i-bookmakers.it
Logo di i-bookmakers .it
Notizie di Scommesse

Napoli

In questa pagina trovate articoli riguardanti Napoli.
football line

Pronostico Napoli – Genoa Quote scommesse Serie A

Napoli – Genoa Quote scommesse Serie A*
Napoli 1,34/ pareggio 5,00/ Genoa 8,00
Data: 9 novembre 2019 – 20.45 ora italiana
Bookie: Bwin.it

Scommesse sportive Napoli – Genoa

Ultima partita del sabato nella dodicesima giornata del campionato di Serie A 2019-2020 è quella del “San Paolo” tra Napoli e Genoa, che si gioca alle 20.45 del 9 novembre 2019. Campionato di alta classifica ma finora deludente per i partenopei che non stanno vivendo un buon momento neppure al loro interno per le frizioni tra squadra e presidente, mentre il Genoa cerca di risalire la china ma nel turno precedente ha vissuto la prima sconfitta casalinga della gestione di Thiago Motta.

I precedenti di Napoli – Genoa

L’ultima volta, lo scorso 7 aprile e sempre a Fuorigrotta, è finita 1 a 1. Si trattava del 94° confronto diretto in Serie A, il numero 47 a Napoli. I partenopei dominano con 36 vittorie contro 25 del Genoa, una forbice che si amplia se consideriamo solo le partite disputate in Campania, con 24 successi casalinghi contro 7 genoani. I pareggi sono 33, quasi equamente divisi tra casa e trasferta, perché sono 16 a Napoli.

La situazione del Napoli prima dell’incontro con il Genoa

Situazione difficilissima, non solo perché la squadra non sta rendendo al massimo, ma anche per le conseguenze del cosiddetto “ammutinamento” dei giocatori che dopo il pareggio per 1 a 1 con il Salisburgo in Champions League, si sono rifiutati di tornare nel ritiro imposto dal presidente Aurelio De Laurentiis, che ora minaccia multe e ce l’ha a quanto pare anche con l’allenatore Carlo Ancelotti, che ha espresso pubblicamente la propria contrarietà circa la decisione del ritiro. Panni sporchi che rischiano di essere lavati in piazza anziché in famiglia, e in tutto questo c’è la partita con il Genoa, che serve per rilanciarsi nelle zone alte, essendo ora il Napoli settimo a quota 18, ma alle spalle di tre squadre che sono a 21, Lazio, Atalanta e Cagliari. Milik favorito in attacco su Llorente al fianco di Mertens, indisponibili Ghoulam e Hysaj, Allan dovrebbe partire dalla panchina.

La situazione del Genoa prima dell’incontro con il Napoli

Genoa sempre in zona pericolo, dopo la seconda sconfitta consecutiva, prima casalinga della gestione Thiago Motta, contro un’Udinese agguerrita e guidata dal viceallenatore Gotti (3 a 1). Impresa difficile quella di fare punti a Napoli, ma i “Rossoblu”  cercheranno di sfruttare il caos e il momento difficile dei partenopei. Fuori solo Kouamé impegnato con la nazionale ivoriana, il modulo dovrebbe essere il 4-2-3-1 con Pinamonti schierato come unica punta, e nella linea della trequarti Pandev, Saponara e Agudelo.

Previsione scommesse Napoli – Genoa con Bwin.it: Vittoria Napoli. Nonostante la situazione interna abbastanza caotica e non facile, la squadra di casa rimane favoritissima.

Qui il confronto con altri bookie:

Il confronto con altre quote * scommesse per Napoli – Genoa

Quote SNAI.it

Vittoria Napoli: 1,40
Pareggio: 5,00
Vittoria Genoa: 7,25

Quote Unibet.it

Vittoria Napoli: 1,37
Pareggio: 5,00
Vittoria Genoa: 8,00

*(Quote del 07.11.2019 alle 02.05)

football line

Pronostico Napoli – Salisburgo Quote scommesse Champions League

Napoli – Salisburgo Quote scommesse Champions League*
Napoli 1,85/ pareggio 4,25/ Salisburgo 3,65
Data: 5 novembre 2019 – 21.00 ora italiana
Bookie: SNAI.it

Scommesse sportive Napoli – Salisburgo

Crocevia importante, in un momento non particolarmente splendente per il Napoli, la sfida con il Salisburgo per il Gruppo E della fase a gironi della Champions League 2019-2020, peraltro guidato dal Napoli a sette punti, uno solo in più rispetto al Liverpool. Si gioca allo stadio “San Paolo” alle 21.00 di martedì 5 novembre 2019 con la direzione di gara del polacco Szymon Marciniak.

