Logo di i-bookmakers .it
Notizie di Scommesse

Qualificazione

In questa pagina trovate articoli riguardanti Qualificazione.
football line

Pronostico Shakhtyor Soligorsk – Torino Quote scommesse Qualificazione Europa League

Shakhtyor Soligorsk – Torino Quote scommesse Qualificazione Europa League*
Shakhtyor Soligorsk 5,75/ pareggio 4,45/ Torino 1,56
Data: 15 agosto 2019 – 19:00 ora italiana
Bookie: Betclic.it

Scommesse sportive Shakhtyor Soligorsk – Torino

Ferragosto decisivo per il Torino, che pur partendo da un 5 a 0 conquistato la scorsa settimana nella gara di andata, deve ora suggellare il risultato anche nel ritorno e confermare la propria superiorita sullo Shakhtyor Soligorsk, alle prese con il tentativo di una difficilissima “remuntada” contro una squadra di carattere come quella granata. Questa volta, però, si gioca in Bielorussia, a Minsk nello “Stadion Dinamo” con inizio alle 19.00 italiane. Il giorno, come già abbiamo detto, è giovedì 15 agosto 2018, l’arbitro di Shakhtyor – Torino, semifinale di ritorno del torneo di qualificazione per l’Europa League è il romeno Radu Petrescu.

È da ricordare che la squadra vincente dovrà poi affrontare, nella finale di questo torneo preliminare, la vincente del doppio confronto tra Pyunik e Wolverhampton. Naturalmente è quasi certo che a passare il turno dovrebbe essere la squadra inglese nella quale gioca l’ex milanista Patrick Cutrone, dato che all’andata si è imposta per 4 a 0 e anche qui il divario tecnico rende difficile una rimonta della compagine armena. Ma né il “Toro”, né il Wolves devono pensare ora a questa sfida. Prima bisogna chiudere il discorso con le rispettive avversarie in semifinale.

La situazione dello Shakhtyor Soligorsk prima dell’incontro con il Torino

Strada in salita, ma tanto carattere, anche se il 5 a 0 della gara di andata rischia di uccidere ogni ambizione della compagine bielorussa per un proseguimento della sua avventura europea. Ripreso il campionato nazionale domenica scorsa, la squadra di Tashuyev ha sfogato la sua rabbia contro il Neman, sconfitto per 6 a 0. Lo Shaktyor è terzo, dietro il Brest e il Bate Borisov, mentre gli avversari di giornata, ottavi, hanno un distacco di tredici punti.

Tornando alla sfida europea, l’arma a disposizione per cercare di sperare ancora è il rientro del centrocampista Julius Szoke, che aveva saltato per squalifica l’incontro di andata. Il modulo dovrebbe essere sempre il 3-5-2: Klimovich il portiere, difesa con Matverichik, Rybak e Sachivko, esterni Burko Ebong e Antic, regista appunto Szoke, mezzeali Khadarkevich e Balanovich, le punte Kovalev e Bakaj.

La situazione del Torino prima dell’incontro con lo Shakhtyor Soligorsk

La squadra di Mazzarri si è fatta trovare pronta, nella prima gara, e non a caso il tecnico torinista, che pur dovendo rinunciare a Izzo lo ha ugualmente convocato per “fare gruppo”, non vuole assolutamente che si parli ora del Wolverhampton. Non prima di avere completamente superato l’ostacolo Shaktyor.

È con il gruppo anche Djidji, pur non essendo ancora in condizione, mentre Ola Aina dovrebbe giocare uno spezzone della partita. Quasi certamente Zaza sarà titolare pur essendo diffidato, ma non si esclude proprio per questo, che il tecnico decida invece di partire con Berenguer. Mazzarri comunque cambierà qualcosa rispetto alla gara di andata, inserendo calciatori in condizione migliore. Si potrebbero anche vedere tanto Millico quanto Nicola Rauti, definito dall’allenatore molto interessante sul piano tecnico, ma queste sono scelte che si faranno a gara in corso, se gli sviluppi della partita lo consentiranno.

Lo schieramento dovrebbe essere un 3-5-2: Sirigu il portiere, in difesa dovrebbe essere Bonifazi ad affiancare Nkoulou e Bremer al posto di Izzo. In cabina di regia si dovrebbe rivedere Rincon, al quale lascerà spazio a centrocampo uno tra Meité e Baselli, mentre Lukic completerà la mediana e gli esterni saranno De Silvestri e Ansaldi. In attacco scontata la presenza di Belotti, è appunto ballottaggio tra Zaza e Berenguer per il compagno di reparto del “Gallo”.

