Logo di i-bookmakers .it
Notizie di Scommesse

Napoli

In questa pagina trovate articoli riguardanti Napoli.
football line

Pronostico Napoli – Arsenal Quote scommesse Europa League

Napoli – Arsenal Quote scommesse Europa League*
Napoli 1,70/ pareggio 3,90/ Arsenal 4,75
Data: 18 aprile 2019 – 21:00 ora italiana
Bookie: Bet365

Scommesse sportive Napoli – Arsenal

Una rimonta difficile, contro una squadra forte ed abituata alle competizioni internazionali. Difficile, ma non impossibile, a condizione che si vinca con più di due gol di scarto, il che non è semplicissimo dopo lo 0-2 dell’andata. Allo stadio “San Paolo” il Napoli ospita l’Arsenal nella partita di ritorno dei quarti di finale dell’ Europa League 2018-2019, sotto la direzione di gara del romeno Ovidiu Hategan. Si gioca alle 21.00 di giovedì 18 aprile 2019. La posta in palio sono le semifinali, ovviamente, contro la vincente del doppio confronto tutto spagnolo tra Villarreal e Valencia, partita che tra l’altro si svolgerà in contemporanea al “Mestalla”.

I precedenti di Napoli – Arsenal

Si diceva della gara di andata, che ha fatto emergere la superiorità degli inglesi, almeno tra le mura amiche dell’ “Emirates Stadium”: vittoria dell’ Arsenal per 2 a 0 con una rete del futuro juventino Ramsey e il raddoppio per un’autorete di Koulibaly.

Gli altri precedenti sono le due gare disputate nella fase a gironi della Champions League 2013-2014 per il Gruppo F: in casa entrambe vinsero per 2-0. Alla fine, in virtù della classifica avulsa, a parità di punti (12 per tutte e tre), Borussia Dortmund e Arsenal passarono il turno come prima e seconda del girone, il Napoli, terzo, andò in Europa League.

C’è anche un quarto incontro, in realtà il primo di tutti in ordine di tempo, ma si tratta di un’amichevole che non fa molto testo e che si giocò il 3 agosto 2013 per la Emirates Cup: finì 2 a 2.

La situazione del Napoli prima della partita con l’ Arsenal

Gli uomini di Carlo Ancelotti sono chiamati a un’impresa tra le mura amiche, contro una squadra che fuori casa può essere vulnerabile, forse più di quanto si possa credere, ma che comunque si è dimostrata di caratura superiore rispetto alla seconda del campionato italiano, che tra l’altro sembra avere superato un momento di appannamento che il tecnico, forse anche per orgoglio, ha voluto negare dopo il 3 a 1 di Verona. Un risultato che ha avuto il duplice effetto di rallentare ancora lo scudetto anticipato della Juventus e di spedire anzitempo il Chievo in Serie B.

Napoli dunque che mostra di essere nuovamente in salute, dopo la sconfitta con l’Arsenal e ancora prima il pareggio interno con il Genoa e l’episodio di Empoli, dove i partenopei sono stati battuti per 2 a 1.

Ancelotti sembra deciso a giocarsi il tutto per tutto, rischiando una formazione molto offensiva, pur sempre con il 4-4-2, come si è visto con il Chievo che però non è certo l’Arsenal. Quindi in campo dal primo minuto, e tutti insieme,  Callejon, Insigne, Mertens e Milik, i primi due schierati sulle ali, gli altri ovviamente come punte centrali. Gli interni dovrebbero essere Allan e Zielinski, a scapito di Fabian Ruiz che tra l’altro nella partita di Verona è stato sostituito a un certo punto con Younes. Il centrocampista spagnolo sta attraversando un momento di appannamento che spinge il tecnico a soluzioni diverse.

Ci saranno anche cambiamenti in difesa, mentre tra i pali verrà ovviamente confermato Meret che nella gara di andata, con diversi interventi è riuscito ad arginare il passivo, evitando altri gol da parte dell’Arsenal. Non a caso è stato tenuto a riposo a Verona. Se Chiriches e Koulibaly saranno i centrali, il laterale destro dovrebbe essere Maksimovic, mentre Ghoulam sarà confermato sulla fascia sinistra.

La situazione dell’ Arsenal prima della partita con il Napoli

Tra la vittoria con il Napoli nella gara di andata e il ritorno al “San Paolo”, i “Gunners” hanno trovato il tempo di battere a domicilio per 1 a 0 il Watford della famiglia Pozzo, conquistando il quarto posto in classifica grazie alla classifica avulsa, a parità di punti con il Chelsea del molto contestato Maurizio Sarri, sconfitto a Liverpool.

La squadra di Unai Emery è quindi in pieno nella lotta per il terzo e quarto posto, mentre i primi due posti della Premier League sono un affare privato tra Klopp e Guardiola, dato che il Liverpool è a 85 punti e il Manchester City a 83, ossia 16 in più del Tottenham che è a quota 67 e ha una lunghezza in più di Arsenal e Chelsea, mentre a 64 punti c’è il Manchester United. Battaglia avvincente dunque per gli ultimi due posti della Champions.

