Logo di i-bookmakers .it
Notizie di Scommesse

Inter

In questa pagina trovate articoli riguardanti Inter.
football line

Pronostico Inter – Rapid Vienna Quote scommesse Europa League

Inter – Rapid Vienna Quote scommesse*
Inter 1,30/ pareggio 5,50/ Rapid Vienna 9,00
Data: 21 febbraio 2019 – 21:00 ora italiana
Bookie: Bet365

Scommesse sportive Inter – Rapid Vienna

Puntellare la vittoria di misura dell’andata e passare il turno in modo da guardare più serenamente a tutto il resto, caso Icardi compreso. L’Inter ospita il Rapid Vienna allo stadio “Giuseppe Meazza” di Milano: vi presentiamo quote e pronostico della partita di ritorno valida per i sedicesimi di finale dell’ Europa League 2018-2019, in programma alle 21.00 di giovedì 21 febbraio 2019. Si parte dall’ 1 a 0 della partita giocata in Austria, fissato grazie a un calcio di rigore realizzato da Lautaro Martinez.

Arbitro è il portoghese Artur Manuel Ribeiro Soares Dias.

La situazione dell’ Inter prima della partita con il Rapid Vienna

Partiamo dal campo, che poi è quello che conta principalmente: dell’ andata con il Rapid abbiamo detto. In campionato c’è stato un 2 a 1 fortemente voluto contro la Sampdoria, che consente alla squadra di Luciano Spalletti di avvicinare un po’ il Napoli e tenere a distanza un Milan che con i gol di Piatek sta diventando un’insidia per gli stessi “cugini”. Nella prossima giornata ci sarà una trasferta a Firenze per nulla semplice.

Sullo sfondo, rimane sempre il caso-Icardi, sul quale si è detto tutto e il contrario di tutto. Al momento, l’unico della squadra che ha espresso parole di solidarietà nei confronti dell’ex capitano è paradossalmente chi ne ha preso il posto in campo, ossia Lautaro, ma essendo un connazionale dell’ argentino, è abbastanza scontato, mentre pesa abbastanza il silenzio del resto della squadra, che sta cercando di concentrarsi sul campo. In tutto questo, tra i “si dice” e i tweet di Wanda Nara, il dato nuovo sono le visite mediche disposte dal medico sociale dell’ Inter, Piero Volpi (per inciso un ex calciatore), probabilmente per verificare da vicino i guai fisici addotti dall’ attaccante, e se realmente non gli consentano di scendere in campo.

In ogni caso, la società sembra intenzionata, soprattutto l’amministratore delegato Giuseppe Marotta, a chiudere la questione in breve tempo e non trascinarsela dietro fino alla fine del campionato. Un giocatore, anche se in rotta di collisione, è sempre un capitale della società, e relegarlo in tribuna significherebbe deprezzarlo. Ma per essere d’accordo bisogna essere in due… o almeno le parti devono essere due.

Detto questo, eccoci alla partita con il Rapid. Che comunque, lo si è visto all’andata, non va sottovalutato, e un pochino l’ impressione la si è avuta, dato che la vittoria è scaturita da un calcio di rigore. Se l’ Inter vuole andare avanti fino in fondo, in questa competizione, deve evidentemente essere più convincente, ed è certamente questa la missione nella partita di ritorno.

Pochi i cambi rispetto alla gara di andata, nel 4-2-3-1 che Spalletti metterà in campo: tra i pali il capitano Handanovic, Miranda e Ranocchia (in ballottaggio con de Vrij) coppia centrale difensiva, Cedric e Asamoah i terzini, Borja Valero e Vecino in mediana, sulle fasce Candreva (favorito su Politano) e Perisic, Nainggolan alle spalle di Lautaro terminale offensivo.

La situazione del Rapid Vienna prima della partita con l’Inter

L’atmosfera in casa Rapid è apparentemente più rilassata, rispetto a quella degli avversari, soprattutto considerando la ricerca di “compagnia” a Milano che il centrocampista Schobesberger avrebbe lanciato attraverso una app per incontri. Ma a parte questo, la squadra austriaca ha ancora in pieno la possibilità di passare il turno, e per questo il tecnico Dietmar Kuhbauer avrebbe deciso di cambiare l’assetto offensivo, mantenendo uno schieramento speculare a quello della formazione di Spalletti ma cambiando gli interpreti, non solo per l’assenza dello squalificato Berisha, che dovrebbe essere sostituito da Pavlovic. Da capire comunque se la sortita-social di Schobesberger gli possa costare la possibilità di partire titolare, magari in favore di Ivan che nell’andata era partito dal primo minuto sulla fascia sinistra.

