i-bookmakers.it
Logo di i-bookmakers .it
Notizie di Scommesse

Polonia

In questa pagina trovate articoli riguardanti Polonia.
football line

Pronostico Polonia – Italia Quote scommesse UEFA Nations League*

Polonia – Italia Quote scommesse UEFA Nations League*
Polonia 4,20/ pareggio 3,55/ Italia 1,83
Data: 11 ottobre 2020 – 20:45 ora italiana
Bookie: Lottomatica.it

Scommesse sportive Polonia – Italia

Un match importante in una situazione molto equilibrata nel Gruppo 1 della Lega A, per la UEFA Nations League: un solo punto separa la nostra nazionale prima in classifica da Olanda e Polonia che la seguono. E a Danzica, in uno “Stadion Energa Gdansk” dove ci saranno i tifosi ma adesso l’incubo del Covid costringe a misure molto ferree di sicurezza, la Polonia ospita l’Italia di Roberto Mancini.

I precedenti di Polonia – Italia

Anche nella passata Nations League, la nazionale polacca era nel nostro stesso girone: un bilancio favorevole all’Italia, con un pareggio per 1 a 1 nella partita di andata giocata a Bologna il 7 settembre 2018, mentre gli “Azzurri” hanno vinto il ritorno in pieno recupero a Chorzow con una rete segnata da Biraghi ed è questo l’ultimo precedente in ordine di tempo di una classica tra due formazioni che in qualche modo possono definirsi “cugine”, dati i  molti calciatori polacchi che giocano o hanno giocato nei nostri campionati, compreso il presidente della federazione, amatissimo in Italia, vale a dire Zbigniew Boniek, il popolarissimo “Zibì”. I pareggi prevalgono nei 16 precedenti tra le due formazioni: sono sette, mentre sei volte si è imposta la nostra Nazionale, e tre quella polacca, che per esempio ci eliminò dai Mondiali tedeschi del 1974.

La situazione della Polonia prima dell’incontro con l’ Italia

Per prepararsi a questo incontro e al prossimo di Nations League, mercoledì 14 ottobre con la Bosnia-Erzegovina, la Polonia ha affrontato in amichevole la Finlandia lo scorso 7 ottobre battendola per 5 a 1. A partire dal portiere Szczesny, ci sono diverse nostre conoscenze nella formazione che ci affronterà, anche se a guidare l’attacco è una stella di prima grandezza che non ha mai giocato in Italia e attualmente milita nel Bayern Monaco: Robert Lewandowski, capitano della formazione polacca.

In questa Nations League, la Polonia inizialmente è stata sconfitta 1 a 0 in Olanda, mentre ha colto i suoi primi e attuali tre punti in classifica vincendo 1 a 2 in Bosnia-Erzegovina. Quello contro l’Italia è quindi il primo impegno interno della formazione allenata da Jerzy Brzeczek. Il modulo dovrebbe essere un 4-4-1-1 dove alle spalle di Lewandowski dovrebbe agire Milik, alla fine rimasto al Napoli dopo le manovre di mercato degli ultimi mesi. In difesa, davanti a Szczesny, la difesa è formata per due quarti da “italiani”, il centrale Glik e il terzino sinistro Bereszynski. A destra Kedziora mentre l’altro centrale è Bednarek. Esterni alti Szymanski e Grosicki, in mediana Krychowiak e Klich.

La situazione dell’ Italia prima dell’incontro con la Polonia

La perentoria vittoria per 6 a 0 delle seconde linee nell’amichevole con la Moldova fa sì che Mancini possa essere tranquillo anche sul fronte dei cosiddetti rincalzi. La Nazionale c’è e ha voglia di vincere a prescindere dagli interpreti. Adesso tornano ovviamente i titolari e il commissario tecnico ancora non si è posto il problema del turnover, dato che dopo questa partita, ci sarà l’impegno di mercoledì a Bergamo con l’Olanda.

