Logo di i-bookmakers .it
Notizie di Scommesse

Roma

In questa pagina trovate articoli riguardanti Roma.
football line

Pronostico Roma – Real Madrid Quote scommesse Amichevoli Club

Roma – Real Madrid Quote scommesse Amichevoli Club*
Roma 2,85/ pareggio 3,60/ Real Madrid 2,10
Data: 11 agosto 2019 – 20:00 ora italiana
Bookie: SNAI.it

Scommesse sportive Roma – Real Madrid

Chiamiamoli pure collaudi estivi, mettiamo in preventivo che le formazioni non saranno poi quelle che vedremo nei rispettivi campionati o nelle coppe europee, resta il fatto che partite come Roma – Real Madrid restano sempre affascinanti ed evocative, se non altro per il blasone delle formazioni, per quanto l’ultimo successo della Roma è abbastanza lontano nel tempo. La sfida si gioca allo Stadio Olimpico alle 20.00 di domenica 11 agosto 2019, e per la squadra di Fonseca è certamente un test molto importante, in vista degli impegni che attendono i “Giallorossi”. Intendiamoci: anche il Real appare squadra in rodaggio, ma sfide di questo tipo appaiono stimolanti anche per chi sulla carta dovrebbe essere il più forte.

I precedenti di Roma – Real Madrid

L’ultima vittoria della Roma, peraltro ai calci di rigore, risale alla sfida di International Champions Cup del 18 luglio 2015, poco probante anche come precedente, dato che si giocò in Australia. Prima di questa, occorre andare al 2008, dove tra febbraio e marzo i capitolini inanellarono due vittorie per 2 a 1 agli ottavi di finale di Champions League. Comunque sia, il Real domina nei precedenti, e ha sempre vinto negli ultimi cinque incontri disputati contro i romanisti, di cui quattro proprio in Champions. L’ultima doppia sfida l’abbiamo avuta nella fase a gironi 2018-2019, quindi parliamo degli ultimi mesi dello scorso anno, e anche se i “Blancos” stavano vivendo una prima fase di stagione piuttosto travagliata, ebbero facilmente ragione dei “Giallorossi” allenati da Eusebio Di Francesco: 3 a 0 al “Bernabeu”, 2 a 0 all’Olimpico.

La situazione della Roma prima dell’incontro con il Real Madrid

La Roma sta assimilando la nuova guida tecnica, e nelle sue uscite estive da luglio a oggi non ha mai perso: ha vinto contro formazioni di categoria inferiore, ma anche con il Lille lo scorso 3 agosto (3-2) mentre ha pareggiato 2-2 con l’Athletic Bilbao. L’incognita può essere rappresentata dalla voglia di Edin Dzeko di andare all’Inter, anche se l’attaccante bosniaco è stato comunque uno dei protagonisti di questa estate romanista, e paradossalmente il suo momento di forma potrebbe rivelarsi un ostacolo alla trattativa. Fonseca ha detto chiaramente che lo vorrebbe trattenere, o che altrimenti ci vuole al suo posto un altro trascinatore. Si sta parlando molto della possibilità di uno scambio con Mauro Icardi, ma l’ipotesi non sembra particolarmente accreditata dalla piazza. Comunque, al momento Dzeko è un giocatore della Roma e come tale partirà titolare in questa partita. Senza se e senza ma. Inoltre il tecnico ha dichiarato di aspettarsi ancora l’arrivo di un difensore centrale dal mercato. È chiaro come la Roma rimanga una grande scommessa in questa stagione. Dipenderà anche dalla capacità del suo tecnico di adattarsi al nostro calcio, e questa risposta la potremo avere solo in campionato.

Per quanto riguarda la formazione, sarà confermato il 4-2-3-1 visto in questi primi test: naturalmente saranno schierati gli uomini più in forma. Lopez tra i pali, al centro della difesa con Juan Jesus dovrebbe esserci Mancini, con Fazio che partirà dalla panchina, mentre ai lati dovrebbero giocare Spinazzola e Florenzi, in mediana Diawara e Cristante, Under e Perotti dovrebbero agire in attacco, con Zaniolo trequartista alle spalle di Dzeko.

La situazione del Real Madrid prima dell’incontro con la Roma

Nelle sue uscite estive il Real Madrid non ha entusiasmato, ma c’è anche da dire che Zidane sta sperimentando, e che il caso Bale (di fatto ripudiato dall’allenatore) sta creando qualche tensione tra i “Blancos”. Comunque, in questo calcio d’estate non è che la squadra sia partita benissimo, anche se una formazione un po’ diversa (e la difesa a tre) ha sconfitto il Salisburgo in amichevole lo scorso 7 agosto.

Contro la Roma, dovrebbe esserci un Real che torna al 4-4-2 con una squadra piuttosto vicina a quella che sarà schierata nella Liga. Tra i pali dovrebbe esserci Navas, anche se Courtois è a disposizione, difensori centrali Ramos e Varane, laterali Marcelo e Carvajal. Il centrocampo di partenza dovrebbe vedere Kross e Modric in mediana, con Lucas e Hazard ai lati, anche se nella ripresa ci si attendono dei cambi. Le punte saranno Benzema e Rodrygo.

