Logo di i-bookmakers .it
Notizie di Scommesse

Inter

In questa pagina trovate articoli riguardanti Inter.
football line

Pronostico Inter – Slavia Praga Quote scommesse Champions League

Inter – Slavia Praga Quote scommesse Champions League*
Inter 1,43/ pareggio 4,80/ Slavia Praga 8,50
Data: 17 settembre 2019 – 18.55 ora italiana
Bookie: Unibet.it

Scommesse sportive Inter – Slavia Praga

È un tour de force per le squadre italiane impegnate anche nelle Coppe Europee, che vivono una fase intensa e già determinante per la loro stagione, dato che si decide proprio in questi mesi, in qualche modo, il cammino sia in campionato che nelle principali competizioni continentali. La presenza o meno della lista UEFA, condiziona evidentemente anche il mercato invernale delle formazioni. Chi sicuramente quest’anno vuol fare bene su entrambi i fronti è l’Inter, che esordisce nella fase a gironi della Champions League 2019-2020 contro lo Slavia Praga. Si tratta di un incontro valido per il gruppo F, che comprende anche il Borussia Dortmund e il Barcellona, dunque evidentemente questo sulla carta dovrebbe essere il confronto meno impegnativo degli uomini di Antonio Conte.

Il confronto di andata tra Inter e Slavia Praga, arbitrato dal francese Ruddy Buquet, che per la prima volta incontra la formazione italiana, si svolgerà allo stadio “Giuseppe Meazza” alle 18.55 di martedì 17 settembre 2019. Non ci sono precedenti tra le due squadre, che quindi si incontrano per la prima volta in assoluto.

 

La situazione dell’ Inter prima dell’incontro con lo Slavia Praga

Antonio Conte vuole prima di tutto togliersi di dosso la definizione di “quello che in Europa non va bene”, e sicuramente l’Inter può essere un veicolo sotto questo profilo, a condizione che tutto giri come deve girare, e che la squadra assimili tutti i meccanismi del gioco voluto dal tecnico salentino. Di sicuro, come detto, sta apparendo cinica, tanto che nell’ultima giornata di campionato i “Nerazzurri” hanno conquistato tre punti importantissimi, essendo a punteggio pieno grazie all’ 1 a 0 interno sull’Udinese. Con la consapevolezza di avere in Stefano Sensi un elemento importantissimo sia per la squadra che per il gioco.

Così come si è dimostrata affidabile la cosiddetta GDS in difesa, davanti a un portiere di grande carisma come Samir Handanovic. Dunque nel 3-5-2 anti-Slavia ritroveremo il pacchetto difensivo composto da Godin, de Vrij e Skriniar. Contro l’Udinese, Conte ha fatto riposare, del tutto oppure in parte, alcuni giocatori importanti che ora ritroveremo importanti in questa sfida europea. Così, a centrocampo Vecino torna ad affiancare dal primo minuto Brozovic e Sensi, mentre in attacco dovrebbe essere nuovamente Lautaro il compagno di reparto di Lukaku che dovrebbe avere smaltito il suo problema alla schiena.

Sulle corsie esterne dovrebbero esserci Lazaro e Biraghi, favoriti su Candreva e Asamoah.

 

La situazione dello Slavia Praga prima dell’incontro con l’ Inter

Lo Slavia Praga sta guidando la 1^ Liga della Repubblica Ceca, giunta alla sua nona giornata, reduce da un successo per 3 a 0 con lo Slovacko che si trova all’ottavo posto, e in attesa di affrontare nel derby lo Sparta Praga che però quest’anno è abbastanza distante dai “cugini”: nove punti di distacco.  Ovviamente il campionato ceco non si può paragonare, dal punto di vista tecnico, a quello italiano, e ovviamente ancor meno alla Liga e alla Bundesliga nei quali militano le altre squadre del girone. La formazione allenata da Jindrich Trpisovsky ha vinto il titolo nella passata stagione, il quinto della sua storia, e ovviamente qui cercherà di non essere una squadra-materasso schiacciata da tre grandi.

Il leader della squadra in campo è il 24enne Tomas Soucek, che a lungo è stato nel mirino della Fiorentina dei Della Valle. Inizialmente difensore centrale, poi è avanzato in mediana, consentendogli diverse incursioni in avanti che spesso lo hanno portato a segnare. Il mercato ha portato allo Slavia Nicolae Stanciu, centrocampista romeno che già era stato nello Sparta Praga, e ora ritorna nella stessa città ma con la casacca dello Slavia dopo una breve parentesi saudita a Gedda. Sono arrivati anche i difensori Holes e Hovorka.

Il modulo è il 4-2-3-1: Kolar tra i pali, al centro della difesa Kudela e Hovorka, a destra Coufal e a sinistra Boril favorito su Zeleny, in mediana Husbauer e Soucek, il terminale offensivo dovrebbe essere Skoda, che però è insidiato da Yusuf. Alle sue spalle, Stanciu come trequartista e ai lati Van Buren e Olayinka.

