i-bookmakers.it
Logo di i-bookmakers .it
Notizie di Scommesse

Qualificazioni Europei

In questa pagina trovate articoli riguardanti Qualificazioni Europei.
football line

Pronostico Italia – Armenia Quote scommesse Qualificazioni Europei 2020

Pronostici Scommesse

Italia – Armenia Quote scommesse Qualificazioni Europei 2020*
Italia 1,18/ pareggio 7,50/ Armenia 15,00
Data: 18 novembre 2019 – 20:45 ora italiana
Bookie: Unibet.it

Scommesse sportive Italia – Armenia

Il cammino per la qualificazione ai Campionati Europei di calcio del 2020 è ormai quasi completato per tutte le squadre coinvolte nei gironi. Prima a punteggio pieno, testa di serie e già qualificata, la seconda in ordine di tempo dopo il Belgio, l’Italia di Roberto Mancini punta a chiudere questo girone vincendo anche l’ultima partita, obiettivo peraltro possibilissimo, allo stadio “Renzo Barbera” di Palermo, contro un’Armenia reduce da due sconfitte consecutive con Finlandia e Grecia, che tra l’altro si affrontano in questo ultimo turno, ma con i finlandesi secondi e anch’essi già qualificati alla fase finale di Euro 2020.

Tornando a Italia – Armenia, l’appuntamento è allo stadio “Renzo Barbera” di Palermo, un impianto che rivedrà il calcio che conta dato che la squadra di casa, dopo il fallimento e una nuova società, è ripartita dalla Serie D ma la città e lo stesso stadio meritano decisamente di più. Si gioca alle 20.45 di lunedì 18 novembre 2019 e la gara è valida per il Gruppo J.

I precedenti di Italia – Armenia

Avendo vinto tutte le gare del girone, l’Italia ha evidentemente fatto proprio anche il confronto di andata disputato lo scorso 5 settembre a Yerevan. Fu 3 a 1 in rimonta dopo la rete iniziale di Karapetian con gol italiani di Belotti autore di una doppietta e Lorenzo Pellegrini.

Ci sono altri due scontri diretti legati alla qualificazione dei Mondiali del 2014, un girone che l’Italia vinse mentre l’Armenia giunse penultima. Andata in trasferta vinta 3 a 1 il 12 ottobre 2012, ritorno in casa terminato 2 a 2 il 15 ottobre 2013.

La situazione dell’ Italia prima dell’incontro con l’ Armenia

L’obiettivo di Roberto Mancini e degli “Azzurri”, come si diceva, è chiudere il girone a punteggio pieno. Finora nove partite tutte vinte dalla nostra Nazionale, che certo non aveva un girone impossibile ma dopo la non qualificazione ai Mondiali 2018 con Gian Piero Ventura e la necessità di resettare tutto e ripartire, questo bilancio così positivo non era per nulla scontato, anche se Mancini è il primo a sostenere che ci siano ancora diverse cose da sistemare. Il blocco dei 23 che andranno a Euro 2020, comunque, sembra avere davvero poche caselle vuote. E come sempre, il commissario tecnico farà rifiatare alcuni dei giocatori protagonisti del 3 a 0 sulla Bosnia-Erzegovina, anche per vedere all’opera gli altri. Tra i pali quindi dovrebbe esserci Sirigu, il modulo sarà sempre il 4-3-3; nella formazione di partenza dovremmo vedere ancora Bonucci (o Acerbi), Barella e Insigne, al cui fianco la punta centrale questa volta dovrebbe essere Immobile, con Chiesa a destra. Spazio quindi ai vari Di Lorenzo, Romagnoli, Biraghi, Jorginho e Zaniolo.

La situazione dell’ Armenia prima dell’incontro con l’ Italia

Ben figurare e magari spezzare la striscia di vittorie consecutive italiane. A questo punta la formazione armena già esclusa dal discorso qualificazione, quarta nel girone. La squadra allenata da Abraham Khashmanyan come si diceva viene da due sconfitte consecutive, l’ultima è lo 0-1 patito con la Grecia. Gli armeni dovrebbero giocare con il 5-3-2 e il loro giocatore più famoso è quel Mkhitaryan che ora gioca nella Roma ma è attualmente infortunato. L’atacco dovrebbe essere affidato a Vardanyan e Karapetyan,

Previsione scommesse Bosnia-Erzegovina – Italia con Unibet.it: Vittoria Italia. Ovviamente la nostra Nazionale è nettamente favorita nei pronostici e, come sempre in questi casi, dovrà stare attenta a non distrarsi per chiudere il girone con un “filotto”.