I precedenti di Napoli – Salisburgo

Nella gara di andata il Napoli è riuscito a battere il Salisburgo in terra austriaca per 3 a 2, mentre pochi mesi prima in Europa League non ci era riuscito, perdendo per 3 a 1 il match di ritorno degli ottavi di finale. Aveva però passato il turno avendo conquistato la gara di andata per 3 a 0.

 

La situazione del Napoli prima dell’incontro con il Salisburgo

Il momento è delicato, e gli strali di Aurelio De Laurentiis nei confronti degli arbitri non sono destinati a lasciare traccia. Molte delle polemiche dell’effervescente presidente del Napoli non suscitano repliche, tanto più che è difficilmente praticabile l’idea di far arbitrare le gare del campionato a direttori di gara stranieri. Non è detto peraltro che in questo modo si risolverebbero le continue polemiche legate agli arbitraggi in Serie A, considerando che anche negli altri paesi europei il VAR sta facendo discutere. Probabilmente la questione è più profonda, legata alla conoscenza del regolamento ma anche alla chiarezza di alcune regole. Spesso, poi, l’arbitraggio ritenuto negativo serve anche per evitare di parlare di momenti in ombra delle squadre, e questo è un discorso in generale.

Comunque, dopo la sconfitta all’ Olimpico con la Roma per 2 a 1, il presidente del Napoli ha deciso di mandare la squadra in ritiro. L’allenatore Carlo Ancelotti ha detto a chiare lettere di essersi adeguato ma di non essere d’accordo con la decisione della società, salvo aggiungere di non avere alcun problema con De Laurentiis (ipse dixit).

Il Napoli, come dicevamo, è in testa al girone dopo avere sconfitto in casa per 2 a 0 il Liverpool, pareggiato a Genk e poi nuovamente vinto per 3 a 2 a Salisburgo. Le due squadre giocano con un modulo speculare, e Ancelotti dovrebbe riproporre anche quasi tutti gli interpreti del 4-4-2 visto nella partita di Roma, con Elmas al posto di Callejon come esterno alto a destra. Meret tra i pali, difesa con Manolas e Koulibaly centrali e Di Lorenzo e Mario Rui sulle corsie laterali, esterni a centrocampo Elmas e Insigne, interni Zielinski e Fabian Ruiz, attacco affidato a Mertens e Milik.

La situazione del Salisburgo prima dell’incontro con il Napoli

Una vittoria con il Genk (6 a 2) e due sconfitte in Champions con Liverpool e lo stesso Napoli, mentre nel campionato austriaco il Salisburgo continua a guidare, con il LASK Linz a tre punti e le altre squadre più sotto. Netto il 3 a 0 con il quale nell’ultimo turno gli uomini di Jesse Marsch hanno battuto in trasferta il Mattersburg.

La formazione, sempre con il 4-4-2, dovrebbe essere quella consueta con Carlos in porta, difesa con Kristensen, Ramalho, Wober e Ulmer, centrocampo con Daka, Januzovic, Szoboszlai e Minamino, le punte il temibile Haaland e Hwang.

Probabilità * di scommesse interessanti per Napoli – Salisburgo con SNAI.it

Vittoria Napoli: 1,85
Pareggio: 4,25
Vittoria Salisburgo: 3,65

Ci sono anche altre scommesse interessanti per la partita. Ad esempio:

Under 1,5: 6,50
Under 2,5: 3,10
Under 3,5: 1,85
Under 4,5: 1,35
Over 1,5: 1,06
Over 2,5: 1,33
Over 3,5: 1,80
Over 4,5: 2,80
Gol/Non Gol: Sì  1,32    No  3,10
Handicap 3: 1  12,00  X  9,25     2   1,07
Handicap 2: 1   5,75   X  5,50     2  1,30
Handicap 1: 1   3,05   X   4,00    2  1,90
Handicap -1: 1  1,27   X   5,50    2  7,75
Handicap -2: 1  1,03   X  11,00    2 18,00
Primo Tempo/Finale 1/2: 33,00
Primo Tempo/Finale 2/1: 20,00

 

Previsione scommesse Napoli – Salisburgo con SNAI.it: Vittoria Napoli. Favore netto del pronostico per la squadra di casa, che in genere non fallisce di fronte al proprio pubblico, e poi ha già battuto in trasferta la formazione austriaca, che nella sua unica gara di Champions disputata fuori casa, con il Liverpool, ha perso 4 a 3.