Probabilità * di scommesse interessanti per Roma – Real Madrid con SNAI.it

Vittoria Roma: 2,85
Pareggio: 3,60
Vittoria Real Madrid: 2,10

 

Ci sono anche altre scommesse interessanti per la partita. Ad esempio:

Under 1,5: 5,00
Under 2,5: 2,40
Over 2,5: 1,47
Gol/Non Gol: Sì 1,40   No 2,60
Handicap inizia 1-0:  1  6,00    X  4,75   2  1,30
Handicap inizia 0-1:  1  1,57   X  4,25   2  3,85

Previsione scommesse Roma – Real Madrid con SNAI.it: Vittoria Real Madrid. È sempre difficile riuscire a decifrare il possibile esito di un’amichevole d’estate, anche se la preparazione delle squadre ovviamente migliora in prossimità dell’inizio della stagione. È evidente come i madridisti appaiano sulla carta favoriti in ogni caso, per quanto le prime uscite della squadra di Zidane non si possano definire esattamente entusiasmanti in questa stagione.

Qui il confronto con un altro bookie:

Quote * scommesse per Roma – Real Madrid con Unibet.it

Vittoria Roma: 2,90
Pareggio: 3,60
Vittoria Real Madrid: 2,10

(Quote del 11.08.2019 alle 5.20)

football line

Pronostico Roma – Parma Quote scommesse Serie A

Roma – Parma Quote scommesse Serie A*
Roma 1,18/ pareggio 7,00/ Parma 13,00
Data: 26 maggio 2019 – 20:30 ora italiana
Bookie: Bet365

Scommesse sportive Roma – Parma

Almeno l’ Europa League, ma provarci ancora con la Champions sperando negli (improbabili) passi falsi delle altre contendenti. La caccia al quarto posto continua anche nell’ultima giornata del campionato di calcio di Serie A 2018-2019, che propone Roma – Parma. I “Giallorossi” contro una squadra che sperano appagata dalla salvezza appena conquistata, mentre loro devono ancora dare un senso alla propria stagione. Con molti giocatori al passo d’addio, su tutti il capitano Daniele De Rossi, e una tifoseria ormai in rotta di collisione contro una proprietà distante che sta facendo delle scelte che non vengono condivise.

Perfino Claudio Ranieri, chiamato a guidare la squadra fino al termine della stagione, subentrato a un Di Francesco che merita un riscatto in qualche altro team, ha fatto chiaramente capire, lui che della Roma è tifoso, che se non ci fosse stato Francesco Totti nella dirigenza, forse in questa avventura non si sarebbe imbarcato. Anche se nelle ultime conferenze stampa ha cercato di addolcire la forma, la sostanza è rimasta dura nei confronti di Pallotta e Baldini, che stanno facendo delle scelte poco comprese dai tifosi, compresa quella di costringere all’addio un De Rossi che si sente ancora giocatore e che quindi chiuderà altrove (fuori Italia) la sua carriera.

Ecco: questa contraddizione fra Trigoria e Boston, passando per Londra, la dice lunga sul clima che si respirerà allo stadio Olimpico, dove si gioca questa partita, alle 20.30 di domenica 26 maggio 2019. Arbitro Paolo Mazzoleni di Bergamo, per il VAR Fabio Maresca di Napoli.

I precedenti di Roma – Parma

Il 29 dicembre 2018 la Roma allora allenata da Eusebio Di Francesco vinse 2 a 0 al “Tardini”. L’ultimo successo degli emiliani, peraltro casalingo, risale al 16 settembre 2013, ma l’unico dei “Ducali” all’ Olimpico, firmato da Hernan Crespo, risale al 1997.

In Serie A le due formazioni si sono incrociate 49 volte, 24 delle quali a Roma, e in molti casi il risultato si è rivelato un over 2,5, ma non negli ultimi due incontri. Complessivamente, i capitolini si sono imposti 30 volte, 17 delle quali tra le mura amiche, nove volte il successo è stato degli emiliani ma come detto solo in un caso c’è stata la vittoria esterna, mentre dei dieci pareggi complessivi, sei sono stati conseguiti all’Olimpico.

La situazione della Roma prima della partita con il Parma

I problemi e le contraddizioni di una Roma che deve ancora tracciare un bilancio alla sua stagione, ma che è ancora in corsa per la Champions e (soprattutto) per l’Europa League, li abbiamo già analizzati. Ora cerchiamo invece di capire le combinazioni che potrebbero aprire la porta alla squadra giallorossa verso le competizioni continentali. La Roma, dopo aver pareggiato sul campo del Sassuolo, è sesta a 63 punti, ed è il posto che porta ai preliminari di Europa League. Due punti sopra, in quello che consente di accedere alla fase a gironi, c’è il Milan, mentre a 66 punti Atalanta e Inter stanno occupando il terzo e quarto posto, che portano in Champions League.

Per arrivare alla Champions serve una combinazione complessa di risultati, la Roma deve fare una sua parte molto impegnativa e comunque guardare agli altri risultati. Non basta vincere con il Parma, bisogna provare a infliggergli cinque gol di scarto sperando nella sconfitta delle milanesi, il che è già abbastanza difficile in sé. Oppure vincere senza questa megaimpresa, sperando che perdano oltre a Inter e Milan, anche l’Atalanta. Ovviamente Ranieri sprona i suoi all’ultimo miglio, pur sapendo che l’impresa è molto difficile.

L’annata non è stata delle migliori, e i tifosi vogliono unire alla festa di addio per De Rossi (ma se ne andranno quasi certamente anche Dzeko e altri) la contestazione per una società che vedono poco vicina. Le scelte vanno indubbiamente fatte, il ricambio generazionale in certi casi è necessario, ma la vicenda Totti doveva aver insegnato che ci sono alcune figure che vanno rispettate anche nella forma, per quanto hanno dato alla società. Sì, le bandiere: è questo che probabilmente ha infastidito un ambiente che tiene molto alla propria romanità, e che avrebbe preferito un finale diverso sotto questo profilo. Di certo l’entourage di Pallotta non si aspettava che la protesta travalicasse addirittura i confini nazionali, ma questo probabilmente significa non conoscere ancora benissimo l’ambiente romano e romanista. Non basta, insomma, prendersela con le radio sportive locali, per quanto il loro seguito sia una peculiarità tipicamente romana.

