Logo di i-bookmakers .it
Notizie di Scommesse

Olanda

In questa pagina trovate articoli riguardanti Olanda.
football line

Pronostico Italia – Olanda Quote scommesse Mondiali Calcio Femminile

Italia Olanda Quote scommesse Mondiali Calcio Femminile*
Italia 3,75/ pareggio 3,30/ Olanda 2,07
Data: 29 giugno 2019 – 15:00 ora italiana
Bookie: Unibet.it

Scommesse sportive Italia – Olanda

Il gioco si fa duro, ma la Nazionale femminile prova ad entrare nella storia. Per farlo, per diventare semifinalista in questi Mondiali femminili di calcio dovrà battere ai quarti di finale un’avversaria durissima e difficilissima, quell’Olanda che è campionessa europea in carica e che agli ottavi ha sconfitto 2 a 1 il Giappone, mentre le “Azzurre” hanno battuto 2 a 0 la Cina. Italia – Olanda si gioca in un orario che ha fatto storcere la bocca ad entrambe le formazioni, le olandesi hanno protestato ufficialmente, le italiane hanno avuto modo di lamentarsi in conferenza stampa. Comunque, in un giugno molto caldo, si gioca alle 15.00 allo “Stade du Hainaut” di Valenciennes. A dirigere la gara, sabato 29 giugno 2019, sarà l’uruguayana  Claudia Umpierrez.

I precedenti di Italia – Olanda

Non abbiamo mai vinto con le olandesi. Due sconfitte e due pareggi, paradossalmente con i medesimi risultati cioè 2 a 1 ed 1 a 1, equamente ripartite tra due amichevoli e altrettanti incontri di qualificazione ai Mondiali del 2015, giocati evidentemente l’anno precedente.

La situazione dell’ Italia prima dell’incontro con l’Olanda

Questa Italia entusiasma perché non molla mai anche quando gioca bene. Sognare è legittimo, anche se gli amanti del bel gioco dovranno farsene una ragione: con questo caldo, nel primo pomeriggio, difficilmente sarà una bella partita, come sottolineato dalla stessa CT Milena Bertolini. Potrebbe essere proprio in quella zona della Francia il giorno di massima afa, ma – come ha fatto notare Sara Gama, capitana della nostra formazione – se c’è handicap sarà per entrambe le squadre, magari rispetto alle possibili avversarie. Ricordiamo che la vincente affronterà chi uscirà dal quarto di finale tra Germania e Svezia, che almeno giocheranno alle 18.30. Comunque Bertolini ha spiegato che per vincere servirà la classica partita perfetta.

Italia con il consueto 4-3-1-2: Giuliani in porta, Gama e Linari al centro della difesa, sulle fasce Guagni e Bartoli, in regia Giugliano, mezzeali Galli e Cernoia, trequartista Girelli alle spalle di Giacinti e Bonansea,

Ricordiamo rapidamente il cammino delle italiane, che hanno vinto il proprio girone dopo aver battuto Australia e Giamaica, ma anche perso con il Brasile. Agli ottavi, la vittoria per 2 a 0 sulla Cina, doppietta della juventina Aurora Galli.

La situazione dell’ Olanda prima dell’incontro con l’ Italia

Nessuno, adesso, vorrebbe incontrare l’Italia, neppure l’Olanda che non a caso si è lamentata per l’orario della partita, lamentela peraltro legittima e condivisa dalle avversarie. La posta in palio è definitiva, continuare o fermarsi, avvicinarsi alla finale oppure salutare in anticipo la competizione. È un campionato del mondo, e il seguito è altissimo, perché il mondo si sta appassionando al calcio femminile, che in Olanda aveva già comunque un riscontro molto importante. La “stella” è Lieke Martens, che infatti  è salita in cattedra anche contro il Giappone. Paradossalmente, proprio lei è in forte dubbio contro l’Italia, ma in realtà è difficile immaginare un’Olanda senza di lei, anche se la ct Sarina Wiegman ha ovviamente minimizzato.

Le olandesi hanno vinto il Gruppo E facendo l’en plein contro Canada, Camerun e Nuova Zelanda. Una marcia assolutamente vincente, senza intoppi. Ma forse è questo il primo ostacolo davvero importante per le ragazze dei Paesi Bassi.