Compito dell’Arsenal è evidentemente arginare la possibile rimonta partenopea, magari segnando in trasferta e quindi impedendo alla squadra di Ancelotti di vincere con tre gol di scarto, prospettiva difficile per una squadra che vuole comunque giocare all’arrembaggio.

Emery dovrebbe mettere in campo la stessa formazione dell’andata: un 3-4-1-2 con Cech tra i pali, difesa con Sokratis, Koscielny e Monreal, esterni Maitland-Niles e Kolasinac, interni Torreira e Ramsey, ozil trequartista alle spalle di Lacazette e Aubameyang.

Probabilità* di scommesse interessanti per Napoli – Arsenal con Bet365

Vittoria Napoli: 1,70
Pareggio: 3,90
Vittoria Arsenal: 4,75

Ci sono anche altre scommesse interessanti per la partita. Ad esempio:

Under 0,5: 15,00
Over 6,5: 17,00
Over 4,5 Secondo Tempo: 19,00
Asian Handicap –2,5, -3  1: 7,00
Asian Handicap –2,5  1: 5,50
Asian Handicap  -2, –2,5 1: 5,00
Asian Handicap +0,5, +1  2: 6,00
Primo Tempo/Finale 1/2: 34,00
Primo Tempo/Finale 2/1: 19,00

Previsione scommesse Napoli – Arsenal con Bet365Vittoria Napoli. I bookmakers danno fiducia alla squadra partenopea, almeno per una vittoria sul campo. Il pronostico infatti in questo caso riguarda l’esito dopo i tempi regolamentari, a prescindere da eventuali supplementari e rigori e da chi passerà il turno sommando anche il risultato dell’andata. È chiaro che il Napoli che si presenta in formazione molto offensiva ha tutta l’intenzione di vincere la partita. Come abbiamo ampiamente detto, potrebbe anche non bastare, ma a chi deciderà di scommettere su un successo dei partenopei, invece potrebbe essere sufficiente. Fermo restando che l’Arsenal non arriva per fare lo sparring partner, ma per legittimare ulteriormente una possibile qualificazione.

Qui il raffronto con un altro bookie:

Quote* scommesse per Napoli – Arsenal con Unibet

Vittoria Napoli: 1,68
Pareggio: 4,20
Vittoria Arsenal: 4,65

(Quote del 16.04.2019 alle 21.50)

football line

Pronostico Arsenal – Napoli Quote scommesse Europa League

Arsenal – Napoli Quote scommesse Europa League*
Arsenal 2,45/ pareggio 3,50/ Napoli 3,00
Data: 11 aprile 2019 – 21:00 ora italiana
Bookie: Bet365

Scommesse sportive Arsenal – Napoli

La cartina al tornasole di una stagione può arrivare anche attraverso la seconda competizione continentale. Può essere questa la verifica di quanto fatto, a prescindere da un secondo posto blindato in campionato. Perché il Napoli si avvicina a questo momento cruciale in una situazione non facilissima di gioco e risultati, almeno per quanto visto nelle ultime partite di campionato.

Andiamo comunque con ordine, e presentiamo la partita di cui indichiamo quote e pronostico: parliamo di Arsenal – Napoli, in programma alle 21.00 ora italiana all’ “Emirates Stadium” di Londra, giovedì 11 aprile 2019. Si tratta della gara di andata dei quarti di finale dell’ Europa League 2018-2019. Ciò significa che il ritorno, una settimana dopo, si giocherà al “San Paolo”. A titolo di informazione, per chi uscirà vincente da questo quarto, l’avversario verrà fuori dal doppio confronto tutto iberico tra Villarreal e Valencia.

I precedenti di Arsenal – Napoli

Risalgono tutti al 2013 i precedenti. Archiviamo rapidamente la partita di Emirates Cup pareggiata 2 a 2 e veniamo invece alla fase a gironi della Champions League 2013-2014: le due squadre vinsero per 2 a 0 il rispettivo incontro in casa per il Gruppo F. Allenatore del Napoli era Rafa Benitez. Al termine della fase a gironi, a parte il Marsiglia sorprendentemente a zero punti, tre squadre si piazzarono tutte a 12 lunghezze, ma la classifica avulsa decretò primo e secondo posto per Borussia Dortmund e Arsenal, mentre al Napoli rimase la terza posizione e quindi il passaggio all’ Europa League. L’allenatore degli inglesi era Arsene Wenger, a lungo inossidabile quanto spesso contestato in una sorta di amore-odio, come tutte le lunghe storie.

 

La situazione dell’ Arsenal prima della partita con il Napoli

Adesso Wenger è un ricordo per i “Gunners”, allenati ora da Unai Emery. Stiamo parlando di una squadra in salute, anche se – distratta dall’ imminente gara di Europa League e forse un po’ troppo nervosa – ha appena perso in Premier League a Liverpool con l’ Everton per 1 a 0. In ogni caso l’ Arsenal è attualmente in quinta posizione a 63 punti, una sola lunghezza in meno del Tottenham quarto, tre rispetto al Chelsea di Sarri terzo, mentre sono ormai imprendibili e fanno battaglia a sé il Liverpool e il Manchester City. Nella bagarre Champions-Europa League, ossia la lotta al quarto posto, c’è anche il Manchester United che è sesto e ha solo due punti in meno rispetto ai “Gunners”. I quali, in campionato, beninteso, non perdevano una partita dal 3 febbraio, battuti proprio dal City di Guardiola a Manchester.