Qui il confronto con altri bookie:

Il confronto con altre quote * scommesse per Italia – Armenia

Quote Bwin.it

Vittoria Italia: 1,14
Pareggio: 7,50
Vittoria Armenia: 16,50

Quote 888Sport.it

Vittoria Italia: 1,18
Pareggio: 7,50
Vittoria Armenia: 15,00

*(Quote del 16.11.2019 alle 22.30)

football line

Pronostico Bosnia-Erzegovina – Italia Quote scommesse Qualificazioni Europei 2020

Bosnia-Erzegovina – Italia Quote scommesse Qualificazioni Europei 2020*
Bosnia-Erzegovina 3,05/ pareggio 3,50/ Italia 2,25
Data: 15 novembre 2019 – 20:45 ora italiana
Bookie: Unibet.it

Scommesse sportive Bosnia-Erzegovina – Italia

Nona giornata dei gironi di qualificazione ai Campionati Europei di calcio del 2020. L’Italia di Roberto Mancini, già qualificata e a punteggio pieno, punta a chiudere al primo posto nel Gruppo J e affronta una squadra che si gioca invece le sue ultime chance per accedere alla fase finale di Euro 2020. Allo stadio “Bilino Polje” di Zenica, alle 20.45 di venerdì 15 novembre 2019 si affrontano Bosnia-Erzegovina e Italia, che si sono già incontrate lo scorso 11 giugno, nell’unico precedente tra le due formazioni, vinto dagli “Azzurri” per 2 a 1.

La situazione della Bosnia-Erzegovina prima dell’incontro con l’ Italia

Quarto posto a dieci punti, gli stessi dell’Armenia ma con peggiore differenza reti, una sconfitta in Grecia nel turno precedente (2-1) che ha ulteriormente compromesso la possibilità di qualificazione per la formazione allenata da Robert Prosinecki e che annovera tra i suoi giocatori Edin Dzeko e Miralem Pjanic. La squadra cercherà di fare la propria parte, ma solo un “suicidio” della Finlandia con il Liechtenstein fanalino di coda nel girone potrebbe riaprire i giochi in favore della nazionale bosniaca. Circostanza che potrebbe anche non essere remota, dato che nel penultimo turno proprio Dzeko e compagni hanno battuto 4 a 1 i finlandesi secondi del girone. L’obiettivo oggi è cercare di rimanere in corsa per il secondo posto che dista cinque punti, altrimenti si proverà a qualificarsi attraverso i playoff riservati a chi si è meglio comportato in Nations League.

La situazione dell’ Italia prima dell’incontro con la Bosnia-Erzegovina

Punteggio pieno e voglia di chiudere in testa per l’Italia di Roberto Mancini, alle prese anche con alcune assenze importanti, quelle di Berardi e Verratti. Al posto del centrocampista del PSG, il commissario tecnico ha chiamato Tonali che era nella lista dell’Under 21. Il giocatore del Brescia potrebbe anche partire titolare con Barella e Jorginho, il ballottaggio a centrocampo è con Bernardeschi. Altro ballottaggio nel tridente di attacco quello per la punta centrale, con Belotti leggermente favorito su Immobile, con Chiesa e Insigne. In difesa, davanti al portiere Donnarumma, dovrebbero esserci Izzo, Bonucci, Romagnoli ed Emerson.

Previsione scommesse Bosnia-Erzegovina – Italia con Unibet.it: Vittoria Italia. Leggermente favorita la squadra azzurra, che deve comunque non deconcentrarsi dopo l’obiettivo raggiunto e ricordarsi che davanti avrà una squadra agguerrita proprio per non perdere il treno verso l’Europeo.

Qui il confronto con altri bookie:

Il confronto con altre quote * scommesse per Bosnia-Erzegovina – Italia

Quote SNAI.it

Vittoria Bosnia-Erzegovina: 3,10
Pareggio: 3,60
Vittoria Italia: 2,20

Quote Eurobet.it

Vittoria Bosnia-Erzegovina: 3,00
Pareggio: 3,60
Vittoria Italia: 2,25

*(Quote del 13.11.2019 alle 18.00)

football line

Pronostico Italia – Grecia Quote scommesse Qualificazioni Europei 2020

Italia – Grecia Quote scommesse Qualificazioni Europei 2020*
Italia 1,17/ pareggio 6,25/ Grecia 18,00
Data: 12 ottobre 2019 – 20:45 ora italiana
Bookie: Bwin.it

Scommesse sportive Italia – Grecia

Occasione importantissima per la Nazionale italiana di Roberto Mancini, a prescindere dalle polemiche sulla divisa verde che gli “Azzurri” indosseranno proprio nella prossima gara, e in un altro degli incontri del torneo di qualificazione ai Campionati Europei di calcio del 2020. Allo Stadio Olimpico di Roma la squadra potrebbe staccare in anticipo il pass per la fase finale del torneo continentale, che come noto si svolgerà disseminata in 12 distinte città del Vecchio Continente. Proprio nella capitale italiana, proprio nello stadio dove Italia e Grecia si affronteranno alle 20.45 di sabato 12 ottobre 2019, esattamente otto mesi dopo verrà dato il calcio d’inizio ufficiale a Euro 2020 con la partita inaugurale. Già adesso l’Italia potrebbe dunque entrare nelle 24 squadre che si contenderanno il titolo continentale.