Ma, appunto, le peculiarità andavano comprese, e forse Ranieri, in queste settimane, andava ascoltato di più. Invece ha dovuto pensare solo a salvare il salvabile, sapendo peraltro dall’inizio che il suo mandato era a termine, comprendendo evidentemente i problemi che ha avuto Di Francesco, per quanto il principale era probabilmente il legame con l’ex direttore sportivo Monchi, che non sarà certamente ricordato in modo positivo a Roma, pur avendo portato Zaniolo.

Comunque bisogna chiudere al meglio, e almeno meritarsi l’Europa League, l’ “uovo oggi”, dato che la “gallina domani”, se non un miraggio, è difficilmente conquistabile ma non del tutto impossibile. Sarà quindi una Roma che andrà all’arrembaggio, cercando continuamente la porta avversaria. Sarà 4-3-3 con in porta un ex come Mirante, titolarissimo con l’avvento di Ranieri, davanti a lui come coppia centrale difensiva Fazio e Manolas, sulle fasce Florenzi e Kolarov, in cabina di regia naturalmente De Rossi, mezzeali Pellegrini e Cristante, tridente con Under, Dzeko ed El Shaarawy.

 

La situazione del Parma prima della partita con la Roma

È stato un campionato non brillantissimo, per la squadra di Roberto D’Aversa, ma la salvezza è stata conquistata grazie al successo interno per 1 a 0 contro una Fiorentina troppo nervosa perché probabilmente impreparata a dover lottare per non retrocedere. Così, a 41 punti insieme con Bologna e Cagliari, i “Ducali” sono riusciti a uscire dal vortice di chi lotta per evitare il terzultimo posto.

Certo, bisogna chiudere bene, e la squadra ci proverà, consapevole che si troverà di fronte una Roma disposta a tutto, e occorrerà soprattutto gestire al meglio la difesa, e magari ripartire nei varchi che i capitolini rischiano di creare dovendo “fare” per forza la partita. L’intenzione è quella di non peggiorare la posizione in classifica e magari chiudere migliorandola. Difficilmente si arriverà al decimo posto che teoricamente sarebbe anche possibile, ma salire sopra l’attuale quattordicesima piazza non verrebbe ovviamente disprezzato.

In tutto questo, però, l’emergenza continua: oltre a Inglese, il grande ex Gervinho, Sierralta e forse Rigoni, non sarà della partita Gagliolo che si è dovuto fermare in allenamento. La notizia positiva è il rientro di Bruno Alves dopo la squalifica. Possibile dunque un 3-5-2 capace di trasformarsi in difesa a cinque nell’eventualità sia necessario: tra i pali potrebbe esserci Frattali, facendo tirare il fiato a Sepe, in difesa Iacoponi, Alves e Bastoni, sugli esterni Gazzola e Di Marco, in mediana Kucka, Scozzarella e Barillà, davanti è ballottaggio tra Siligardi e Sprocati per affiancare Ceravolo.

Probabilità* di scommesse interessanti per Roma – Parma con Bet365

Vittoria Roma: 1,18
Pareggio: 7,00
Vittoria Parma: 13,00

Ci sono anche altre scommesse interessanti per la partita. Ad esempio:

Casa/Fuori  2: 11,00
Under 0,5: 23,00
Over 7,5: 17,00
Over 4,5 Primo Tempo: 23,00
Over 5,5 Secondo Tempo: 26,00
Asian Handicap -4  1: 6,25
Asian Handicap 0, -0,5   2: 6,60
Primo Tempo/Finale 1/2: 67,00
Primo Tempo/Finale X/2: 26,00

Previsione scommesse Roma – Parma con Bet365Vittoria Roma. I capitolini vogliono lasciare il segno, a prescindere da come si chiuderà la stagione, anche perché alcuni di loro sono al passo d’addio e hanno tutta l’intenzione di farsi rimpiangere. Gli emiliani cercheranno di onorare il finale di campionato, ma a salvezza raggiunta sarà difficile fronteggiare una squadra che ha ancora un obiettivo stagionale, per quanto ridimensionato possa essere.

Qui il confronto con un altro bookmaker:

Quote* scommesse per Roma – Parma con Bwin

Vittoria Roma: 1,20
Pareggio: 7,00
Vittoria Parma: 13,50

(Quote del 25.05.2019 alle 07.50)

football line

Pronostico Sassuolo – Roma Quote scommesse Serie A

Sassuolo – Roma Quote scommesse Serie A*
Sassuolo 5,75/ pareggio 5,00/ Roma 1,45
Data: 18 maggio 2019 – 20:30 ora italiana
Bookie: Bet365

Scommesse sportive Sassuolo – Roma

L’ultima partita del sabato di questo trentasettesimo turno di campionato guarda all’alta classifica, dopo due match importanti per la salvezza. Al “Mapei Stadium” il Sassuolo affronta la Roma che ancora spera di poter giocare la Champions League, anche se è la squadra con meno chance nel gruppetto che si contende questo obiettivo. Si gioca alle 20.30 di sabato 18 maggio 2019, sotto la direzione di gara di Fabio Maresca di Napoli, con Daniele Chiffi di Padova impegnato al VAR.

I precedenti di Sassuolo – Roma

La Roma ancora allenata da Eusebio Di Francesco aveva vinto il match dell’ Olimpico nel giorno di Santo Stefano: un 3 a 1 con reti romaniste di Perotti su rigore, Schick e Zaniolo, mentre al novantesimo Babacar aveva accorciato le distanze.