Il cammino in Europa League dell’ Arsenal è stato abbastanza lineare ma non del tutto sereno, almeno nei playoff. La squadra ha vinto senza problemi il Gruppo E della fase a gironi, lasciandosi alle spalle lo Sporting Lisbona, mentre le altre due squadre, Vorksla e Qarabag hanno chiuso con soli tre punti e con simili avversarie ben poco potevano chiedere a questa competizione. Nei playoff, invece, non tutto è andato proprio liscio come l’olio. Ai sedicesimi di finale, sconfitta 1 a 0 in trasferta dal Bate Borisov, la formazione inglese si è poi rifatta in casa, vincendo il ritorno per 3 a 0. Più difficile l’ottavo con il Rennes, che gli uomini di Emery hanno vinto grazie a un gol segnato in trasferta nella gara di andata, che i francesi avevano fatto propria con un finale di 3 a 1. Anche qui, però, la gara di ritorno all’ “Emirates” si è chiusa sul 3 a 0. Stavolta, i “Gunners” giocano in casa l’andata, e quindi è qui che dovranno cercare di capitalizzare, magari sfruttando il momento non facilissimo del Napoli, di cui parleremo più avanti.

Emery dovrebbe mettere in campo un 3-4-1-2: Leno il portiere, in difesa Mistafi, l’ex milanista Sokratis e Monreal, esterni Kolasinac e Maitland-Niles, interni Ramsey futuro juventino e Xhaka, mentre Ozil sarà il trequartista alle spalle della coppia d’attacco con Aubameyang e Lacazette.

 

La situazione del Napoli prima della partita con l’ Arsenal

Una situazione da “sopracciglio sollevato” per Carlo Ancelotti. È vero: il secondo posto in campionato è praticamente blindato, e c’è stata la soddisfazione platonica di avere evitato che la Juventus conquistasse il primo match-point scudetto. Il problema è un altro, ed è molto serio per una squadra che si trova al momento cruciale della stagione: proprio in questa fase il Napoli non sta passando un grande momento. Prima la sorprendente sconfitta di Empoli, e poi il pareggio interno per 1 a 1 con il Genoa di Cesare Prandelli. Che cosa sta succedendo al Napoli che solo nelle due giornate precedenti di campionato aveva segnato otto gol, prima vincendo con l’Udinese e poi battendo la Roma all’ “Olimpico”?

Ma quello che ha preoccupato con i “Rossoblu”, a parte evidentemente la mancata vittoria casalinga, è stata la prestazione opaca e appannata della squadra partenopea. I tifosi preferiscono e vogliono pensare che la concentrazione sia tutta sulla partita di Londra, anche perché finora in Europa League il Napoli non ha demeritato, anche se il ritorno in Austria con il Salisburgo ha fatto tremare tutti, tenendo in bilico la qualificazione, arrivata grazie al gol segnato in apertura di partita.

Ma ricapitoliamo il cammino del Napoli, che come si ricorderà è arrivato in Europa League dalla Champions, dove è giunto terzo del Gruppo C nella fase a gironi, peraltro a pari punti con il Liverpool secondo.

Il cammino degli “Azzurri” nei playoff della seconda competizione europea è iniziato dai sedicesimi di finale, dove la squadra si è sbarazzata dello Zurigo, sconfitto 3 a 1 nella gara di andata e 2 a 0 nel ritorno. Poi ci sono stati gli ottavi con il Salisburgo: avversari dominati al “San Paolo” dove il Napoli ha vinto 3 a 0, molto sofferti invece nel “fortino austriaco” dove però, per fortuna della squadra campana, stavolta la rimonta non è stata completata del tutto: merito del gol che Milik aveva segnato al quattordicesimo minuto, che da solo ha reso vane le tre segnature degli avversari.

E adesso, una delle avversarie più temute nel sorteggio di Nyon; l’Arsenal arriva motivatissimo, il Napoli cercherà di dimostrare che le ultime prestazioni si giustificano solo con la concentrazione per questo doppio confronto. Importante che Ancelotti possa di nuovo contare su Lorenzo Insigne, già rientrato con il Genoa e ora di nuovo titolare, al fianco di uno tra Milik e Mertens. Il tecnico ovviamente cercherà di schierare chi è più in forma.