Il campionato austriaco è ancora fermo, e la vittoria del Rapid per 5 a 2 con l’Hartberg nei quarti di finale di Coppa d’Austria, al di là della superiorità della formazione di casa, ha consentito all’ allenatore di effettuare alcuni avvicendamenti nella formazione. Di certo, con l’ Inter, si preannuncia un’altra storia.

Il modulo è sempre il 4-2-3-1, e il pacchetto difensivo è confermato in toto: Strebinger tra i pali, difensori centrali Sonnleitner e Hofmann, terzini Potzmann e Bolingoli-Mbombo, Schwab dovrebbe essere arretrato in mediana con Martic, Murg e Schobesberger sulle fasce e Knasmuller alle spalle di Pavlovic.

Probabilità* di scommesse interessanti per Inter – Rapid Vienna con Bet365

Vittoria Inter: 1,30
Pareggio: 5,50
Vittoria Rapid Vienna: 9,00

Ci sono anche altre scommesse interessanti per la partita. Ad esempio:

Casa/Fuori 2: 8,00
Under 0,5: 15,00
Over 6,5: 19,00
Over 4,5 Secondo Tempo: 23,00
Asian Handicap -3,5  1: 6,40
Asian Handicap -3, -3,5  1: 6,00
Asian Handicap 0, -0,5  2: 5,00
Primo Tempo/Finale 1/2: 67,00
Primo Tempo/Finale X/2: 23,00
Primo Tempo/Finale 1/X, 2/X: 21,00

Previsione scommesse Inter – Rapid Vienna con Bet365Vittoria Inter. Il fattore campo e la necessità di consolidare il risultato dell’andata spingono verso un successo interno, cui i bookmakers dimostrano di credere fortemente. Ma come noto, l’Inter deve guardarsi soprattutto da se stessa, specie in questo momento che è evidentemente cruciale per la stagione.

Qui il confronto con un altro bookie:

Quote* scommesse per Inter – Rapid Vienna con William Hill

Vittoria Inter: 1,32
Pareggio: 5,25
Vittoria Rapid Vienna: 9,00

(Quote del 19.02.2018 alle 22.50)

football line

Pronostico Inter – Sampdoria Quote scommesse Serie A

Inter – Sampdoria Quote scommesse*
Inter 1,61/ pareggio 3,75/ Sampdoria 6,00
Data: 17 febbraio 2019 – 18:00 ora italiana
Bookie: Bet365

Scommesse sportive Inter – Sampdoria

L’ex più atteso, probabilmente, non ci sarà, ufficialmente per problemi fisici. Ci riferiamo ovviamente a Mauro Icardi, in rotta di collisione con l’Inter che affronta la Sampdoria domenica 17 febbraio 2019 alle 18.00, allo stadio “Giuseppe Meazza” di Milano. Vi presentiamo quote e pronostico di questa partita valida per la ventiquattresima giornata, quinta di ritorno del campionato di calcio di Serie A 2018-2019. Arbitro Daniele Doveri della sezione di Roma 1, per il VAR designato Gianpaolo Calvarese di Teramo.

I precedenti di Inter – Sampdoria

L’ Inter aveva vinto di misura la gara di andata (1-0) al “Ferraris” il 22 settembre 2018. I precedenti complessivi ufficiali sono 136, dominati dai “Nerazzurri” con 71 vittorie contro 23, mentre i pareggi sono 42, Il 3 aprile 2017 l’ultimo successo doriano a Milano, con vittoria per 2 a 1, reti di Schick e Quagliarella su rigore, dopo l’iniziale vantaggio interista con D’Ambrosio.

La situazione dell’ Inter prima della partita con la Sampdoria

La grande incognita è rappresentata dal caso Icardi. Poco da dire: pugno di ferro della società, un messaggio molto duro e chiaro che tuttavia il giocatore e la moglie-procuratrice sembrano non aver compreso, la prospettiva sempre più possibile di un addio in estate, ma a condizione che arrivi una squadra con una proposta economica convincente per la società.