In tutto sono undici i confronti diretti disputati tra le due squadre, con precedenti impietosi per il Sassuolo che non ne ha mai vinto uno, neanche in casa dove ha invece sempre perso. Delle sette vittorie romaniste nel conto complessivo (che comprende anche quattro pareggi), in Emilia la squadra capitolina ne ha colto ben cinque. Cioè ha fatto l’en plein, subendo solo una rete.

La situazione del Sassuolo prima della partita con la Roma

Forse è il momento giusto per cercare di cambiare la statistica, magari sfruttando le possibili distrazioni della Roma di cui parleremo tra poco e che Claudio Ranieri teme. Di certo Roberto de Zerbi ci tiene a chiudere bene una stagione nella quale il Sassuolo magari non ha sempre brillato, come magari era successo al suo predecessore Di Francesco (i “fantasmi” che a volte si richiamano in certi confronti…) ma che comunque, in una classifica corta e non facile per nessuno, è riuscito a conquistare quella salvezza di cui troppi, nella medio-bassa classifica, sono ancora alla ricerca dopo la “resurrezione” dell’ Empoli.

Ovviamente dalle parti dello “Stadium” ci si attende una Roma determinata a giocarsi le sue residue chances europee, e comunque non si può guardare alle sottigliezze, quando si tratta di salutare il proprio pubblico. La brutta notizia riguarda Stefano Sensi, operato alla mano destra (intervento perfettamente riuscito) dopo una frattura per uno scontro fortuito in allenamento. Lavoro differenziato per Bourabia, Magnani e Peluso.

Con il centrocampo un po’ risicato, De Zerbi dovrà pensare al modulo da mettere in campo, e a questo punto non si esclude l’utilizzo di Locatelli. Possiamo ipotizzare un 4-3-3 con Consigli tra i pali, Ferrari e Demiral al centro della difesa, sulle fasce Lirola e Rogerio, centrocampo con Locatelli, Magnanelli e Duncan, attacco con Berardi, Babacar e Boga.

La situazione della Roma prima della partita con il Sassuolo

La Roma deve provarci, ma l’ambiente, già innervosito per l’andamento della stagione, adesso è in subbuglio per la decisione dei vertici di non rinnovare il contratto a Daniele De Rossi, che in un certo senso ha visto discorde lo stesso tecnico Claudio Ranieri, che sta cercando di raggiungere gli obiettivi prefissati e poi quasi sicuramente si accaserà altrove, dal momento che le proposte non gli mancano.

De Rossi, in conferenza stampa, con diplomazia e signorilità ha segnato il suo distacco dalla dirigenza attuale (non intesa come chi è a Trigoria, ma invece da individuare in Pallotta e Baldini), vuole legittimamente giocare ancora per qualche stagione e non ha in mente un futuro come dirigente, ma come allenatore, seguendo l’esempio del padre. Poi – in un ambiente calcistico caldo è inevitabile – spunta l’audio delle trattative, ma queste sono tutte cose che servono a poco o nulla: la decisione è presa, il diretto interessato ha già detto ai tifosi romanisti che anche di fronte a un ripensamento societario sarebbe lui, questa volta, a dire no.

La domanda è: era proprio necessaria una situazione di questo tipo quando c’è ancora un obiettivo stagionale importante da cercare di poter raggiungere? Si vuole arrivare al “rompete le righe” prima di aver conquistato almeno almeno un posto ai preliminari di Europa League? Il timore di Ranieri è che oltre all’ambiente sia deconcentrata anche la truppa, che deve affrontare un Sassuolo che – lo ha già dimostrato pur perdendo con il Torino – è poco incline a fare sconti, e la classifica per questa maxivolata non è benevola per i “Giallorossi”, che stanno tentando il tutto per tutto e nel turno precedente hanno sconfitto una Juventus un po’ in clima da “ultimo giorno di scuola”.

Difficile il recupero di Pellegrini, che a questo punto dovrebbe lasciare il posto proprio al capitano, che quindi potrebbe farsi rimpiangere ancora di più al termine della stagione. Si dovrebbe giocare con il 4-2-3-1: in porta Mirante, Manolas e Fazio al centro della difesa, sulle fasce Florenzi e Kolarov, in mediana De Rossi e Nzonzi, sugli esterni Under ed El Shaarawy, Zaniolo alle spalle di Dzeko terminale offensivo.

 

Probabilità* di scommesse interessanti per Sassuolo – Roma con Bet365

Vittoria Sassuolo: 5,75
Pareggio: 5,00
Vittoria Roma: 1,45

Ci sono anche altre scommesse interessanti per la partita. Ad esempio:

Under 0,5: 21,00
Over 7,5: 26,00
Asian Handicap -0,5, -1   1: 6,80
Asian Handicap -0,5   1: 5,25
Asian Handicap +2,5, +3   2: 5,00
Asian Handicap +3  2: 7,00
Primo Tempo/Finale 2/1: 41,00
Primo Tempo/Finale 1/X, 1/2, 2/X: 17,00

Previsione scommesse Sassuolo – Roma con Bet365Vittoria Roma. I bookmakers danno molto affidamento a una vittoria della Roma, che tuttavia potrebbe essere distratta oltremisura dalle vicende interne, in particolare dal mancato rinnovo a Daniele De Rossi, che come detto sta mettendo in subbuglio la tifoseria.