Possiamo quindi ipotizzare un 4-4-2 con Meret in porta, difensori centrali Maksimovic e Koulibaly, laterali Malcuit e Mario Rui, sulle fasce Callejon e Zielinski, in mediana Allan e Fabian Ruiz, in attacco come detto Insigne ed uno tra Milik e Mertens

 

Probabilità* di scommesse interessanti per Arsenal – Napoli con Bet365

Vittoria Arsenal: 2,45
Pareggio: 3,50
Vittoria Napoli: 3,00

Ci sono anche altre scommesse interessanti per la partita. Ad esempio:

Under 0,5: 12,00
Over 6,5: 21,00
Over 4,5 Secondo Tempo: 23,00
Asian Handicap –1,5, -2  1: 5,75
Asian Handicap +1, +1,5  2: 5,75
Asian Handicap +1,5  2: 5,90
Primo Tempo/Finale 1/2: 29,00
Primo Tempo/Finale 2/1: 26,00

Previsione scommesse Arsenal – Napoli con Bet365Vittoria Arsenal. Il pronostico va da sé, con il fattore campo determinante almeno nella partita di andata, e una squadra inglese che appare maggiormente in forma, in questo momento, rispetto a quella italiana. Le quote rimangono comunque piuttosto ravvicinate, dal momento che spesso le competizioni europee riservano qualche sorpresa nella competitività di squadre magari appagate nel proprio campionato nazionale. Staremo a vedere, e soprattutto consideriamo il fatto che si tratta soltanto del primo round di questo doppio confronto.

Qui il raffronto con un altro bookie:

Quote* scommesse per Arsenal – Napoli con Eurobet

Vittoria Arsenal: 2,37
Pareggio: 3,45
Vittoria Napoli: 3,00

(Quote del 09.04.2019 alle 06.00)

football line

Pronostico Napoli – Genoa Quote scommesse Serie A

Napoli – Genoa Quote scommesse Serie A*
Napoli 1,25/ pareggio 5,50/ Genoa 14,00
Data: 7 aprile 2019 – 20:30 ora italiana
Bookie: Bet365

Scommesse sportive Napoli – Genoa

Dimenticare subito la sconfitta di Empoli e classificarla come un episodio, e tornare a vincere ora che si gioca nuovamente tra le mura amiche: il Napoli affronta il Genoa, alle 20.30 di domenica 7 aprile 2019 allo stadio “San Paolo” per la trentunesima giornata del campionato di calcio di Serie A 2018-2019, la dodicesima di ritorno. L’arbitro è Fabrizio Pasqua di Tivoli, per il VAR Gianluca Aureliano di Bologna.

I precedenti di Napoli – Genoa

Cominciamo con il dire che il Genoa non vince a Napoli dal 2009, mentre non fa proprio il confronto diretto in assoluto dal 2012. E la squadra partenopea ha vinto gli ultimi quattro incontri contro i liguri, oltre agli ultimi quattro giocati in casa. Con queste premesse, va da sé ricordare il 2 a 1 con il quale la squadra di Carlo Ancelotti ha espugnato il “Ferraris” il 10 novembre 2018 nella gara di andata.

In totale le due squadre si sono incrociate in Serie A 93 volte, 46 delle quali a Napoli. Nettamente davanti la formazione partenopea: in assoluto ha vinto 36 confronti contro 25, mentre i pareggi sono 32. Considerando le partite disputate al “San Paolo”, i successi casalinghi sono stati 24, solo 7 quelli dei genoani, 15 volte la gara si è conclusa in parità.

La situazione del Napoli prima della partita con il Genoa

Gli alibi ci sono, giocatori importanti infortunati comunque in recupero o già recuperati per la prossima gara. Ma l’inattesa sconfitta di Empoli (2-1) ha lasciato molta delusione nell’ambiente e nello stesso allenatore Ancelotti, che ha espresso critiche nei confronti della squadra. Nulla di compromesso, ma perdere questa partita potrebbe significare, in caso di vittoria della Juventus, consegnarle lo scudetto con enorme anticipo. Non che il destino di questo campionato possa essere diverso, beninteso, così come è molto difficile che il Napoli possa perdere il suo secondo posto a sette punti dall’ Inter terza. Però amor proprio e orgoglio fanno sì che almeno non si vogliano sbagliare due partite di seguito, tanto più che ora si gioca in casa e contro un’avversaria che, come abbiamo visto, nelle ultime gare ha sempre perso.

Sono di nuovo in gruppo Chiriches, Ghoulam e Ospina, mentre Insigne vi sta rientrando gradualmente, svolgendo ancora una fase personalizzata di lavoro. Logico quindi pensare che rispetto alla formazione anti-Empoli ci siano delle novità, sia nel modulo che negli interpreti. Molto probabile il ritorno al 4-4-2: Meret sempre tra i pali, difensori centrali Maksimovic e Koulibaly, laterali Malcuit e Mario Rui, in mediana Fabian Ruiz e Allan, sugli esterni Callejon e Zielinski, in attacco Milik e Mertens.

La situazione del Genoa prima della partita con il Napoli

Dopo l’ebbrezza per aver inflitto alla Juventus l’unica sconfitta in questo campionato, il Genoa ha subito due sconfitte: la prima a Udine, la seconda in casa con l’Inter, ed è di quelle che bruciano veramente, ossia un 4 a 0 che ha certificato lo stato di forma non scontato di Icardi.

Però ha certificato anche la situazione un po’ difficile del Genoa, che deve ritrovarsi, tirare fuori l’orgoglio del “Grifone” e tornare a dire la propria. È questo il difficile lavoro che adesso attende Cesare Prandelli, che si ritrova una squadra troppo spesso discontinua, che ora è all’undicesimo posto con 33 punti, gli stessi di Cagliari e Parma, solo uno in più della Spal.

