Logo di i-bookmakers .it
Notizie di Scommesse

Serie A

In questa pagina trovate articoli riguardanti Serie A.
football line

Pronostico Sampdoria – Genoa Quote scommesse Serie A

Sampdoria – Genoa Quote scommesse Serie A*
Sampdoria 2,40/ pareggio 3,10/ Genoa 3,20
Data: 14 aprile 2019 – 15:00 ora italiana
Bookie: Bet365

Scommesse sportive Sampdoria – Genoa

Tra le gare di questa trentaduesima giornata del campionato di calcio di Serie A 2018-2019, la tredicesima di ritorno, c’è anche il “derby della Lanterna”. Lo stadio è il “Luigi Ferraris”, nel quartiere di Marassi, e in questa occasione è la Sampdoria ad ospitare il Genoa, nella partita della quale vi proponiamo quote e pronostico. Si gioca alle 15.00 di domenica 14 aprile 2019, sotto la direzione di gara di Gianpaolo Calvarese di Teramo, mentre per il VAR c’è Daniele Orsato di Schio.

I precedenti di Sampdoria – Genoa

Era finito in parità, 1 a 1, reti di Piatek e Quagliarella, il derby di andata, ospitato dai “Rossoblu” e giocato il 25 novembre 2018. Siamo tra l’altro alla cifra tonda, perché la prossima sarà la centesima stracittadina genovese in gare ufficiali. La Sampdoria è davanti con 38 vittorie contro le 24 genoane, mentre sono 37 i pareggi, che tra l’altro si sono verificati negli ultimi due derby. L’ultima vittoria dei “Grifoni” risale peraltro all’8 maggio 2016, tre a zero fuori casa, ossia sei derby fa.

La situazione della Sampdoria prima del derby con il Genoa

Periodo un po’ complicato per la Samp, che potrebbe anche risentire delle voci sul possibile passaggio di proprietà per la società blucerchiata, e insieme di quelle che riguardano il tecnico Marco Giampaolo, ambito da diverse grandi. Due sconfitte consecutive contro concorrenti dirette, prima a Torino con i “Granata”, poi in casa con la Roma (0-1), rischiano di compromettere la corsa dei doriani verso l’ Europa League. In questo momento la squadra è nona a 45 punti, i “Giallorossi” sesti a 51. In mezzo ci sono Lazio e Torino.

Ora non bisogna pensare alla classifica: il derby è qualcosa di diverso, una questione di orgoglio cittadino, principalmente. E poi i tre punti in questo momento non guasterebbero, nella speranza che Quagliarella riprenda a fare gol.

Giampaolo recupera in difesa Colley e Bereszynski, che a questo punto è in ballottaggio con Sala sulla fascia destra. Il modulo è un 4-3-1-2 con Audero tra i pali, Andersen e Colley centrali difensivi, mentre i laterali dovrebbero essere Sala e Murru. In mediana Praet, Vieira (o Ekdal) e Linetty, trequartista Saponara o Ramirez, mentre al fianco di Quagliarella, se la gviocano Gabbiadini e Defrel.

La situazione del Genoa prima del derby con la Sampdoria

Tre partite senza una vittoria, l’ultima però pareggiata a Napoli, certo contro una squadra che probabilmente sta vivendo il suo momento opaco della stagione, ma comunque anche il Genoa ha i suoi meriti. Adesso, con il derby che “si prepara da solo”, le motivazioni dovrebbero arrivare per gli uomini di Cesare Prandelli, che devono affrancarsi un pochino di più dalla zona calda della classifica, risalendo posizioni rispetto alla quattordicesima che ancora non li mette al sicuro.

Sturaro è squalificato, mentre rientra Romero. Dunque sarà 4-3-3 con Radu tra i pali, Romero e Zukanovic al centro della difesa, Pereira e Criscito sugli esterni, in mediana Lerager, Radovanovic e Bessa, tridente composto da Lazovic, Sanabria e Kouamé.

Probabilità* di scommesse interessanti per Sampdoria – Genoa con Bet365

Vittoria Sampdoria: 2,40
Pareggio: 3,10
Vittoria Genoa: 3,20

Ci sono anche altre scommesse interessanti per la partita. Ad esempio

Under 0,5: 9,00
Over 5,5: 15,00
Over 3,5 Primo Tempo: 23,00
Asian Handicap -1,5, -2  1: 6,00
Asian Handicap +1  2: 5,90
Asian Handicap +1, +1,5  2: 6,40
Asian Handicap +1,5  2: 6,80
Primo Tempo/Finale 1/2: 34,00
Primo Tempo/Finale 2/1: 29,00
Previsione scommesse Sampdoria – Genoa con Bet365Vittoria Sampdoria. Qui il fattore campo e la posizione di classifica contano poco, ma i bookmaker ritengono la Samp favorita sui “cugini”, anche perché può contare su un bomber sempiterno come Quagliarella. Però mai sottovalutare l’orgoglio cittadino, e anche il lavoro di un tecnico come Cesare Prandelli.