Qui il confronto con altri bookie:

Il confronto con altre quote * scommesse per Napoli – Salisburgo

Quote Unibet.it

Vittoria Napoli: 1,85
Pareggio: 4,30
Vittoria Salisburgo: 4,00

Quote SportYes.it

Vittoria Napoli: 1,90
Pareggio: 4,00
Vittoria Salisburgo: 3,70

*(Quote del 05.11.2019 alle 01.30)

football line

Pronostico Roma – Napoli Quote scommesse Serie A

Roma – Napoli Quote scommesse Serie A*
Roma 2,55/ pareggio 3,50/ Napoli 2,65
Data: 2 novembre 2019 – 15.00 ora italiana
Bookie: Unibet.it

Scommesse sportive Roma – Napoli

Di nuovo in campo con l’undicesima giornata del campionato di calcio di Serie A 2019-2020, dopo la precedente disputata in turno infrasettimanale. Neanche il tempo di tirare il fiato, o quasi, e forse è meglio dato che la precedente è stata contrassegnata dalle polemiche arbitrali, legate soprattutto all’ utilizzo del VAR. La mossa principale dovrebbe essere a questo punto un confronto tra arbitri e addetti ai lavori sulla conoscenza del regolamento, che forse andrebbe approfondita. Per fortuna, appunto, si torna in campo con il primo anticipo, che allo Stadio Olimpico vedrà in campo Roma e Napoli, con i partenopei molto arrabbiati per la gestione arbitrale della gara precedente con l’Atalanta, anche perché il pareggio ha consentito proprio il sorpasso in classifica da parte dei capitolini. Si gioca dunque per il quarto posto, e forse non solo, considerando che l’Atalanta ospita il Cagliari, anch’esso finora cliente abituale dei quartieri alti. Roma – Napoli si disputa alle 15.00 di sabato 2 novembre 2019.

I precedenti di Roma – Napoli

Il “derby del Sole”, o “derby del Sud” come viene definita questa classica, ha 144 precedenti in Serie A, 72 dei quali giocati in casa dalla Roma, che è avanti nelle vittorie; 51 contro 43, in casa 32 contro le 12 napoletane in trasferta. I pareggi sono 50, dei quali 28 nella Capitale.

L’ultima volta, però, lo scorso 31 marzo, all’ Olimpico sono stati dolori per la Roma, sconfitta per 4 a 1 dagli uomini di Ancelotti, mentre i “Giallorossi” erano guidati da un Claudio Ranieri che stava cercando di salvare il salvabile. Marcatori per il Napoli, Milik. Mertens, Verdi e Younes, mentre sull’ 1 a 0 c’era stato il temporaneo pareggio di Perotti su rigore.

La situazione della Roma prima dell’incontro con il Napoli

La Roma arriva da un risultato rotondissimo in trasferta, un 4 a 0 contro un’Udinese in estrema crisi e nel caso specifico a lungo anche in superiorità numerica, ricordiamo che i friulani hanno subito ben undici reti nelle ultime due gare. Tutto ciò peraltro toglie poco a una squadra che continua a guadagnare fiducia in se stessa, nonostante alcune confusioni a livello dirigenziale ed una marea di infortuni. Ma l’allenatore Fonseca, che ora parla in italiano con i giornalisti e quindi si è appropriato rapidamente della nostra lingua, evidentemente ha fatto anche un corso accelerato di calcio italiano, e dimostra di essersi adeguato, mantenendo comunque il proprio gioco.

I numeri parlano chiaro: la Roma è attualmente quarta in classifica, a due punti dall’ Atalanta costretta al pareggio proprio dal Napoli, e davanti alla Lazio e agli stessi partenopei. È una gara che quindi vale la zona Champions, per quanto sia ancora prematuro per stabilire e mantenere ora certi equilibri. C’è che comunque la Roma non perde dal 25 settembre, quando fu infilata a domicilio proprio dall’ Atalanta, e in Europa League ha pareggiato 1 a 1 sia con il Wolfsberg che con il Borussia Moenchengladbach, che quest’anno sta facendo bene in Bundesliga. Più forti anche dei problemi di infermeria, che per la squadra romana sono tanti, probabilmente troppi.

Anche in questa gara, evidentemente, ci saranno assenze di rilievo: non saranno infatti a disposizione gli infortunati Mkhitaryan, Cristante, Pellegrini, Kalinic e Diawara, ma come se non bastasse, non ci sarà neppure Fazio, squalificato dopo essere stato espulso a Udine. Un solo ballottaggio nella linea dei trequartisti, tra Under, Perotti e Pastore, per chi affiancherà Zaniolo e Kluivert alle spalle del terminale offensivo che naturalmente sarà sempre Edin Dzeko.

Alle spalle del consueto 4-2-3-1, tra i pali ci sarà Pau Lopez, difensori centrali Smalling e Juan, sulle corsie Florenzi e Kolarov, Mancini ancora utilizzato in mediana con Veretout.

La situazione del Napoli prima dell’incontro con la Roma

Ha avuto pesanti conseguenze la contestazione all’arbitro Piero Giacomelli per le decisioni legate al presunto mancato rigore nell’azione dalla quale poi si è sviluppata la rete del pareggio atalantino. Squalificati l’allenatore Carlo Ancelotti e il team manager Giovanni Paolo De Matteis. Ma l’assenza più pesante rischia di essere sul campo, per l’infortunio subito da Allan. Si tratta di una distorsione al ginocchio, meno grave rispetto a quanto si temeva, ma che certamente lo terrà fuori da questa partita.