Probabilità * di scommesse interessanti per Shakhtyor Soligorsk – Torino con Betclic.it

Vittoria Shakhtyor Soligorsk: 5,75
Pareggio: 4,45
Vittoria Torino: 1,56

 

Ci sono anche altre scommesse interessanti per la partita. Ad esempio:

Under 1,5: 4,23
Under 2,5: 2,19
Over 3,5: 2,48
Gol/Non Gol: Sì 2,45   No 1,50
Handicap -2:  1  28,00   X  10,25
Handicap -1   1  12,75   X  6,65   2  2,33

Primo Tempo/Finale 1/2: 19,25
Primo Tempo/Finale 2/1: 38,00

Previsione scommesse Shakhtyor Soligorsk – Torino con Betclic.it: Vittoria Torino. Solo la squadra granata può buttare all’aria una nettissima superiorità, ma è davvero difficile che questo accada. Gli uomini di Mazzarri dovrebbero anzi presentarsi molto concentrati a questo appuntamento, senza compiere il fatale errore di pensare già alla gara successiva.

Qui il consueto confronto con altri bookie:

Il confronto con altre quote * scommesse per Shakhtyor Soligorsk – Torino

Quote SNAI.it

Vittoria Shakhtyor Soligorsk: 5,50
Pareggio: 4,25
Vittoria Torino: 1,50

 

Quote William Hill.it

Vittoria Shakhtyor Soligorsk: 5,80
Pareggio: 4,20
Vittoria Torino: 1,53

 

(Quote del 14.08.2019 alle 23.30)

football line

Pronostico Torino – Shakhtyor Soligorsk Quote scommesse Qualificazione Europa League

Torino – Shakhtyor Soligorsk Quote scommesse Qualificazione Europa League*
Torino 1,12/ pareggio 7,00/ Shakhtyor Soligorsk 21,00
Data: 8 agosto 2019 – 21:00 ora italiana
Bookie: 888sport.it

Scommesse sportive Torino – Shakhtyor Soligorsk

Piano piano il calcio d’estate comincia a fare posto alle competizioni che realmente hanno in palio qualcosa. Aspettando il 24 agosto, giorno in cui ritornerà la Serie A, per ora quasi tutti sono alle prese con le amichevoli. Non è così per il Torino che, grazie all’esclusione del Milan dalle competizioni europee, sta disputando il torneo preliminare per accedere all’ Europa League 2019-2020, e nelle sue prime prestazioni ha già mostrato forza e carattere.

In teoria, la sfida che riporta i “Granata” nel proprio stadio dopo un breve esilio ad Alessandria, ossia l’ “Olimpico Grande Torino” non dovrebbe presentare grandissime insidie per la squadra italiana, se non quella della condizione atletica, decisamente migliore per gli avversari, dato che in Bielorussia il campionato nazionale è nella sua breve pausa di metà torneo. Ma è l’unica situazione in cui il piatto della bilancia pende dalla loro parte: il Torino affronta lo Shakhtyor Soligorsk, andata di un doppio confronto dopo il quale, se la squadra di Walter Mazzarri uscirà vincitrice, potrebbe trovarsi di fronte nel match decisivo per l’accesso all’ Europa League gli inglesi del Wolverhampton dove si è appena accasato l’ex milanista Patrick Cutrone, che sono favoritissimi contro gli armeni del Pyunyk. La gara di andata della semifinale di questo torneo si gioca alle 21.00 di giovedì 8 agosto 2019, e verrà arbitrata dal polacco Daniel Stefansky.

La situazione del Torino prima dell’incontro con lo Shakhtyor Soligorsk

Nei quarti di finale il “Toro” si è sbarazzato in modo decisamente agevole degli ungheresi del Debrecen, sconfitti 3 a 0 nella partita di andata giocata ad Alessandria, e poi 4 a 1 nel ritorno disputato in terra magiara. Manifesta superiorità, si sarebbe detto in altri sport, un Torino voglioso e desideroso di vincere e di riportare il proprio orgoglioso e blasonato club a disputare una coppa europea. Mazzarri è alla sua terza stagione sulla panchina torinista, e a questo punto si tratta davvero della grande occasione per far fare un salto di qualità a una squadra che negli ultimi anni è stata costretta a “vivacchiare” un po’ troppo, ma che nel campionato precedente, a parte le disavventure economico-finanziarie del Milan, aveva comunque dimostrato di poter arrivare ai preliminari di Europa League.