Problemi di abbondanza in attacco, dove potrebbe partire titolare Moise Kean al fianco di Ciro Immobile, che ha la concorrenza di Belotti e ora perfino di Caputo, mentre Federico Chiesa fresco di passaggio alla Juventus dovrebbe completare il tridente. In difesa è in dubbio Giorgio Chiellini, che è alle prese con una botta e nel caso non ce la facesse sarà sostituito da Acerbi o da Ogbonna. Sicuro del posto l’altro centrale Bonucci, così come il portiere Donnarumma, mentre sulle fasce dovrebbero giocare Florenzi e Spinazzola, in mediana Verratti, Jorginho e Barella.

Previsione scommesse Polonia – Italia con Lottomatica.it: Vittoria Italia. La formazione polacca è un osso duro, ma dati i precedenti recenti della formazione di Mancini, il favore dei pronostici è abbastanza netto. .

Qui il confronto con altri bookie:

Il confronto con altre quote * scommesse per Polonia – Italia

Quote Unibet.it

Vittoria Polonia: 4,15
Pareggio: 3,60
Vittoria Italia: 1,92

Quote Eurobet.it

Vittoria Polonia: 4,00
Pareggio: 3,50
Vittoria Italia: 1,87

*(Quote del 10.10.2020 alle 20.40)

football line

Analisi Polonia – Italia Quote scommesse Nations League

Data: 14/ 10/2018 – ore 20,45
Pronostico: Italia
*Quota: 2,70 (del 14/10/2018 alle ore 00:15)
Bookie Bet365

Dopo il successo del Portogallo contro Piatek e compagni, l’Italia vede sbiadirsi il primo posto nel girone nella Serie A di Nations League. Con la Polonia non ci si potrà permettere passi falsi perché un ko significherebbe retrocessione, e un pareggio non ci farebbe dormire sonni tranquilli fino all’ultima giornata.

Il Portogallo si è portato avanti vincendo per 3-2 sulla Polonia e piazzandosi a punteggio pieno nel gruppo 3 nella Lega A costringendo così Italia e Polonia a un match col coltello fra i denti.
Al momento la classifica, con due partite per squadra da disputare, è così: Portogallo 6 punti, Italia e Polonia 1, con i nostri prossimi avversari al momento salvi perchè in grado di segnare più gol di noi. Insomma, una sconfitta con la Polonia farebbe manifestare l’incubo della retrocessione in Lega B. Il primo criterio in caso di arrivo a pari punti è il vantaggio negli scontri diretti e anche una vittoria all’ultimo turno e una sconfitta della Polonia non ci basterebbero ad evitare il disastro.
Considerando la ricchezza di rosa nelle mani del ct Brzeczek vediamo che non dovrebbe essere difficile per l’allenatore mettere in campo domani una probabile formazione ben attrezzata. Ecco quindi che nel 4-4-2 del tecnico vedremo quindi sono uomini davvero in forma, e doppiamente pericolosi visto che molti giocano pure nel campionato italiano. Sarà infatti il numero 1 della Juventus Wojciech Szczesny a occupare il posto tra i pali: davanti modulo a 4 in difesa con Glik e Bednareck coppia centrale mentre toccherà a Bereszynski e Kedziora a coprire le fasce. Voti noti anche in mediana: qui infatti vedremo l’azzurro Zielinski fare coppia con Krychowiak, mentre per l’esterno del centrocampo si candidano per una maglia da titolare Kurzawa dell’Amiens e Blaszczykowski del Wolfsburg. Ballottaggi aperti in attacco dove il ct ha l’imbarazzo della scelta visti i nomi a disposizione: l’idea più probabile vede comunque una doppia punta con Lewandowski e Piatek.
Sarà sempre 4-3-3 il modulo della probabile formazione italiana: il vero problema di Mancini però non riguarda la tattica quanto i protagonisti da mettere in campo, specie in attacco visto che gli azzurri paiono per ora inefficaci sotto rete. Nel tridente offensivo la prima ipotesi vedrebbe Immobile prima punta con Chiesa e Bernardeschi, ma al posto del bomber del Lazio si fanno avanti anche Insigne oltre che il nuovo arrivato Lasagna, ma in generale le aspettative rimangono ben basse. Qualche dubbio poi si accende anche nella mediana dove i giocatori non mancano ma pochi hanno brillato finora. Jorghino pare comunque confermato in cabina di regia, con Verratti al suo fianco: potrebbe essere invece ballottaggio dal primo minuto per una maglia tra Pellegrini e Barella. Le consolidate certezze per la probabile formazione azzurra arrivano però dalla difesa: Donnarumma sarà ancora tra i pali con di fronte il duo consolidato Bonucci-Chiellini, mentre dovrebbe toccare a Florenzi e Biraghi coprire le fasce esterne.
Con un pareggio tutto sarebbe rimandato all’ultimo turno: Italia-Portogallo (17 novembre a San Siro) e Portogallo-Polonia (20 novembre a Guimaraes). Qui dovremmo comunque fare un risultato migliore di quello della selezione di Brzeczek per evitare la retrocessione. Capitolo vittoria. Con un successo nel prossimo match manderemmo i polacchi in Lega B e conserveremmo una flebile speranza di arrivare primi nel girone. Per accedere alla fase finale e giocarci il torneo però, dovremmo battere il Portogallo e sperare che i lusitani non facciano risultato coi polacchi. Ma è inutile confidare nei miracoli altrui.