Lo schieramento sarà il consueto 4-4-2: Meret fra i pali, al centro della difesa Koulibaly e Maksimovic, sulle corsie laterali Di Lorenzo e Mario Rui, in mediana ballottaggio tra Elmas e Zielinski per il ruolo di interno al fianco di Fabian Ruiz, esterni alti Callejon e Insigne, in attacco Mertens e Milik.

Probabilità * di scommesse interessanti per Roma – Napoli con Unibet.it

Vittoria Roma: 2,55
Pareggio: 3,50
Vittoria Napoli: 2,65

 

Ci sono anche altre scommesse interessanti per la partita. Ad esempio:

Under 1,5: 4,90
Under 2,5: 2,30
Under 3,5: 1,50
Over 1,5: 1,18
Over 2,5: 1,61
Over 3,5: 2,55
Gol/Non Gol: Sì  1,48     No  2,55
Handicap 2: 1  1,13    X   8,00   2  12,00
Handicap 1: 1  1,43   X   4,70   2  5,20
Handicap -1: 1  5,00  X  4,50    2  1,47
Handicap -2: 1  11,50  X  7,5   2   1,14
Primo Tempo/Finale 1/2, 2/1: 23,00

 

Previsione scommesse Roma – Napoli con Unibet.it: Vittoria Roma. Quote vicinissime, per qualche operatore addirittura uguali, mentre per la maggior parte prevale di pochissimo la supremazia territoriale. Non c’è moltissimo da aggiungere per due squadre che se la giocheranno, e che distano solo un punto e due posizioni in classifica, al netto di ogni polemica arbitrale.

Qui il confronto con altri bookie:

Il confronto con altre quote * scommesse per Roma – Napoli

Quote Eurobet.it

Vittoria Roma: 2,60
Pareggio: 3,55
Vittoria Napoli: 2,60

Quote 888Sport.it

Vittoria Roma: 2,55
Pareggio: 3,50
Vittoria Napoli: 2,65

*(Quote del 31.10.2019 alle 23.00)

football line

Pronostico Napoli – Atalanta Quote scommesse Serie A

Napoli – Atalanta Quote scommesse Serie A*
Napoli 2,00/ pareggio 3,80/ Atalanta 3,50
Data: 30 ottobre 2019 – 19.00 ora italiana
Bookie: Bwin.it

Scommesse sportive Napoli – Atalanta

Tornare alla vittoria dopo il pareggio di Ferrara contro una Spal determinata e agguerrita. Il Napoli ha di fronte l’Atalanta che arriva dal 7 a 1 con l’Udinese, dove è bastata un’espulsione agli avversari per cambiare completamente la partita. La partita si gioca allo stadio “San Paolo”, alle 19.00 di mercoledì 30 ottobre 2019.  Piero Giacomelli di Trieste è l’arbitro, Luca Banti di Livorno il responsabile VAR.

I precedenti di Napoli – Atalanta

L’ultima volta, la squadra di Gasperini ha castigato il Napoli a domicilio, lo scorso 22 aprile, vincendo 2 a 1 in rimonta con reti di Zapata e Pasalic nella ripresa, dopo il momentaneo vantaggio di Mertens che aveva invece segnato nel primo tempo. Del resto, il Napoli aveva espugnato il campo di Bergamo nelle due gare precedenti, disputate a gennaio e dicembre 2018. Mentre gli atalantini avevano sempre a gennaio dello scorso anno, a loro volta vinto al “San Paolo” in Coppa Italia. Restando comunque alla Serie A, i confronti diretti sono 96, 48 dei quali disputati a Napoli. I partenopei hanno vinto 43 partite, di cui 33 in casa, mentre l’Atalanta ha fatto propri 25 confronti, solo 5 a Napoli, dove i pareggi sono stati 9 sui 27 complessivi.

La situazione del Napoli prima dell’incontro con l’ Atalanta

La scorsa domenica, il Napoli è inciampato…nella Spal, che al “Mazza” lo ha costretto al pareggio per 1 a 1. Una squadra decisamente accorta, quella di Leonardo Semplici, che ha combattuto su ogni palla e ha costretto gli uomini di Ancelotti alla X, in una giornata in cui tre delle prime quattro (esclusa proprio l’ Atalanta) hanno pareggiato.