Il direttore di gara sarà russo, così come tutta la squadra arbitrale: si tratta di Sergei Karasev.

 

I precedenti di Italia – Grecia

Iniziamo con il dire che l’Italia non ha mai perso contro la Grecia. Si potrebbe dire che questa anzi ci porta bene, perché la incrociammo per le qualificazioni a due Mondiali che poi l’Italia vinse. Comunque, i precedenti ufficiali con la Nazionale ellenica sono solo quattro, cui aggiungere un’amichevole giocata nel 2008 e terminata 1 a 1. La prima volta fu il 25 marzo 1934, per le qualificazioni ai mondiali di calcio che poi gli uomini di Vittorio Pozzo vinsero in casa, conquistando la Coppa Rimet. Fu la prima volta per l’Italia, ma tornando alla qualificazione, la squadra italiana batté 4 a 0 quella greca.

Trascorsero poi 46 anni prima che le due Nazionali si incrociassero nuovamente. Avvenne sempre per le qualificazioni ai Mondiali, il 6 dicembre 1980, 2 a 1 azzurro in Grecia, e poi quasi un anno dopo, in casa quando invece terminò 1 a 1. Ci qualificammo per la fase finale, che poi come noto vincemmo, come secondi del nostro girone alle spalle della Jugoslavia mentre gli ellenici furono eliminati.

Nel 2008 l’amichevole pareggiata, e poi arriviamo ai giorni nostri, precisamente allo scorso 8 giugno con la gara di andata del nostro attuale girone eliminatorio per gli Europei del 2020: allo Stadio Olimpico “Spiros Louis” di Atene vincemmo 3 a 0, reti di Barella, Insigne e Bonucci.

La situazione dell’ Italia prima dell’incontro con la Grecia

L’Italia è nettamente prima nel Gruppo J, a punteggio pieno, ossia 18 punti dopo sei gare disputate, con 18 reti segnate e soltanto tre subite. L’ultima vittoria è stata nel turno precedente in Finlandia per 2 a 1. Con altri tre punti, la qualificazione sarebbe assicurata. Importanti le assenze di Stefano Sensi e Alessandro Florenzi, ma è evidente che gli uomini a disposizione di Mancini dovrebbero comunque dare affidabilità.

Mancini ha risposto con una feroce battuta a chi – come l’ex ct Ventura attuale tecnico della Salernitana in Serie B – ha sottolineato quasi la pochezza delle avversarie del nostro girone, quasi diminuendo la portata della possibile qualificazione anticipata. Dopo avere spiegato che comunque all’inizio nulla era scontato perché c’erano grandissime difficoltà, il selezionatore della nostra nazionale ha aggiunto scherzando : “Avevamo chiesto di darci un gruppo con Germania, Olanda, Francia e Spagna, ma non ce l’hanno dato…. Quindi ci siamo dovuti accontentare”.

Ironie a parte, Mancini si attende una grande partita da un gruppo che è quello che sarà più o meno quello attuale, e questo significa che diminuiscono le speranze per Mario Balotelli, tornato a Brescia proprio per riprendersi la Nazionale, ma il ct si è riservato valutazioni future vedendolo in una condizione ancora non ottimale.

Le ultime indicazioni dagli allenamenti a Coverciano, indicano un ballottaggio a centrocampo tra Barella e Bernardeschi, con il primo leggermente favorito, mentre in difesa dovrebbe essere D’Ambrosio a presidiare la corsia destra (l’alternativa è Izzo). Il modulo dovrebbe essere un 4-3-3. Tra i pali Gigio Donnarumma, al centro della difesa Bonucci e Romagnoli, laterali D’Ambrosio e Spinazzola, a centrocampo Barella, Jorginho e Verratti, davanti il tridente con Chiesa, Belotti e Insigne.

La situazione della Grecia prima dell’incontro con l’ Italia

Una vittoria e due pareggi: solo cinque punti e penultimo posto del Gruppo J per la formazione ellenica, che ha guadagnato una lunghezza nel turno precedente, o forse sarebbe meglio dire che ne ha regalato uno al Liechtenstein, il primo della sua classifica per quella che finora è stata considerata la squadra materasso del girone.

Non che la Grecia abbia una grandissima tradizione internazionale, con l’unica eccezione della vittoria del titolo negli Europei del 2004, quando alcuni giocatori ellenici sembrarono dei fenomeni, tanto da far prendere qualche abbaglio anche ad alcuni presidenti di squadre italiane di Serie A, che evidentemente si erano sopravvalutati come esperti calcistici (avviene spesso e non soltanto nella massima serie). Molti peraltro pensavano che la Grecia di oggi avrebbe conteso la qualificazione agli Europei proprio alla nostra Nazionale. Invece ha deluso pesantemente, tanto che la federazione ha esonerato lo scorso luglio il proprio commissario tecnico, Aggelos Anastasiadis, ingaggiando al suo posto l’olandese John Van’t Schip, che negli anni Novanta giocò nel Genoa. Uno dei suoi assistenti è Aaron Winter, ex Lazio e Inter.