 

Qui il confronto con un altro bookie:

Quote* scommesse per Sampdoria – Genoa con William Hill

Vittoria Sampdoria: 2,38
Pareggio: 3,10
Vittoria Genoa: 3,25

(Quote del 12.04.2019 alle 19.10)

football line

Pronostico Fiorentina – Bologna Quote scommesse Serie A

Fiorentina – Bologna Quote scommesse Serie A*
Fiorentina 1,85/ pareggio 3,50/ Bologna 4,50
Data: 14 aprile 2019 – 15:00 ora italiana
Bookie: Bet365

Scommesse sportive Fiorentina – Bologna

È il cosiddetto “derby dell’ Appennino”, ma aggiunge significati di classifica e non soltanto la sfida in programma allo stadio “Artemio Franchi” di Firenze alle 15.00 di domenica 14 aprile 2018, per la trentaduesima giornata del campionato di calcio di Serie A 2018-2019, la tredicesima di ritorno. Vi presentiamo quote e pronostico di Fiorentina – Bologna, che sarà arbitrata da Piero Giacomelli di Trieste, con al VAR Maurizio Mariani di Aprilia..

I precedenti di Fiorentina – Bologna

Cominciamo a dire che due diversi allenatori sedevano sulle rispettive panchine il 25 novembre 2018, quando si disputò la partita di andata al “Dall’Ara”, terminata senza reti, vale a dire Pippo Inzaghi per gli emiliani e Stefano Pioli per gli ospiti. Questa partita è indubbiamente una classica del campionato italiano. La superiorità della Fiorentina è schiacciante, specie negli ultimi tempi e non solo tra le mura amiche. Basterà dire che la squadra toscana ha vinto gli ultimi sei scontri diretti al “Franchi” subendo in tutto una sola rete, mentre non perde in assoluto il confronto diretto dal 26 febbraio 2013.

Ma ecco i numeri di questo match così importante per la nostra Serie A: finora la sfida nel massimo campionato c’è stata 133 volte, e i “Viola” l’hanno fatta propria 53 volte, rispetto alle 38 del Bologna, con 42 pareggi. Una supremazia ancora più schiacciante in casa: 66 partite giocate, 37 delle quali vinte dalla Fiorentina, contro le 13 dei felsinei, mentre 16 volte è finita in parità.

La situazione della Fiorentina prima della partita con il Bologna

Certo la dirigenza non si aspettava di arrivare così a questa partita, dopo una settimana difficile, culminata con le polemiche dimissioni dell’allenatore Stefano Pioli, che non ha digerito il comunicato della società dopo la sconfitta interna con il Frosinone (0-1), in un periodo nel quale la squadra ormai non vince una gara da sette turni, ossia dal 17 febbraio 2019, quando batté la Spal a Ferrara. Da allora, quattro punti in tutto.

Ma dicevamo del comunicato, nel quale Pioli ha letto un riferimento alla sua professionalità che non ha gradito e che ha voluto sottolineare commentando le proprie dimissioni. C’è stata una replica altrettanto dura della società, che però non può negare come gli addii dei propri tecnici siano stati sempre abbastanza burrascosi negli ultimi anni. Non va oltretutto dimenticato come Pioli seppe gestire un momento difficilissimo come quello della morte improvvisa del capitano Davide Astori.  Anche per questi “finali burrascosi”, e in generale per criticare la gestione, il tifo organizzato ha annunciato che diserterà la curva nel primo tempo della prossima partita.

Anche Vincenzo Montella si era lasciato male con la dirgenza viola, ma poi ebbe modo di chiarire tutto con i Della Valle, e adesso rieccolo in sella, dopo una serie di rovesci professionali in Italia e Spagna, alla ricerca di un riscatto personale e di un rilancio con la Fiorentina. Che non passerà per stravolgimenti del lavoro fatto dal suo predecessore, che tra l’altro l’ex “Aeroplanino” stima molto, ma per un lavoro principalmente psicologico, legato alle motivazioni.

Un cambio potrebbe effettivamente essere un modo per cercare di dare una sterzata ad una piega che probabilmente Pioli non poteva più gestire, dato che il non vincere spesso porta i giocatori a una spirale negativa che solo qualcosa dall’esterno può tentare di mutare. Tentare, appunto, perché anche l’Europa League a questo punto rischia di essere ormai un miraggio, essendo la Fiorentina decima a 39 punti e la sesta, ossia la Roma, è lontana, a quota 51.

Non va dimenticato che c’è in ballo comunque un obiettivo stagionale, legato alla Coppa Italia, in attesa della gara di ritorno a Bergamo contro l’Atalanta, dopo che l’andata era terminata sul 3 a 3. Difficile un’impresa contro la squadra che ha eliminato la Juventus, ma non va dimenticato come i “Viola” sono arrivati in semifinale, ossia schiantando la Roma con un 7-1 che in entrambe le città probabilmente si ricorderà a lungo.