Oltretutto, oltre all’infortunato Hiljemark, Prandelli non avrà a disposizione Romero e Zukanovic, entrambi squalificati. Il modulo dovrebbe essere un 4-3-3, con Radu portiere, Biraschi e Gunter centrali difensivi, sullòe fasce Pereira e Criscito, Radovanovic in cabina di regia con mezzeali Lerager e Rolon, davanti Lazovic, Sanabria e Kouamé.

 

Probabilità* di scommesse interessanti per Napoli – Genoa con Bet365

Vittoria Napoli: 1,25
Pareggio: 5,50
Vittoria Genoa: 14,00

Ci sono anche altre scommesse interessanti per la partita. Ad esempio:

Casa/Fuori 2: 13,00
Under 0,5: 15,00
Over 6,5: 19,00
Over 4,5 Secondo Tempo: 21,00
Asian Handicap -3,5  1: 5,75
Asian Handicap 0, +0,5  2: 5,90
Primo Tempo/Finale 1/2: 81,00
Primo Tempo/Finale X/2: 26,00

Previsione scommesse Napoli – Genoa con Bet365Vittoria Napoli. I bookie danno praticamente per certo il successo del Napoli, con il rischio di “scottarsi” come è successo nel turno precedente. Ma questa volta si gioca in casa, e certamente la sconfitta con l’Empoli avrà lasciato qualche conseguenza in una squadra che non vuole sbagliare due partite di seguito.

Qui il confronto con un altro bookie:

Quote* scommesse per Napoli – Genoa con Eurobet

Vittoria Napoli: 1,28
Pareggio: 5,50
Vittoria Genoa: 11,50

(Quote del 05.04.2019 alle 19.20)

football line

Pronostico Empoli – Napoli Quote scommesse Serie A

Empoli – Napoli Quote scommesse Serie A*
Empoli 7,00/ pareggio 4,75/ Napoli 1,44
Data: 3 aprile 2019 – 19:00 ora italiana
Bookie: Bet365

Scommesse sportive Empoli – Napoli

La terzultima contro la seconda, allo stadio “Carlo Castellani” nell’ undicesima giornata di ritorno del campionato di calcio di Serie A 2018-2019, vale a dire la trentesima: Empoli e Napoli si affrontano alle 19.00 di mercoledì 3 aprile 2019. La partita di cui vi presentiamo quote e pronostico sarà diretta  da Daniele Doveri della sezione di Roma 1, per il VAR è stato designato Rosario Abisso di Palermo.

I precedenti di Empoli – Napoli

Il Napoli aveva addirittura dilagato al “San Paolo” nella gara di andata, il 2 novembre 2018, vincendo per 5 a 1. L’ultima vittoria dell’ Empoli, tra le mura amiche, risale al 30 aprile 2015. È un confronto nel quale in genere si segna molto, almeno guardando le partite recenti. In Serie A le due squadre si sono affrontate 15 volte, e il Napoli è nettamente davanti, avendo vinto 7 incontri rispetto ai 3 dei toscani, mentre i pareggi sono cinque. Interessante anche il dato dei gol segnati: 30 dai partenopei, 22 dagli empolesi.

Al “Castellani” i precedenti nella massima serie sono sette, con i pareggi a dominare: ben quattro, con due vittorie dell’ Empoli e una del Napoli.

La situazione dell’ Empoli prima della partita con il Napoli

Sconfitto solo di misura e con una rete di Kean dalla Juventus, l’Empoli ha assoluto bisogno di punti se vuole cercare di risalire da una terzultima posizione che in questo momento è quella maggiormente in bilico, dato che Chievo e Frosinone sono loro malgrado saldi in coda. Almeno fino alla Spal, comprendendo Udinese e Bologna, sono quattro le squadre più a rischio retrocessione, in un fazzoletto di tre punti, ma la  battaglia sarà ancora lunga per tutti e quindi l’Empoli può ancora farcela tranquillamente.

Certo non è il massimo incontrare la prima e poi la seconda in classifica, superiori alle altre anche nei momenti di difficoltà. Aurelio Andreazzoli ha ancora qualche dubbio di formazione da risolvere, lascerà in panchina Maietta che non è al meglio, in favore di Silvestre. In campo il consueto 3-5-2 con Dragowski tra i pali, difesa con Veseli, Silvestre e Dell’Orco, Bennacer in cabina di regia, in mediana Acquah potrebbe rilevare Traorè, mentre l’altra mezzala sarà Krunic, esterni Di Lorenzo e uno tra Pasqual e Pajac. In attacco, certo Caputo, vicino a lui uno tra Farias e Oberlin.

La situazione del Napoli prima della partita con l’ Empoli

La vittoria sulla Roma, per meriti della squadra campana e demeriti giallorossi, ha consolidato la seconda posizione della formazione allenata da Carlo Ancelotti, che tiene a dieci punti di distacco l’Inter in terza posizione e reduce dalla sconfitta interna con la Lazio. Il Napoli deve gestire la rosa anche in prospettiva Europa League, e quindi ci sarà per forza di cose qualche avvicendamento nella partita con l’ Empoli.