In campo un 4-3-3: in porta Van Veenendaal, coppia centrale difensica composta da Bloodworth e Van der Gragt, laterali Van Dongen e Van Lunteren, in regia Van de Donk, mezzeali Spitse e Groenen, tridente composto da Martens, Van de Sanden e Miedema.

Probabilità * di scommesse interessanti per Italia – Olanda con Unibet.it

Vittoria Italia: 3,75
Pareggio: 3,30
Vittoria Olanda: 2,07

 

Ci sono anche altre scommesse interessanti per la partita. Ad esempio:

Under 0,5: 9,00
Over 4,5: 8,00
Handicap -2:  1  26,00    X  11,50
Handicap -1   1  9,00      X  5,40
Handicap 2    X  6,10     2    9,50
Handicap 3   X  13,00    2  25,00
Primo Tempo/Finale 1/2: 26,00
Primo Tempo/Finale 2/1: 34,00

Previsione scommesse Italia – Olanda con Unibet.it: Vittoria Olanda. Le olandesi sono sulla carta favoritissime, anche se questa Italia, finora sconfitta soltanto da un Brasile che non è sembrato così superiore, è determinata a continuare il proprio cammino. Basterà? Certo l’Italia, intesa come paese, si è accorta della Nazionale femminile. Ma qui serve un’impresa. Che non è impossibile, ma i bookmakers ci credono relativamente e favoriscono comunque Martens e compagne.

Qui il confronto con un altro bookie:

Quote * scommesse per Italia – Olanda con SNAI.it

Vittoria Italia: 3,55
Pareggio: 3,30
Vittoria Olanda: 2,10

(Quote del 29.06.2019 alle 00.10)

football line

Pronostico Olanda – Germania Quote scommesse UEFA Nations League

Partita: Olanda – Germania UEFA Nations League
Data: 13/10/2018 – ore 20:45
Pronostico di scommesse: Germania
* Quota: 2,14 (del 12/10/2018 alle ore 22:20)
Bookie: Bet365

C’è una sola partita in programma sabato 13 ottobre 2018, nella Lega A della UEFA Nations League, sempre per il terzo turno, ma vale per tutte, dal momento che è una delle grandi classiche del calcio, ricordando ancora la finale dei Mondiali 1974. Stiamo parlando di Olanda – Germania, che si gioca alle 20.45 nello stadio di Amsterdam intitolato proprio a uno dei grandi campioni che onorarono quella finale, vale a dire Johann Cruijff, anche se furono i tedeschi padroni di casa a vincere.

Da quella occasione si creò un grande antagonismo tra le due nazionali, e ancora oggi, a 44 anni di distanza, ogni loro sfida è particolarmente attesa, soprattutto se pensiamo che agli ultimi mondiali l’Olanda non si è qualificata, mentre la Germania, che si presentava come campione in carica, ha deluso le aspettative uscendo nella fase a gironi, addirittura ultima per differenza reti nel proprio gruppo, a pari punti con la Corea del Sud che l’ha battuta 2 a 0 nell’ultima partita. Uno schiaffo dal quale la squadra, sempre guidata da Joachim Löw uscito quasi indenne dalla disavventura, sta ora tentando di risollevarsi.

È la seconda partita di questa competizione europea per nazionali, per entrambe le squadre inserite nel Gruppo 3 della Lega A, insieme con la Francia che lo guida a 4 punti e che le ha affrontate tutte e due, battendo 2 a 1 l’Olanda, ma pareggiando 0 a 0 con i tedeschi, grazie anche alla superba prestazione del portiere Manuel Neuer, che rimane uno dei punti di riferimento della Germania.

Entrambe le squadre, nell’amichevole programmata nel rispettivo turno di riposo in Nations League, hanno affrontato e battuto la medesima avversaria, il Perù, con lo stesso risultato, ossia 2 a 1, che nel caso dell’Olanda ha visto Depay autore di una doppietta. Nella Germania invece le marcature sono state di Brandt e Schulz.