L’arrivo di Giuseppe Marotta sembra avere cambiato decisamente le dinamiche, fino a giungere a decisioni prima inattese, come quella di togliere la fascia di capitano all’argentino e darla al portiere Samir Handanovic, personaggio rappresentativo della squadra e che preferisce in assoluto il campo ai riflettori o ai social. Chi conosce l’ambiente interista afferma che le ultime vicende abbiano creato problemi nello spogliatoio. Probabilmente non tutti i mali dell’ Inter sono ascrivibili a questa situazione, ma la società spera, avendo messo un punto fermo, di avere almeno rimosso questo problema.

Con Lautaro Martinez al posto di Icardi che aveva rifiutato la convocazione, in Europa League l’Inter ha battuto solo grazie a un rigore dell’altro attaccante argentino il Rapid Vienna nell’andata dei sedicesimi di finale, e quindi dovrà fornire una prestazione convincente nel ritorno in casa, sperando anche che la questione dell’ ex capitano sia nel frattempo definitivamente archiviata.

In campionato, lo ricordiamo, l’Inter è reduce da un successo di misura a Parma (1 a 0), ed è terzo in classifica, a nove punti dal Napoli secondo e a quattro dal Milan quarto. Molto difficile dunque che contro la Sampdoria si veda in campo Icardi, lo ripetiamo un ex, e si può ipotizzare il consueto 4-2-3-1 di Luciano Spalletti con il capitano Handanovic tra i pali, difensori centrali de Vrij e Skriniar, terzini D’Ambrosio e Dalbert, in mediana Vecino e Brozovic (ma scalpitano Gagliardini e Joao Mario), sulle fasce Politano e Perisic, Nainggolan alle spalle di Lautaro terminale offensivo.

La situazione della Sampdoria prima della partita con l’ Inter

La Sampdoria e il suo esperto bomber Fabio Quagliarella, sapranno approfittare dei problemi dell’ Inter per ripeter l’exploit di due anni fa? Difficile dirlo, certamente non è un grande momento per i “Blucerchiati” che vengono da due sconfitte consecutive, quella di Napoli e quella sorprendente con il Frosinone appena battuto dalla Juventus e sempre penultimo.

Per la Samp, al momento, nono posto in classifica, un poco più distante dai posti riservati alle Coppe Europee. I punti sono 33, cinque in meno della Roma che è sesta a pari lunghezze ma miglior differenza reti rispetto alla Lazio, e peggiore dell’ Atalanta quinta.

Murru rientra dalla squalifica, qualche ballottaggio per il tecnico Marco Giampaolo che dovrebbe mettere in campo un 4-3-1-2: Audero il portiere, Andersen e Colley al centro della difesa, laterali Bereszynski e Murru, in mediana Ekdal in cabina di regia con Praet e Linetty, Ramirez favorito come trquartista su Saponara, mentre in attacco, al fianco di Quagliarella, Defrel dovrebbe essere preferito a Gabbiadini.

Probabilità* di scommesse interessanti per Inter – Sampdoria con Bet365

Vittoria Inter: 1,61
Pareggio: 3,75
Vittoria Sampdoria: 6,00

Ci sono anche altre scommesse interessanti per la partita. Ad esempio:

Under 0,5: 11,00
Over 6,5: 23,00
Over 4,5 Secondo Tempo: 26,00
Asian Handicap -2,5 -3  1: 6,25
Asian Handicap +0,5  2: 5,90
Primo Tempo/Finale 2/1: 21,00
Primo Tempo/Finale 1/2: 41,00

Previsione scommesse Inter – Sampdoria con Bet365Vittoria Inter. I bookmaker, a quanto pare, credono che la vicenda Icardi incida poco sul rendimento della compagine nerazzurra, data largamente favorita per il successo finale di questa partita. C’è evidentemente da capire quanto l’Inter realmente riuscirà a mettere fuori dal campo le vicende di cui si è parlato e si parla in questi giorni, come probabilmente spera la dirigenza.