Ma in campo non vanno gli allenatori, la qualità evidentemente ci vuole in campo, così come l’amalgama, che è quello che nell’ Italia Mancini ha cercato di costruire fin dall’inizio della sua avventura azzurra. Alla Grecia la qualità dei singoli non manca, e alcuni li conosciamo molto bene perché giocano o hanno giocato nel campionato italiano. Ovviamente il più noto è Kostas Manolas, quest’anno al Napoli dopo essere stato a lungo nella Roma, tuttavia non convocato per questa gara, così come Torosidis, Sokratis e Samaris. Una sorta di “minirivoluzione”, dunque. Per di più per una squadra che ha buoni solisti. Manca proprio l’insieme, che Van’t Schip vorebbe ottenere attraverso il gioco all’olandese. La difesa, nonostante i nomi citati, finora non ha dato grande affidamento e da qui le esclusioni illustri.

Non è stato convocato neppure il capitano dell’ Olympiakos Fortounis, considerato il giocatore di maggior talento, ma non sempre costante. C’è invece Zeca, di origine portoghese ma naturalizzato greco. In compenso sono stati chiamati tre giocatori della nazionale olimpica, che potrebbero anche partire titolari: sono Koutris (che si contende con Tsimika una maglia da terzino sinistro), Bouchalaki e Massoura.

 

Probabilità * di scommesse interessanti per Italia – Grecia con Bwin.it

Vittoria Italia: 1,17
Pareggio: 6.25
Vittoria Grecia: 18,00

 

Ci sono anche altre scommesse interessanti per la partita. Ad esempio:

Under 1,5: 3,60
Under 2,5: 2,00
Over 1,5: 1,25
Over 2,5: 1,75
Over 3,5: 2,90

Handicap – 1  1: 1,60    X: 3,70    2: 4,75
Handicap – 2  1: 2,55    X: 3,75    2: 2,20
Handicap 1     1: 1,01    X: 10,00  2: 36,00
Gol/Non Gol: Sì  2,05     No  1,35
Primo Tempo/Finale 1/2: 126,00
Primo Tempo/Finale 1/X, 2/X, X/2: 29,00

Previsione scommesse Italia – Grecia con Bwin.it: Vittoria Italia. Verrebbe da dire “ragazzi, non scherziamo”. È evidente che l’Italia ha tutto per vincere questa gara e qualificarsi in anticipo agli Europei, giocando peraltro in casa questa sorta di match point decisivo. L’importante è che la formazione di Mancini si comporti come negli incontri precedenti, facendo valere sul campo la propria superiorità a prescindere dalla presunta forza o debolezza dell’avversario. Le possibilità ci sono tutte e dipende evidentemente dalla determinazione dei giocatori.

 

Qui il confronto con altri bookie:

Il confronto con altre quote * scommesse per Finlandia – Italia

Quote SNAI.it

Vittoria Italia: 1,18
Pareggio: 6.50
Vittoria Grecia: 16,00

Quote Eurobet.it

Vittoria Italia: 1,19
Pareggio: 6.50
Vittoria Grecia: 18,00

*(Quote del 10.10.2019 alle 23.00)

football line

Pronostico Armenia – Italia Quote scommesse Qualificazioni Europei 2020

Armenia – Italia Quote scommesse Qualificazioni Europei 2020*
Armenia 12,00/ pareggio 6,25/ Italia 1,22
Data: 5 settembre 2019 – 18:00 ora italiana
Bookie: Lottomatica.it

Scommesse sportive Armenia – Italia

Quinta partita per la Nazionale di Roberto Mancini nel torneo di qualificazione ai Campionati Europei di calcio del 2020. È un impegno più insidioso di quanto possa apparire, con un’avversaria che lo scorso giugno ha vinto in Grecia conquistando i suoi primi punti nel Gruppo J. Si completa l’andata con questo turno: alle 18.00 italiane di giovedì 5 settembre 2019 si gioca al “Republican Stadium” di Yerevan Armenia – Italia, arbitro il tedesco Daniel Siebert. Gli “Azzurri” guidano il girone a punteggio pieno, con 12 punti, seguiti dalla Finlandia a quota 9 che affronta in casa la Grecia, mentre l’Armenia è terza a sei lunghezze. Ecco perché per la squadra italiana è fondamentale non perdere questa partita. Un successo le farebbe mantenere la testa del girone, mentre uno stop potrebbe portare la Finlandia – nostra successiva avversaria – ad affiancarla in caso di vittoria nel proprio impegno. Ma soprattutto gli armeni si porterebbero a tre punti dalla nostra Nazionale.