Che poi sono comunque arrivati, e che possono essere una grande occasione di riscatto personale per alcuni giocatori come Andrea Belotti o Simone Zaza, che non stanno deludendo le aspettative in questa primissima fase di stagione, e che Mazzarri potrebbe schierare nuovamente insieme.

Dal punto di vista tecnico e tattico, come qualità dei singoli e del collettivo, è evidente come la squadra italiana sia superiore sotto tutti i punti di vista, anche se ovviamente l’allenatore invita a non sottovalutare nessun avversario. Del resto abbiamo detto come in Bielorussia il campionato sia al suo giro di boa, che comunque ha effettuato una pausa di circa un mese, mentre qui in Italia la stagione sia appena cominciata, e di fatto solo per il Torino costretto a giocare questo torneo.

Non sarà ancora disponibile Djidji, operato lo scorso aprile al ginocchio destro e in fase di recupero completo, e questo si sapeva. Si dovrebbe rivedere Bremer, dato che Lyanco è fuori per un problema muscolare. Mancherà Edera mentre sono in dubbio Baselli e Parigini.

Aspettiamoci quindi un 3-4-3: Sirigu tra i pali, difesa composta da Izzo, Nkoulou e Bremer, esterni De Silvestri e Ansaldi, interni Meite e Rincon, mentre in attacco Berenguer dovrebbe affiancare Belotti e Zaza.

La situazione dello Shakhtyor Soligorsk prima dell’incontro con il Torino

Dicevamo attenzione allo Shakhtyor, che arriva ad affrontare il Torino dopo avere battuto l’ Hibernians con un doppio 1 a 0 negli ottavi di finale, e ai quarti, con una certa sorpresa l’Esbjerg sconfitto 2 a 0 all’andata, e costretto allo zero a zero nella gara di ritorno.

La squadra allenata da Sergei Tashuev è al terzo posto in patria, a otto punti dal capolista Brest e a sei dal Bate Borisov, ultima squadra ad averla battuta finora in questa stagione. L’ultimo impegno in ordine di tempo è stato l’ottavo di finale della Coppa di Bielorussia, in casa del Lokomotiv Gomel battuto a domicilio per 2 a 1 domenica 4 agosto.

Ma è ovvio come il Torino sia altro genere di impegno, anche per il suo atteggiamento agonistico che è nel DNA. Lo schieramento dovrebbe essere un classico 4-4-2: Klimovich il portiere, al centro della difesa Rybak e Sachivko, laterali Matveychik e Antic, esterni Tatarkov e Balanovich, interni  Ebong e Szoke, le punte Bakaj e Kovalev.

Probabilità * di scommesse interessanti per Torino – Shakhtyor Soligorsk con 888sport.it

Vittoria Torino: 1,12
Pareggio: 7,00
Vittoria Shakhtyor Soligorsk: 21,00

 

Ci sono anche altre scommesse interessanti per la partita. Ad esempio:

Under 3,5: 1,57
Over 3,5: 2,37
Gol/Non Gol: Sì 2,45   No 1,50
Handicap -2:  1  2,20   X  3,80   2  2,48
Handicap -1   1  1,41   X  4,20   2  5,50

Primo Tempo/Finale 1/2: 151,00
Primo Tempo/Finale 2/1: 26,00

Previsione scommesse Torino – Shakhtyor Soligorsk con 888sport.it: Vittoria Torino. Sembra davvero difficile che una squadra come il Torino possa “suicidarsi”, per di più di fronte al proprio pubblico, di fronte a un’avversaria rispettabile ma non certo titolata. La gara di andata dovrebbe quindi andare nella direzione granata.