Questo è uno scontro diretto molto importante per la classifica, dato che sono tre i punti di vantaggio dei bergamaschi rispetto alla formazione napoletana, che è quarta. Il Napoli ha perso troppi punti, per una squadra che vuole correre per lo scudetto o comunque conquistarsi anche l’anno prossimo la Champions. Probabilmente si è fatta anche del male da sola, tra la situazione poco idilliaca tra l’allenatore ed il capitano Lorenzo Insigne, ma anche l’incertezza sul futuro di alcuni giocatori finora importanti per la squadra. Senza contare le voci su Ibrahimovic alimentate anche dal presidente Aurelio De Laurentiis, che certo non avranno fatto piacere agli attaccanti del Napoli.

Insomma, sarebbe meglio una fase più serena, per una squadra impegnata tanto in campionato che in Champions League. Certi discorsi dovrebbero essere affrontati a bocce ferme e non quando si gioca ogni tre giorni. Altrimenti, poi, si finisce per pareggiare con una squadra agguerrita che lotta per salvarsi. Paradossalmente, diventa più semplice affrontare un’avversaria diretta come l’Atalanta.

Problemi in difesa, dal momento che il grave infortunio di Malcuit  si aggiunge alla situazione già difficile nel reparto, tra Hysaj, Manolas e Ghoulam. Ma almeno dovrebbe essere recuperato Mario Rui, che dovrebbe giocare sulla fascia sinistra, con Di Lorenzo a destra e al centro Maksimovic e Koulibaly. Altra possibilità è quella di spostare come laterale Maksimovic, inserendo come centrale Luperto. Il modulo è come sempre un 4-4-2 con Meret portiere, e a centrocampo gli esterni alti saranno sempre Callejon e Insigne, interni Allan e Fabian Ruiz, davanti Lozano è in leggero vantaggio su Mertens per affiancare Milik.

La situazione dell’ Atalanta prima dell’incontro con il Napoli

C’è davvero poco da dire: un 7 a 1 è un risultato “esagerato”, e proprio per questo non va dimenticato il 5 a 1 al passivo subito con il Manchester City in Champions League. L’Atalanta deve arrivare concentrata al confronto con la diretta inseguitrice in classifica, che punta proprio a quella terza piazza che gli uomini di Gasperini si sono finora conquistati con merito, sia pure con qualche peculiarità che non dovrebbe appartenere a una grande, come giustamente adesso la squadra bergamasca aspira ad essere, ora che gioca in Europa e che è subito dietro Juventus e Inter.

Ecco che questa partita, che arriva dopo la goleada con l’Udinese, è l’ennesima prova di maturità tanto per la squadra che per il suo allenatore. La partita con la squadra friulana fa testo per il risultato e per il suo andamento anomalo, ma Gasperini prima di giocarla aveva evidenziato la difficoltà dell’ Atalanta, quando va in vantaggio, di mantenerlo. E questo va verificato sul campo, magari proprio con un Napoli che cercherà di impedirle di passare per prima.

Indisponibili Zapata, Masiello e Palomino, ci sarà sicuramente turnover rispetto alla partita di Bergamo. Pasalic rischia di partire dalla panchina, pur essendo in grande condizione. Dovrebbe lasciargli il posto uno tra Freuler e de Roon, mentre anche Hateboer probabilmente rifiaterà in favore di Castagne, che sarà avanzato. Tra i pali sempre Gollini, il modulo potrebbe essere un 3-4-2-1 con Gomez e Ilicic alle spalle di Muriel, oppure un 3-4-3 con Malinovskyi al posto del colombiano. Difesa praticamente obbligata con Toloi, Kjaer e Djimsiti.

Probabilità * di scommesse interessanti per Napoli – Atalanta con Bwin.it

Vittoria Napoli: 2,00
Pareggio: 3,80
Vittoria Atalanta: 3,50

 

Ci sono anche altre scommesse interessanti per la partita. Ad esempio:

Under 1,5: 4,75
Under 2,5: 2,45
Under 3,5: 1,62
Over 1,5: 1,15
Over 2,5: 1,50
Over 3,5: 2,15
Gol/Non Gol: Sì  1,45     No  2,55
Handicap 2: 1  1,09    X   8,75    2  13,00
Handicap 1: 1  1,30    X   5,25    2   6,50
Handicap -1: 1  3,30    X  4,00    2  1,78
Handicap -2: 1  6,50    X  5,75   2   1,28
Primo Tempo/Finale 1/2: 29,00
Primo Tempo/Finale 2/1: 21,00

 

Previsione scommesse Napoli – Atalanta con Bwin.it: Vittoria Napoli. In genere, dopo una goleada, la squadra vincente appare meno concentrata. Ed è questa la speranza del Napoli per quanto riguarda la gara con l’Atalanta, pensando anche alla grande concentrazione di impegni per tutti in questi giorni. Aggiungiamo il fattore campo e la delusione per il pareggio nella gara precedente. Dunque ci si attende una partita combattuta con una preferenza per la squadra di casa.