Almeno all’inizio, Montella dovrebbe confermare il 4-3-3, dando più spazio a Simeone, ma non si esclude che più in là possa anche puntare su un 3-5-2. Ora però non è il momento di cambiamenti. E allora è facile che davanti al portiere Lafont, Pezzella e Vitor Hugo siano i difensori centrali, Milenkovic e Biraghi sulle fasce, Veretout in cabina di regia con Benassi e Gerson mezzeali, tridente con Chiesa, Simeone e Muriel.

La situazione del Bologna prima della partita con la Fiorentina

Ritorna un ex come Sinisa Mihajlovic, impegnato nella missione di salvare il Bologna che ha ripreso a vincere dopo la parentesi negativa di Bergamo. Nel turno precedente ha sconfitto per 3 a 0 il fanalino di coda Chievo Verona, e adesso la squadra emiliana è quartultima con 30 punti, due in più dell’ Empoli in una battaglia che rimane difficile. Oltretutto, il ritorno di Montella a Firenze scompagina un po’ le carte, come sempre avviene con un cambio di allenatore, che per esempio proprio a Bologna ha avuto effetti benefici.

Contro la Fiorentina, dovrebbe essere confermato il 4-2-3-1 con Skorupski in porta, Lyanco e Danilo al centro della difesa, sulle fasce Mbaye e Dijks, in mediana Poli e Pulgar, Orsolini e Sansone esterni alti, Soriano alle spalle del terminale offensivo che sarà Palacio.

Probabilità* di scommesse interessanti per Fiorentina – Bologna con Bet365

Vittoria Fiorentina: 1,85
Pareggio: 3,50
Vittoria Bologna: 4,50

Ci sono anche altre scommesse interessanti per la partita. Ad esempio

Under 0,5: 10,00
Over 6,5: 26,00
Over 3,5 Primo Tempo: 21,00
Asian Handicap -2, -2,5  1: 6,80
Asian Handicap -2  1: 6,40
Asian Handicap +0,5, +1  2: 5,25
Primo Tempo/Finale 1/2: 41,00
Primo Tempo/Finale 2/1: 23,00
Previsione scommesse Fiorentina – Bologna con Bet365Vittoria Fiorentina. Fattore campo e “scossoni” per il cambio di allenatore spingono il pronostico verso la squadra di casa, insieme con gli ultimi precedenti di questa sfida.

 

Qui il confronto con un altro bookie:

Quote* scommesse per Fiorentina – Bologna con Unibet

Vittoria Fiorentina: 1,85
Pareggio: 3,50
Vittoria Bologna: 4,50

(Quote del 12.04.2019 alle 18.55)

football line

Pronostico Milan – Lazio Quote scommesse Serie A

Milan – Lazio Quote scommesse Serie A*
Milan 2,60/ pareggio 3,30/ Lazio 2,75
Data: 13 aprile 2019 – 20:30 ora italiana
Bookie: Bet365

Scommesse sportive Milan – Lazio

Uno scontro diretto tra due contendenti per il quarto posto, ultimo che consente l’accesso alla Champions League, chiude il sabato calcistico della trentaduesima giornata del campionato di calcio di Serie A 2018-2019, la tredicesima di ritorno. Alle 20.30 del 13 aprile 2019 si gioca Milan – Lazio allo stadio “Giuseppe Meazza”, l’incontro di cui vi proponiamo quote e pronostico.

I precedenti di Milan – Lazio

I precedenti stagionali sono due, entrambi all’ “Olimpico” e finiti in parità: la gara di andata di campionato, disputata il 25 settembre 2018 si era conclusa sull’ 1 a 1, autorete di Wallace e pareggio di Correa. Per quanto riguarda il campionato, c’è da dire che da trent’anni il Milan non perde in casa, e ha vinto le ultime quattro. Complessivamente, considerando il periodo dal 1989 a oggi, i successi interni sono 17 e i pareggi 11. A San Siro i precedenti sono comunque 75 e il “Diavolo” ne ha fatti propri 43, perdendone solo 9 e pareggiandone 23.

I precedenti totali in Serie A sono 151 e il Milan è sempre davanti in modo netto con 64 vittorie contro le 29 della Lazio. La sfida si è conclusa in parità 58 volte.

La situazione del Milan prima della partita con la Lazio

L’ultima tegola è arrivata dall’ Uefa con il nuovo deferimento per il mancato raggiungimento del pareggio di bilancio richiesto per gli esercizi dal 2016 al 2018. Tanto che Paolo Maldini ha alzato la voce, sperando che si arrivi a una soluzione condivisa. In ogni caso la società rossonera sta cercando di minimizzare questa novità, certa che si arriverà ad una soluzione. Una speranza ovvia, dal momento che il rischio concreto sarebbe quello dell’esclusione dalle coppe europee, proprio mentre sul campo è questa la battaglia che Gattuso e i suoi stanno combattendo.