Qui il confronto con un altro bookie:

Quote * scommesse per Torino – Shakhtyor Soligorsk con SNAI.it

Vittoria Torino: 1,13
Pareggio: 7,00
Vittoria Shakhtyor Soligorsk: 18,00

(Quote del 06.08.2019 alle 17.20)

football line

Pronostico Atalanta – Copenaghen Quote scommesse Preliminari Europa League

Partita: Atalanta – Copenaghen Preliminari Europa League
Data: 23/08/2018 – ore 20:00
Pronostico di scommesse: Atalanta
Quota: 1,50* (del 22/08/2018 alle ore 08:20)
Bookie: Bet365

Mancano ancora due passaggi per le squadre impegnate nei preliminari di Europa League 2018-2019. Siamo infatti arrivati alle finali del torneo di qualificazione, che si disputano in due turni. Ancora una volta Reggio Emilia accoglie l’Atalanta contro il Copenaghen, nella partita di andata di questo confronto decisivo per tornare a disputare la fase a gironi della seconda competizione continentale. Come sempre i bergamaschi giocano infatti al “Mapei Stadium” gli incontri casalinghi in ambito europeo. Il fischio d’inizio è alle 20.00 di giovedì 23 agosto 2018.

È una prima assoluta, nel senso che questo confronto non ha precedenti, anche se l’Atalanta ha nelle sue file un ex della compagine danese, quell’Andreas Cornelius il cui agente proprio un paio di giorni fa si è lamentato nei confronti dei vertici societari che non vogliono cedere il suo assistito. Sortita fuori luogo nella vicinanza di un passaggio fondamentale per la squadra, e non sappiamo quanto condivisa dal calciatore, se non altro nei tempi, dato che certamente Gian Piero Gasperini avrà bisogno dell’esperienza diretta del suo attaccante, che comunque dovrebbe partire dalla panchina.

Del resto, probabilmente l’Atalanta ha bisogno di qualche scossone pre-gara e di certo lo stesso tecnico lo ha capito, se prima dell’Hapoel Haifa aveva lanciato i suoi strali legati al mercato a suo dire fino a quel momento poco fruttuoso. Com’è, come non è, adesso è invece soddisfatto grazie agli arrivi di Rigoni e Adnan (quest’ultimo in prestito dall’Udinese in cambio di D’Alessandro), che si affiancano a quelli di Zapata e Pasalic. Ma forse lo scossone ci voleva, e serviva anche, anzi soprattutto a uso interno, per far capire a molti giovani di talento ma ancora con poca esperienza che all’Atalanta bisogna mangiare la polvere, bisogna esserci sempre e provare a vincere senza prendersi il ceffone prima.

Un monito di cui non aveva certamente bisogno il “Papu” Gomez, il capitano (con fascia personale anche perché non c’era la sua misura tra quelle anonime della Lega Calcio), non a caso in grande evidenza nella prima di campionato contro il Frosinone, che forse sperava di reggere meglio il ritorno in A. Non a caso un soddisfatto Gasperini lo ha definito nel dopopartita “il nostro CR7”.

Ma l’Atalanta, che gioca appunto i preliminari di Europa League, è per forza in questo momento la squadra italiana più in forma di tutte, e quello che semmai preoccupa Gasperini è arrivare nel cuore della stagione scartando il momento opaco che prima o dopo tutte le squadre per forza di cose hanno. Con una rosa a posto in tutti i reparti, si può reggere meglio, ma certo il 4 a 0 all’ “Atleti Azzurri d’Italia” con la compagine ciociara è un avvertimento per tutte, anche per le grandi. Con questa Atalanta bisogna fare i conti. Gomez strepitoso, autore di una doppietta e presente nelle altre due segnature, firmate da Hateboer e da Pasalic. Se Gasperini voleva avere una conferma sul momento di grazia della “Dea”, lo ha avuto.

Aggiungiamo un altro dato che mette impressione a leggerlo, anche se poi i numeri vanno letti con attenzione: la squadra le ha vinte quasi tutte da luglio in poi, pareggiando solo l’andata interna con il Sarajevo (ecco la faccenda del “ceffone” salutare). Nessuna sconfitta e spesso vittorie pesanti, come dimostra il 4-0 di cui sopra o lo stesso 8 a 0 in Bosnia nel ritorno con un Sarajevo che a quel punto non era più stato affrontato con la pericolosa sufficienza della mentalità da “calcio d’estate”, che rischia sempre di fare capolino quando si giocano fuori stagione partite invece determinanti, come nel caso dei preliminari. Anche per questo si potrebbe azzardare un Over 2,5.