Oltretutto bisogna fare i conti con vari infortunati, tanto che sono in dubbio anche Hysaj e Mertens, mentre Mario Rui quasi certamente farà gli straordinari perché Ghoulam rischia di non farcela. Possibilità di essere schierati titolari per Luperto e Younes, al quale Ancelotti potrebbe dare un’ opportunità importante, tenendo conto che la società crede nel giocatore e si ipotizza per lui un prestito nella prossima stagione per dargli l’opportunità di giocare, e quindi in prospettiva poi di ritornare.

Assenti Albiol, Insigne, Chiriches, Diawara: consueto 4-4-2 con Meret tra i pali, Malcuit e Mario Rui esterni, centrali Luperto e Koulibali, a centrocampo Allan e ZIelinski, sulle fasce Calljon e Verdi (ma come detto si potrebbe vedere Younes), mentre davanti potrebbe essere Ounas ad affiancare Milik.

Probabilità* di scommesse interessanti per Empoli – Napoli con Bet365

Vittoria Empoli: 7,00
Pareggio: 4,75
Vittoria Napoli: 1,44

Ci sono anche altre scommesse interessanti per la partita. Ad esempio:

Casa/Fuori 1: 5,50
Under 0,5: 17,00
Over 4,5 Secondo Tempo: 21,00
Asian Handicap -0,5  1: 6,25
Asian Handicap 0, -0,5  1: 5,75
Asian Handicap +2,5, +3  2: 5,25
Primo Tempo/Finale 2/1: 51,00
Primo Tempo/Finale 1/2, 1/X: 17,00
Previsione scommesse Empoli – Napoli con Bet365Vittoria Napoli. Favoritissima ovviamente la formazione partenopea, per quanto tutte le gare comincino dallo zero a zero. Ma i precedenti recenti sono tutti a favore della squadra di Ancelotti, e quindi sulla carta non dovrebbe esserci storia. Come sempre, in questi casi, occorre fare attenzione alle quote per i risultati ritenuti poco probabili.

Qui il confronto con un altro bookie:

Quote* scommesse per Empoli – Napoli con Unibet

Vittoria Empoli: 6,50
Pareggio: 4,50
Vittoria Napoli: 7,00

(Quote del 02.04.2019 alle 9.15)

football line

Pronostico Roma – Napoli Quote scommesse Serie A

Roma – Napoli Quote scommesse Serie A*
Roma 3,10/ pareggio 3,50/ Napoli 2,30
Data: 31 marzo 2019 – 15:00 ora italiana
Bookie: Bet365

Scommesse sportive Roma – Napoli

È uno degli scontri diretti più attesi, quello di cui vi presentiamo quote e pronostico, dal momento che si tratta di una partita che può provare a riaccendere le speranze di Champions League per la Roma opposta al Napoli, blindatissimo nel suo secondo posto in classifica alle spalle della Juventus. La sfida, arbitrata da Gianpaolo Calvarese di Teramo, con Piero Giacomelli di Trieste al VAR, prenderà il via alle 15.00 di domenica 31 marzo 2019 allo stadio Olimpico ed è valida per la decima giornata di ritorno del campionato di calcio di Serie A 2018-2019, vale a dire la ventinovesima.

I precedenti di Roma – Napoli

Il 28 ottobre 2018 la partita di andata al “San Paolo” era terminata con il risultato di 1 a 1. La cosa interessante è che gli ultimi quattro scontri diretti prima della partita appena citata, erano stati tutti vinti dalla squadra ospite: il Napoli all’Olimpico e la Roma a Fuorigrotta. In A le due squadre si sono affrontate 143 volte, e la situazione vede decisamente avanti la squadra giallorossa con 51 vittorie contro le 42 dei campani, mentre i pareggi sono 50. Un discorso che vale ancora di più considerando le 71 partite giocate nella Capitale: 32 successi romanisti contro gli 11 napoletani, mentre il pari si è verificato 28 volte.

La situazione della Roma prima della partita con il Napoli

Claudio Ranieri sta facendo appello all’orgoglio del gruppo, probabilmente l’unica arma per agguantare la zona Champions. La sconfitta per 2 a 1 con la Spal a Ferrara brucia, ha rimarcato i limiti della squadra e ha dimostrato come – ma lo si sapeva – non era certo Eusebio Di Francesco la causa di tutti i problemi. Mentre la dirigenza sembra un po’distratta dalla questione dello stadio, il nuovo allenatore sta cercando soluzioni, ma queste devono arrivare soprattutto dagli stimoli dei giocatori, a prescindere dalla qualità personale. La Roma è quinta, e il Milan quarto è lontano quattro punti. Quindi anche in caso di vittoria non si agguanterebbe la zona Champions, ma è importante essere lì e cercare di giocarsela.

Poi c’è il problema degli infortunati, che come si sa è costato il posto a buona parte dello staff medico, ma le cose non si risolvono con un colpo di bacchetta magica. Anzi, va anche peggio dopo gli infortuni in nazionale di Florenzi ed El Shaarawy, indisponibili per questo importante confronto. Da valutare le condizioni di Manolas, e di de Rossi che però è tornato in gruppo. Entrambi potrebbero partire dalla panchina.