A proposito di “Ringhio”: Maldini ha voluto confermargli la fiducia propria e della società. Già: troppe voci, troppi sussurri intorno alla posizione di un tecnico al quale andrebbe quantomeno espressa gratitudine per aver dimostrato di avere lo spogliatoio pienamente in mano e per essere riuscito a barcamenarsi in stagioni non facilissime per vari motivi. È un fatto che Gattuso preferisca non parlare del futuro ma del presente immediato, ossia di quel quarto posto che in questo momento la squadra ha ma deve anche cercare di mantenere, con troppe squadre che incalzano, a cominciare dall’Atalanta che adesso è a pari punti dei “Rossoneri”.

Questa partita, questo confronto con la Lazio può essere determinante, almeno per chi vincerà la gara: tre posizioni e altrettanti punti in classifica separano le due squadre, con un fattore campo che spesso si è dimostrato importante nella conquista del match.

Consideriamo inoltre che non è un periodo particolarmente positivo per il Milan, che ha conquistato solo un punto nelle ultime quattro gare, il pareggio con l’Udinese, e l’ultima vittoria risale al 9 marzo, a Verona 2 a 1 con il Chievo. La squadra di Gattuso arriva dalla sconfitta (con polemiche arbitrali) con la Juventus, risultato di 2 a 1. Va detto comunque che sono i dirigenti, segnatamente Leonardo, a polemizzare sulle decisioni dei direttori di gara, un compito che il tecnico lascia loro volentieri anche perché preferisce concentrarsi sulle pecche nella prestazione dei suoi, senza trovare alibi.

Ancora indisponibili Donnarumma e Paquetà. Tra i pali ci sarà dunque Pepe Reina, alle spalle del consueto 4-3-3 con Musacchio (o più probabilmente Caldara) e Romagnoli difensori centrali, terzini Calabria e Rodriguez, in mediana Kessié, Bakayoko e Calhanoglu, mentre davanti ci sarà Borini con Suso ad affiancare Piatek punta centrale. Un’alternativa anche di modulo potrebbe essere puntare sui due attaccanti Piatek e Cutrone, con Suso a supporto.

 

La situazione della Lazio prima della partita con il Milan

Pur avendo ancora una partita da recuperare con l’Udinese, e in teoria potere agganciare il Milan, anche la Lazio non viene da un periodo particolarmente positivo. Un punto nelle ultime due gare; prima la sconfitta di Ferrara, quindi il 2 a 2 con il Sassuolo. Il quarto posto è comunque ancora nelle corde della formazione allenata da Simone Inzaghi.

Squalificato Badelj, in cabina di regia tornerà Lucas Leiva, così come rientreranno in formazione Milinkovic-Savic e Correa. Consueto 3-5-2, Strakosha il portiere, difesa con Luiz Felipe, Acerbi e Radu, esterni Romulo (in ballottaggio con Marusic) e Lulic, in mediana con Leiva ci safranno Milinkovic-Savic e Luis Alberto, Correa e naturalmente Immobile in attacco.

 

Probabilità* di scommesse interessanti per Milan – Lazio con Bet365

Vittoria Milan: 2,60
Pareggio: 3,30
Vittoria Lazio: 2,75

Ci sono anche altre scommesse interessanti per la partita. Ad esempio

Under 0,5: 9,50
Over 5,5: 15,00
Over 3,5 Primo Tempo: 23,00
Asian Handicap -1,5, -2  1: 7,00
Asian Handicap +1,5  2: 5,75
Primo Tempo/Finale 1/2, 2/1: 29,00
Previsione scommesse Milan – Lazio con Bet365Vittoria Milan. Margini molto risicati, sarebbe la classica partita da doppia, se non da tripla. In effetti è una verifica per le potenzialità di entrambe le formazioni, che talvolta falliscono al momento in cui bisognerebbe arrivare al dunque. Leggera preferenza per il fattore campo, sulla scorta dei precedenti più recenti di campionato a San Siro.

Qui il confronto con un altro bookie:

Quote* scommesse per Milan – Lazio con Unibet

Vittoria Milan: 2,50
Pareggio: 3,40
Vittoria Lazio: 2,80

(Quote del 11.04.2019 alle 18.15)

football line

Pronostico Roma – Udinese Quote scommesse Serie A

Roma – Udinese Quote scommesse Serie A*
Roma 1,50/ pareggio 4,33/ Udinese 6,50
Data: 13 aprile 2019 – 18:00 ora italiana
Bookie: Bet365

Scommesse sportive Roma – Udinese

Una deve centrare la zona Champions, l’altra la salvezza. Ci presentiamo quote e pronostico della seconda sfida proposta da questo turno di campionato: Roma – Udinese è in programma allo Stadio Olimpico alle 18.00 di sabato 13 aprile 2019, per la trentaduesima giornata, tredicesima di ritorno, di questa Serie A 2018-2019. In palio punti pesanti, per l’una o per l’altra questione, probabilmente il pareggio non accontenterebbe nessuno.