Il Copenaghen arriva a questo punto dopo aver battuto di misura negli ottavi di finale i finlandesi del Kups, in modo ben più autorevole (sette gol senza subirne tra andata e ritorno) gli islandesi dello Stjarnan ai quarti, infine in semifinale il CSKA di Sofia, sconfitto per 2 a 1 sia nella prima partita che nella seconda. I danesi hanno il vantaggio della partita di ritorno in casa, e per questo l’Atalanta dovrà essere concentratissima nella prima gara, che potrebbe davvero fare la differenza.

La Superliga danese tra l’altro è iniziata a metà luglio e quindi è in pieno corso, e al momento è proprio il Copenaghen a guidarla appaiato con l’Aalborg. Nella passata stagione ha stentato maggiormente, arrivando quarta dopo i play off championship e agguantando i preliminari di Europa League nel minitorneo interno di qualificazione. L’allenatore è dal 2013 Staale Solbakken.

A parte il talentuoso 24enne ex Ajax Viktor Fischer, ala sinistra capace di giocare anche come punta centrale, non ci sono ovviamente nomi altisonanti, ma la squadra è comunque solida e viene da una striscia positiva che continua ormai dal 19 luglio: due soli pareggi (l’ultimo in campionato domenica con l’Aarhus per 1 a 1) e la bellezza di otto vittorie tra Superliga – ha perso solo la gara di esordio – ed Europa League. Quindi senza amichevoli.

In parte avevamo già accennato al cammino europeo atalantino, che ricordiamo. I “Nerazzurri” bergamaschi (attenzione perché la squadra danese ha la maglia da trasferta simile, ma difficilmente potrà usarla in questa occasione) hanno cominciato dai quarti di finale, appunto con il Sarajevo, 2-2 all’andata e 8-0 al ritorno, poi hanno sconfitto in entrambe le gare l’Hapoel Haifa.

Ci sarà un po’ di turnover rispetto alla partita con il Frosinone, considerando anche che alla prossima di campionato ci sarà la trasferta di Roma contro i “Giallorossi”, che con il Torino hanno stentato ma alla fine si sono presi l’intera posta in palio grazie a un gol segnato da Dzeko, ma con grande evidenza per quel promettente figlio d’arte che risponde al nome di Justin Kluivert.

Alla ripresa degli allenamenti, ci sono stati carichi di lavoro differenziati in base al minutaggio, mentre Palomino e Tumminello hanno lavorato a parte. Dovrebbe essere schierato un 3-4-1-2 con Gollini tra i pali, una difesa composta da Toloi, Mancini (favorito su Djimsiti) e Masiello, esterni Castagne e Gosens, in mediana de Roon e Freuler, Pessina (o Pasalic) nel ruolo di trequartista (aspettando sempre il ritorno di Ilicic), alle spalle di Gomez e Zapata.

Unico infortunato del Copenaghen è l’attaccante Jonas Wind. La squadra gioca con il 4-4-2: davanti al portiere Joronen (risparmiato in campionato in favore di Andersen), i difensori esterni dovrebbero essere Ankersen e Boilesen, i centrali Vavro e Bjelland. Gregus e il temuto Fischer agiranno sulle fasce, mentre gli interni saranno Skov e il capitano Zeca, cui è affidata la gestione della palla e il raccordo con il reparto avanzato, dove dovrebbero giocare N’Doye e Kodro.

La partita sarà diretta da Pavel Kralovec, proveniente dalla Repubblica Ceca come i suoi assistenti Nadvornik e Hajek, e il quarto uomo Ardeleanu.

Atalanta – Copenaghen pronostico

Atalanta – Copenaghen: favorita la squadra italiana, che appare in un momento di grande spolvero e in serie fortemente positiva, non solo nei preliminari di Europa League, ma in assoluto.

Atalanta – Copenaghen quote scommesse*

Bet365: Atalanta 1,50/ pareggio 4,00/ Copenaghen 7,00
William Hill:
Atalanta 1,40/ pareggio 4,80/ Copenaghen 7,00
(Quote scommesse del 22/08/2018 alle ore 08:20)

football line

Pronostico Linfield – La Fiorita Quote scommesse Qualificazione Champions League

Partita: Linfield – La Fiorita Qualificazione Champions League
Data: 28/06/2017 – ore 20:45
Pronostico di scommesse: Linfield
Quota: 1,10
Bookie: Bet365

Ultima partita di andata del primo turno del torneo di qualificazione alla Champions League, con dieci squadre impegnate, cinque delle quali si qualificheranno al secondo turno dopo una doppia sfida, con andata e ritorno e affronteranno poi delle avversarie qualificate di diritto al secondo turno. L’ultima sfida in programma è quella tra i nordirlandesi del Linfield e La Fiorita, squadra della Repubblica di San Marino che per l’occasione schiererà alcune vecchie conoscenze del calcio italiano, alcune piuttosto importanti. Si gioca alle 20.45 italiane di mercoledì 28 giugno 2017 allo stadio “Windsor Park” di Belfast.