Qui il confronto con altri bookie:

Il confronto con altre quote * scommesse per Brescia – Inter

Quote Eurobet.it

Vittoria Napoli: 2,10
Pareggio: 3,70
Vittoria Atalanta: 3,30

Quote SportYes.it

Vittoria Napoli: 2,05
Pareggio: 3,85
Vittoria Atalanta: 3,40

*(Quote del 29.10.2019 alle 23.00)

football line

Pronostico Salisburgo – Napoli Quote scommesse Champions League

Salisburgo – Napoli Quote scommesse Champions League*
Salisburgo 2,69/ pareggio 3,95/ Napoli 2,50
Data: 23 ottobre 2019 – 21.00 ora italiana
Bookie: Unibet.it

Scommesse sportive Salisburgo – Napoli

La capolista del Gruppo E della fase a gironi della Champions League 2019-2020 deve andare a trovare una squadra che è scomoda per tutte, ed è staccata di un solo punto. Il confronto in programma alle 21.00 di mercoledì 23 ottobre 2019 è Salisburgo – Napoli, con la squadra di Carlo Ancelotti in testa al girone ma in un momento in cui le cose procedono con un po’ di fatica, anche se comunque procedono. Direttore di gara il francese Clement Turpin, si gioca alla “Red Bull Arena” ovviamente di Salisburgo.

I precedenti di Salisburgo – Napoli

Due soli precedenti, nella passata stagione, negli ottavi di finale di Europa League, complessivamente positivi per il Napoli ma con una certa fatica nell’ impegno in terra austriaca. Se infatti al “San Paolo” i partenopei avevano vinto agevolmente per 3 a 0 con reti di Milik, Fabian Ruiz e autogol di Onguene, al ritorno sono stati sconfitti 3 a 1 in rimonta. Ma era stato il gol proprio di Milik a consentire il passaggio del turno, in virtù del risultato della prima partita.

La situazione del Salisburgo prima dell’incontro con il Napoli

Ci si ritrova dunque pochi mesi dopo, nella competizione superiore e nella fase a gironi, con la differenza non da poco che si gioca a campi invertiti, e che quindi il Napoli giocherà in casa il ritorno di questa gara. Il Salisburgo ha aperto bene il girone, battendo il Genk con un tennistico 6 a 2, poi è inciampato nel Liverpool, uscendone comunque con un 4 a 3 che è utilissimo per la differenza reti, tanto è vero che la squadra austriaca, a parità di punti con gli inglesi, è messa meglio proprio nel conto dei gol fatti e subiti, dato che a Napoli i “Reds” hanno perso 2 a 0. Tutto aperto, quindi, paradossalmente, anche per il Genk che ha costretto i partenopei allo 0 a 0. E il Salisburgo cerca in casa dei punti che potrebbero rivelarsi alla fine preziosi.

La squadra allenata dall’americano Jesse Marsch, che ha preso il posto di quel Marco Rose che sta riportando ora il Borussia Monchengladbach ai vertici del calcio tedesco, sta guidando la Bundesliga austriaca con 29 punti, tre di vantaggio sul Lask Linz che è il più immediato inseguitore. Nell’ultimo turno di campionato il Salisburgo, probabilmente più concentrato sull’imminente sfida con il Napoli, non è andato oltre l’ 1 a 1 sul campo dello Sturm Graz, attualmente al quinto posto.

Il modulo dovrebbe essere il 4-4-2, quindi speculare a quello del Napoli, con Stankovic tra i pali, difesa con Onguené e Wober centrali, Kristensen e Ulmer laterali, esterni alti Minamino e Szoboszlai, in mediana Mwepu e Junuzovic alle spalle degli attaccanti Daka e Hwang.

La situazione del Napoli prima dell’incontro con il Salisburgo

Alcuni dubbi di formazione per un Carlo Ancelotti reduce certamente da un 2 a 0 sull’ Hellas Verona, ma con un Napoli che ultimamente si è creato un po’ di problemi, che probabilmente ha pagato con il quarto posto in classifica alle spalle di Juventus, Inter ed Atalanta. Una situazione interna che però ha compreso nel ciclo non facile anche il pareggio per 0 a 0 sul campo del Genk che ha reso la vita più difficile ai partenopei anche in Champions League, pur restando in testa al girone anche grazie all’esordio vittorioso sul Liverpool.

Dicevamo che ci sono un po’ di dubbi, nel 4-4-2 anti – Salisburgo. Meret tra i pali, difesa certa per tre quarti: sicuri del posto i centrali Manolas e Koulibaly, così come Di Lorenzo a destra, mentre a sinistra la scelta dovrebbe cadere su Ghoulam. Callejon e Insigne dovrebbero agire da esterni alti, mentre in mediana ci saranno Allan e Fabian Ruiz, in attacco è certo del posto Milik, autore della doppietta contro il Verona, mentre al suo fianco dovrebbe esserci Mertens.