I precedenti di Roma – Udinese

La gara di andata fu uno degli episodi negativi di questa stagione che alla fine, sommati tutti insieme, sono costati la panchina ad Eusebio Di Francesco, che certo ripetiamo non ha tutte le colpe della situazione poco soddisfacente dei “Giallorossi”. Comunque, l’Udinese allora allenata da Davide Nicola, aveva vinto 1 a 0 alla “Dacia Arena” grazie a una rete di De Paul, che rimane sempre uno degli uomini più pericolosi della formazione friulana. Era il 24 novembre 2018.

Sono 95 i precedenti complessivi tra le due formazioni, e la squadra della Capitale è davanti nettamente con 48 successi contro i 22 dell’Udinese, mentre i pareggi sono 25. A Roma le vittorie giallorosse sono 28 rispetto alle sei degli avversari. C’è ancora da aggiungere che la compagine capitolina ha fatto propri gli ultimi cinque confronti disputati in casa.

La situazione della Roma prima della partita con l’ Udinese

La vittoria esterna sulla Sampdoria, anche se solo per 1 a 0, ha dato una iniezione di fiducia ad un ambiente sconfortato più che mai in questa stagione, mentre lo staff dirigenziale è alla ricerca di chi guiderà la Roma l’anno prossimo, in attesa anche di capire quale sarà il ruolo del presidente Pallotta.

Al di là di possibili svolte future, al momento Claudio Ranieri sta cercando di chiudere questa stagione centrando l’obiettivo del quarto posto, che in realtà si mostra difficile per tutte, specie ora che l’Atalanta è entrata fortemente nel novero delle pretendenti e potrebbe lasciare tutte con un palmo di naso.

Quella con l’Udinese è dunque un’opportunità, anche se dopo l’avvento di Igor Tudor sulla panchina dei friulani, la squadra non ha ancora subito sconfitte, al punto che in molti hanno cominciato a chiedersi perché l’allenatore non fosse stato confermato a inizio stagione, preferendogli l’incognita Velazquez, poi rivelatasi effettivamente un azzardo pericoloso, passando poi per Davide Nicola rimasto in sella per buona parte della stagione.

Ranieri non può e non deve fare calcoli: servono punti, e occorre metterci il cuore a prescindere da chi scende in campo, ma seguendo l’esempio di Daniele De Rossi che quando c’è mostra a tutti, compagni e non solo, che cosa significhi indossare quella maglia.

Il modulo dovrebbe essere il 4-2-3-1: Juan Jesus dovrebbe giocare sulla fascia sinistra al posto dello squalificato Kolarov, mentre Florenzi dovrebbe rientrare a destra, anche per l’infortunio di Karsdorp, centrali Manolas e Fazio, in mediana De Rossi e Cristante, mentre alle spalle di Dzeko come sempre terminale offensivo, sono sicuri Zaniolo ed El Shaarawy, al loro fianco potrebbe essere utilizzato Pellegrini.

La situazione dell’ Udinese prima della partita con la Roma

Entusiasmo e voglia di centrare l’obiettivo salvezza. Il ritorno di Tudor sembra avere galvanizzato la squadra friulana che nelle ultime tre partite, non a caso, ha fatto sette punti, pareggiando solo con il Milan – che è comunque un risultato importante – e vincendo con Genoa ed Empoli, che sono due dirette concorrenti in questa battaglia per evitare il terzultimo posto, in questo momento appannaggio proprio della formazione toscana.

Contestata per l’improvvisa sostituzione di Nicola, evidentemente la dirigenza bianconera friulana ha dimostrato di sapere il fatto suo. Adesso c’è uno scoglio importante, affrontare la Roma all’ Olimpico dove, come detto, la tradizione dei confronti diretti è favorevole ai capitolini.

Assente Zeegelar per squalifica, al suo posto come esterno sinistro dovrebbe esserci ter Avest. Il modulo è sempre il 3-5-2 con Musso in porta, in difesa dovrebbero esserci Samir, Troost-Ekong e Opoku, Larsen esterno destro, Mandragora in cabina di regia con Fofana e De Paul mezzeali, mentre in attacco dovrebbero esserci Lasagna e Pussetto. Partirebbe dunque dalla panchina Okaka, uno degli ex, non dimentichiamoci che tra questi c’è anche il direttore sportivo dell’ Udinese Daniele Pradè.

 

Probabilità* di scommesse interessanti per Roma – Udinese con Bet365

Vittoria Roma: 1,50
Pareggio: 4,33
Vittoria Udinese: 6,50

Ci sono anche altre scommesse interessanti per la partita. Ad esempio

Under 0,5: 13,00
Over 5,5: 19,00
Over 4,5 Secondo Tempo: 21,00
Asian Handicap -2,5, -3  1: 5,50
Asian Handicap 0, +0,5  2: 5,50
Primo Tempo/Finale 1/2: 41,00
Primo Tempo/Finale 2/1: 19,00

Previsione scommesse Roma – Udinese con Bet365Vittoria Roma. Con una squadra giallorossa proiettata verso la necessità di conquistare almeno un posto in Europa, all “Olimpico” si preannuncia abbastanza difficile per la squadra friulana, che comunque finora con Tudor in panchina è sempre andata a punti.