I precedenti di Armenia – Italia

La sfida ha solo due precedenti, peraltro ufficiali e relativi alle qualificazioni per i Mondiali del 2014. Proprio da questi precedenti si capisce come questa rappresentativa, che pure non ha mai vinto contro quella italiana, non vada sottovalutata: all’andata l’Italia di Cesare Prandelli vinse 3 a 1 in trasferta, ma al ritorno non andò oltre il 2 a 2. Occorre stare attenti perché il capitano e neoromanista Henrix Mkhitaryan, come marcatore o rifinitore, è stato sempre presente nei gol armeni.

La situazione dell’ Armenia prima dell’incontro con l’ Italia

Sei punti nelle prime quattro partite di questo girone eliminatorio: sconfitta da Bosnia-Erzegovina e Finlandia, la squadra guidata da Armen Gyulbudaghyants ha sconfitto prima il Liechtenstein, che si è già ampiamente dimostrato la squadra materasso di questo girone essendo a zero punti, sconfitta da tutte le squadre che ha finora affrontato. Poi però gli armeni ci hanno preso gusto e sono andati a vincere in Grecia per 3 a 2. Questa volta Mkhitaryan non è andato in gol, ma le reti della sua nazionale sono state, una a testa, del terzetto di attacco composto da Barseghyan, Karapetyan e Ghazaryan.

Il modulo dovrebbe essere un 4-2-3-1 nel quale il capitano gioca come trequartista, alle spalle della punta centrale e affiancato come esterni alti dagli altri due calciatori da noi già citati, ossia Barseghyan e Ghazaryan. Alle spalle di questo reparto avanzato agiscono in mediana soprattutto come interditori Mkrtchyan e Grigoryan. Davanti al portiere Hayrapetyan, al centro della difesa ci dovrebbero essere Ishkhanyan e Haroyan, sulle fasce invece Hambardzumyan e Hovhannisyan.

La situazione dell’ Italia prima dell’incontro con l’ Armenia

A complicare la vita alla squadra di Mancini ci sono due infortuni illustri, che lo costringono un po’ a rivedere la formazione, anche se il modulo sarà comunque un 4-3-3. Lo stop grave, almeno fino a febbraio, è quello del capitano Giorgio Chiellini, operato in Austria per la ricostruzione del legamento crociato anteriore del ginocchio destro. Una sventura simile a quella ancora peggiore subita dall’attaccante del Cagliari Leonardo Pavoletti, tanto che i due si sono trovati in clinica. Ma oltre a Chiellini, la Nazionale dovrà fare a meno di un altro titolarissimo come Lorenzo Insigne, che ha lasciato il ritiro per tornare a Napoli a curarsi, mentre già avevano dovuto rinunciare al duplice impegno anche Cristante e De Sciglio. Una serie di problemi che si sono aggiunti alla decisione di non convocare per motivi etico-disciplinari Kean e Zaniolo, rei di aver tenuto alcuni comportamenti censurabili fuori dal campo, in occasione dei recenti Europei Under 21.

Il commissario tecnico, insomma, deve cambiare per forza, ma può puntare comunque su elementi affidabili. Tutti dovranno dare il massimo sia in questo impegno, sia in quello successivo con la Finlandia per cercare di blindare il primo posto nel girone, possibilmente sempre a punteggio pieno. Mancini non vuole cali di concentrazione ed anche per questo vuole responsabilizzare chi ci sarà. Non ha bisogno di essere certamente responsabilizzato Leonardo Bonucci, che per forza di cose eredita dall’amico e compagno di squadra la fascia di capitano sia in Nazionale che nel loro club (la Juventus). Bonucci dovrà anche svolgere il ruolo di perno della difesa, e di fare la “voce grossa” come senatore azzurro. Il suo compagno di reparto sarà Romagnoli, con Florenzi ed Emerson Palmieri sulle fasce.

Un paio di ballottaggi per Mancini, entrambi in attacco, mentre a centrocampo, ad affiancare i due registi Jorginho e Verratti sarà inizialmente Barella. Dunque il ct “rovescia” le scelte che Antonio Conte sta facendo all’Inter, dove all’ex del Cagliari viene preferito Sensi, che qui invece partirà dalla panchina. Quanto alle scelte in attacco, Federico Chiesa è sicuro del posto, mentre i suoi compagni di reparto dovrebbero essere Belotti favorito su Immobile, e Bernardeschi che partirebbe favorito su El Shaarawy.