Probabilità * di scommesse interessanti per Inter – Slavia Praga con Unibet.it

Vittoria Inter: 1,43
Pareggio: 4,80
Vittoria Slavia Praga: 8,50

 

Ci sono anche altre scommesse interessanti per la partita. Ad esempio:

Under 1,5: 4,20
Under 2,5: 3,06
Under 3,5: 1,38
Over 1,5: 1,23
Over 2,5: 1,76
Over 3,5: 3,05
Gol/Non Gol: Sì  2,00     No  1,76
Handicap 1: 1  1,07    X   9,50   2  23,00
Handicap -1: 1  2,10   X   3,60   2  2,95
Handicap -2: 1  4,00 X   4,25   2  1,63
Primo Tempo/Finale 1/2: 61,00
Primo Tempo/Finale 2/1: 21,00

Previsione scommesse Inter – Slavia Praga con Unibet.it: Vittoria Inter. La maggior esperienza internazionale ed il prestigio dell’Inter, uniti ovviamente alla qualità dei singoli e alla presenza di Antonio Conte come allenatore nerazzurro spostano decisamente l’ago della bilancia in favore della squadra di casa, che almeno in campionato ha dimostrato di avere quel cinismo che negli anni passati le è talvolta mancato e che fa vincere le partite anche quando si dimostrano più difficili di quanto potesse sembrare sulla carta. I tre punti in casa, per partire bene in questa avventura europea, sono fondamentali per l’Inter che cercherà di non fallire l’obiettivo, e i bookmakers evidentemente sono convinti che questo avverrà.

Qui il confronto con altri bookie:

Il confronto con altre quote * scommesse per Inter – Slavia Praga

Quote SNAI.it

Vittoria Inter: 1,40
Pareggio: 4,75
Vittoria Slavia Praga: 8,75

Quote William Hill.it

Vittoria Inter: 1,38
Pareggio: 4,50
Vittoria Slavia Praga: 8,50

*(Quote del 16.09.2019 alle 22.30)

football line

Pronostico Inter – Udinese Quote scommesse Serie A

Inter – Udinese Quote scommesse Serie A*
Inter 1,33/ pareggio 5,40/ Udinese 10,00
Data: 14 settembre 2019 – 20.45 ora italiana
Bookie: Unibet.it

Scommesse sportive Inter – Udinese

Lukaku ci sarà dall’inizio, Sanchez non è ancora pronto. Lo dice Antonio Conte, che parla di sette partite impegnative e determinanti per l’Inter che affronta l’Udinese allo stadio “Giuseppe Meazza” nel terzo anticipo della terza giornata del campionato di Serie A 2019-2020, a tre giorni dall’esordio in Champions League, sempre in casa con lo Slavia Praga. Conte vuole già delle risposte dai suoi, ma Igor Tudor non arriva a Milano, nella prima trasferta stagionale dei friulani, pensando di essere già sconfitto, per quanto il pronostico stesso sia impietoso. Così come non va dimenticato che l’Udinese arriva dalla pesante sconfitta interna con il Parma. E così c’è stata qualche contromisura interessante di cui parleremo più avanti.

Per quello che riguarda la sfida di San Siro, il direttore di gara sarà Maurizio Mariani di Aprilia, mentre per sovrintendere al VAR è stato designato Marco Guida della sezione di Torre Annunziata.

I precedenti di Inter – Udinese

Sono 92 i precedenti complessivi di questa sfida in Serie A, con un vero e proprio dominio interista: 45 i successi nerazzurri, più del doppio rispetto ai 21 dei “Bianconeri” friulani, mentre i pareggi sono 26. Considerando solo le partite giocate a Milano, è evidente che si allarghi il divario, con 25 successi interisti rispetto ai 10 dell’Udinese, a fronte di 11 pareggi. L’ultima volta che la squadra friulana vinse il confronto fu proprio al “Meazza”, 3 a 1 il 16 dicembre 2017, salvo poi l’Inter prendersi i tre punti nel ritorno con un 4 a 0 esterno. Favorevole agli interisti il duplice scontro nel passato campionato: vittoria casalinga per 1 a 0, reti bianche al ritorno in Friuli. Negli ultimi tre scontri diretti, quindi, l’Udinese non è riuscita a fare gol agli avversari. Solo nel 1962 questo avvenne per quattro partite di fila.

La situazione dell’ Inter prima dell’incontro con l’ Udinese

Aspettiamoci delle novità nella formazione interista, dato il tour de force che si troverà ad affrontare tra campionato e Champions League, e la necessità di Antonio Conte di avere una squadra che lotti su tutti i fronti. Proprio per questo ci saranno dei cambi e quasi sicuramente sarà fatto riposare Lautaro Martinez, mentre molti ipotizzano di vedere Alexis Sanchez schierato al fianco di Romelu Lukaku. Ma Conte ha spiegato che uno dei grandi ex di questa partita deve ancora essere portato nell’idea di gioco di questa squadra. Lo si vedrà in campo, probabilmente, con la concreta possibilità – ma non l’unica –  che parta dall’inizio. Altrimenti può essere Politano ad affiancare Lukaku, mentre in difesa sarà lanciata la famosa GDS: davanti a Handanovic, altro ex amatissimo in Friuli, dovremmo finalmente vedere insieme Godin, De Vrij e Skriniar. Se gli esterni saranno Candreva e Asamoah, in mediana dovrebbe essere arrivato il momento di Barella, che potrebbe avvicendare Vecino a destra, mentre Brozovic rimane in cabina di regia e Sensi a sinistra. Lo schieramento è dunque un 3-5-2, anche se qualcuno ha ipotizzato un possibile passaggio, magari in prospettiva nelle prossime gare, ad un 3-4-3 inserendo Sanchez in attacco e quindi andando a creare un tridente. La tentazione, peraltro, Conte potrebbe averla da subito. Vedremo…