Qui il confronto con un altro bookie:

Quote* scommesse per Roma – Udinese con SNAI

Vittoria Roma: 1,50
Pareggio: 4,25
Vittoria Udinese: 6,50

(Quote del 11.04.2019 alle 17.55)

football line

Pronostico Spal – Juventus Quote scommesse Serie A

Spal – Juventus Quote scommesse Serie A*
Spal 4,50/ pareggio 3,20/ Juventus 1,95
Data: 13 aprile 2019 – 15:00 ora italiana
Bookie: Bet365

Scommesse sportive Spal – Juventus

Un punto, un solo punto per conquistare lo scudetto, l’ottavo consecutivo, con sei giornate di anticipo. La Juventus è vicinissima all’obiettivo, in pratica è il suo secondo match point, dopo quello non riuscito nel turno precedente perché, nonostante la vittoria sul Milan, il Napoli ha pareggiato con il Genoa. Questa volta, comunque facciano i partenopei, dipende esclusivamente dalla squadra bianconera, che però gioca sul terreno di una delle squadre che stanno cercando punti-salvezza e hanno creato qualche imbarazzo a compagini con ben altra classifica.

Vi presentiamo quote e pronostico di Spal – Juventus, in programma allo stadio “Paolo Mazza” di Ferrara alle 15.00 di sabato 13 aprile 2019. È la partita che apre la trentaduesima giornata, tredicesima di ritorno del campionato di calcio di Serie A 2018-2019.

I precedenti di Spal – Juventus

Allo “Stadium”, il 24 novembre 2018, nella gara di andata la Juventus aveva vinto per 2 a 0, reti di Cristiano Ronaldo e Mandzukic. I confronti diretti in Serie A tra le due squadre, in gran parte lontani nel tempo, sono in tutto 35: la squadra bianconera fa la parte del leone, dato che i ferraresi ne hanno vinto uno solo, rispetto ai 23 della Juventus e undici pareggi. Successo che la Spal ottenne comunque in casa, il 10 febbraio 1957. Fu 3 a 1. Soffermandoci sulle 17 partite disputate in Emilia, a parte la vittoria della Spal appena citata, anche qui è dominio juventino, con 10 successi e 6 pareggi.

La situazione della Spal prima della partita con la Juventus

Si diceva di una Spal costretta a fare punti contro tutti, senza guardare il blasone o le necessità di classifica degli avversari. Anche perché la sconfitta di Cagliari (2 a 1) ha un po’ complicato il cammino dei “Biancazzurri” che stava procedendo deciso verso la salvezza con tre vittorie consecutive, con le romane entrambe al “Mazza” e sul campo del Frosinone, concorrente diretta.

Escludendo il Chievo, e considerando che proprio la squadra ciociara sta tentando una rimonta possibile, ma è comunque la squadra messa peggio tra le pericolanti, l’importante per gli uomini di Leonardo Semplici è cercare di non farsi risucchiare verso il terzultimo, in questo momento appannaggio dell’Empoli che in questo turno sarà a Bergamo contro l’ Atalanta, ovviamente favorita sulla carta.

Tra Empoli e Spal c’è il Bologna di Mihajlovic, che sarà a Firenze nel giorno del ritorno di Vincenzo Montella sulla panchina viola, mentre a pari punti con la squadra ferrarese c’è l’Udinese che proprio dopo la partita di Ferrara giocherà a Roma con i “Giallorossi”. Due punti sopra, Parma e Genoa, che non si possono ancora dire del tutto salve, ma sono in una situazione migliore. Questo per capire quanto affollamento ci sia in questa zona della classifica e non ci si possano permettere passi falsi.

La Spal ha il terzo peggior attacco del campionato, con 28 gol all’attivo, hanno fatto peggio soltanto Frosinone e Chievo, ma la difesa tutto sommato ha fatto meglio di altre, incassando 44 gol. Affrontare la Juventus è difficile per tutti, c’è da dire che nelle ultime gare i ferraresi tutto sommato non hanno molti gol al passivo, l’ultimo pesante fu il 4 a 1 interno con la Fiorentina il 17 febbraio.

Indisponibili Regini e Jankovic, il modulo di Semplici dovrebbe essere il consueto 3-5-2. Tra i pali ci dovrebbe essere Viviano, la difesa dovrebbe essere composta da Cionek, Vicari e Bonifazi, esterni Lazzari che rientra dalla squalifica e Fares, in mediana Schiattarella, Missiroli e Kurtic rispettivamente favoriti su Murgia, Valoti e Valdifiori, in attacco Antenucci e Petagna dovrebbero avere la meglio su Paloschi e Floccari.