Per Mancini “ il percorso iniziato a maggio era per mettere insieme una squadra e portarla all’Europeo. Questo è l’obiettivo e il bilancio si potrò tracciare più avanti. Nella Nations League siamo in un gruppo in cui il Portogallo è il migliore e merita di essere in testa. Noi ci giochiamo il secondo posto con la Polonia: probabilmente, perché nel calcio non si sa mai”

Polonia – Italia: come vedete dalle quote sarà una gara all’insegna di un grande equilibrio. E in effetti non si sa mai cosa aspettarsi dalla nostra nazionale che però sembra aver almeno individuato una strada da seguire e allora diamole fiducia con un 2 fisso.

Polonia – Italia: Nations League
*Quote scommesse (del 14/10/2018 alle ore 00:15)

Bet 365 Polonia 2,90/ pareggio 3,25/ – Italia 2,70
Bwin Polonia 2,75/ pareggio 3,00/ – Italia 2,65

football line

Pronostico Polonia – Italia Quote scommesse UEFA Nations League

Partita: Polonia – Italia UEFA Nations League
Data: 14/10/2018 – ore 20:45
Pronostico di scommesse: Italia
* Quota: 2,70 (del 13/10/2018 alle ore 22:00)
Bookie: Bet365

Roberto Mancini minimizza l’importanza della partita, forse per non gravare i suoi di troppe responsabilità, ma Polonia – Italia, in programma alle 20.45 di domenica 14 ottobre 2018 allo stadio “Slaski” di Chorzow è un crocevia fondamentale per la classifica del Gruppo 3 e per la permanenza degli azzurri nella Lega A della UEFA Nations League. Siamo alla quarta giornata della manifestazione, e cominciano le partite di ritorno, ora che tutte le squadre hanno giocato le loro due gare, trattandosi di gironi a tre squadre.

Al Portogallo, per qualificarsi ai playoff basterebbe un pareggio di ploacchi e italiani. Ricordiamo che la formazione lusitana, che ha sconfitto entrambe le avversarie, guida a 6 punti, la Polonia è seconda con più gol segnati rispetto all’Italia, ma tutte e due sono a un punto. Evidente, dunque, che in questo momento chi ha più da perdere è proprio la formazione azzurra, anche se con un pareggio ci sarebbe ancora qualche possibilità, però tutto sarebbe in ripidissima salita. Una sconfitta invece sancirebbe la retrocessione anticipata alla Lega B.