La situazione dell’ Udinese prima dell’incontro con l’ Inter

Prima la vittoria con il Milan di Marco Giampaolo, poi, sempre alla “Dacia Arena”, la sconfitta con il Parma. Durante la pausa, un’amichevole con il Pordenone, neopromossa in B che sta dimostrando una sua consistenza importante, ma che è stata battuta 2 a 0 dalla squadra di Igor Tudor. Il quale, in vista della partita con l’Inter, non ha convocato Stefano Okaka, il neoacquisto di ritorno che non è ancora al meglio, e William Troost-Ekong. Due assenze che si aggiungono a quella dell’indisponibile Ter Avest.

Quale potrebbe essere allora la formazione anti-Inter? Un 3-5-1-1 con Musso tra i pali, in difesa Rodrigo Becao, Nuytinck e Samir, esterni Stryger Larsen e Sema, Jajalo in cabina di regia, mezzeali Mandragora e Fofana, davanti De Paul seconda punta alle spalle di Lasagna. .

Probabilità * di scommesse interessanti per Inter – Udinese con Unibet.it

Vittoria Inter: 1,33
Pareggio: 5,40
Vittoria Udinese: 10,00

 

Ci sono anche altre scommesse interessanti per la partita. Ad esempio:

Under 1,5: 4,70
Under 2,5: 2,23
Over 1,5: 1,20
Over 2,5: 1,67
Over 3,5: 2,75
Gol/Non Gol: Sì  2,05     No  1,73
Handicap 1: 1  1,05    X   11,00  2  26,00
Handicap -1: 1  1,87   X   3,75   2  3,40
Handicap -2: 1  3,35   X   4,10   2  1,81
Primo Tempo/Finale 1/2: 71,00
Primo Tempo/Finale 2/1: 21,00

Previsione scommesse Inter – Udinese con Unibet.it: Vittoria Inter. Sono partite che appaiono segnate, anche se ovviamente agli avversari non piace partire come vittima sacrificale. Comunque, anche la differenza delle quote va chiaramente nella direzione della squadra di Antonio Conte. Poi, si sa, la palla è rotonda e tutte le partite cominciano dallo zero a zero, però… dovrebbe proprio essere la classica giornata storta dei “Nerazzurri”. Che in passato si è verificata, ma su questo il tecnico appare una sorta di marchio di garanzia.

Qui il confronto con altri bookie:

Il confronto con altre quote * scommesse per Inter – Udinese

Quote SNAI.it

Vittoria Inter: 1,32
Pareggio: 5,25
Vittoria Udinese: 9,25

Quote Lottomatica.it

Vittoria Inter: 1,33
Pareggio: 5,25
Vittoria Udinese: 9,00

*(Quote del 13.09.2019 alle 23.30)

football line

Pronostico Cagliari – Inter Quote scommesse Serie A

Cagliari – Inter Quote scommesse Serie A*
Cagliari 5,40/ pareggio 4,05/ Inter 1,65
Data: 1 settembre 2019 – 20.45 ora italiana
Bookie: Unibet.it

Scommesse sportive Cagliari – Inter

A maglie invertite: da una parte, quella sarda, c’è Radja Nainggolan che, ripudiato dall’ Inter, ha scelto di andare in prestito in quella che è la sua terra di adozione, una scelta di cuore, famiglia e insieme una scommessa su se stesso. Dall’altra, quella nerazzurra, c’è chi con la maglia del Cagliari è nato e cresciuto, ha conquistato la Nazionale e adesso sta spiccando il volo nel calcio che conta: Nicolò Barella. Certo, ridurre Cagliari – Inter solo a questo sarebbe un errore, ma questo è sicuramente uno dei tempi della sfida che fa parte del programma serale della seconda giornata del campionato di Serie A 2019-2020. Si gioca alle 20.45 di domenica 1° settembre 2019 alla “Sardegna Arena”. L’arbitro, che è stato cambiato rispetto alla prima designazione, sarà Fabio Maresca di Napoli, inizialmente destinato al VAR, dove invece andrà Michael Fabbri di Ravenna.

I precedenti di Cagliari – Inter

L’ultimo precedente, peraltro casalingo, sorride ai sardi che lo scorso primo marzo hanno sconfitto 2 a 1 la squadra allora allenata da Luciano Spalletti. In ogni caso, il conto dei 78 precedenti complessivi è abbastanza impietoso per la squadra dell’isola: 37 vittorie nerazzurre, solo 14 quelle rossoblu, mentre i pareggi sono 27. E nei 39 incontri giocati a Cagliari, l’Inter ha vinto il doppio rispetto agli avversari, ossia 14 partite contro 7, mentre i pareggi sono 18.

La situazione del Cagliari prima dell’incontro con l’Inter

Come la Juventus con Chiellini, anche il Cagliari ha vissuto in questa settimana una situazione analoga con un suo uomo importantissimo, anche se in questo caso parliamo di un attaccante. La sostanza però non cambia, perché Leonardo Pavoletti si è infortunato in modo grave nella partita con il Brescia: gli esami hanno evidenziato una lesione del legamento crociato anteriore e del menisco esterno del ginocchio sinistro. Martedì prossimo si sottoporrà a nuove visite, in prospettiva di un intervento chirurgico. Quindi, si profila per lui un lungo stop.