Qui il confronto con un altro bookie:

Quote* scommesse per Inter – Sampdoria con SNAI

Vittoria Inter: 1,60
Pareggio: 3,85
Vittoria Sampdoria: 6,00

(Quote del 15.02.2019 alle 22.30)

football line

Pronostico Rapid Vienna – Inter Quote scommesse Europa League

Rapid Vienna – Inter Quote scommesse*
Rapid Vienna 6,00/ pareggio 4,00/ Inter 1,53
Data: 14 febbraio 2019 – 18:55 ora italiana
Bookie: Bet365

Scommesse sportive Rapid Vienna – Inter

L’ Europa League 2018-2019 propone il confronto tra Rapid Vienna e Inter nei sedicesimi di finale. La gara di andata si gioca all’ “Allianz Stadion”, al netto dello sponsor il Weststadion di Vienna, alle 18.55 di giovedì 14 febbraio 2019. Tedesco il direttore di gara, vale a dire Tobias Stieler.

Il precedente di Rapid Vienna – Inter

Tra le due formazioni esiste un solo precedente, che tra l’altro è piuttosto lontano nel tempo. Parliamo infatti della Coppa Uefa 1990-91, vinta proprio dall’ Inter in una finale-derby con la Roma. Era l’ Inter del presidente Ernesto Pellegrini, allenata da Giovanni Trapattoni e che annoverava nella sua rosa giocatori come Zenga, Bergomi, Beppe Baresi che ne era ancora il capitano, Brehme, Matthäus, Berti, Klinsmann e Serena. Ebbene: quell’ Inter perse 1-2 la gara di andata e il Rapid venne eliminato solo ai supplementari nella partita di ritorno.

La situazione del Rapid Vienna prima della partita con l’ Inter

La Bundesliga austriaca ha una pausa molto lunga: si ferma prima di Natale e riprende addirittura a fine febbraio. Il Rapid Vienna, che nell’ultima gara è stato sconfitto addirittura 1-6 nel derby con l’Austria Vienna, è attualmente ottavo in classifica, nella seconda parte che è quella destinata a giocare nel gruppo retrocessione, mentre le prime sei si contendono invece il titolo nei playoff. Strada in salita, tanto più che alla ripresa, la squadra allenata da Dietmar Kühbauer affronterà, il 24 febbraio, il Salisburgo che è nettamente primo, con 14 punti di distacco dal LASK Linz, secondo. Una specie di Juventus austriaca, volendo fare il paragone con il nostro campionato. Anche se la storia del calcio insegna che la ripresa dopo lunghe pause può riservare qualche sorpresa.

Di sicuro c’è che il Rapid, imbattuto in casa in Europa League, ha dovuto prepararsi alla sfida con i “Nerazzurri” con una serie di amichevoli anche internazionali, di cui ha perduto solo quella con l’Odense. La gara con l’ Inter si preannuncia difficile, ma in questa prima tappa c’è il fattore campo favorevole agli austriaci, anche se in pochi credono nel colpaccio.

La squadra austriaca si è classificata seconda nel proprio girone di qualificazione, il Gruppo G, a pari punti con il Villarreal che però ha segnato il doppio dei gol, subendone meno rispetto al Rapid. Così il sorteggio di Nyon ha voluto per i viennesi un’avversaria tra quelle “retrocesse” dalla Champions.

Complice la lunga pausa di campionato, il Rapid può schierare la sua formazione tipo: un 4-2-3-1 con Strebinger tra i pali, difensori centrali Sonnleitner e Barac, terzini Muldur e Potzmann, in mediana Schwab e Ljubicic, sulle fasce il capocannoniere della squadra Murg e Schobesberger, Knasmullner alle spalle del terminale offensivo Alar.

La situazione dell’ Inter prima della partita con il Rapid Vienna

Un confronto di Luciano Spalletti con i principali dirigenti della società ha preceduto questa gara, molto importante per la stagione interista, dopo che in conferenza stampa l’allenatore li aveva esortati a risolvere il problema del rinnovo del contratto di Mauro Icardi, che negli ultimi tempi non si è mostrato ai suoi soliti standard.

Non è certo solo lo stato di forma di Icardi il problema della formazione nerazzurra, tornata alla vittoria di misura in campionato al “Tardini” con il Parma dopo un periodo decisamente negativo, e ancora con diversi punti interrogativi da chiarire. Il Rapid non è certo avversario sulla carta irresistibile, e la gara di Vienna potrà servire come “cartina di Tornasole” per verificare lo stato di salute dell’ Inter.