Peraltro, la Polonia non ha sfigurato con un Portogallo che, senza Cristiano Ronaldo (e ormai i lusitani ci hanno praticamente fatto l’abitudine), è andato a vincere 3 a 2 nello stesso stadio dove ora gli uomini allenati da Jerzy Brzeczek sfideranno la nostra nazionale. In una competizione dove la differenza reti è fondamentale, un Piatek in stato di grazia e con squadre italiane e straniere che vorrebbero strapparlo al Genoa già a stagione in corso, ha “timbrato il cartellino” anche in questa partita, mandando i polacchi momentaneamente in vantaggio. A modificare la situazione in favore del Portogallo hanno pensato poi i due Silva, André e Bernardo, ma anche Glik spedendo un pallone nella propria porta, anche se comunque Blaszczykowski ha accorciato le distanze.

L’Italia deve riprendere l’abitudine di segnare, e Ciro Immobile, che polemicamente posta su Instagram le sue reti segnate nel 2018 con un emoticon che invita a tacere, dovrebbe invece meditare sul fatto che in Nazionale, finora, un difensore come Chiellini ha segnato non solo un gol più di lui, ma comunque più di ogni altro attaccante tra quelli attualmente utilizzati. Servono i gol, nient’altro. Si vince segnando una rete più degli avversari, sempre. E poco importa, evidentemente, che possa esserci in campo un tridente senza un centravanti di ruolo.

Serve metterla dentro, il resto sono parole, lo sa benissimo anche un rassicurante Mancini che dice di non sentirsi sotto esame, a pochi giorni dall’elezione dei nuovi vertici federali, che minimizza la portata di una Nations League che vale comunque più delle amichevoli, ma quando dice che una retrocessione non sarebbe un dramma fa giustamente il suo mestiere.

Così come lo fa Giorgio Chiellini che al contrario del suo amico e compagno di reparto Bonucci, non parla del momento del calcio italiano e si concentra solo e unicamente sulla nazionale. Entrambi si dimostrano comunque punti di riferimento per compagni spesso giovani o che in molti casi non hanno l’esperienza internazionale dei due storici difensori centrali, sia in azzurro che con il club di appartenenza.

Quanto alla Polonia, che certo di attaccanti non ha penuria, anzi, tra Lewandowski, Piatek e Milik, più Zielinski che gioca da centrocampista offensivo, per Brzeczek c’è soltanto l’imbarazzo della scelta. Ma il commissario tecnico ammette che non basta avere ottimi giocatori per essere squadra, come ha dimostrato un mondiale che ha visto la formazione polacca eliminata nella fase a gironi, ultima nel Gruppo H, dietro Colombia, Giappone e Senegal.

Un risultato sorprendente in negativo, che però serve per ripartire. Quanto al modulo, molto probabile il 4-4-2, anche se il tecnico non si è sbottonato, spiegando che dipenderà dalle condizioni psico-fisiche dei giocatori, con Klich squalificato. Quindi il modulo discende dalle scelte in attacco: due punte, confermando Lewandowski e Piatek, oppure 4-4-1-1 con Zielinski trequartista alle spalle del giocatore del Bayern. Ovviamente, la Polonia – che ci conosce bene dato che molti suoi calciatori giocano o hanno giocato da noi – punta a vincere la gara.

Nessuno firma per il pareggio, dunque, al di là del messaggio lanciato da Mancini, che sa bene di avere ancora un cantiere aperto e quindi ritiene ancora prematuro fare bilanci. A quanto fa capire il mister, probabilmente ripartirà dagli undici schierati all’inizio dell’amichevole di Genova con l’Ucraina, che hanno fatto bene per un’ora. Sicura a centrocampo la conferma di Verratti, pur non essendo ancora al massimo della condizione.