La situazione della Juventus prima della partita con la Spal

Dello scudetto juventino “in fieri” abbiamo già detto ampiamente in apertura del pezzo. Da aggiungere c’è evidentemente la questione Champions League, in vicinanza del ritorno con l’Ajax allo “Stadium” dopo l’ 1 a 1 della partita di andata che è sicuramente importante, ma non basta per garantirsi il passaggio alla semifinale contro una squadra comunque scomoda come quella olandese.

Occorre riuscire a concentrarsi su due obiettivi in pochi giorni ed evitare errori di concentrazione come quello costato la sconfitta con il Genoa dopo il passaggio del turno con l’Atletico Madrid. Non conquistare lo scudetto in questa occasione, ma nella prossima, non sarebbe certo un dramma per gli uomini di Massimiliano Allegri. Ma bisogna tenere in considerazione il fatto che per la Juventus ogni mancato successo non viene vissuto benissimo. Facile quindi pensare che si cercherà di archiviare questa pratica già direttamente sul campo della Spal.

In ogni caso, è evidente che le scelte del tecnico siano condizionate dalla sfida di martedì prossimo e per questo molti titolari saranno tenuti a riposo a cominciare da Cristiano Ronaldo che è stato determinante nella gara di Amsterdam, ma è reduce da un infortunio e quindi va preservato. Dovrebbe invece esserci Szczesny tra i pali, davanti a una difesa ancora priva di caceres e soprattutto di Chiellini che proverà a recuperare per l’ Ajax, e quindi la coppia centrale dovrebbe essere composta ancora da Bonucci e Rugani, mentre sulle fasce probabilmente vedremo De Sciglio e Alex Sandro.

A centrocampo Betancur, Pjanic e Khedira date le indisponibilità di Matuidi e Can, mentre in attacco è molto probabile l’impiego di Dybala, Kean e Douglas Costa, in modo tale da tenere freschi oltre a CR7 anche Bernardeschi e Mandzukic.

Probabilità* di scommesse interessanti per Spal – Juventus con Bet365

Vittoria Spal: 4,50
Pareggio: 3,20
Vittoria Juventus: 1,95

Ci sono anche altre scommesse interessanti per la partita. Ad esempio

Under 0,5: 7,50
Over 5,5: 19,00
Over 3,5 Primo Tempo: 26,00
Asian Handicap -0,5, -1  1: 5,50
Asian Handicap +1,5, +2  2: 5,50
Primo Tempo/Finale 1/2: 29,00
Primo Tempo/Finale 2/1: 41,00

Previsione scommesse Spal – Juventus con Bet365Vittoria Juventus. Dal momento che c’è in palio la conquista aritmetica del titolo, la squadra bianconera è favorita. Ma bisogna fare attenzione a questa Spal, che spesso si è dimostrata ostica con le grandi e ha bisogno di fare punti per salvarsi. Basta una minima distrazione, magari pensando all’ Ajax, e la squadra ferrarese potrebbe fare qualche scherzo alla “Vecchia Signora”, che comunque punterà a fare proprio il confronto al “Mazza”.

Qui il confronto con un altro bookie:

Quote* scommesse per Spal – Juventus con Bwin

Vittoria Spal: 4,40
Pareggio: 3,10
Vittoria Juventus: 1,91

(Quote del 11.04.2019 alle 17.35)

football line

Pronostico Bologna – Chievo Verona Quote scommesse Serie A

Bologna – Chievo Verona Quote scommesse Serie A*
Bologna 1,50/ pareggio 4,00/ Chievo Verona 7,00
Data: 8 aprile 2019 – 20:30 ora italiana
Bookie: Bet365

Scommesse sportive Bologna – Chievo Verona

Uno scontro diretto in zona retrocessione chiuderà la trentunesima giornata del campionato di calcio di Serie A 2018-2019, la dodicesima di ritorno. Si tratta di Bologna – Chievo Verona, in programma allo stadio “Renato Dall’Ara” alle 20.30 di lunedì 8 aprile 2019. La partita, di cui vi presentiamo quote e pronostico, sarà arbitrata da Luca Pairetto di Nichelino, mentre per il VAR ci sarà Maurizio Mariani di Aprilia.

I precedenti di Bologna – Chievo Verona

Nella gara di andata la squadra veneta tenne in scacco al “Bentegodi” quella allora allenata da Pippo Inzaghi. Era l’11 dicembre 2018 e finì 2 a 2, alla guida dei clivensi in quel periodo c’era Gian Piero Ventura, che poi si è dimesso e del quale non sembra la dirigenza o la squadra parli volentieri, anche se l’ex allenatore della Nazionale, più volte ha parlato positivamente di questa sua breve parentesi.