Ricordiamo che la squadra di Spalletti arriva in Europa League dopo il terzo posto nel proprio girone di Champions. Obiettivi iniziali dunque già ridimensionati, e adesso una competizione che potrebbe essere comunque alla portata di un’Inter in forma. Che, più delle avversarie, deve temere soprattutto se stessa.

Squalificati Skriniar e Brozovic, indisponibili perché non nella lista Uefa Dalbert, Gagliardini e Joao Mario, Spalletti può contare su Borja Valero che è tornato a disposizione come Keita Baldé, e quasi certamente punterà su Lautaro Martinez, oltre che ovviamente su Nainggolan.

Il modulo dovrebbe essere un 4-2-3-1, anche se nel caso di assenza di Borja Valero potrebbe esserci il ricorso a un 4-4-2 con in attacco Icardi e Lautaro. L’ipotesi principale, davanti al portiere Handanovic, vede una difesa con Miranda e De Vrij centrali, terzini Cedric e Asamoah, Borja Valero e Vecino in mediana, Nainggolan alle spalle di Lautaro terminale offensivo, con Politano e Perisic come esterni d’attacco, che dovrebbero essere preferiti a Candreva e Keita. Altra ipotesi con lo stesso modulo, in assenza di Borja, sarebbe quella di Nainggolan in mediana, Politano trequartista, probabilmente con Candreva esterno.

Probabilità* di scommesse interessanti per Rapid Vienna – Inter con Bet365

Vittoria Rapid Vienna: 6,00
Pareggio: 4,00
Vittoria Inter: 1,53

Ci sono anche altre scommesse interessanti per la partita. Ad esempio:

Under 0,5: 10,00
Over 6,5: 26,00
Asian Handicap -0,5, -1   1: 7,00
Asian Handicap +2,5, +3   2: 6,40
Primo Tempo/Finale 2/1: 51,00
Primo Tempo/Finale 1/2: 21,00

Previsione scommesse Rapid Vienna – Inter con Bet365 Vittoria Inter. Gli operatori puntano decisamente su un successo degli ospiti, tecnicamente più attrezzati anche perché giocano in un campionato competitivo come quello italiano e hanno una grande tradizione. Occorre tuttavia stare molto attenti ai “momenti di buio” che talvolta assalgono la compagine nerazzurra.

Qui il confronto con un altro bookie:

Quote* scommesse per Rapid Vienna – Inter con SNAI

Vittoria Rapid Vienna: 6,00
Pareggio: 4,00
Vittoria Inter: 1,55

(Quote del 12.02.2018 alle 23.05)

football line

Pronostico Parma – Inter Quote scommesse Serie A

Parma – Inter Quote scommesse*
Parma 5,25/ pareggio 3,80/ Inter 1,90
Data: 9 febbraio 2019 – 20:30 ora italiana
Bookie: Bet365

Scommesse sportive Parma – Inter

A completare il sabato calcistico della ventitreesima giornata del campionato di calcio di Serie A 2018-2019, quarta di ritorno, ci sarà il confronto allo stadio “Ennio Tardini” tra Parma e Inter, partita di cui qui vi presentiamo quote e pronostico. Una gara che dovrebbe far capire se il momento difficile dei “Nerazzurri” sia superato o se invece ci sia da preoccuparsi, anche in vista del duplice confronto di Europa League con il Rapid Vienna, il cui primo round sarà in Austria il 14 febbraio.

La partita di cui ci occupiamo ora, invece, è in programma alle 20.30 di sabato 9 febbraio 2019 e il direttore di gara sarà Massimiliano Irrati di Firenze, mentre per il VAR ci sarà Paolo Valeri della sezione di Roma 2.

I precedenti di Parma – Inter

Il 15 settembre 2018, nella gara di andata, gli emiliani avevano espugnato il “Meazza” vincendo per una rete a zero. Ma c’è di più. L’Inter non batte il Parma da quattro gare: l’ultima la vinse proprio al “Tardini” il 19 aprile 2014, imponendosi per 2 a 0. Parliamo quindi di cinque anni fa.