Alle prese anche con gli infortuni di Cragno, Cacciatore e Faragò, il tecnico del Cagliari Rolando Maran dovrebbe schierare Cerri al fianco di Joao Pedro. Cerchiamo di capire come potrebbe cambiare la formazione, anche con l’utilizzo dei nuovi innesti di mercato. Tra i pali, ovviamente, Rafael, difensori centrali Ceppitelli e Klavan, laterali Pinna e Luca Pellegrini, a presidiare la regia ci sarà naturalmente Nainggolan, affiancato da Rog e Nandez, mentre Birsa sarà il trequartista del 4-3-1-2, alle spalle come detto di Joao Pedro e Cerri.

La situazione dell’ Inter prima dell’incontro con il Cagliari

Imperativo: pensare solo al Cagliari, senza farsi disturbare da altre vicende. Antonio Conte garantisce che nello spogliatoio nerazzurro non incide il caso Icardi, completamente deflagrato ora con la causa lanciata dall’attaccante argentino contro la società che lo ha messo fuori rosa, con tanto di richiesta di reintegro e danni per un milione e mezzo di euro. Una svolta che ha spiazzato l’Inter ma che rischia di trasformarsi in un autogol per l’ex capitano e per il suo entourage. In attesa che i tribunali stabiliscano chi avrà ragione, sempre che nel frattempo non si riesca a sistemare Icardi altrove anche in prestito, il presente si chiama Romelu Lukaku. È già diventato il nuovo idolo della tifoseria nerazzurra, mostrandosi desideroso di far bene nella partita in cui la “Beneamata” ha rifilato una quaterna secca al Lecce.

Unico indisponibile de Vrij, Conte si porta a Cagliari anche i nuovi acquisti Biraghi e Alexis Sanchez, ma quasi certamente partiranno dalla panchina, come lo stesso Barella che cercherà di scendere in campo contro la sua ex squadra. Il modulo è il 3-5-2, il portiere ovviamente Samir Handanovic, in difesa D’Ambrosio, Ranocchia e Skriniar, esterni Candreva e Asamoah, Brozovic il regista, con lui in mediana Vecino e Sensi, in attacco confermata la coppia composta da Lautaro Martinez e Lukaku.

Probabilità * di scommesse interessanti per Cagliari – Inter con Unibet.it

Vittoria Cagliari: 5,40
Pareggio: 4,05
Vittoria Inter: 1,65

 

Ci sono anche altre scommesse interessanti per la partita. Ad esempio:

Under 1,5: 3,60
Under 2,5: 1,83
Over 1,5: 1,30
Over 2,5: 1,98
Over 3,5: 3,65
Gol/Non Gol: Sì  1,98     No  1,79
Handicap 1: 1  2,10    X   3,75  2  2,62
Handicap 2: 1  1,38    X   4,80  2  5,75
Handicap -1: 1  14,00   X   7,00   2  1,14

Primo Tempo/Finale 1/2: 23,00
Primo Tempo/Finale 2/1: 46,00

Previsione scommesse Cagliari – Inter con Unibet.it: Vittoria Inter. Quella sarda è squadra ostica per tutti, specialmente in casa, ma non dovrebbe essere abbastanza per intimorire una “macchina costruita per vincere” come l’Inter di Antonio Conte. Per questo il pronostico è un 2 secco.

Qui il confronto con altri bookie:

Il confronto con altre quote * scommesse per Cagliari – Inter

Quote SNAI.it

Vittoria Cagliari: 5,25
Pareggio: 3,85
Vittoria Inter: 1,65

Quote SportYes.it

Vittoria Cagliari: 5,50
Pareggio: 3,95
Vittoria Inter: 1,65

*(Quote del 31.08.2019 alle 23.20)

football line

Pronostico Inter – Lecce Quote scommesse Serie A

Inter – Lecce Quote scommesse Serie A*
Inter 1,25/ pareggio 5,75/ Lecce 13,00
Data: 26 agosto 2019 – 20.45 ora italiana
Bookie: SNAI.it

Scommesse sportive Inter – Lecce

Adesso ci siamo, anche se si tratta del Monday Night, dunque del posticipo della prima giornata del campionato di Serie A 2019-2020. Ma sono in tanti, davvero, che aspettano di vedere all’opera l’Inter di Antonio Conte e soprattutto Romelu Lukaku, fortemente voluto dall’allenatore salentino che, ironia della sorte, inizia l’avventura in nerazzurro incontrando la squadra della propria città di origine. Diciamo subito, e lo avete già visto, che il pronostico è fortemente sbilanciato dalla parte dei padroni di casa per molti fattori, non solo per il campo. Ma è appunto la prima giornata, e quindi si guarda a tutto con molta attenzione. Lo stadio è dunque il “Giuseppe Meazza” di Milano, per ora ancora nella pienezza dei suoi poteri, almeno fino all’Olimpiade invernale del 2026, nonostante la volontà delle due società calcistiche che vorrebbero demolirlo in favore di un impianto più moderno da costruire nelle zone limitrofe. Inter – Lecce si gioca alle 20.45 di lunedì 26 agosto 2019, con la direzione di gara affidata a Federico La Penna della sezione di Roma 1. Al VAR Gianluca Aureliano di Rimini.