Qui il confronto con un altro bookie:

Quote* scommesse per Sassuolo – Roma con Unibet

Vittoria Sassuolo: 6.50
Pareggio: 4,80
Vittoria Roma: 1,45

(Quote del 17.05.2019 alle 07.45)

football line

Pronostico Roma – Juventus Quote scommesse Serie A

Roma – Juventus Quote scommesse Serie A*
Roma 2,45/ pareggio 3,45/ Juventus 2,80
Data: 12 maggio 2019 – 20:30 ora italiana
Bookie: Unibet

Scommesse sportive Roma – Juventus

Tentare in casa di cogliere tre punti importanti contro i campioni d’Italia e sperare in un passo falso dell’ Atalanta, magari sperando in una sua “distrazione” legata all’imminente finale di Coppa Italia. Obbligatorio crederci ancora per la Roma impegnata contro la Juventus allo Stadio Olimpico alle 20.30 di domenica 12 maggio 2019, nella trentaseiesima e terzultima giornata del campionato di Serie A 2018-2019. Posta in palio importantissima per gli uomini di Claudio Ranieri, chiamato a tenere concentrati i suoi mentre la dirigenza, tra Boston e Trigoria, appare più impegnata a pensare alla squadra del futuro che a quella del presente che ha ancora un obiettivo da poter conquistare. Ma si sa come sia difficile lavorare a Roma in ambito calcistico. Tornando alla partita, una delle principali di questo turno di campionato, l’arbitro sarà Davide Massa di Imperia, mentre per il VAR è stato designato il bergamasco Paolo Mazzoleni.

I precedenti di Roma – Juventus

Una delle tante classiche proposte da questo turno di campionato: all’andata, il 22 dicembre 2018 quando l’allenatore giallorosso era ancora Eusebio Di Francesco, fu la Juve a vincere per 1 a 0 allo “Stadium”. Fu sufficiente una rete di Mario Mandzukic al 35° per far pendere la bilancia dalla parte bianconera. Non è una partita nella quale generalmente si segni molto, questa sfida, anche se delle eccezioni ci sono (nel 2012 inteso come annata calcistica, tra campionato e Coppa Italia si segnarono dodici gol in tre incontri). In A i precedenti complessivi sono 169: 81 di questi vinti dalla Juventus, rispetto ai 39 della Roma e 49 pareggi. Dato che si inverte del tutto considerando soltanto le 84 sfide disputate nella Capitale, dove i “Giallorossi” hanno vinto 31 volte contro le 25 degli ospiti, mentre 28 volte la sfida è terminata in parità. L’ultimo successo esterno juventino fu l’11 maggio 2014, anche qui una vittoria di misura per 1 a 0. Segnò Osvaldo, classico gol di un ex che adesso ai campi di calcio preferisce il rock e il ballo, anche se c’è da dire che nessuno è sembrato piangere calde lacrime per le sue reiterate dichiarazioni nelle quali ogni tanto ribadisce la bontà della sua scelta.

La situazione della Roma prima della partita con la Juventus

Tutto è ancora possibile, anche per la Champions a condizione che l’Atalanta sbagli qualcosa, e che il Milan continui con le sue difficoltà. Possibile, ma non facilissimo: Claudio Ranieri sa benissimo che deve contare sulle sue forze, anche se ogni tanto “ragionare da romanista”, ossia da allenatore che è anche storico tifoso della propria squadra, lo porta a qualche dichiarazione che in questa fase rischia di essere controproducente per il cammino di una formazione che può ancora farcela, anche se al momento l’Europa League appare come obiettivo più facile, tenendo a bada il Torino e la stessa Lazio che però potrebbe conquistarsi il posto vincendo la Coppa Italia (e lì c’è sempre di mezzo l’Atalanta, però).

Guardiamola, questa classifica, così vicina ma in parte anche così delineata: Juventus prima e Napoli secondo con il conforto dell’aritmetica, Inter e Atalanta sembrano ora giocarsi terza e quarta piazza, distando tra loro un solo punto in favore dei milanesi, poi ci sono il Milan e la Roma entrambi a 59. Al momento, i “Rossoneri” entrerebbero in Europa League dalla porta principale (fase a gironi) e i “Giallorossi” da quella secondaria (preliminari). Ma tutto può ancora accadere, come ci insegnano anche partite recentissime di Champions…

Tranne gli indisponibili, che sono importanti come Perotti e Santon, in campo andranno i titolarissimi: in porta sempre Mirante, una scelta tecnica di Ranieri che ha mostrato di preferire l’italiano a Olsen, anche perché obiettivamente il portiere di Castellammare di Stabia si sta dimostrando in un grande momento, suggellato dal rigore parato al Genoa nel confronto terminato 1 a 1. Davanti a lui, sarà 4-2-3-1: c’è Manolas al centro della difesa con Fazio, così come Florenzi a destra con Kolarov sulla fascia sinistra. Ottima notizia per il tecnico è il ritorno di Daniele De Rossi: il capitano sarà quindi in mediana con Cristante. Zaniolo (o Under), Pellegrini ed El Shaarawy dovrebbero agire alle spalle di Dzeko, terminale offensivo sicuro del posto.

La situazione della Juventus prima della partita con la Roma

Alla Continassa si potrebbe esporre il cartello “lavori in corso”. Al di là delle voci, sussurri e grida che prima di un confronto importante ci sono sempre (ci riferiamo, attenzione, non alla partita, ma al faccia a faccia tra Massimiliano Allegri e Andrea Agnelli), c’è da completare al meglio una stagione nella quale ormai si è detto tutto. Solo lo scudetto conquistato fra i tre obiettivi stagionali, ma preso con larghissimo anticipo, e se non altro la Champions League ha dimostrato come non sia caduta solo la Juventus, ma anche altre pretendenti storicamente pronosticate.