In tutto, Parma e Inter si sono affrontare in Serie A 49 volte, e c’è un certo equilibrio, dato che i “Nerazzurri” hanno vinto solo tre gare in più degli avversari, 19 contro 16, e 14 pareggi. Gli emiliani in casa si sono aggiudicati 14 volte su 24 il confronto diretto, contro i 4 successi interisti, mentre i pareggi sono 6.

La situazione del Parma prima della partita con l’ Inter

Questo Parma è galvanizzato, dopo aver fermato sul 3 a 3 la Juventus allo “Stadium”, grazie soprattutto a un Gervinho che in Emilia sta vivendo una sua seconda giovinezza calcistica, riassaporando in pieno il gusto della Serie A.

La squadra di Roberto D’ Aversa è dodicesima in classifica a 29 punti, quindi nella parte destra della graduatoria, comunque a sei punti dalla zona Europa League, dato che la classifica, a parte le prime due posizioni, è molto fluida e “corta” soprattutto per quello che riguarda la zona centrale. Ci sono comunque undici punti di differenza rispetto agli avversari di giornata, che sono terzi ma arrivano da due sconfitte consecutive.

La formazione dovrebbe essere più o meno la stessa anti-Juve e anti-Spal, con il ritorno di Bruno Alves in difesa. Dunque un 4-3-3 con Sepe tra i pali, Alves e Bastoni difensori centrali, terzini Iacoponi e Gagliolo, Scozzarella regista, con Kucka e Barillà mezzeali, tridente con Gervinho e Inglese naturalmente sicuri e un ballottaggio tra Siligardi e Biabiany con il primo favorito.

La situazione dell’ Inter prima della partita con il Parma

Voci su Conte, voci ovviamente suggestive su Mourinho, ma intanto la società nerazzurra deve per forza puntare su Luciano Spalletti, e sulla voglia di riscatto della squadra a disposizione. Nonostante le sconfitte con Torino e Bologna, (cui aggiungere l’eliminazione in Coppa Italia ad opera della Lazio), la squadra è sempre terza. Certo, a nove punti dal Napoli secondo e incalzata proprio dai laziali. Un’altra sconfitta complicherebbe ulteriormente una situazione che definire critica è evidentemente poco.

Il momento è difficile ed in tanti hanno detto la loro, chi con competenza, chi forse a sproposito come sempre avviene quando si parla di calcio. L’ imperativo è superare questo momento, sapendo che il Parma non è proprio l’avversario migliore per farlo, e che poi c’è il Rapid Vienna che aspetta in Europa League.

La squalifica di Politano certo non aiuta il tecnico, che ha diversi dubbi di formazione, e che dovrebbe preferire D’ Ambrosio al nuovo arrivo Cedric. Stavolta il modulo dovrebbe essere un 4-3-3: tra i pali naturalmente Handanovic, centrali Skriniar e Miranda favorito su de Vrij, terzini D’ Ambrosio e Asamoah, in mediana Brozovic, Joao Mario e Nainggolan, mentre il tridente dovrebbe vedere, ovviamente al fianco di Icardi terminale offensivo, Candreva e Perisic.

Probabilità* di scommesse interessanti per Parma – Inter con Bet365

Vittoria Parma: 5,25
Pareggio: 3,80
Vittoria Inter: 1,66

Ci sono anche altre scommesse interessanti per la partita. Ad esempio:

Under 0,5: 11,00
Over 6,5: 26,00
Secondo Tempo Over 4,5: 26,00
Asian Handicap +2,5, +2,5  2: 6,60
Primo Tempo/Finale 2/1: 34,00
Primo Tempo/Finale 1/2: 23,00

Previsione scommesse Fiorentina – Napoli con Bet365Vittoria Napoli. Bookmakers abbastanza sicuri di un successo esterno, anche se la partita si preannuncia combattuta e le grandi al “Franchi” non hanno mai vita facile, a parte la Juventus che ha dominato. Il segno comunque è il 2.