 

Probabilità * di scommesse interessanti per Armenia – Italia con Lottomatica.it

Vittoria Armenia: 12,00
Pareggio: 6,25
Vittoria Italia: 1,22

 

Ci sono anche altre scommesse interessanti per la partita. Ad esempio:

Under 1,5: 4,35
Under 2,5: 2,20
Over 1,5: 1,15
Over 2,5: 1,60
Over 3,5: 2,50
Gol/Non Gol: Sì  2,25     No  1,55
Autorete: Sì 8,00
Tempo con Maggior Numero Gol 1X2: 1 2,95  X: 3,70   2: 1,98

Primo Tempo/Finale 1/X, 1/2, 2/X: 23,00
Primo Tempo/Finale 2/1: 51,00

Previsione scommesse Armenia – Italia con Lottomatica.it: Vittoria Italia. Naturalmente, per motivi di tecnica, qualità e tradizione, la nostra Nazionale è nettamente davanti nel pronostico, nonostante le assenze molto importanti. È questa ovviamente la principale preoccupazione di Roberto Mancini, cioè quella di una sottovalutazione di un avversario che sa farsi valere. Se gioca con attenzione, voglia e come sa giocare, la squadra azzurra non dovrebbe avere grossi problemi a portarsi via i tre punti. Ma ovviamente deve esserci con la testa, e il ct ne è consapevole.

 

Qui il confronto con altri bookie:

Il confronto con altre quote * scommesse per Armenia – Italia

Quote SNAI.it

Vittoria Armenia: 12,00
Pareggio: 6,25
Vittoria Italia: 1,23

Quote Unibet.it

Vittoria Armenia: 12,50
Pareggio: 6,30
Vittoria Italia: 1,25

*(Quote del 04.09.2019 alle 22.30)

football line

Pronostico Grecia – Italia Quote scommesse Qualificazioni Europei

Grecia – Italia Quote scommesse Qualificazioni Europei*
Grecia 5,00/ pareggio 3,25/ Liechtenstein 1,80
Data: 8 giugno 2019 – 20:45 ora italiana
Bookie: Bet365

Scommesse sportive Grecia – Italia

Il torneo di qualificazione ai Campionati Europei di calcio del 2020 entra nel vivo con la terza e quarta giornata. L’Italia che è a punteggio pieno nel Gruppo J, riprende il suo cammino affrontando la Grecia allo stadio Olimpico di Atene “Spiros Louis”. La gara sarà diretta dall’inglese Anthony Taylor.

I precedenti di Grecia – Italia

Sono nove i precedenti tra le due nazionali, e solo uno è stato vinto, in casa, dagli ellenici nel 1972. Solo una sfida, tra le quattro disputate in Grecia (tutte ad Atene), è stata vinta dagli “Azzurri”: 2 a 0 nel 1980, mentre i successi italiani complessivi sono cinque, a fronte di tre pareggi.  Le due formazioni non si incontrano dal 19 novembre 2008: era un’amichevole, giocata sempre ad Atene, e finì 1 a 1 con reti di Gekas e Toni.

La situazione della Grecia prima dell’incontro con l’ Italia

Una vittoria e un pareggio fanno sì che la formazione ellenica, allenata da Aggelos Anastasiadis, sia per differenza reti seconda in classifica, con lo stesso numero di gol, ossia 4 segnati della Bosnia-Erzegovina (avversaria successiva dell’Italia), ma una rete incassata in meno: 2 contro le 3 della formazione bosniaca.

La Grecia ha iniziato il torneo battendo due a zero il Liechtenstein, che finora con l’Armenia si sta dimostrando la formazione materasso del girone, mentre ha pareggiato 2 a 2 proprio con la Bosnia-Erzegovina. È evidente come ci sia in palio la possibilità di andare in testa al girone battendo l’Italia, unica squadra a punteggio pieno, che in classifica guida a 6 punti contro i 4 delle due squadre che la seguono. Ma siccome quella bosniaca è impegnata in Finlandia, è evidente come per i greci l’occasione sia ghiotta. Il 30 maggio la squadra ellenica ha giocato un’amichevole con la Turchia, perdendo 2 a 1.

Il modulo dovrebbe essere un 4-2-3-1 con Vlachodimos tra i pali, coppia centrale difensiva composta dal quasi 31enne (compirà gli anni proprio il 9 giugno) Sokratis Papastathopoulos difensore dell’Arsenal, ex di Milan e Genoa, insieme con Siovas, laterali Bakakis e Koutris, in mediana Zeca e Kourbelis, Fortounis, Bouchalakis e Samaris alle spalle della punta Donis.

La situazione dell’ Italia prima dell’incontro con la Grecia

Otto gol nelle prime due partite: i primi due contro la Finlandia, gli altri sei tutti con il Liechtenstein. Due partite disputate in casa, a Udine e Parma, per cui si tratta della prima trasferta per la Nazionale di Roberto Mancini in questo torneo di qualificazione. Tra i convocati ci sono molti giocatori che potrebbero essere distratti dalle sirene del  calciomercato, ma che sanno benissimo che questa è una gara determinante per mantenere e se possibile consolidare la classifica per l’unica squadra del girone ancora a punteggio pieno.