I precedenti di Inter – Lecce

Il confronto manca in Serie A dal 29 gennaio 2012, ultima gara disputata al “Via del Mare” con i salentini vittoriosi per 1 a 0, unico loro successo esterno nella storia di questa sfida, dopo che all’andata la “pazza” Inter (lo sarà anche sotto la nuova gestione?) aveva vinto per 4 a 1 il 21 dicembre 2011. Gli scontri diretti totali nel massimo campionato sono 30, con l’Inter che fa la parte del leone avendone vinti 23 contro i 4 del Lecce, mentre i pareggi sono 3. Anche il conto dei gol è schiacciante in favore dei nerazzurri: 70 contro 17. Considerando le sole 15 gare giocate a Milano, non ci sono mai stati pareggi. Quindi l’Inter ha vinto 14 volte.

La situazione dell’ Inter prima dell’incontro con il Lecce

Dicevamo che Conte ha fortemente voluto Lukaku, pressando dirigenti e vertici per averlo nell’attacco della sua squadra, mentre per ora il compagno di reparto è giocoforza Lautaro Martinez, essendo Icardi fuori dai giochi, avendo deciso Dzeko di rimanere alla Roma, aspettando infine Alexis Sanchez per il quale Beppe Marotta sta trattando in prima persona con il Manchester United. In difesa si sta trattando con la Fiorentina per uno scambio (in prestito) tra Dalbert e Biraghi, ma la situazione non è ancora sbloccata.

In tutto questo, con il mercato aperto, con un Icardi deciso a rimanere, allenarsi e non giocare, insomma separatissimo in casa da un punto di vista sportivo ma con una moglie procuratrice, ecco che c’è il primo impegno, e fortunatamente è contro una neopromossa, per quanto Conte non sia certo l’allenatore che ammetta distrazioni. Per quanto la preparazione pesante, nella primissima fase rischi di avere qualche conseguenza sul gioco. Ma tutto è ovviamente mirato per le settimane successive, quando il campionato entrerà nel vivo. E poi ci sono schemi e movimenti da assimilare, una difesa a tre che è il credo del tecnico ma che per l’Inter è sempre stata una sorta di tabù, sulla scorta delle esperienze negative passate.

Allenamenti blindati prima del grande esordio, assente l’infortunato Godin, eccoci dunque al 3-5-2 che scenderà in campo. Probabile formazione che ovviamente parte dall’imprescindibile Handanovic tra i pali, in difesa D’Ambrosio, De Vrij e Skriniar, esterni Candreva e Asamoah, Brozovic in cabina di regia, con Vecino e Sensi in mediana, e Barella fuori per scelta tecnica perché non ancora in condizione. Discorso che evidentemente non vale invece per Lukaku, titolare in attacco con Lautaro.

La situazione del Lecce prima dell’incontro con l’ Inter

Come inizio non c’è male, per la squadra guidata dal confermato Fabio Liverani: subito l’Inter a San Siro. Anche l’allenatore del Lecce ha blindato i suoi allenamenti, cercando di non dare qualche vantaggio in più a una squadra che non ne ha certamente bisogno. Non saranno a disposizione Meccariello, Fiamozzi e Lo Faso, ma getterà subito nella mischia Farias, arrivato da pochi giorni. L’unico dubbio è se schierarlo dall’inizio o preferirgli La Mantia, al fianco ovviamente di Lapadula, con Falco trequartista.

Il modulo dovrebbe essere un 4-3-1-2. Spiegato l’attacco, veniamo agli altri reparti: davanti al portiere Gabriel, il pacchetto difensivo sarà probabilmente composto dai centrali Lucioni e Rossettini e dai laterali Rispoli e Calderoni. In mediana il regista dovrebbe essere Tachtsidis, affiancato da Petriccione e Majer.

Probabilità * di scommesse interessanti per Inter – Lecce con SNAI.it

Vittoria Inter: 1,25
Pareggio: 5,75
Vittoria Lecce: 13,00

 

Ci sono anche altre scommesse interessanti per la partita. Ad esempio:

Under 1,5: 5,00
Under 2,5: 2,35
Over 2,5: 1,53
Over 3,5: 2,35
Gol/Non Gol: Sì  2,10     No  1,65
Handicap 1: 1  1,63     X  4,25   2  3,80
Handicap 2: 1  2,55    X   4,00   2  2,10

Primo Tempo/Finale X/2, X/1, 2/X: 28,00
Primo Tempo/Finale 2/2: 22,00

Previsione scommesse Inter – Lecce con SNAI.it: Vittoria Inter. Favoritissima la squadra di casa, tanto da poter provare a investire una modestissima cifra su un improbabile esito diverso. Oppure pensare alle altre scommesse offerte dai bookmaker per questa gara. In queste occasioni, comunque, vale sempre la pena di ripetere che le partite iniziano tutte dallo zero a zero.