Nella Polonia è seriamente in dubbio il difensore sampdoriano Bereszynski, che nella partita con il Portogallo ha subito un brutto colpo alla testa. Possiamo comunque ipotizzare la conferma del 4-4-2 polacco: davanti al portiere juventino Szczesny, difensori centrali l’ex torinista Glik e Bednarek, terzini Kedziora e Jedrzejczyk, sugli esterni il “napoletano” Zielinski e Kurzawa, interni Krychowiak e Blaszczykowski, coppia d’attacco Lewandowski e Piatek.

Mancini dovrebbe schierare il 4-3-3 con Donnarumma confermato tra i pali, nonostante qualche incertezza nell’amichevole di Genova, Bonucci e Chiellini inamovibile coppia centrale di difesa, Florenzi e Biraghi terzini, in mediana con Jorginho in cabina di regia, Verratti e Pellegrini, tridente con Bernardeschi, Insigne e Chiesa.

Siamo davanti nei 15 precedenti, con 5 vittorie contro le 3 della Polonia. Sette volte la partita si è conclusa in parità.

Polonia – Italia pronostico

Polonia – Italia: nonostante il pessimismo della critica, l’Italia rimane leggermente favorita per questa gara. Partita da doppia 1/2.

Polonia – Italia quote scommesse*

Bet365: Polonia 2,90/ pareggio 3,25/ Italia 2,70
Bwin: Polonia 2,75/ pareggio 3,00/ Italia 2,65
(Quote scommesse del 13/10/2018 alle ore 22:00)

football line

Pronostico Polonia – Portogallo Quote scommesse UEFA Nations League

Partita: Polonia – Portogallo UEFA Nations League
Data: 11/10/2018 – ore 20:45
Pronostico di scommesse: Portogallo
* Quota: 2,70 (del 10/10/2018 alle ore 21:40)
Bookie: Bet365

Terzo turno della UEFA Nations League, il campionato per nazioni che prevede promozioni e retrocessioni, e nel girone dell’ Italia che questa volta riposa, si affrontano le altre due squadre, con la speranza che la partita finisca in parità altrimenti il cammino si complica per la formazione azzurra, e si avvicina il rischio di retrocedere. Dunque, nel Gruppo 3 della League A, allo “Stadion Slaski” di Chorzow, alle 20.45 di gioved’ 11 ottobre 2018, la Polonia affronta il Portogallo sempre privo di Cristiano Ronaldo, alle prese in questi giorni con altri problemi extrasportivi, e comunque concentrato sulla sua avventura nel calcio italiano.

Non mancheranno comunque, soprattutto nella formazione polacca, gli elementi che giocano in Italia o che vi sono passati. In questo momento il più gettonato, ma a rischio panchina, è il genoano Piatek, che con i suoi gol è diventato il capocannoniere della A, ma nonostante la squadra sia nella parte sinistra della classifica, l’incontentabile Enrico Preziosi ha pensato bene di esonerare l’allenatore Davide Ballardini richiamando Juric. Decisione che il popolo “Rossoblu” fatica a decifrare e comprendere, e che forse sarà più chiara alla ripresa del campionato. Comunque, Piatek in questo momento pensa alla propria nazionale, accantonando sia la propria squadra di club che le immancabili sirene di mercato.

Il reparto di attacco polacco, tra l’altro, è abbastanza affollato, a cominciare da quel Robert Lewandowski che è un po’ il simbolo della nazionale e che in questa occasione arriverà alla sua centesima partita dal primo minuto. Non dimentichiamoci poi di Milik, che nel Napoli di Carlo Ancelotti, disavventure di cronaca a parte, si sta trovando sempre meglio, ritagliandosi un ruolo importante anche nella soluzione delle partite. Uno dei tre, probabilmente uno tra Milik e Piatek dovrà accontentarsi di partire dalla panca, essendo davvero improbabile che Lewandowski non sia schierato fra i titolari.