Sono in tutto 27 i precedenti tra le due formazioni in Serie A: otto le vittorie dei felsinei, ma nove quelle dei “Gialloblu”, che nell’ultimo confronto a Bologna, il 13 maggio 2018, hanno espugnato il “Dall’Ara” vincendo 2 a 1. Dieci i pareggi. Considerando solo i 13 confronti diretti disputati in Emilia, sono davanti i padroni di casa con 6 vittorie, il doppio di quelle clivensi. Parità in quattro occasioni.

La situazione del Bologna prima della partita con il Chievo Verona

La prospettiva delle due squadre è profondamente diversa, dato che tra il Bologna terzultimo e il Chievo ultimo ci sono ben sedici punti di distacco. Uno solo invece con l’Empoli che precede gli emiliani, due con l’Udinese, quattro con la Spal: insomma, il Bologna è in piena lotta per la salvezza, e vuole giocarsi ovviamente tutte le sue carte, dopo la pesante sconfitta di Bergamo (4 a 1 per l’Atalanta).

Una battuta d’arresto che ha interrotto una striscia di tre vittorie consecutive che hanno contribuito a ridare speranza ad un Bologna aiutato in questo dalla classifica corta. Il rischio è avere di fronte, come in questo caso, una formazione che di fatto non ha niente da perdere: le manca poco alla retrocessione aritmetica, e quindi tenterà il tutto per tutto per rinviare questo verdetto.

Mihajlovic dovrebbe tornare alla formazione tipo: un 4-3-3 con Skorupski tra i pali, Danilo e Lyanco coppia centrale difensiva, sulle fasce Mbaye e Dijks, Poli e Soriano le mezzeali, con Pulgar (o Dzemaili) in cabina di regia, davanti Orsolini con Sansone e Palacio, mentre Destro dovrebbe partire dalla panchina.

La situazione del Chievo Verona prima della partita con il Bologna

Una data: 29 dicembre 2018. È il giorno in cui i clivensi hanno conquistato l’unica vittoria in questo campionato, guarda caso proprio contro l’altra squadra compromessa nella zona retrocessione, ossia il Frosinone. Una sola vittoria, 18 sconfitte e 11 pareggi. Peggiori attacco e difesa del campionato, dicono impietosi i numeri, con 21 gol fatti e 61 subiti, gli ultimi quattro sul campo del Sassuolo che ha appunto vinto 4 a 0.

Una stagione nata storta, senza dubbio, con tre allenatori cambiati e l’ultimo, Mimmo Di Carlo, che ha tentato il tutto per tutto, ma non c’è stato verso, anche per l’infortunio del “totem” Sergio Pellissier, che ora è tornato a disposizione e non si esclude che possa partire titolare. L’ipotesi è che eventualmente a lasciargli il posto possa essere Stepinski, dato che rientra Meggiorini, così come Depaoli in difesa dopo la squalifica. Quindi, 4-3-1-2 con Sorrentino tra i pali, difensori cnetrali Andreolli e Bani, laterali Depaoli e Barba, in mediana Hetemaj, Diousse e Rigoni, il trequartista Giaccherini, mentre abbiamo detto delle diverse ipotesi sulla coppia d’attacco.

 

Probabilità* di scommesse interessanti per Bologna – Chievo Verona con Bet365

Vittoria Bologna: 1,50
Pareggio: 4,00
Vittoria Chievo Verona: 7,00

Ci sono anche altre scommesse interessanti per la partita. Ad esempio:

Casa/Fuori 2: 5,00
Under 0,5: 8,50
Over 5,5: 17,00
Over 3,5 Primo Tempo: 26,00
Asian Handicap -2,5, -3  1: 6,60
Asian Handicap 0, +0,5  2: 5,75
Asian Handicap +0,5  2: 6,25
Primo Tempo/Finale 1/2: 51,00
Primo Tempo/Finale 2/1: 23,00

Previsione scommesse Bologna – Chievo Verona con Bet365Vittoria Bologna. Favorita la squadra di casa, che deve giocarsi tutte le possibilità per salvarsi. In teoria il Chievo avrebbe ancora qualche remota opportunità, ma come abbiamo spiegato, delle ultime tre solo la squadra felsinea ha realmente la concreta possibilità di uscire dalla zona retrocessione. E con un allenatore come Mihajlovic, c’è da scommettere che tenterà il tutto per tutto per vincere questo scontro diretto.

Qui il confronto con un altro bookie:

Quote* scommesse per Bologna – Chievo Verona con Bwin

Vittoria Bologna: 1,50
Pareggio: 4,00
Vittoria Chievo Verona: 7,25

(Quote del 06.04.2019 alle 22.15)

football line
i-bookmakers.it valuta e confronta con costante aggiornamento tutti gli importanti bookmakers autorizzati in Italia.   18+   AAMS
Bookmakers | Bookmaker online | Scommesse sportive | Scommesse calcistiche | Scommesse live | Siti di scommesse | Scommesse Online | Bookmaker
Vi raccomandiamo di scommettere con responsabilità.