Ronald Koeman, commissario tecnico degli “Oranje”, sta cercando di creare e cementare un gruppo, ovviamente rinnovando molto la nazionale rispetto al passato, congedando i campioni del passato e operando il necessario ricambio generazionale. I fatti, escludendo la sconfitta con la Francia, sembrano dargli ragione, visto che nelle otto amichevoli disputate prima di questo impegno (una pareggiata con l’Italia), c’è stato solo un risultato negativo, la sconfitta ad opera dell’Inghilterra, e naturalmente ci sta.

Qualcosa di buono si è visto anche nella sfida con i “Bleus”, dato che Babel era riuscito a pareggiare l’iniziale vantaggio francese segnato da Mbappé, ma poi Giroud ha siglato il definitivo raddoppio dei campioni del mondo.

Nella Germania sono assenti per infortunio giocatori importanti come Reus, Havertz, Gündogan, Goretzka e Rüdiger, mentre altri non sono ancora nella forma ottimale. Quindi è da capire come Löw vorrà impostare la squadra, scegliendo magari dei giocatori che in questo momento sono nella miglior condizione rispetto ai consueti titolari. Intanto Toni Kroos attacca Michael Ballack, che ha criticato la nazionale e il commissario tecnico. Il centrocampista del Real Madrid, che ne ha avute anche per il suo allenatore di club Lopetegui, ha detto senza mezzi termini che forse Ballack avrebbe voluto lui il posto di Löw. Sassolini, forse anche per caricarsi ulteriormente per un match nel quale comunque la Germania è data come favorita.

L’Olanda dovrebbe giocare con il 3-4-2-1, confermando la formazione vista con la Francia: Cillessen tra i pali, difesa con de Ligt, van Dijk e Blind, esterni Tete e Babel, interni Propper e de Jong, davanti Promes e Wjnaldum alle spalle di Depay terminale offensivo.

4-2-3-1 per la Germania, che davanti a Neuer dovrebbe schierare Hummels e Boateng difensori centrali, Kimmich e Hector terzini, Kroos e Can in mediana, Draxler e Brandt sulle fasce, Mueller alle spalle di Timo Werner.

I tedeschi sono davanti nel conto dei confronti diretti, avendone vinti 15 sui complessivi 40, rispetto ai 10 degli olandesi. Anche i pareggi sono 15. Abbiamo già spiegato come si tratti di una grande classica, costellata di appuntamenti importanti tra Mondiali, Europei e semplici amichevoli, che in questo caso lo sono soltanto nominalmente.

Olanda – Germania pronostico

Olanda – Germania: bookmakers unanimi nel dare vincente la squadra tedesca. E anche noi diciamo 2.

Olanda – Germania quote scommesse*

Bet365: Olanda 3,40/ pareggio 3,75/ Germania 2,14
SNAI: Olanda 3,20/ pareggio 3,50/ Germania 2,15
(Quote scommesse del 12/10/2018 alle ore 22:20)

football line

Pronostici Italia – Olanda quote scommesse amichevole

Data: 04/06/2018 – ore 21,00
Pronostico: Italia
*Quota: 2,20 (del 04/06/2018 alle ore 01:00)
Bookie: Eurobet

Dopo la sconfitta con la Francia, l’Italia si Mancini ricomincia da Torino dove affronta l’ultima delle tre amichevoli programmate, contro l’Olanda. Lo scopo di Roberto Mancini in queste prime tre partite della sua nuova gestione era innanzitutto quello di dare più spazio possibile a tutti i giocatori convocati. Ecco perché ci sarà ampio turnover rispetto alla partita di venerdì sera contro la Francia, non soltanto perché si tornerà in campo ad appena tre giorni di distanza dalla sfida di Nizza. La certezza è che in porta ci sarà Perin, che completerà così il tris di portieri dopo Donnarumma e Sirigu nelle due precedenti uscite. In difesa è possibile una coppia centrale giovane composta da Rugani e Romagnoli, entrambi rimasti in panchina contro la Francia, con De Sciglio e Zappacosta che potrebbero essere i favoriti come esterni. A centrocampo potrebbe essere confermato Jorginho in regia, ma cambierebbero le mezzali perché potrebbero essere titolari Cristante e Bonaventura, entrambi subentrati venerdì sera. In attacco Balotelli e soprattutto Chiesa hanno fatto bene finora, ma proprio per dare spazio a tutti non ci sorprenderebbe un tridente con Verdi e Politano ai fianchi di Belotti.