Qui il confronto con un altro bookie:

Quote* scommesse per Parma – Inter con William Hill

Vittoria Parma: 5,00
Pareggio: 3,90
Vittoria Inter: 1,70

(Quote del 07.02.2019 alle 23.30)

football line

Pronostico Inter – Bologna Quote scommesse Serie A

Inter – Bologna Quote scommesse*
Inter 1,33/ pareggio 5,25/ Bologna 9,00
Data: 3 febbraio 2019 – 18:00 ora italiana
Bookie: Bet365

Scommesse sportive Inter – Bologna

Due squadre in opposta situazione di classifica, ma accomunate da un momento difficile da superare, tanto che quella ospite ha cambiato allenatore, mentre quella che giocherà in casa, secondo i rumors, ci sta pensando in prospettiva. Allo stadio “Giuseppe Meazza”, alle 18.00 di domenica 3 febbraio 2019 va in scena uno degli incontri della ventiduesima giornata, terza di ritorno, del campionato di Serie A 2018-2019: si tratta di Inter – Bologna, partita di cui qui vi presentiamo quote e pronostico. Terzi contro terzultimi, ma la squadra di Spalletti è fuori dalla Coppa Italia, eliminata dalla Lazio ai rigori, nei quarti di finale dopo l’errore di Nainggolan dal dischetto.

Arbitro del confronto sarà Fabrizio Pasqua di Tivoli, mentre il VAR sarà Massa. L’Inter domina i precedenti, che sono complessivamente 143, con 69 successi contro i 39 del Bologna, mentre i pareggi sono 35. A Milano si sono giocati 71 incontri, 40 dei quali vinti dai “Nerazzurri”, solo 10 i successi bolognesi e 21 i confronti terminati in parità. All’andata, il 1* settembre 2018, l’Inter si impose 3 a 0 al “Dall’Ara”.

La situazione dell’ Inter prima della partita con il Bologna

L’ombra di Antonio Conte sembra allungarsi su Luciano Spalletti, e certo non è bello sentire tante voci quando ancora si può fare qualcosa nella stagione. L’obiettivo minimo della Coppa Italia è tuttavia sfumato, e la proprietà cinese non sembra avere molta pazienza, come ha dimostrato l’arrivo di Beppe Marotta. Ci sono stati dei segni di insofferenza, soprattutto da parte del tecnico, sulla gestione della vicenda Perisic, il giocatore comunque rimane, anche perché non c’era l’intenzione di svenderlo e probabilmente i pretendenti non erano così determinati come forse lui stesso pensava. Sia lui che Nainggolan che ha sbagliato il rigore decisivo con la Lazio vanno recuperati alla causa, e non è impresa delle più agili.

È un momento difficile per l’ Inter, che tra campionato e coppa non vince ormai da tre gare: il pareggio interno senza reti con il Sassuolo, poi la sconfitta esterna con il Torino (0-1) prima dell’ eliminazione dalla Coppa Italia in una gara rimasta in bilico. C’è di che riflettere, e non c’è neppure molto tempo per farlo. Oltretutto Politano è squalificato e Keita Baldé non è in buone condizioni.

Per questo c’è chi ritiene che Spalletti possa decidere di cambiare modulo, rinunciando alle ali e puntando sul rombo di centrocampo. In questo modo il 4-3-1-2, davanti al portiere Handanovic, vedrebbe in difesa D’Ambrosio, de Vrij, Skriniar e Asamoah, mentre Vecino, Brozovic, Joao Mario e Nainggolan costituirebbero appunto il rombo alle spalle di Icardi e Lautaro Martinez. Se invece dovesse essere confermato il 4-3-3, invece di Nainggolan potrebbe essere schierato Perisic nel tridente con Lautaro (o Candreva) e Icardi.

La situazione del Bologna prima della partita con l’ Inter

Terzultimo a 14 punti, tre in meno dell’ Empoli, il Bologna ha cambiato allenatore dopo l’ennesima sconfitta. L’impresa di conquistare una difficile salvezza è stata affidata al “sergente di ferro” Sinisa Mihajlovic, che torna a Bologna dopo una serie di situazioni non finite bene, l’ ultima al Torino dove fu esonerato dal presidente Urbano Cairo che mal tollerava certi suoi atteggiamenti e prese di posizione.

Il Bologna deve lavorare: Pippo Inzaghi ha pagato una stagione nella quale la squadra ha vinto solo due partite, pareggiandone otto e perdendone undici, ultima in ordine di tempo quella con il Frosinone (0-4) dove la squadra felsinea praticamente non è mentalmente entrata in campo. Uno scontro diretto andato malissimo, e adesso si cerca il riscatto contro una squadra decisamente messa meglio in classifica, ma anch’essa con una crisi da superare in fretta.