Il Portogallo sta cercando di vivere senza Cristiano Ronaldo, facendosi in pratica una ragione del fatto che sempre meno avrà CR7 a disposizione, tranne probabilmente nei momenti davvero cruciali. Per tutti esistono delle priorità, probabilmente per la stella del calcio mondiale la Nations League in questo momento non lo è, o lo è comunque meno rispetto alla Juventus. Comunque Fernando Santos, CT lusitano, ha deciso di non convocare il portoghese in questo momento più famoso nel mondo.

Proprio in questo Portogallo si sta facendo spazio l’ex milanista André Silva, peraltro andato in gol proprio nella partita contro l’Italia, nella giornata precedente del torneo finita 1 a 0 per i lusitani. Naturalmente anche la Polonia ha esordito nel torneo contro gli “Azzurri” di Mancini, chiudendo sull’ 1 a 1. L’impegno successivo, per la squadra guidata dal ct Jerzy Brceczek è stata l’amichevole con l’Irlanda, terminata anch’essa 1 a 1.

Guardando la Nations League, in questo momento sono dunque i portoghesi a guidare il girone a 3 lunghezze, davanti a Polonia e Italia con un punto, ma la nostra nazionale è messa peggio perché ha due partite disputate ed una peggior differenza reti. Proprio per questo, dalle parti del Tricolore si fa il tifo per un pareggio.

Formazioni: Brceczek dovrebbe adottare il 4-4-2: il portiere juventino Szczesny tra i pali, difensori centrali l’ex torinista Glik e Bednarek, terzini il sampdoriano Bereszynski e Kedziora, sulle fasce Blaszczykowski e Kurzawa, interni Krychowiak e il “napoletano” Zielinski, davanti il suo collega Milik (o Piatek) e ovviamente Lewandowski.

I due Silva saranno come sempre alla guida dell’attacco portoghese, anche se Bernardo è in ballottaggio con Guedes. Lo schieramento è sempre un 4-4-2: Rui Patricio il portiere, Pepe e Dias i centrali di difesa, due “italiani” per il ruolo di terzini, vale a dire lo juventino Cancelo e il “partenopeo” Mario Rui, Pizzi e Bruma sugli esterni, Carvalho e Neves alle spalle delle due punte, che come detto dovrebbero essere André e Bernardo Silva.

Sono undici i precedenti tra le due squadre, e l’esito è abbastanza equilibrato: il Portogallo ha vinto quattro incontri, tre invece i polacchi, ma le ultime tre gare sono finite in parità. Tra queste, la più recente è quella dei quarti di finale per Euro 2016, che alla fine i portoghesi si aggiudicarono solo ai rigori.

Polonia – Portogallo pronostico

Polonia – Portogallo: certe partite sono fatte per mettere in difficoltà chi deve occuparsi dei pronostici. Questa è la classica gara da tripla, con leggerissimo favore per i lusitani, ma con tutte le altre possibilità contemplate. Dovendo dare una preferenza, si indica il 2.

Polonia – Portogallo quote scommesse*

Bet365: Polonia 2,90/ pareggio 3,20/ Portogallo 2,70
Bwin: Polonia 2,80/ pareggio 3,10/ Portogallo 2,55
(Quote scommesse del 10/10/2018 alle ore 21:40)

football line

I bookmakers offrono promozioni dedicate a Italia – Ucraina e Polonia – Italia

Notizie di Bookmakers

In questa settimana tornerà in campo la Nazionale italiana di calcio che mercoledì 10 ottobre ospiterà in un’amichevole l’Ucraina e domenica 14 ottobre cercherà in Polonia punti fondamentali per la permanenza nella Lega A dell’UEFA Nations League. I bookmakers William Hill e Betfair offrono promozioni dedicate rispettivamente agli incontri Italia – Ucraina e Polonia – Italia.