Moise Kean, che farà parte anche della spedizione dell’Under 21 guidata da Gigi Di Biagio per gli imminenti Europei di categoria, ha segnato in entrambe le partite precedenti della Nazionale maggiore, e adesso spera di diventare, a 19 anni e 101 giorni, il più giovane giocatore azzurro con almeno tre gol realizzati.

Senza Spinazzola e Politano, il CT Mancini comunque non ha particolari problemi di formazione, e quasi certamente tornerà a puntare sul 4-3-3 con il doppio regista a centrocampo, Jorginho e Verratti. In attacco Belotti, nuovamente convocato (al contrario di Balotelli), è favorito su Kean e Immobile, anche se non è escluso che soprattutto il giovanissimo juventino sia messo in campo a un certo punto della gara. Completamente recuperato Quagliarella, che partirà dalla panchina, mentre in porta ci sarà Sirigu, essendo infortunato il titolare Donnarumma.

Davanti al portiere, la coppia centrale difensiva sarà quella titolarissima composta da Bonucci e Chiellini, mentre sulle fasce dovrebbero esserci Florenzi ed Emerson Palmieri favorito su Biraghi, in mediana con Jorginho e Verratti dovrebbe esserci Barella, mentre El Shaarawy e Chiesa dovrebbero affiancare Belotti nel tridente.

Probabilità * di scommesse interessanti per Grecia – Italia con Bet365

Vittoria Grecia: 5,00
Pareggio: 3,25
Vittoria Italia: 1,80

 

Ci sono anche altre scommesse interessanti per la partita. Ad esempio:

Under 0,5: 6,00
Over 4,5: 13,00
Over 3,5 Secondo Tempo: 21,00
Asian Handicap -0,5, -1  1: 5,90
Asian Handicap +1,5, +2  2: 4,65
Primo Tempo/Finale 1/2: 29,00
Primo Tempo/Finale 2/1: 51,00

Previsione scommesse Grecia – Italia con Bet365: Vittoria Italia. Intendiamoci, non è un’avversaria materasso come la precedente, ma la nostra nazionale, per qualità e tradizione, dovrebbe verosimilmente avere la meglio, anche perché è proprio in queste gare che si determina fortemente il cammino delle squadre verso la competizione continentale. Italia dunque favorita, anche se la distanza delle quote non è stratosferica e occorre essere cauti anche su un eventuale over.

Qui il confronto con un altro bookie:

Quote * scommesse per Grecia – Italia con SNAI

Vittoria Grecia: 4,50
Pareggio: 3,20
Vittoria Italia: 1,87

(Quote del 06.06.2019 alle 22.50)

football line

Pronostico Italia – Liechtenstein Quote scommesse Qualificazioni Europei

Italia – Liechtenstein Quote scommesse*
Italia 1,01/ pareggio 17,00 / Liechtenstein 51,00
Data: 26 marzo 2019 – 20:45 ora italiana
Bookie: Bet365

Scommesse sportive Italia – Liechtenstein

La prima è andata, con qualche errore, l’irruenza giovanile e la conferma di Moise Kean che può diventare in prospettiva uno dei leader della Nazionale di Mancini. Dopo la vittoria con la Finlandia, l’Italia affronta il Liechteinstein nella seconda partita valida per il Gruppo J nel torneo di qualificazione ai prossimi Campionati Europei di calcio del 2020. Ricordiamo che la fase finale per la prima volta non si svolgerà in una sola nazione, ma in dodici distinte città europee, con lo Stadio Olimpico di Roma ad ospitare la partita inaugurale, e quello londinese di Wembley nel quale si svolgeranno le semifinali e la finale. Arbitro sarà il russo Kirill Levnikov, tra l’altro figlio d’arte. Si gioca allo stadio “Ennio Tardini” di Parma, martedì 26 marzo 20.45.

I precedenti di Italia – Liechtenstein

Due soli precedenti, vicini nel tempo, altrettante goleade per gli “Azzurri”: nove gol segnati in tutto e nessuno subito. Si tratta delle due partite giocate per le qualificazioni ai mondiali del 2018. L’andata, a Vaduz, è stata vinta per 4 a 0 il 12 novembre 2016, addirittura 5 a 0 il ritorno disputato a Udine l’11 giugno 2017.

La situazione dell’ Italia prima dell’incontro con il Liechtenstein

Ci saranno alcune modifiche nella formazione che Mancini metterà in campo rispetto alla partita vinta contro la Finlandia. Un po’ per far rifiatare qualche giocatore di lungo corso come Chiellini, un po’ per vedere all’opera altri giocatori della nuova “nidiata” o magari solo per effettuare qualche avvicendamento.