La situazione dell’Olanda è simile e Ronald Koeman deve trovare il giusto equilibrio fra i senatori rimasti (pochi) e diversi volti nuovi. In ottica italiana sicuramente saranno ben noti De Vrij e Strootman: il nuovo acquisto dell’Inter sarà il perno della retroguardia a tre presumibilmente con Blind e De Ligt davanti al portiere Zoet; il centrocampista della Roma dovrebbe invece agire insieme a Propper e Van de Beek nel cuore della mediana, in un folto centrocampo a cinque completato dagli esterni Elia a destra e Janmaat a sinistra; infine il tandem d’attacco, dove il nome più noto è quello di Depay, che dovrebbe essere affiancato da Promes.

Intanto Mancini è tornato a parlare di Balotelli: “ Ho avuto la fortuna di averlo da ragazzo. Ha delle qualità incredibili. Allora fece dei gol importanti. Ha l’età dei miei figli, fossero perfetti sarebbe un mondo perfetto. Modulo? Jorginho è abituato a giocare nei tre di centrocampo, sarà 4-3-3. Verdi ha qualità importanti, può giocare meglio dietro le punte, può diventare anche un buon interno di centrocampo. I quattro gol subiti andandoli a valutare attentamente sono errori evitabili tranquillamente, non sono gol che normalmente si prendono. Abbiamo calciato tanto e attaccato molto, era più importante essere offensivi e rischiare, con l’Arabia abbiamo regalato a loro quattro tiri da gol. Adesso stiamo costruendo qualcosa di nuovo. Quando troveremo equilibrio, difesa e attacco saranno più forti. Dal punto di vista mentale, visto che siamo a fine stagione, è difficile affrontare formazioni come la Francia. Olanda? E’ una squadra che si sta ricostruendo, forse più esperta. La partita contro la Francia ha dato tante indicazioni”.

Italia – Olanda: alla sua terza uscita la Nazionale di Mancini è favorita sull’Olanda.

Italia – Olanda: Amichevole
*Quote scommesse (del 04/06/2018 alle ore 01:00)
Italia 2,20 / pareggio 3,20/ Francia 3,20

football line

Pronostico Slovacchia – Olanda Quote scommesse Amichevoli Nazionali

Partita: Slovacchia – Olanda Amichevoli Nazionali
Data: 31/05/2018 – ore 20:45
Pronostico di scommesse: Olanda
Quota: 2,10* (del 31/05/2018 alle ore 01:00)
Bookie: Bet365

“Marekiaro” contro Depay. Il più “napoletano” degli slovacchi contro l’uomo che potrebbe essere quello della rinascita oranje. La sfida tra Hamsik nel suo tradizionale ruolo di mezzala e l’attaccante olandese potrebbe essere il tema centrale del confronto tra due nazionali deluse, fuori dal Mondiale 2018, che si affronteranno in  amichevole alle 20.45 italiane di giovedì 31 maggio 2018: Slovacchia – Olanda si gioca alla “City Arena” della città slovacca di Trnava.

È la terza volta che le due formazioni si affrontano, la seconda in amichevole come riepilogheremo alla fine, mentre il primo confronto fu ai Mondiali del 2010. Adesso sono accomunate – come del resto anche l’Italia – dall’esclusione alla fase finale, e se per la Slovacchia può essere messo comunque nel conto, perché va bene avere Hamsik a centrocampo e Skriniar in difesa, ma poi ci vuole una squadra all’altezza, per l’Olanda certo l’eliminazione non può essere vissuta bene, abituata com’era in passato ad essere una delle grandi del mondo, calcisticamente parlando. Olanda o se preferite Paesi Bassi, perché la nazionale in effetti si chiamerebbe così.

La Slovacchia ha finito il suo cammino mondiale al secondo posto dietro l’Inghilterra nel Gruppo F europeo, senza diritto di spareggio in quanto peggior seconda di tutti i gironi. L’Olanda ha chiuso il Gruppo A alle spalle della Francia, a pari punti con la Svezia, ma la differenza reti ha assegnato agli svedesi la seconda posizione, portandoli allo spareggio che poi ha eliminato l’Italia di Ventura.