È l’anno del calcio inglese, e questa è una piccola consolazione dato che è andato fuori (rocambolescamente) anche l’Ajax che aveva eliminato i “Bianconeri” e che davvero pensava che fosse la volta buona per conquistare la coppa dalle grandi orecchie. Per di più, fuori Ronaldo e fuori anche Messi, dato che è uscito anche il Barcellona. Quindi, i detrattori di Allegri o del suo gioco talvolta considerato troppo utilitaristico, si saranno forse divertiti di più, ma anche loro alla fine non hanno azzeccato i pronostici…

Comunque, in queste ultime giornate Allegri fa esperimenti, magari non come il Chievo Verona retrocesso che mette al palo alcuni titolari schierando la linea verde che poi – vedi alla voce Spal –, una volta che l’avversaria lo sa la mette proprio sul piano dell’esperienza… Allegri, scottato anche dalla sconfitta con la squadra ferrarese che lo accomuna in questo alla squadra ultima in classifica,  cerca di proporre formazioni più attrezzate. L’assenza concreta di un obiettivo, tuttavia, si fa sentire, dato che la “Vecchia Signora” ha colto due pareggi consecutivi, con l’ Inter e nel derby con il Torino (1-1), nel quale in particolare deve ringraziare Cristiano Ronaldo che ha raddrizzato una situazione che proprio in quella stracittadina poteva rivelarsi un po’ spiacevole in caso di sconfitta.

Con la Roma non è un derby, ma è comunque una partita contro una squadra che lotta ancora per qualcosa di concreto, e che vuole presentarsi in grande spolvero, al netto di ogni polemica interna. Con Bernardeschi squalificato ed Emre Can ancora fuori, Allegri dovrebbe schierare un 4-4-2. Tra i pali il ballottaggio è tra Szczesny e Pinsoglio, che qualche minuto in campo vorrebbe giustamente farlo. Per quanto riguarda la coppia centrale difensiva, Rugani potrebbe rilevare uno tra Bonucci e Chiellini, mentre sulle fasce dovrebbero esserci Cancelo e Spinazzola, in mediana Bentancur e Pjanic, sugli esterni Cuadrado e Matuidi, le punte Ronaldo e Kean, con la possibilità di utilizzare Dybala a gara in corso.

Probabilità* di scommesse interessanti per Roma – Juventus con Unibet

Vittoria Roma: 2,45
Pareggio: 3,45
Vittoria Juventus: 2,80

Ci sono anche altre scommesse interessanti per la partita. Ad esempio:

Under 0,5: 13,00
Over 6,5: 30,00
Handicap -3   1: 29,00
Handicap 2  2: 14,00
Handicap 3  2: 36,00   X: 18,00
Primo Tempo/Finale 1/2: 26,00
Primo Tempo/Finale 2/1: 25,00

Previsione scommesse Roma – Juventus con UnibetVittoria Roma. Ebbene sì: anche se di poco, i bookmaker, compreso quello che prendiamo qui in esame, questa volta favoriscono la squadra di casa, che ha un obiettivo concreto da raggiungere, per quanto non facile ma ancora possibilissimo, e schiererà la sua formazione titolare, mentre è normale che Allegri voglia fare qualche esperimento di qui al termine della stagione. A prescindere dal fatto che lui ci sia o meno alla guida della squadra nel prossimo campionato, cosa che sicuramente non sarà per Ranieri.

Qui il confronto con un altro bookie:

Quote* scommesse per Fiorentina – Milan con Eurobet

Vittoria Roma: 2,50
Pareggio: 3,50
Vittoria Juventus: 2,75

(Quote del 10.05.2019 alle 06.05)

football line

Pronostico Roma – Cagliari Quote scommesse Serie A

Roma – Cagliari Quote scommesse Serie A*
Roma 1,40/ pareggio 4,20/ Cagliari 8,00
Data: 27 aprile 2019 – 18:00 ora italiana
Bookie: Bet365

Scommesse sportive Roma – Cagliari

Il secondo anticipo della quindicesima giornata di ritorno, quintultima e da calendario trentaquattresima del campionato di calcio di Serie A 2018-2019, si gioca alle 18.00 di sabato 27 aprile 2019 allo stadio Olimpico. Di fronte Roma e Cagliari, la prima a caccia del quarto posto sperando ovviamente nelle altrui “disgrazie”, l’avversaria che altro non ha da chiedere a questo campionato se non, magari, concluderlo nella parte sinistra della classifica dove ora si trova, essendo decima.

I precedenti di Roma – Cagliari

Fu una partita piena di gol ma senza un vincitore, quella di andata terminata 2 a 2 l’8 dicembre 2018. A dire il vero, fu la Roma a buttare via la vittoria, dopo avere dominato il primo tempo, chiuso in vantaggio con due gol di Cristante e Kolarov. I sardi accorciarono le distanze all’84° con un gol di Ionita. Ma la beffa per la squadra allora guidata da Eusebio Di Francesco si verificò in pieno recupero, un minuto dopo che il Cagliari era rimasto in doppia inferiorità numerica per un doppio giallo a Ceppitelli e un rosso diretto a Srna, entrambi cacciati per offese al direttore di gara. Con due giocatori in meno, dunque, la squadra di casa riuscì a pareggiare il conto con una rete di Sau, successivamente ammonito da un fiscalissimo Mazzoleni.

I precedenti complessivi in A sono 77, 38 dei quali disputati nella Capitale: domina la Roma con 33 vittorie, 19 casalinghe, contro 18 del Cagliari (4 all’ Olimpico), mentre i pareggi sono 26. L’ultimo successo dei sardi in casa romanista risale al primo febbraio 2013: fu 4 a 2. Da allora, un pareggio e un filotto casalingo giallorosso che dura da tre gare.