Qui il confronto con altri bookie:

Il confronto con altre quote * scommesse per Inter – Lecce

Quote Bwin.it

Vittoria Inter: 1,22
Pareggio: 6,25
Vittoria Lecce: 13,50

Quote William Hill.it

Vittoria Inter: 1,24
Pareggio: 6,00
Vittoria Lecce: 15,00

 

 

(Quote del 25.08.2019 alle 01.40)

football line

Pronostico Inter – Empoli Quote scommesse Serie A

Inter – Empoli Quote scommesse Serie A*
Inter 1,36/ pareggio 5,00/ Empoli 8,00
Data: 26 maggio 2019 – 20:30 ora italiana
Bookie: Bet365

Scommesse sportive Inter – Empoli

Questa è la partita probabilmente più interessante dell’ultima giornata del massimo campionato perché tocca i due fronti: quello della Champions League e quello della salvezza. Tra i sei incontri in programma alle 20.30 di domenica 26 maggio 2019, nel trentottesimo turno del campionato di calcio di Serie A 2018-2019, spicca dunque Inter – Empoli, che si gioca allo stadio “Giuseppe Meazza” sotto la direzione di Luca Banti di Livorno, mentre per il Var ci sarà Piero Giacomelli di Trieste.

I precedenti di Inter – Empoli

I “Nerazzurri” si erano imposti il 29 dicembre 2018 al “Castellani” grazie a una rete di Keita Baldé, non esattamente uno dei protagonisti della stagione interista, condizionato poi da un infortunio e da altre situazioni. Non sono moltissimi i precedenti in A tra le due squadre, che si sono affrontate nel massimo campionato 25 volte, 12 delle quali al “Meazza”. Da notare che l’Empoli, che a San Siro ha vinto solo una volta nel 2004, non batte i “Nerazzurri” dal 2006.

Comunque su 25 gare in A, l’Inter ne ha vinto 19, delle quali 11 in casa. Solo tre, in assoluto, le vittorie empolesi, mentre i pareggi sono sempre tre, due dei quali a San Siro. Da notare che i “Nerazzurri” hanno vinto gli ultimi sei confronti diretti, e ne hanno pareggiato solo uno (in Toscana nel 2015) degli ultimi undici, facendo propri evidentemente gli altri dieci.

Le combinazioni di classifica legate a questa partita

Come dicevamo, questa partita coinvolge sia la lotta per il terzo-quarto posto, sia quella per non retrocedere. L’Inter è a pari punti con l’Atalanta, a quota 66, ma in virtù della differenza reti, sono attualmente i bergamaschi a occupare la terza piazza. Un punto sotto c’è il Milan, mentre la Roma è sesta a quota 63. L’Empoli è quartultimo a 38 lunghezze, alle spalle di Fiorentina e Udinese che sono a 40, ma con i friulani comunque salvi per la classifica avulsa, mentre il Genoa è terzultimo a 37.

Andiamo con ordine: l’Inter ha varie possibilità per andare in Champions, terzo o quarto (anche se la posizione di classifica ha una sua importanza). Si qualifica ovviamente in caso di vittoria, ma anche se fa lo stesso risultato del Milan, purché sia vittoria o pareggio. Ce la farebbe anche in caso di sconfitta, sicuramente se il Milan pareggiasse.

Infine, l’Inter passa anche se perde 1 a 0, viene sconfitto anche il Milan dalla Spal a Ferrara, ma la Roma impegnata in casa con il Parma, vince entro i quattro gol di scarto.

E adesso veniamo all’ Empoli, che cerca punti-salvezza. La retrocessione scatterebbe in caso di pareggio o sconfitta dei toscani, e contemporanea vittoria del Genoa a Firenze. In pratica, la squadra di Andreazzoli si salva ovviamente se vince a Milano, ma anche se in questo ultimo turno conquista gli stessi punti del Genoa.

 

La situazione dell’ Inter prima della partita con l’ Empoli

Concentrarsi su questo ultimo impegno, mentre in giro tutti parlano del futuro, danno già per certo Antonio Conte come prossimo allenatore, ma c’è da conquistare il piazzamento in Champions League, quello che legittima un’intera stagione che ha vissuto tante altre cose di cui si sarebbe fatto volentieri a meno, compreso il caso-Icardi che visto con il senno di poi, non è stato utile neppure per l’ex capitano, non convocato dal commissario tecnico argentino Scaloni per la prossima Coppa America.

Luciano Spalletti (un ex che proprio a Empoli, dove ha giocato, ha anche iniziato la sua carriera di allenatore) deve conquistare questo obiettivo con l’Inter, poi si vedrà. È importante che la squadra sia concentrata: sembra un’ovvietà, ma nelle ultime gare si è rivista la “pazza Inter” che ogni tanto ritorna come un incubo. Nelle cinque partite precedenti, solo una vittoria, peraltro con il Chievo Verona retrocesso e un po’ sperimentale, tre pareggi con Roma, Juventus e Udinese, e nell’ultima gara una pesante sconfitta a Napoli per 4 a 1. Certo l’Empoli non è la squadra partenopea, ma la determinazione mostrata negli ultimi frangenti dalla squadra di Aurelio Andreazzoli reduce da tre vittorie consecutive e da una posizione guadagnata in classifica,  consigliano di non sottovalutare gli ospiti.

Spalletti dovrebbe schierare un 4-2-3-1: Handanovic il portiere, de Vrij e Skriniar i due difensori centrali, laterali D’Ambrosio e Asamoah, in mediana Vecino e Brozovic, sulle fasce Politano e Perisic, mentre Nainggolan dovrebbe agire alle spalle di Mauro Icardi.