Probabilità * di scommesse interessanti per Salisburgo – Napoli con Unibet.it

Vittoria Salisburgo: 2,69
Pareggio: 3,95
Vittoria Napoli: 2,50

 

Ci sono anche altre scommesse interessanti per la partita. Ad esempio:

Under 1,5: 6,25
Under 2,5: 2,90
Under 3,5: 1,76
Over 1,5: 1,12
Over 2,5: 1,41
Over 3,5: 2,06
Gol/Non Gol: Sì  1,36     No  3,05
Handicap 1: 1   1,50   X   4,60    2   4,50
Handicap -1: 1  4,80   X   4,80      2   1,45
Handicap -2: 1  10,50 X   7,50      2   1,15
Primo Tempo/Finale 1/2: 20,00
Primo Tempo/Finale 2/1: 21,00

 

Previsione scommesse Salisburgo – Napoli con Unibet.it: Vittoria Napoli. C’è da dire che i bookmakers, dopo il Genk, si tengono cauti con le quote e solo pochi decimali fanno la differenza tra il successo esterno e quello interno. Proviamo a dare fiducia agli uomini di Ancelotti, senza dimenticare però che il Salisburgo ha schiantato i belgi e tenuto testa al Liverpool. Ma se il Napoli vuole continuare a guidare questo girone, chiaro, deve meritarselo.

Il confronto con altre quote * scommesse per Salisburgo – Napoli

Quote Bwin.it

Vittoria Salisburgo: 2,70
Pareggio: 3,50
Vittoria Napoli: 2,40

Quote SportYes.it

Vittoria Salisburgo: 2,65
Pareggio: 3,75
Vittoria Napoli: 2,50

*(Quote del 22.10.2019 alle 01.50)

football line

Pronostico Napoli – Hellas Verona Quote scommesse Serie A

Napoli – Hellas Verona Quote scommesse Serie A*
Napoli 1,22/ pareggio 6,25/ Hellas Verona 13,00
Data: 19 ottobre 2019 – 18.00 ora italiana
Bookie: SNAI.it

Scommesse sportive Napoli – Hellas Verona

Attenzione alle partite che sulla carta sarebbero “senza storia” e che invece spesso si rivelano le più insidiose. È il caso di Napoli – Hellas Verona che si gioca allo stadio “San Paolo” alle 18.00 di sabato 19 ottobre 2019, secondo anticipo dell’ottava giornata del campionato di Serie A 2019-2020. Un anticipo che consentirà alla formazione partenopea di preparare con la dovuta calma la trasferta per Salisburgo, contro una formazione abbastanza ostica in Champions League. Tornando invece alla gara di campionato, sarà arbitrata da Marco Piccinini di Forlì, con Maurizio Mariani al VAR.

I precedenti di Napoli – Hellas Verona

Le due squadre si sono affrontate per l’ultima volta nella stagione 2017-2018, ma il Napoli vince la sfida da quattro volte consecutive, cinque contando anche il match di Coppa Italia del 16 dicembre 2015, e al “San Paolo” tra A, B e Coppa Italia ne ha vinte sei di seguito. Nella massima serie contiamo 52 confronti diretti, 26 dei quali a Napoli. Ovviamente c’è un dominio partenopeo da qualsiasi parte si guardi il confronto. Complessivamente gli “Azzurri” hanno vinto 28 partite contro le 12 dell’ Hellas e altrettanti pareggi. A Napoli contiamo 19 successi casalinghi e solo 2 esterni, con 5 pareggi. Interessante anche il conto dei gol che per la squadra campana sono più del doppio rispetto ai veneti: 87 contro 41.

 

La situazione del Napoli prima dell’incontro con l’ Hellas Verona

Tutto in discesa, allora? Non è esattamente così. Qualche controindicazione c’è, anche se il Napoli può rimanere abbastanza sereno. Non dimentichiamoci i problemi tra Carlo Ancelotti e Lorenzo Insigne, il cui rapporto non è esattamente idilliaco, tanto da far intervenire lo stesso procuratore del giocatore Mino Raiola per cercare di superare il problema esploso dopo l’esclusione dalla partita di Champions League pareggiata con il Genk. Non è certo per l’assenza di Insigne che è maturato il risultato non positivo che può creare qualche problema in prospettiva europea (il Napoli guida comunque ancora il girone), ma i malumori interni certo non aiutano.  Da notare che il presidente Aurelio De Laurentiis, dovendo scegliere tra allenatore e capitano, ha preso le parti di Ancelotti, anche se qualche mugugno a Napoli c’è, non tanto per il quarto posto in classifica che comunque significa zona Champions, ma per avere davanti anche l’Atalanta, oltre a Juventus e Inter. Si sono persi dei punti, per esempio con il Cagliari, e questo può essere un campanello di allarme.