Mercoledì 10 ottobre alle ore 20.45 andrà in scena allo stadio Luigi Ferraris di Genova l’amichevole fra l’Italia di Roberto Mancini e l’Ucraina guidata dall’ex stella milanista Andriy Shevchenko. Il bookmaker Betfair ha lanciato una promozione dedicata alle scommesse calcistiche e in particolare all’incontro degli “Azzurri” a Marassi, grazie alla quale rimborsa fino a 5 Euro se la prima scommessa live con un importo non inferiore a 20 Euro e con una quota minima di 1,50 riguardante l’incontro Italia – Ucraina se questa giocata dovesse risultare perdente. Il bookmaker Betfair ricorda che è possibile avere un bonus attivo per volta. Inoltre l’eventuale bonus sarà subito prelevabile, ma dall’accredito sui conti scommesse del giro di 24 ore dovrà essere usato entro due giorni con una quota minima di 1,50. In caso di scommesse multiple quantomeno una selezione deve avere una quota non inferiore a 1,50.

Domenica 14 ottobre lo stadio Slaski di Chorzow ospiterà la sfida Polonia – Italia valevole per il gruppo 3 nella Lega A della prima edizione dell’UEFA Nations League. Gli “Azzurri” di Roberto Mancini sono l’unica formazione del girone ad aver già disputato due incontri nell’UEFA Nations League ed hanno raccolto soltanto un punto proprio grazie all’1-1 casalingo contro la Polonia del 7 settembre. Sarebbe seguita una battuta d’arresto per 0-1 in Portogallo e per questo motivo l’Italia è alla ricerca di punti pesanti in vista dell’incontro davanti al proprio pubblico contro i Lusitani fra un mese. Il bookmaker William Hill dedica una promozione alla partita Polonia – Italia, grazie alla quale gli utenti possono accumulare fino a 10 Euro da utilizzare per scommettere live durante la sfida decisiva che andrà in scena a Chorzow. Per ottenere questo bonus è necessario piazzare altre giocate live, questa volta con un importo minimo di 5 Euro, sugli incontri Italia – Ucraina di mercoledì 10 ottobre alle ore 20.45, a scelta una delle partite di giovedì 11 ottobre Francia – Islanda delle ore 21.00 o Polonia – Portogallo delle ore 20.45, sempre a scelta una delle sfide di venerdì 12 ottobre alle ore 20.45 Belgio – Svizzera o Croazia – Inghilterra e Olanda – Germania di sabato 13 ottobre alle ore 20.45. I bonus saranno accreditati in base al numero di scommesse live valevoli ai fini della promozione effettuate: 2 Euro agli utenti che avranno scommesso in due delle quattro serate, 5 Euro ai giocatori che avranno puntato in tre delle quattro giornate e 10 Euro per chi avrà piazzato scommesse in ognuna delle quattro serate. Per ricevere il bonus bisogna avere almeno un giorno di attività sul conto scommesse e iscriversi alla promozione effettuando il login e cliccando su “partecipa”.

Inoltre il bookmaker William Hill offre in occasione dell’amichevole Italia – Ucraina di mercoledì 10 ottobre alle ore 20.45 la quota maggiorata di 4,00 (invece di 3,20) per le scommesse pre-match su un gol di Federico Chiesa nei primi 90 minuti della sfida a Genova.