La situazione della Roma prima della partita con il Cagliari

Al di là delle voci sulla Roma del futuro, su un asse Trigoria-Boston che lascia qualche perplessità, con le trattative non smentite con Gianluca Petrachi come direttore sportivo che hanno fatto storcere il naso al presidente del Torino Urbano Cairo, suo attuale datore di lavoro, possibile strada per arrivare ad Antonio Conte come prossimo allenatore.

Claudio Ranieri (un ex del Cagliari che allenò una trentina di anni fa portandolo dalla C alla A), chiamato per salvare la stagione e apparentemente poco interessato a quello che succederà dopo, vuole centrare l’obiettivo del quarto posto. Può farcela se il Milan continuerà a “sgonfiarsi” (gli spifferi su Gattuso certamente non hanno fatto bene alla tenuta della squadra e se si vuole salvare una stagione e centrare il quarto posto forse sarebbe stato meglio evitarli) e se l’Atalanta, in gran forma e fresca di semifinale di Coppa Italia superata, abbia qualche momento di fisiologico cedimento per stanchezza. La Roma ha solo un punto in meno di queste due squadre che la precedono.

Da quattro partite la squadra capitolina va a punti, nell’ultimo turno ha pareggiato 1 a 1 in casa dell’ Inter, risultato molto importante anche per le ambizioni romaniste. E adesso un incontro che sulla carta non appare proibitivo, anche se le squadre di Rolando Maran sono abbastanza ostiche.

Indisponibili Santon e De Rossi oltre agli squalificati Zaniolo e Cristante, Karsdorp in dubbio, il modulo dovrebbe essere il 4-2-3-1: Mirante ancora una volta tra i pali, al centro della difesa Fazio sicuro, Manolas da valutare per il problema all’adduttore prima di Inter – Roma, in caso giocherà Juan Jesus. Laterali difensivi Florenzi e Kolarov, in mediana Lorenzo Pellegrini e Nzonzi, sulle fasce Under ed El Shaarawy, mentre alle spalle di Dzeko è favorito Pastore su Schick.

 

La situazione del Cagliari prima della partita con la Roma

Prendersi altre belle soddisfazioni dopo una salvezza conquistata con largo anticipo, e una metà classifica che è un bel vedere per un Cagliari che può chiudere l’annata con grande tranquillità.  Alla “Sardegna Arena” soffrono quasi tutte, in trasferta spesso si perde ma non sempre. Il pareggio con il Torino, arrivato dopo la vittoria interna con la Spal e prima di quella con il Frosinone (1-0) ha rappresentato un passaggio importante per una squadra non molto prolifica (32 gol realizzati) ma che in difesa se la cava (44 subiti, come la Sampdoria, molte hanno fatto meglio, ma anche peggio).

Tutti a disposizione a parte Castro e lo squalificato Faragò, Maran metterà in campo un 4-3-1-2: tra i pali Cragno, centrali di difesa Ceppitelli e Pisacane, laterali Srna e il “prestito” Luca Pellegrini, il cui cartellino è della Roma dove è destinato a tornare nella prossima stagione. Cigarini il regista, le mezzeali Ionita e Padoin, Barella nel ruolo di trequartista alle spalle di Pavoletti e Joao Pedro.

 

Probabilità* di scommesse interessanti per Roma – Cagliari con Bet365

Vittoria Roma: 1,40
Pareggio: 4,20
Vittoria Cagliari: 8,00

Ci sono anche altre scommesse interessanti per la partita. Ad esempio

Casa/Fuori 2: 6,50
Under 0,5: 15,00
Over 6,5: 17,00
Over 4,5 Secondo Tempo: 21,00
Asian Handicap -3  1: 7,00
Asian Handicap 0  2: 6,25
Asian Handicap 0, +0,5  2: 6,80
Primo Tempo/Finale 1/2: 51,00
Primo Tempo/Finale X/2, 2/1, 2/X: 19,00

 
Previsione scommesse Roma – Cagliari con Bet365Vittoria Roma. L’operazione sulla carta dovrebbe essere abbastanza agevole per gli uomini di un Ranieri concentratissimo, che cerca di mantenere dritta la barra sull’obiettivo da conquistare quest’anno, a prescindere dal futuro della società e della squadra, che quasi certamente non lo riguarderà. Tre punti sarebbero davvero oro per continuare a sperare nella Champions.

Qui il confronto con un altro bookie:

Quote* scommesse per Roma – Cagliari con Bwin

Vittoria Roma: 1,45
Pareggio: 4,40
Vittoria Cagliari: 6,50

(Quote del 25.04.2019 alle 22.50)

football line

Pronostico Inter – Roma Quote scommesse Serie A

Inter – Roma Quote scommesse Serie A*
Inter 1,80/ pareggio 3,60/ Roma 4,50
Data: 20 aprile 2019 – 20:30 ora italiana
Bookie: Bet365

Scommesse sportive Inter – Roma

A chiudere il Sabato Santo del massimo campionato sarà una classica: vi presentiamo quote e pronostico di Inter – Roma, in programma alle 20.30 del 20 aprile 2019, che sarà dunque il posticipo serale della quattordicesima giornata di ritorno, da calendario la trentatreesima del campionato di calcio di Serie A 2018-2019, cui lunedì seguirà Napoli – Atalanta. La sfida dei due allenatori “ex”, Spalletti e Ranieri: entrambi si sono seduti sulla panchina avversaria in momenti diversi.

Il confronto allo stadio “Giuseppe Meazza” di Milano verrà diretto da Marco Guida di Torre Annunziata, mentre per il VAR ci sarà Giampaolo Calvarese di Teramo.