Inutile farsi illusioni per la squadra dell’ambizioso presidente Alan Gasperoni, che ha il merito di far affacciare da alcuni anni San Marino alla scena europea, anche se in realtà davvero La Fiorita fa capolino, un atto di presenza comunque pieno di dignità e serietà. Il Linfield è la squadra sicuramente più forte di questi preliminari: 151 anni di storia, 52 scudetti, la necessità di passare per le forche caudine dei preliminari, ma un ruolino di marcia molto forte in patria anche in questa stagione: l’ultimo campionato, ancora una volta vinto, con 27 vittorie su 38 partite giocate, 87 reti segnate e solo 24 subite. Tuttavia, questa vittoria ha spezzato un digiuno che durava da cinque anni.

Numeri che fanno impressione alla piccola rappresentativa sanmarinese, che tuttavia non vuole partire come agnello sacrificale, tanto è vero che in passato Gasperoni ha risposto in modo molto pepato a Thomas Muller che aveva avuto da ridire sulla partita della Nazionale tedesca contro quella di San Marino. Tanto più che La Fiorita festeggia il suo mezzo secolo di vita, e lo fa con il suo quarto scudetto e con il primo turno dei preliminari di Champions League.

Dignità, dunque, e per questo il presidente  ha ingaggiato alcuni giocatori esperti. Il nome più prestigioso, importante ancor oggi nel calcio italiano in quanto presidente dell’Assocalciatori, è quello di Damiano Tommasi: un passato molto rilevante soprattutto nella Roma, un presente nel quale a 43 anni si può ancora considerare un giocatore, e ritiene di poter dare ancora il suo contributo concreto in campo, e non solo come sindacalista.

Con lui, agli ordini dell’allenatore Nicola Berardi per questa uscita europea e per il ritorno nel prossimo settembre, anche l’attaccante del San Marino Emiliano Olcese e i centrocampisti Crocefisso Miglietta, in forza al Parma neopromosso, e Marco Brighi che dopo una discreta carriera da professionista è alla Savignanese.

Presenti invece in campionato Adrian Ricchiuti proveniente dal Rimini ma indisponibile per questa gara come Tiziano Mottola, ancora l’esterno della nazionale sammarinese Adolfo Hirsch, che era in forza alla Folgore come lo stesso tecnico Berardi, e il difensore Roberto Di Maio, giunto dalla Correggese. A questi si sono aggiunti ancora il portiere Mirco De Angelis e il difensore Matteo Colonna. Non è riuscito invece il colpaccio con Alberto Gilardino: l’attaccante per ora vuole rilanciarsi in A o in B, dopo le ultime deludenti stagioni, e quindi ha cortesemente declinato l’invito. Anzi, in un certo senso ha invitato a ripassare più avanti…

Tornando alla gara, è logico comunque che il Linfield voglia cercare di archiviare la pratica in questo incontro casalingo di andata. L’unico errore che si potrebbe fare è quello di deconcentrarsi e pensare troppo all’impegno successivo, e alla possibilità di affrontare al turno successivo il Celtic di Glasgow. Per questo il tecnico David Healy proverà a schierare un 4-3-3 votato all’attacco: il giocatore più atteso è l’attaccante 25enne Burns, determinante nella conquista del campionato.

Berardi invece schiererà un 4-4-2 e naturalmente si confida nell’esperienza di Tommasi per cercare di uscire nel migliore dei modi dal confronto con la forte squadra nordirlandese.