Il 4-4-2 che scenderà in campo, davanti al portiere Olsen dovrebbe vedere Fazio e Marcano coppia centrale difensiva, sulle fasce Santon e Kolarov, Nzonzi e Cristante interni, Zaniolo e Perotti esterni alti, davanti Dzeko e Schick.

La situazione del Napoli prima della partita con la Roma

Secondo posto a 15 punti dalla Juventus prima e a 7 dall’ Inter terza: per la squadra di Carlo Ancelotti è senza dubbio un buon campionato, e il 4 a 2 al “San Paolo” con l’Udinese ha naturalmente mantenuto le distanze verso il basso, accorciandole di poco verso l’alto dato che la Juventus ha perso con il Genoa, ma questo evidentemente per il Napoli conta meno.

Rischia invece di pesare il nuovo infortunio di Lorenzo Insigne, il secondo in quindici giorni. Si tratta di una contrattura all’adduttore destro che però potrebbe anche rivelarsi uno stiramento. Certamente non ci sarà contro la Roma, ma rischia di dover saltare il doppio confronto con l’Arsenal in Europa League.

L’assenza di Insigne si aggiunge a quella di Zielinski squalificato e di Albiol infortunato, ma ci sono altri giocatori che hanno problemi fisici e quindi costringeranno Ancelotti a qualche cambiamento in formazione, per esempio sulla corsia sinistra, come esterno alto, probabilmente ci sarà Verdi, ma ci sono anche delle ipotesi alternative come Younes o anche il 19enne Gaetano. In campo il consueto 4-4-2, con Meret tra i pali, la coppia centrale di difesa sarà composta da Maksimovic e ovviamente Koulibaly, laterali Hysai (o Malcuit) e Mario Rui, esterni dunque Callejon e Verdi (o le alternative citate), interni Allan e Fabian Ruiz che ha recuperato dopo aver lavorato a parte, davanti naturalmente Mertens e Milik.

Con Zielinski squalificato e qualche altro acciaccato a centrocampo, Ancelotti deve inventarsi

Probabilità* di scommesse interessanti per Roma – Napoli con Bet365

Vittoria Roma: 3,10
Pareggio: 3,50
Vittoria Napoli: 2,30

Ci sono anche altre scommesse interessanti per la partita. Ad esempio:

Under 0,5: 12,00
Over 6,5: 23,00
Over 4,5 Secondo Tempo: 26,00
Asian Handicap -1,5  1: 6,40
Asian Handicap -1, -1,5  1: 5,90
Asian Handicap +1,5, +2  2: 5,50
Primo Tempo/Finale 2/1: 29,00
Primo Tempo/Finale 1/2: 26,00
Previsione scommesse Roma – Napoli con Bet365Vittoria Napoli. Favorita la squadra ospite, che in questo momento si mostra migliore in tutto. Ma attenzione alle sorprese, e all’impeto che Ranieri cercherà di infondere nei suoi giocatori per raggiungere l’obiettivo Champions, ormai l’ultimo possibile per la stagione giallorossa.

Qui il confronto con un altro bookie:

Quote* scommesse per Roma – Napoli con William Hill

Vittoria Roma: 3,10
Pareggio: 3,50
Vittoria Napoli: 2,25

(Quote del 30.03.2019 alle 10.10)

football line

Pronostico Salisburgo – Napoli Quote scommesse Europa League

Salisburgo – Napoli Quote scommesse*
Salisburgo 2,45/ pareggio 3,70/ Napoli 2,87
Data: 14 marzo 2019 – 18:55 ora italiana
Bookie: Bet365

Scommesse sportive Salisburgo – Napoli

Giornata decisiva per decidere chi si qualificherà ai quarti di finale dell’ Europa League 2018-2019, giovedì 14 marzo 2019: sono ancora due le italiane in corsa, e la prima in ordine di tempo a scendere in campo nel ritorno degli ottavi di finale è il Napoli. Vi presentiamo quote e pronostico di Salisburgo – Napoli, in programma alle 18.55 alla “Red Bull Arena” della città austriaca. Ricordiamo che si parte dal 3 a 0 conquistato in casa dalla squadra partenopea, e che questo è l’unico precedente assoluto tra le due formazioni.

La gara sarà arbitrata dallo spagnolo Carlos del Cerro Grande.

La situazione del Salisburgo prima della partita con il Napoli

Il Salisburgo è specialista di “remuntade” o se preferite di ribaltoni, dato che ha vinto sette dei 17 turni UEFA di andata e ritorno dove aveva perduto la prima gara in trasferta: è successo anche ai sedicesimi con il Bruges, battuto 4 a 0 al ritorno, dopo che all’andata si era imposto 2-1. Con il Napoli, però, servirà davvero la partita perfetta, e non è detto che basti: bisogna evitare gli errori dell’andata, si è raccomandato l’allenatore Marco Rose.