Gli “Oranje” adesso sono proiettati ovviamente verso l’Europeo 2020, e nel frattempo hanno disputato quattro amichevoli perdendo solamente quella con l’Inghilterra (0-1) e vincendo con Scozia, Romania e Portogallo. In queste tre gare hanno segnato complessivamente sette reti.

Dal canto suo, la formazione slovacca si è “consolata” vincendo la Kings Cup, dopo avere sconfitto prima gli Emirati Arabi Uniti e poi la Thailandia. Un pannicello caldo, certamente, ma fondamentale per sentirsi competitivi, soprattutto se consideriamo che le amichevoli precedenti hanno visto la Slovacchia vincere con Norvegia e Malta, e perdere soltanto in Ucraina. Insomma: la squadra guidata da Jan Kozak, contro l’Olanda se la può certamente giocare.

Il commissario tecnico ha deciso di cambiare un po’ la squadra, non solo per gli infortuni di Weiss e Kiss, ma anche per la mancata convocazione di Skrtel, Svento e Bakos. In campo dovrebbe andare un 4-2-3-1 con Dubravka tra i pali, terzini Pekarik e Hubocan, difensori centrali l’interista Skriniar (corteggiato attualmente dal Barcellona) e Gyomber che gioca nel Bari ma il cui cartellino è della Roma, in mediana Gregus e Sabo. Hamsik, Kucka e Duda dovrebbero agire dietro la punta Nemec.

Parzialmente rinnovata la formazione olandese. A parte l’assenza per infortunio del portiere titolare Vorm, non sono stati convocati Bruma, Martins Indi, Klaassen e van Persie, oltre naturalmente a Robben che ha detto addio alla nazionale. Ronald Koeman dovrebbe schierare un 5-3-2 con Cillessen tra i pali, Janmaat e Vilhena sulle fasce, de Ligt, il neointerista de Vrij e Van Dijk in difesa, a centrocampo Propper, il romanista Strootman e van de Beek, mentre l’attacco sarà sempre affidato a Babel e Depay.

Agli ottavi di finale dei mondiali sudafricani del 2010 l’Olanda battè gli slovacchi 2 a 1. Due anni dopo, in amichevole, sempre gli “Oranje” vinsero 2 a 0.

Slovacchia – Olanda pronostico:

Slovacchia – Olanda: gli olandesi rimangono favoriti

Slovacchia – Olanda quote* scommesse con Bet365
Slovacchia 3,40/ pareggio 3,40/ Olanda 2,10
(Quote scommesse del 31/05/2018 alle ore 01:00)

football line

Pronostico Portogallo – Olanda Quote scommesse Amichevoli Nazionali

Partita: Portogallo – Olanda Amichevoli Nazionali
Data: 26/03/2018 – ore 20:30
Pronostico di scommesse: Portogallo
* Quota: 2,20 (del 25/03/2018 alle ore 22:30)
Bookie: Bet365

Tra le partite amichevoli in programma in questi giorni, è senza dubbio degna di nota quella che si gioca a Ginevra, allo “Stade de Genève” tra il Portogallo atteso protagonista dei prossimi mondiali e l’Olanda che invece non si è qualificata per Russia 2018. Fischio d’inizio alle 20.30.

Entrambe le squadre sono alla seconda amichevole dell’anno, dopo quelle disputate venerdì 23: il Portogallo ha sconfitto 2 a 1 l’Egitto, tutto sommato un risultato che non ha soddisfatto in pieno i tifosi lusitani, mentre l’Olanda è stata sconfitta 1 a 0 dall’Inghilterra.

Come noto, il Portogallo – che è campione europeo in carica –  ha vinto il proprio girone di qualificazione ai Mondiali, anche se si è piazzato a pari punti con la Svizzera, paese dove tra l’altro la squadra di Fernando Santos si è radunata per preparare queste amichevoli. Naturalmente servono per sciogliere i dubbi su chi convocare per la rassegna mondiale, dato che se ci sono alcuni nomi scontatissimi come ovviamente Cristiano Ronaldo, in altri ruoli occorrerà fare delle scelte.