La squadra comunque sta cominciando a mostrare la propria personalità, anche se ovviamente andrà vista alla controprova con formazioni più forti, anche se qualche errore c’è stato e bisognerà stare attenti. Per questo è bene che l’avvio in questa corsa verso gli Europei sia lento, e che adesso si incontri una formazione che dovrebbe essere in teoria una delle squadre-materasso del girone. La marcia di avvicinamento continua con la possibilità di sperimentare, anche se relativa perché poi alla gara con la Grecia sarebbe bene arrivare a punteggio pieno, considerando che gli ellenici in questo turno hanno di fronte una formazione meno abbordabile rispetto ai nostri avversari, ossia la Bosnia-Erzegovina.

Nella partita con la Finlandia si sono messi in evidenza Barella e il giovanissimo Kean, ma tutta la squadra ha convinto, o per lo meno si vede che Mancini sta continuando la costruzione, aiutato dai talenti in crescita dopo un lungo periodo negativo. Non tutti ridono, però: soprattutto alla Roma, dato che si è infortunato un altro giocatore giallorosso, Stephan El Shaarawy che ha dovuto lasciare il ritiro azzurro per un problema al polpaccio. Restando in tema di infortuni, Mancini non avrà a disposizione neppure il giocatore del Valencia Cristiano Piccini. È invece rimasto in gruppo Mattia Perin, nonostante una piccola distorsione a un piede per aver calpestato una bottiglietta d’acqua di cui il portiere non si era accorto.

Confermato il 4-3-3, negli ultimi allenamenti Mancini ha provato Sensi regista e Quagliarella in attacco, in ballottaggio con Pavoletti. Anche se Romagnoli è stato provato come terzino sinistro, in realtà dovrebbe essere schierato come centrale al posto di Chiellini. Dunque Donnarumma tra i pali, Bonucci e Romagnoli davanti a lui in una difesa completata dai laterali Spinazzola e Biraghi, Sensi in cabina di regia con Verratti e Barella in mediana, in attacco conferma per Kean, con Quagliarella e Bernardeschi.

La situazione del Liechtenstein prima dell’incontro con l’ Italia

Il Liechtenstein negli ultimi anni, tra amichevoli e gare ufficiali ha vinto soltanto con Qatar e Gibilterra, pareggiando solo con l’Armenia che dopo aver incontrato in Nations League, ritroverà anche in questo stesso girone di qualificazione agli Europei. Un girone che la squadra allenata dall’austriaco Rene Pauritsch ha iniziato con una sconfitta per 2 a 0 da parte della Grecia. Dunque la formazione è ultima a zero punti, insieme con quella finlandese.

Il modulo è il 4-1-4-1: Benjamin Buchel il portiere, i centrali difensivi Kaufmann e Goppel, gli esterni bassi Wolfinger e Rechsteiner, Weiser davanti alla difesa, Hasler e Salanovic sulle fasce, interni Polverino e Marcel Buchel, giocatore dell’ Empoli fuori rosa da tempo, unica punta Gubser.

 

Probabilità * di scommesse interessanti per Italia – Liechtenstein con Bet365

Vittoria Italia: 1,01
Pareggio: 17.00
Vittoria Liechtenstein: 51,00

 

Ci sono anche altre scommesse interessanti per la partita. Ad esempio:

Casa/Fuori  2: 67,00
Casa/Fuori  X: 34,00
Under 0,5: 21,00
Over 9,5: 19,00
Over 5,5 Primo Tempo, Over 6,5 Secondo Tempo: 23,00
Asian Handicap -6,5  1: 4,25
Asian Handicap -2,5  2: 5,25
Primo Tempo/Finale 1/2: 126,00
Primo Tempo/Finale X/2, 2/2: 81,00
Primo Tempo/Finale 2/X: 67,00
Primo Tempo/Finale 1/X: 51,00
Primo Tempo/Finale X/X, 2/1: 41,00

Previsione scommesse Italia – Liechtenstein con Bet365: Vittoria Italia. Il Liechtenstein non dovrebbe realmente impensierire la nostra Nazionale e per questi motivi i bookmakers si sbilanciano decisamente con le quote in favore dell’ Italia. Tradizione, campo, precedenti, qualità dei nostri calciatori. Non dovrebbe esserci storia, a parte una possibile serata storta che ovviamente non ci auguriamo per una squadra che sta prendendo forma.

Qui il confronto con un altro bookie:

Quote * scommesse per Italia – Liechtenstein con SNAI

Vittoria Italia: 1,01
Pareggio: 20,00
Vittoria Liechtestein: 75,00

(Quote del 25.03.2019 alle 9.20)

football line
i-bookmakers.it valuta e confronta con costante aggiornamento tutti gli importanti bookmakers autorizzati in Italia.   18+   AAMS
Bookmakers | Bookmaker online | Scommesse sportive | Scommesse calcistiche | Scommesse live | Siti di scommesse | Scommesse Online | Bookmaker
Vi raccomandiamo di scommettere con responsabilità.