I precedenti di Inter – Roma

Ricordiamo che la gara di andata all’Olimpico, il 2 dicembre 2018, era terminata 2 a 2. Keita Baldé aveva aperto le marcature, pareggio di Under, poi il raddoppio di Icardi e il definitivo pareggio con un rigore realizzato da Kolarov.

Finora sono 171 i confronti tra le due squadre in Serie A: 72 le vittorie interiste, molte di più delle 49 della Roma, mentre i pareggi sono 50. Sono invece 87 le partite giocate a Milano, e qui il divario si allarga notevolmente in favore della formazione nerazzurra che ne ha vinto ben 45 contro le 15 giallorosse, mentre 26 volte la sfida è terminata con un pareggio, come l’ultima volta, il 21 gennaio 2018 (1 a 1).

La situazione dell’ Inter prima della partita con la Roma

Terza a sessanta punti, reduce dal successo per 3 a 1 sul campo del Frosinone, la squadra di Luciano Spalletti vuole consolidare ulteriormente il gradino più basso del podio della Serie A, forte di avere superato il momento di crisi e risolto il caso Icardi. Peraltro, i ben informati dicono che non è per nulla scontato l’addio dell’allenatore a fine stagione, specialmente se centrerà l’obiettivo con l’accesso alla Champions League. Il fantasma di Antonio Conte è sempre presente, ma il costo dell’operazione, tra ingaggio del nuovo tecnico ed esonero del vecchio, a quanto pare sta facendo molto riflettere il presidente Zhang e la dirigenza nerazzurra. Non a caso, a “Radio anch’io Sport”, su Radio 1 Rai, l’amministratore delegato Beppe Marotta sull’argomento si è tenuto molto cauto, quasi equidistante.

Sul campo, assente per infortunio Brozovic, in dubbio Borja Valero, Spalletti dovrebbe schierare un 4-2-3-1: ovviamente tra i pali l’inossidabile Handanovic, in difesa i centrali dovrebbero essere De Vrij e Skriniar, sulle fasce D’Ambrosio e Asamoah. In mediana Vecino e Gagliardini, esterni alti Politano e Perisic, Nainggolan trequartista alle spalle della punta centrale, che dovrebbe essere Icardi, ma non si esclude un impiego di Lautaro Martinez.

La situazione della Roma prima della partita con l’ Inter

La Roma ha ricominciato a vincere, anche se si è trattato di un paio di successi di misura, per 1 a 0, prima a Genova con la Sampdoria e poi in casa con l’Udinese. Ciò che conta è che i sei punti ottenuti nelle ultime due giornate hanno rilanciato la squadra capitolina nella corsa alla Champions, per ora quinti a un solo punto dal Milan. Chiaro che una vittoria potrebbe sconvolgere le gerarchie, con la conseguenza anche di incalzare proprio i “Nerazzurri” indebolendo la loro terza posizione.

Tutto questo, mentre in America si disegna la Roma del futuro. Forse troppo distanti dalla capitale, anche se conoscendo l’ambiente calcistico romano potrebbe non essere del tutto un male. Anche Ranieri dovrebbe mettere in campo un 4-2-3-1, con il rientro di Kolarov dopo la squalifica. Indisponibili Santon, De Rossi e Karsdorp, i dubbi riguardano soprattutto il centrocampo, se Nzonzi o Pellegrini al fianco di Cristante in mediana.

Mirante tra i pali, Manolas e Fazio difensori centrali, laterali Florenzi e Kolarov. Se Nzonzi gioca in mediana, Pellegrini sarà spostato sulla trequarti alle spalle di Dzeko punta centrale, con Zaniolo esterno alto a destra ed El Shaarawy a sinistra. Altrimenti sulla fascia destra giocherà Under, e Zaniolo sarà sulla trequarti.

Probabilità* di scommesse interessanti per Inter – Roma con Bet365

Vittoria Inter: 1,80
Pareggio: 3,60
Vittoria Roma: 4,50

Ci sono anche altre scommesse interessanti per la partita. Ad esempio

Under 0,5: 12,00
Over 6,5: 21,00
Over 4,5 Secondo Tempo: 23,00
Asian Handicap -2,5  1: 5,90
Asian Handicap -2, -2,5  1: 5,50
Asian Handicap -2  1: 5,00
Asian Handicap +0,5 +1  2: 6,00
Primo Tempo/Finale 1/2: 41,00
Primo Tempo/Finale 2/1: 21,00
Previsione scommesse Inter – Roma con Bet365Vittoria Inter. I bookmakers puntano sulla squadra di Luciano Spalletti, che sembra in forma maggiore rispetto a quella di Claudio Ranieri. Non va tuttavia sottovalutata una certa voglia di riscatto che dalle parti della Capitale si potrebbe avere nei confronti dell’ex tecnico capitolino, che come si sa è sempre uno dei “condimentiQ” di queste sfide al di là degli importanti obiettivi di classifica. L’Inter è comunque favorita, con un certo distacco anche nelle quote per i due esiti. Un pareggio viene ritenuto comunqe più probabile rispetto al “colpaccio” esterno.

Qui il confronto con un altro bookie:

Quote* scommesse per Inter – Roma con Unibet

Vittoria Inter: 1,80
Pareggio: 3,85
Vittoria Roma: 4,20

(Quote del 19.04.2019 alle 00.40)

football line
i-bookmakers.it valuta e confronta con costante aggiornamento tutti gli importanti bookmakers autorizzati in Italia.   18+   AAMS
Bookmakers | Bookmaker online | Scommesse sportive | Scommesse calcistiche | Scommesse live | Siti di scommesse | Scommesse Online | Bookmaker
Vi raccomandiamo di scommettere con responsabilità.