Linfield – La Fiorita pronostico

Linfield – La Fiorita: nordirlandesi assolutamente favoriti. Quota molto alta per un successo esterno

Linfield – La Fiorita quote scommesse
Quote di scommesse da Bet365:
Linfield 1,10 pareggio 9,00 La Fiorita 21,00

football line

Pronostico Hibernians – Infonet Tallinn Quote scommesse Qualificazione Champions League

Partita: Hibernians – Infonet Tallinn Qualificazione Champions League
Data: 27/06/2017 – ore 20:00
Pronostico di scommesse: Hibernians
Quota: 1,91
Bookie: Bet365

Comincia il torneo di qualificazione alla Champions League, con il primo turno che riguarda dieci squadre, cinque delle quali si qualificheranno al secondo turno dopo una doppia sfida, con andata e ritorno e affronteranno poi delle avversarie qualificate di diritto al secondo turno. Quattro gare di andata del primo turno si svolgeranno martedì 27 giugno 2017. Tra queste anche la sfida tra Hibernians e Infonet Tallinn. Si giocherà a Malta, allo stadio “Hibernians Ground” di Paola alle 20.00 italiane.

Il confronto è assolutamente inedito. L’Hibernians è la squadra campione di Malta, avendo vinto la locale Premier League, ossia la Serie A maltese, con un distacco di sette punti dal Balzan giunto secondo e con 22 vittorie e 5 pareggi su 33 incontri giocati. Non ha una grande tradizione europea, ma nella sua storia si ricordano alcuni risultati importanti: due pareggi con squadre prestigiose: il Manchester United nel 1967 in Coppa dei Campioni e il Real Madrid tre anni dopo in Coppa delle Coppe. Nella Coppa Uefa 1978-79 vinse per 3 a 2 sui portoghesi del Braga, e in quella 1994-95 per 4-3 sulla Dinamo Minsk.

Venendo a vicende più recenti, lo scorso anno la squadra maltese è uscita al primo turno del torneo di qualificazione per l’Europa League, sconfitta per tre a zero sia all’andata che al ritorno dagli slovacchi dello Spartak di Trnava.

In Estonia il campionato nazionale di calcio, la Meistriliiga, è attualmente in corso, anche se sta arrivando alla conclusione. Il 19 giugno, prima di una pausa, si è disputata la diciassettesima giornata. L’Infonet Tallinn, quarto e staccato di nove punti dalla terza, è lontano attualmente dal vertice, anche se il torneo è ancora lungo: la prima classificata accede al torneo di qualificazione della Champions per l’anno prossimo, la seconda e la terza a quello di Europa League.

La squadra ha vinto il campionato dello scorso anno, e per questo ora affronta il confronto con i maltesi. C’è da aggiungere che lo scorso 22 giugno, nei sessantaquattresimi di finale della Coppa di Estonia, la squadra ha schiantato con un perentorio sette a zero la propria selezione B, che milita nella Esiliiga, il torneo cadetto estone. Questo, però, la dice lunga sul dislivello nella qualità del calcio in questa repubblica baltica.

È la seconda volta che la squadra si affaccia ad una competizione continentale, dopo l’uscita al primo turno delle qualificazioni di Europa League 2016, ad opera degli scozzesi del Midlothian.

Eccoci alle formazioni, che dovrebbero essere con moduli speculari: l’inglese Mark Miller, allenatore dell’Hibernians, dovrebbe mettere in campo un 4-4-2: Hogg il portiere, in difesa Agius. Rodolfo Soares, Tabone e Bezzina, a centrocampo Kristensen, Vella, Jackson Lima e Failla, in attacco Jorge Pereira, e il “bomber” Degabriele, autore di 16 gol in 33 partite di campionato.

4-4-2 anche per il tecnico dell’Infonet Tallinn Alexsandr Pustov: Igonen tra i pali, difesa con Vladimir Avilov, Kulinitš, Appiah e Kalimullin, centrocampisti Dmitrijev, Nesterov, Dõmov e Kharin, in attacco Prosa e Voskoboinikov.

Hibernians – Infonet Tallinn pronostico

Hibernians – Infonet Tallinn: squadra maltese data per favorita dai bookmakers

Hibernians – Infonet Tallinn quote scommesse
Quote di scommesse da Bet365:
Hibernians 1,91 pareggio 3,40 Infonet Tallinn 3,60

football line
i-bookmakers.it valuta e confronta con costante aggiornamento tutti gli importanti bookmakers autorizzati in Italia.   18+   AAMS
Bookmakers | Bookmaker online | Scommesse sportive | Scommesse calcistiche | Scommesse live | Siti di scommesse | Scommesse Online | Bookmaker
Vi raccomandiamo di scommettere con responsabilità.