La situazione dell’ Empoli prima della partita con l’ Inter

Lo abbiamo accennato: tre vittorie consecutive (Fiorentina, Sampdoria e infine il Torino sconfitto 4 a 1) che adesso fanno sperare la squadra di Andreazzoli, che facendo il colpaccio a San Siro non avrebbe nemmeno bisogno di dipendere dai risultati delle altre, o meglio del Genoa in particolare.

Con il ritorno del tecnico di Massa alla guida degli “Azzurri” toscani, la squadra ha ripreso forza e coraggio, tanto che negli ultimi dieci turni, quando cioè è tornato Andreazzoli, hanno fatto meglio dell’ Empoli solo Atalanta, Napoli, Bologna e Spal. Un’ottima media, insomma, per una squadra che sembrava spacciata e che arriva all’ultima giornata con le sue chance per salvarsi.

Un’altra finale, lo spirito è quello e lo ha detto anche lo stesso Spalletti, che l’Empoli lo conosce bene, ambiente, squadra e città. Attenzione ovviamente a Ciccio Caputo, ma anche alle incursioni spesso determinanti di Giovanni Di Lorenzo.

Indisponibili La Gumina, Antonelli, Polvani e Krunic. Consueto 3-5-2 con Dragowski in porta, difesa con Dell’Orco, Silvestre e Maietta, sugli esterni Di Lorenzo e Pajac, Acquah in cabina di regia, mezzeali Bennacer e Traorè, in attacco Farias e Caputo.

 

Probabilità* di scommesse interessanti per Inter – Empoli con Bet365

Vittoria Inter: 1,36
Pareggio: 5,00
Vittoria Empoli: 8,00

Ci sono anche altre scommesse interessanti per la partita. Ad esempio:

Casa/Fuori  2: 6,00
Under 0,5: 19,00
Over 7,5: 26,00
Asian Handicap -3, -3,5  1: 6,00
Asian Handicap -3  1: 5,75
Asian Handicap 0   2: 6,00
Asian Handicap 0, +0,5   2: 6,60
Primo Tempo/Finale 1/2: 51,00
Primo Tempo/Finale 1/X, X/2, 2/X: 19,00

Previsione scommesse Inter – Empoli con Bet365Vittoria Inter. Fiducia alla “pazza” Inter, che non deve fallire l’appuntamento con la Champions, pena il fallimento di un’intera stagione, a prescindere da quello che potrà accadere dopo.

Qui il confronto con un altro bookmaker:

Quote* scommesse per Inter – Empoli con Unibet

Vittoria Inter: 1,38
Pareggio: 5,20
Vittoria Empoli: 7,50

(Quote del 24.05.2019 alle 22.40)

football line

Pronostico Napoli – Inter Quote scommesse Serie A

Napoli – Inter Quote scommesse Serie A*
Napoli 2,45/ pareggio 3,50/ Inter 2,75
Data: 19 maggio 2019 – 20:30 ora italiana
Bookie: Bet365

Scommesse sportive Napoli – Inter

Le possibilità nerazzurre di disputare la Champions League passano anche per Fuorigrotta. Al “San Paolo” si gioca Napoli – Inter alle 20.30 di domenica 19 maggio 2019, partita di cui vi presentiamo quote e pronostico, che si disputa in contemporanea con Juventus – Atalanta ma dopo Milan – Frosinone. Si tratta dei posticipi della penultima giornata, trentasettesima complessiva e diciottesima di andata, del campionato di calcio di Serie A 2018-2019. Arbitro Daniele Doveri della sezione AIA di Roma 1, al VAR designato Luca Banti di Livorno.

I precedenti di Napoli – Inter

La squadra di Luciano Spalletti aveva vinto 1 a 0 la gara di andata a San Siro il 26 dicembre 2018. L’ultima vittoria casalinga del Napoli (3-0) risale a poco più di due anni prima il 2 dicembre 2016. I precedenti in campionato sono 145: domina l’Inter che ne ha vinto 64 contro i 45 dei partenopei, mentre sono 36 i pareggi. Se invece consideriamo soltanto le 72 sfide al “San Paolo”, come spesso avviene, la situazione si inverte: le vittorie napoletane sono 36, quelle nerazzurre 17 e le sfide terminate con un pareggio sono 19.

La situazione del Napoli prima della partita con l’ Inter

Al netto delle varie dichiarazioni del presidente De Laurentiis,  c’è da dire che Ancelotti ha fatto davvero del suo meglio, chiudendo al secondo posto in classifica, mentre in Europa League obiettivamente non si poteva fare di più, avendo anche perso durante il cammino uomini importanti come Hamsik. L’anno prossimo dovrebbero arrivare dei rinforzi dal mercato, e in più il tecnico di Reggiolo avrà a disposizione un gruppo che già conosce il suo modo di giocare. Potrebbe rivelarsi un vantaggio, in un anno nel quale si prevedono molti cambi nelle varie panchine della A, a cominciare dalla stessa Juventus.

Tre vittorie consecutive nelle ultime gare di campionato: a Frosinone, in casa con il Cagliari e poi a Ferrara, dove non è scontato uscire con i tre punti. Invece, la partita è terminata sul 2 a 1, proprio come quella con i sardi, una media di due gol segnati a vittoria, due soli subiti dato che allo “Stirpe” era finita sul 2 a 0. Con l’Inter è una classica, ma soprattutto il congedo dal “San Paolo” avviene con una sfida contro una squadra che ha nel proprio mirino la Champions, e sente sul collo il fiato dell’ Atalanta.