Con il Verona ci si attende evidentemente un Napoli dominatore, altrimenti qualche problema ulteriore potrebbe esserci a pochi giorni da una trasferta di Champions che è importante vincere per allontanare la seconda del girone, immaginando che il Liverpool non abbia sul campo del Genk le stesse difficoltà mostrate dai partenopei.

Qualche problema in più potrebbe esserci per il rientro di molti giocatori dalle rispettive nazionali, considerando che qualcuno, come Lozano, non è tornato nelle condizioni migliori. Rientra Koulibaly dopo la squalifica, e questa è una buona notizia per Ancelotti. In campo il tradizionale 4-4-2, che era stato accantonato non solo in Belgio, ma anche a Torino nella trasferta finita 0 a 0 con i “Granata”. Meret tra i pali, al centro della difesa Manolas e Koulibaly, laterali Di Lorenzo e Ghoulam, favorito su Mario Rui che comunque ha superato il problema muscolare che risale ancora alla partita di Champions League. Sulle ali Callejon e Younes (quindi Insigne dovrebbe partire dalla panchina…), interni Allan e Fabian Ruiz, e la coppia d’attacco dovrebbe vedere Milik al fianco dell’inamovibile Mertens.

 

La situazione dell’ Hellas Verona prima dell’incontro con il Napoli

La vittoria interna per 2 a 0 sulla Sampdoria, costata il posto a Eusebio Di Francesco avvicendato da Claudio Ranieri anche a Genova come già a Roma, ci mostra un Hellas a metà classifica, a nove punti con Bologna, Parma e Milan. Per i “Rossoneri” classifica deludente, non certo per i veneti che da neopromossi sono ovviamente partiti con la salvezza come obiettivo, e anche con qualche mugugno per l’avvento di Juric come allenatore. Però i risultati al momento gli stanno dando ragione, portando la squadra nella parte sinistra della classifica. È presto per capire se si tratti dell’outsider della stagione, ma intanto i numeri sono favorevoli ai “Gialloblu”.

Sono molti i ballottaggi e i dubbi di formazione per Juric, che giocherà con il consueto 3-4-2-1. Le certezze sono il portiere Silvestri, Rrahmani e Kumbulla in difesa, la mediana con gli esterni Faraoni e Lazovic e gli interni Amrabat e Veloso. Per il terzo difensore è ballottagio tra Gunter e Bocchetti, mentre sulla trequarti in quattro sono in corsa per due posti: Salcedo, Zaccagni, Verre e Pessina. Ballottaggio anche per la punta, con Stepinski favorito su un Di Carmine non al meglio delle condizioni e che magari può entrare in corsa.

Probabilità * di scommesse interessanti per Napoli – Hellas Verona con SNAI.it

Vittoria Napoli 1,22
Pareggio: 6,25
Vittoria Hellas Verona: 13,00

 

Ci sono anche altre scommesse interessanti per la partita. Ad esempio:

Under 1,5: 5,25
Under 2,5: 2,50
Under 3,5: 1,53
Over 1,5: 1,11
Over 2,5: 1,50
Over 3,5: 2,20
Gol/Non Gol: Sì  2,10    No  1,67
Handicap 1: 1   1,60   X  4,50    2  4,00
Handicap 2: 1   2,40   X  3,85    2  2,10
Handicap 3: 1  4,50    X  5,00   2   1,43
Handicap 4: 1  9,25    X  7,75   2   1,13
Primo Tempo/Finale 1/2: 80,00
Primo Tempo/Finale 2/1, X/1, 2/X, 1/X: 28,00

 

Previsione scommesse Napoli – Hellas Verona con SNAI.it: Vittoria Napoli. Largo il favore del pronostico per la squadra di casa, anche se il pareggio di Torino fa riflettere molti sull’opportunità di puntare una minima cifra anche su un risultato a sorpresa. In ogni caso, anche sulla scorta dei precedenti diretti, si va sull’ 1 fisso.

Qui il confronto con altri bookie:

Il confronto con altre quote * scommesse per Napoli – Hellas Verona

Quote Eurobet.it

Vittoria Napoli 1,22
Pareggio: 6,35
Vittoria Hellas Verona: 13,50

Quote SportYes.it

Vittoria Napoli 1,20
Pareggio: 7,00
Vittoria Hellas Verona: 14,00

*(Quote del 19.10.2019 alle 01.10)

football line
i-bookmakers.it valuta e confronta con costante aggiornamento tutti gli importanti bookmakers autorizzati in Italia.   18+   AAMS
Bookmakers | Bookmaker online | Scommesse sportive | Scommesse calcistiche | Scommesse live | Siti di scommesse | Scommesse Online | Bookmaker
Vi raccomandiamo di scommettere con responsabilità.