football line

Analisi Italia – Polonia Quote scommesse Nations League

E’ tempo di riscatto dopo un’estate da spettatori sconsolati. L’Italia di Mancini vive una vigilia particolare in attesa di esordire nella prima sfida ufficiale di Nations League. Anche per il mister azzurro si tratta della prima gara che conta davvero. Dopo le due amichevoli estive, gli azzurri sono pronti a esordire contro la Polonia, con un obiettivo ben chiaro che punta dritto a Euro 2020 dove si spera che l’Italia possa tornare protagonista.
Italia e Polonia giocano la prima partita del gruppo 3 della League A a cui prende parte anche il Portogallo. In ottica primo posto, è già una partita da vincere per gli azzurri.
Contro i polacchi si gioca a Bologna e il Commissario Tecnico Mancini indende schierare il 4-3-3 provato negli ultimi giorni di ritiro, che si svilupperà sull’asse Donnarumma, Chiellini, Jorginho e Balotelli. In porta ci sarà dunque il rossonero, anche se il posto fisso dovrà conquistarselo vista la concorrenza di portieri come Sirigu, Perin e Cragno. Si riforma dopo la carrambata juventina anche in Nazionale la coppia storica formata da e Chiellini e Bonucci. Novità sugli esterni, dove agiranno Zappacosta a destra e Criscito a sinistra.
Sarà Jorginho il padrone delle chiavi del centrocampo, con Mancini che confida nel fatto che possa rendere almeno quanto sta facendo nella sua prima esperienza in Premier League con il Chelsea di Maurizio Sarri. Al suo fianco sono favoriti Pellegrini e Benassi, con il centrocampista della Fiorentina, reduce dai tre gol nelle prime due di campionato, che potrebbe esordire per la prima volta in nazionale alla quarta convocazione. La variante, per ora meno probabile, potrebbe essere Bernardeschi a centrocampo, con Chiesa in avanti. A completare il 4-3-3 ci sarà quindi il tridente offensivo, che dovrebbe essere composto da appunto Bernardeschi, Insigne e Balotelli. Proprio l’attaccante del Nizza è l’attuale capocannoniere (14 reti) in nazionale ed è l’unico ad aver già segnato in carriera alla Polonia, nel 2011. Dietro di lui pronti Belotti, Immobile e Zaza.

Certo, le prime amichevoli con Roberto Mancini come commissario tecnico non hanno convinto del tutto: vittoria per 2-1 contro l’Arabia Saudita, netta sconfitta 3-1 con la Francia e pareggio 1-1 con l’Olanda. Si trattava però di partite amichevoli, e da giocare senza poi avere l’obiettivo del Mondiale. Per molti calciatori erano le ultime partite prima delle vacanze estive. Da un punto di vista motivazionale, questa prima partita ufficiale contro la Polonia vedrà i calciatori più motivati e concentrati e con un’identità di gioco già trovata sulla base del 4-3-3.

Il modulo scelto da Roberto Mancini è infatti il 4-3-3. Mancini punta molto sul gioco sulle fasce, motivo per cui userà sempre terzini in gradi di salire sul fondo e attaccanti esterni abili a crossare e anche a rientrare centralmente per tirare. Il tutto possibilmente con centrocampisti abili negli inserimenti e attaccanti forti fisicamente e abili nel gioco aereo come Balotelli e Belotti.

Prima gara ufficiale post mondiale anche per gli avversari della Polonia di Jerzy Brzęczek che, dopo la delusione russa, si è preso la panchina e ora cerca il rilancio affidandosi a Lewandowski e compagni . Anche per loro l’obiettivo è Euro 2020. Quella che scenderà in campo contro l’Italia sarà una squadra composta da giocatori che conoscono bene la Serie A. In primis lo juventino Szczesny. Ma ci sono anche l’atalantino Reca, e Bereszynski e Linetty della Sampdoria e poi Zielinski e Milik del Napoli con un ex toro come Kamil Glik. Il CT pronto a schierare un 4-2-3-1, con il centravanti del Bayern terminale offensivo.

Roberto Mancini ha tracciato un ritratto dell’Italia che vorrebbe. Un’Italia la cui caratteristica deve essere quella di attaccare, anche rischiando di subire qualche contropiede. Un’Italia che si dimostri positiva davanti la porta avversaria e che abbia la volontà di provarci fin dalle prime battute.

football line
i-bookmakers.it valuta e confronta con costante aggiornamento tutti gli importanti bookmakers autorizzati in Italia.   18+   AAMS
Bookmakers | Bookmaker online | Scommesse sportive | Scommesse calcistiche | Scommesse live | Siti di scommesse | Scommesse Online | Bookmaker
Vi raccomandiamo di scommettere con responsabilità.