Consueto 4-4-2 per Ancelotti, che non ha a disposizione Chiriches e Ounas, oltre al secondo portiere Ospina. Tra i pali Meret, difensori centrali Albiol e Koulibaly, laterali difensivi Hysaj e Mario Rui, sulle fasce Callejon (spina nel fianco della difesa interista) e Zielinski, interni Allan e Ruiz, coppia di attacco composta da Mertens e Milik.

La situazione dell’ Inter prima della partita con il Napoli

Non è facile lavorare sentendo alle proprie spalle, oltre alla pressione per l’obiettivo da raggiungere, anche l’ombra di un tecnico dato come praticamente certo per la prossima stagione. Detto questo, nelle sue ultime conferenze stampa Luciano Spalletti il suo nervosismo sembra volerlo riversare verso i giornalisti, che a Milano ovviamente seguono con molta attenzione le vicissitudini delle due squadre principali, ma che probabilmente non arrivano ai livelli di attenzione totale che ci sono a Roma, piazza che l’attuale allenatore interista conosce benissimo.

Tanto più che i rapporti con la stampa sono probabilmente presi in considerazione dalle principali società calcistiche quando si stila il profilo dell’allenatore, anche se evidentemente i risultati contano di più. Mourinho, per esempio, non aveva certo un rapporto idilliaco con i giornalisti, ma ha portato il “Triplete” all’Inter, ancor oggi l’ultimo risultato importante di un’italiana prima dello strapotere juventino. Però è altrettanto vero che nonostante qualche tentativo dello “Special One” di poter tornare alla guida della squadra nerazzurra, l’amministratore delegato Giuseppe Marotta sembra intenzionato a virare verso Antonio Conte. Così come dai social risuonano messaggi di Mauro Icardi (e della moglie) e si vocifera di una possibile guerra per impedire all’ex capitano una possibile destinazione futura juventina.

E di tutto questo si parla mentre l’Inter è al terzo posto, deve conquistare l’accesso alla prossima Champions League, ha ancora due partite da disputare, quindi ci sono obiettivi concreti e importanti nell’immediato, e il tecnico ha un contratto in pieno corso e non in scadenza. Sono piazze importanti, continuamente sotto pressione, con la stampa che riporta ogni voce, ogni notizia, ogni spiffero…ma quando tutto questo è insistente, in genere poi si verifica. Il timore è che tutto questo possa andare a turbare una squadra appunto impegnata a prendersi quel terzo posto, o al limite il quarto, ma insidiata da avversarie agguerrite. Non è facile, per nessuno, questo è evidente.

L’Inter viene dal 2 a 0 sul Chievo Verona già retrocesso ma che non fa sconti e investe sui propri giovani. L’ultima sconfitta nerazzurra risale ormai al 31 marzo (in casa con la Lazio), e da allora, 13 punti conquistati in sette partite, frutto di tre vittorie e quattro pareggi. Non è il filotto di tre successi consecutivi del Napoli, ma è comunque un andamento positivo, anche se non ai livelli di alcuni mesi fa.

Indisponibili Vrsaljko, De Vrij e Politano, la squadra di Spalletti dovrebbe schierarsi con un 4-2-3-1: tra i pali Handanovic, al centro della difesa Miranda e Skriniar, sulle corsie esterne D’Ambrosio e Asamoah, in mediana Brozovic e Vecino, sulle fasce Candreva e Perisic, Nainggolan alle spalle di Icardi, spesso in difficoltà con la difesa napoletana.

 

Probabilità* di scommesse interessanti per Napoli – Inter con Bet365

Vittoria Napoli: 2,45
Pareggio: 3,50
Vittoria Inter: 2,75

Ci sono anche altre scommesse interessanti per la partita. Ad esempio:

Under 0,5: 13,00
Over 6,5: 21,00
Over 4,5 Secondo Tempo: 23,00
Asian Handicap -1,5, -2  1: 5,90
Asian Handicap +1, +1,5   2: 5,00
Asian Handicap +1,5  2: 5,50
Primo Tempo/Finale 1/2: 29,00
Primo Tempo/Finale 2/1: 26,00

Previsione scommesse Napoli – Inter con Bet365Vittoria Napoli. Difficile fare un pronostico per questa classica. Il Napoli non ha obiettivi da raggiungere se non chiudere bene di fronte al proprio pubblico questa stagione che termina con il secondo posto e l’accesso in Champions League, quell’accesso che l’Inter sta cercando di conquistare in queste ultime gare. Leggerissima preferenza, ma proprio di un’incollatura, per la squadra di casa.

Qui il confronto con un altro bookie:

Quote* scommesse per Napoli – Inter con William Hill

Vittoria Napoli: 2,45
Pareggio: 3,40
Vittoria Inter: 2,90

(Quote del 17.05.2019 alle 22.50)

football line
i-bookmakers.it valuta e confronta con costante aggiornamento tutti gli importanti bookmakers autorizzati in Italia.   18+   AAMS
Bookmakers | Bookmaker online | Scommesse sportive | Scommesse calcistiche | Scommesse live | Siti di scommesse | Scommesse Online | Bookmaker
Vi raccomandiamo di scommettere con responsabilità.