La squadra olandese invece deve ripartire, come noto adesso è guidata da Ronald Koeman che ovviamente dovrà guardare alla prossima Lega per Nazioni e alle qualificazioni per gli Europei, vale a dire i traguardi più vicini dopo l’esclusione dai mondiali: questo significa ovviamente passare per un ringiovanimento della rosa e per l’attenta osservazione di quanto i vari campionati possono offrire in termini di giocatori olandesi. Delle due squadre è dunque quella portoghese che ha meno tempo per gli esperimenti.

In questa partita Santos dovrà rinunciare a William Carvalho, rientrato a Lisbona dopo un infortunio alla coscia. Lo zoccolo duro rimane ancora quello dei giocatori più esperti, anche se in queste amichevoli si prova qualche innesto per ringiovanire gradualmente la formazione, soprattutto in prospettiva.

Il modulo è un 4-3-3: Patricio il portiere, Cedric e Guerreiro i terzini, i centrali di difesa Fonte e Rolando, a centrocampo Manuel Fernandes, Neves e Moutinho, mentre il tridente è formato da Cristiano Ronaldo, il milanista André Silva e Bernardo Silva. Nella partita con l’Egitto era stato schierato un 4-4-2, e dovrebbe esserci un notevole turnover rispetto a quella formazione. Resterebbero titolari tre difensori su quattro (con Fonte al posto di Bruno Alves), a centrocampo Neves e Moutinho, mentre Bernardo Silva verrebbe avanzato ovviamente sul tridente, confermato all’ala sinistra.

Schieramento speculare per l’Olanda, che spera soprattutto nei gol della giovane star Kluivert, sorprendentemente non utilizzato contro gli inglesi: Zoet il portiere, difensori esterni Fosu-Mensah e De Ligt, centrali Van Dijk e Ake, centrocampo con Propper, Wijnaldum e il romanista Strootman, attacco con Kluivert, Babel e Depay. Modulo quindi diverso rispetto alla partita con gli inglesi, così come molti interpreti dovrebbero essere cambiati: se questa sarà la formazione, dovrebbero essere confermati, oltre a Zoet tra i pali, i difensori de Ligt e Van Dijk, i centrocampisti Winaldum e Strootman e nel tridente il solo Depay. Erano entrati a gara in corso, e dovrebbero essere titolari, Propper e Babel.

Dodici i precedenti tra le due nazionali: sette le vittorie portoghesi contro una olandese, quattro i pareggi tra cui l’ultimo confronto, ancora un’amichevole disputata nel 2013 e terminata 1 a 1: nel Portogallo oltre a Cristiano Ronaldo c’erano il portiere titolare Beto e Bruno Alves, mentre nell’Olanda che aveva ancora le due star Robben e Van Persie, sono “sopravvissuti” Strootman, de Vrij e Wijnaldum.

Portogallo – Olanda pronostico

Portogallo – Olanda: favorita la squadra lusitana, che può affidarsi ai guizzi di Cristiano Ronaldo

Portogallo – Olanda *Quote di scommesse da Bet365:
Portogallo 2,20/ pareggio 3,10/ Olanda 3,50
(Quote scommesse del 25/03/2018 alle ore 22:30)

football line

Pronostico Olanda – Inghilterra Quote scommesse Amichevoli Nazionali

Partita: Olanda – Inghilterra Amichevoli Nazionali
Data: 23/03/2018 – ore 20:45
Pronostico di scommesse: Olanda
* Quota: 2,54 (del 22/03/2018 alle ore 23:00)
Bookie: Bet365

C’è chi, come l’Italia, deve ricostruire perché a Russia 2018 non ci sarà e chi invece sta ancora facendo il “casting” per i prossimi mondiali, usando un termine che va molto di moda. Olanda e Inghilterra si trovano in questi rispettivi ruoli e quindi, con scopi diversi, si affrontano nell’amichevole in programma ad Amsterdam, alla “Johann Cruijff Arena” alle 20.45 di venerdì 23 marzo 2018.

