallorossa, ammonisce che è il campo a decidere, e che non ci sono squadre favorite sulla carta. Cercherà dunque di fermare questa Lazio e soprattutto Luis Alberto. C’è da dire però che la prima non è andata proprio per il verso giusto, dato che la squadra è stata fermata sul 3 a 3 dal Genoa dell’ex Aurelio Andreazzoli. Ciò non toglie che la Roma abbia giocatori di grande qualità, abbia fatto mosse importanti sul mercato e sia riuscita a confermare Dzeko, che ancora una volta guiderà l’attacco. Qualcosa cambierà però nella formazione, che si schiererà sempre con il 4-2-3-1. Per esempio il ruolo di Florenzi, che giocherà più “alto”, come esterno alle spalle del terminale offensivo bosniaco.

Indisponibili Perotti e Spinazzola, dunque cerchiamo di capire quale squadra scenderà in campo. Davanti al portiere Pau Lopez, ci dovrebbero essere novità anche in difesa: i centrali infatti dovrebbero essere Fazio e Mancini, sulle corsie laterali dovrebbe essere il momento di Zappacosta a destra, mentre a sinistra ci sarà Kolarov. In mediana Cristante e Pellegrini, esterni alti Under e Florenzi, Zaniolo alle spalle di Dzeko.

Probabilità * di scommesse interessanti per Lazio – Roma con SNAI.it

Vittoria Lazio: 2,15
Pareggio: 3,60
Vittoria Roma: 3,25

 

Ci sono anche altre scommesse interessanti per la partita. Ad esempio:

Under 1,5: 3,15
Under 2,5: 1,80
Over 1,5: 1,30
Over 2,5: 1,95
Over 3,5: 3,25
Gol/Non Gol: Sì  1,90    No  1,82
Handicap 1: 1   15,00    X  6,25   2  1,14
Handicap -1: 1  2,15    X  3,35   2  2,90
Handicap -2: 1  1,35    X  4,75   2  6.25

Primo Tempo/Finale 1/2: 28,00
Primo Tempo/Finale 2/1: 55,00

Previsione scommesse  Lazio – Roma con SNAI.it: Vittoria Lazio. I derby sono partite a sé, come già spiegavamo, e tutto viene azzerato dall’agonismo, specie quando si tratta di una stracittadina molto sentita come questa. In ogni caso, il favore del pronostico è per la più collaudata Lazio. Ma tutto, davvero, può succedere ed infatti i margini non sono lontanissimi per gli altri esiti possibili.

Qui il confronto con altri bookie:

Il confronto con altre quote * scommesse per Lazio – Roma

Quote Unibet.it

Vittoria Lazio: 2,15
Pareggio: 3,70
Vittoria Roma: 3,30

 

Quote William Hill.it

Vittoria Lazio: 2,15
Pareggio: 3,60
Vittoria Roma: 3,40

*(Quote del 31.08.2019 alle 23.10)

football line
i-bookmakers.it valuta e confronta con costante aggiornamento tutti gli importanti bookmakers autorizzati in Italia.   18+   AAMS
Bookmakers | Bookmaker online | Scommesse sportive | Scommesse calcistiche | Scommesse live | Siti di scommesse | Scommesse Online | Bookmaker
Vi raccomandiamo di scommettere con responsabilità.