Del resto la squadra di Ancelotti è una delle più forti in Italia e finora si è comportata molto bene prima nel girone eliminatorio di Champions League, dove è uscita solo all’ ultimo, e poi in Europa League, almeno finora. E importante è il fatto che il Salisburgo non sia riuscito a segnare al “San Paolo”.

Non dimentichiamo inoltre che la squadra austriaca ha vinto tutte le sei partite del proprio gruppo, il B, nella fase a gironi di questa competizione europea. Quindi è una squadra da non sottovalutare mai e non dare anzitempo per spacciata. Tanto più che in casa, nella competizione continentale, non perde da ottobre 2016: undici vittorie e due pareggi.

È probabile che la capolista del campionato austriaco, che ha nove punti di distacco sul LASK Linz secondo, fosse già da alcuni giorni con la mente al Napoli, dato che nell’ultimo impegno di Bundesliga ha pareggiato in casa senza reti con lo Sturm Graz che è sesto. Tra l’altro, a un quarto d’ora dalla fine, l’attaccante israeliano Munas Dabbur ha sbagliato un calcio di rigore, un po’ come Insigne nella sfida del Napoli con la Juventus.

Fuori Pongracic, in dubbio van der Werff, il 4-4-2 che Rose dovrebbe mettere in campo (le due squadre giocano con lo stesso modulo), dovrebbe vedere Walke tra i pali, Ulmer e Ramalho difensori centrali, laterali Lainer e Onguene che all’andata aveva firmato un’autorete, sulle fasce Samassekou e Mwepu, interni Junuzovic e Wolf, in attacco Dabbur e Gulbrandsen.

 

La situazione del Napoli prima della partita con il Salisburgo

Anche il Napoli arriva da un pareggio in campionato, l’1 a 1 al “Mapei Stadium” con il Sassuolo: e questa volta Lorenzo Insigne è andato a segno, pareggiando il gol che era stato realizzato da Domenico Berardi per la squadra emiliana.

Come abbiamo detto, la compagine allenata da Carlo Ancelotti si presenta a Salisburgo forte di un “tesoretto” conquistato a Fuorigrotta: tre gol realizzati, nessuno subìto. È importante perché può far guardare con fiducia, ma con attenzione, al passaggio del turno contro una squadra tradizionalmente forte in casa. Ricordiamo che ai sedicesimi il Napoli aveva vinto a Zurigo per 3 a 1 nella gara di andata, poi tra le mura amiche aveva completato l’opera contro gli elvetici battendoli per 2 reti a 0.

Squalificati Koulibaly e Maksimovic, infortunato Albiol, sarà la grande occasione per Sebastiano Luperto che l’allenatore intende schierare titolare nel proprio ruolo naturale, ossia da difensore centrale. Ricordiamo che il Napoli non ha voluto girare ulteriormente in prestito il 23enne che lo scorso anno era stato fra i protagonisti della promozione dell’ Empoli in Serie A. Ancelotti crede in lui, lo ha finora utilizzato come terzino, adesso arriva il momento giusto per lanciarlo nel ruolo altrimenti copertissimo.

Si può quindi ipotizzare un 4-4-2 con Meret portiere, coppia centrale difensiva composta da Luperto e Chiriches, terzini Mario Rui e Hysaj, sulle fasce Callejon e Zielinski, in mediana Fabian Ruiz e Allan, in attacco sicuro Milik, ballottaggio tra Insigne e Mertens che all’andata aveva fatto molto bene in coppia con il polacco.

Probabilità* di scommesse interessanti per Salisburgo – Napoli con Bet365

Vittoria Salisburgo: 2,45
Pareggio: 3,70
Vittoria Napoli: 2,87

Ci sono anche altre scommesse interessanti per la partita. Ad esempio:

Under 0,5: 15,00
Over 6,5: 19,00
Over 4,5 Secondo Tempo: 21,00
Asian Handicap –1,5, -2  1: 5,50
Asian Handicap +1,5  2: 5,75
Primo Tempo/Finale 1/2: 26,00
Primo Tempo/Finale 2/1: 23,00

Previsione scommesse Salisburgo – Napoli con Bet365Vittoria Salisburgo. I bookmakers, compreso quello che prendiamo in esame, danno un leggero vantaggio alla squadra austriaca conoscendo la sua capacità di ribaltare la situazione nelle partite di ritorno, anche se il Napoli è squadra ben attrezzata che potrebbe spezzare questa attitudine. Comunque il Salisburgo è evidentemente favorito per la vittoria della partita, anche se di poco rispetto alla squadra italiana

Qui il confronto con un altro bookie:

Quote* scommesse per Napoli – Salisburgo con Unibet

Vittoria Salisburgo: 2,35
Pareggio: 3,75
Vittoria Napoli: 2,90

(Quote del 12.03.2019 alle 21.40)

football line
i-bookmakers.it valuta e confronta con costante aggiornamento tutti gli importanti bookmakers autorizzati in Italia.   18+   AAMS
Bookmakers | Bookmaker online | Scommesse sportive | Scommesse calcistiche | Scommesse live | Siti di scommesse | Scommesse Online | Bookmaker
Vi raccomandiamo di scommettere con responsabilità.