L’Olanda, dunque, ricomincia da Ronald Koeman che parla di nuova fase per i “Tulipani”, esclusi dai mondiali dalla Svezia in virtù della classifica avulsa, essendosi entrambe piazzate a 19 punti nel Gruppo A di qualificazione. Ma la squadra svedese è giunta seconda alle spalle della Francia e poi ha vinto lo spareggio con l’Italia, mentre la nazionale olandese, al terzo posto, è stata esclusa dai mondiali. Successivamente ha disputato due amichevoli nel novembre 2017, battendo prima la Scozia e poi la Romania. Fuori dai mondiali, ma con cinque vittorie consecutive alle spalle: in pratica non hanno più perso dopo la gara – cruciale – contro la Francia nel loro girone di qualificazione.

L’Inghilterra ha invece agevolmente vinto il suo girone, il Gruppo F, con otto vittorie e due pareggi. Ha conquistato 26 punti, mettendosi alle spalle Slovacchia, Scozia, Slovenia, Lituania e Malta. Anche per gli inglesi due amichevoli a novembre 2017, finite entrambe senza reti, con Germania e Brasile.

C’è un dato statistico interessante e da cambiare per gli inglesi, che non battono l’Olanda dagli Europei del 1996, quando allo stadio di Wembley vinsero 4 a 1.

Nazionale olandese in fase di rifondazione, dopo l’addio di Sneijder e Robben, mentre van Persie è stato escluso. Il più esperto è il centrocampista Wijnaldum, attualmente in forza al Liverpool come il difensore van Dijk, altro elemento di esperienza è certamente il romanista Kevin Strootman, mentre il nome – e soprattutto il cognome – di maggior spicco è quello di un figlio d’arte che sta emergendo come giovanissimo attaccante: stiamo parlando di Justin Kluivert, che gioca nell’Ajax e ovviamente è il figlio di Patrick, come a dire che buon sangue non mente, anche per quanto riguarda il fiuto del gol. Dal 18enne Kluivert junior ovviamente gli olandesi si attendono molto, adesso e in prospettiva.

4-3-3 per la squadra di Koeman: Zoet il portiere, i terzini Fosu-Mensah e De Ligt, i difensori centrali Van Dijk e Ake, a centrocampo Propper, Wijnaldum e Strootman, tridente con Kluivert, Babel e Depay.

Nell’Inghilterra ci sono diverse assenze, quasi tutte per scelta tecnica, a parte quella di Harry Kane infortunatosi alla caviglia nella partita del Tottenham contro il Bournemouth. Il capitano non ci sarà neppure nell’amichevole contro l’Italia di Gigi Di Biagio. Al suo posto dovrebbe esserci Jamie Vardy, la “stella” 31enne del Leicester. Infortunato anche Bertrand. Non convocati Cahill, Jones e Smalling. Assenze che potrebbero portare il tecnico Garteh Southgate a far debuttare alcuni giocatori.

Anche gli inglesi dovrebbero proporre un 4-3-3: Butland il portiere, Walker e Young i terzini, Maguire e Tarkowski i difensori centrali, centrocampo con Wilshere, Dier e Alli, tridente in attacco con Sterling, Vardy e Rashford.

Abbiamo detto del digiuno inglese di vittorie nel confronto diretto da 22 anni. C’è anche da aggiungere che quella fra i “Three Lions” e gli “Oranje” è sempre stata una sfida equilibrata. Le due nazionali si sono affrontate venti volte nella loro storia: cinque i successi dell’Inghilterra, sei dell’Olanda, nove i pareggi.

Olanda – Inghilterra pronostico

Olanda – Inghilterra: olandesi leggermente favoriti in una partita che presenta molte incognite da entrambe le parti

Olanda – Inghilterra *Quote di scommesse da Bet365:
Olanda 2,54/ pareggio 3,29/ Inghilterra 3,00
(Quote scommesse del 22/03/2018 alle ore 23:00)

football line
i-bookmakers.it valuta e confronta con costante aggiornamento tutti gli importanti bookmakers autorizzati in Italia.   18+   AAMS
Bookmakers | Bookmaker online | Scommesse sportive | Scommesse calcistiche | Scommesse live | Siti di scommesse | Scommesse Online | Bookmaker
Vi raccomandiamo di scommettere con responsabilità.