Lyanco, nuovo acquisto, entrerà subito nella mischia, date le squalifiche dei difensori Helander e Mattiello, mentre Orsolini potrebbe giocare dal primo minuto, dato che Sansone non si è allenato per un affaticamento. 4-3-3 con Skorupski tra i pali, Danilo e Lyanco al centro della difesa, terzini Calabresi e Dijks, Pulgar in regia, con Poli e Soriano mezzeali, davanti Orsolini, Santander e Palacio.

Probabilità* di scommesse interessanti per Inter – Bologna con Bet365

Vittoria Inter: 1,33
Pareggio: 5,25
Vittoria Bologna: 9,00

Ci sono anche altre scommesse interessanti per la partita. Ad esempio:

Casa/Fuori 2: 7,00
Under 0,5: 12,00
Over 6,5: 21,00
Secondo Tempo Over 4,5: 26,00
Primo Tempo/Finale 1/2: 51,00
Primo Tempo/Finale 2/X: 23,00

Previsione scommesse Inter – Bologna con Bet365Vittoria Inter. Lo abbiamo detto: due squadre che devono riprendere il bandolo della matassa, i “Nerazzurri” soprattutto sotto pressione dovrebbero riuscire a fare propria la gara giocata al “Meazza”, anche tenendo in considerazione la caratura tecnica e la differenza delle posizioni in classifica,

Qui il confronto con un altro bookie:

Quote* scommesse per Inter – Bologna con Unibet

Vittoria Inter: 1,29
Pareggio: 5,25
Vittoria Bologna: 11,50

(Quote del 01.02.2019 alle 22.15)

football line

Pronostico Inter – Lazio Quote scommesse Coppa Italia

Inter – Lazio Quote scommesse*
Inter 2,10/ pareggio 3,50/ Lazio 3,30
Data: 31 gennaio 2019 – 21:00 ora italiana
Bookie: Bet365

Scommesse sportive Inter – Lazio

L’ultimo quarto di finale della Coppa Italia 2018-2019 è quello tra Inter e Lazio, di cui vi presentiamo quote e pronostico. Si gioca alle 21.00 di giovedì 31 gennaio 2019 allo stadio “Giuseppe Meazza” di Milano, arbitro Rosario Abisso della sezione di Tivoli, VAR Luca Banti di Livorno. L’ultimo confronto diretto tra le due squadre è stato in campionato, lo scorso 29 ottobre, all’ Olimpico, dove l’ Inter si era imposta con un secco 3 a 0.

Per quanto riguarda invece la Coppa Italia, le due squadre si sono affrontate 16 volte, e la situazione è di equlibrio. L’Inter è davanti con sei vittorie, una in più rispetto alla Lazio, così come cinque sono anche i pareggi. Si tratta della settima volta in cui le squadre si incontrano ai quarti di finale: nei sei confronti precedenti i “Nerazzurri” hanno passato il turno quattro volte, mentre la Lazio si è qualificata in semifinale in due occasioni, tra cui l’ultima, il 31 gennaio 2017 quando si impose 2 a 1 al “Meazza”.

La situazione dell’ Inter prima della partita con la Lazio

La sconfitta in campionato sul campo del Torino ha lasciato senza dubbio delle scorie, con tanto di consulto voluto dal presidente Zhang per fare il punto sulla situazione della squadra. È già a disposizione il nuovo acquisto Cedric Soares, anche se probabilmente Spalletti attenderà ancora per farlo esordire, e comunque non dal primo minuto. In Coppa, l’Inter è arrivata ai quarti sconfiggendo per 6 a 2 il Benevento, ovviamente c’era un gap tra le due squadre. Adesso è diverso, il gioco si fa duro e di fronte c’è una squadra che ambisce al trofeo come del resto gli stessi “Nerazzurri”. C’è il fattore campo che gioca in favore dell’ Inter, che però ci deve mettere chiaramente del suo.

Spalletti dovrebbe tornare alla difesa a quattro, ma è fortemente a rischio l’ex Stefan De Vrij, che non si è allenato per un affaticamento muscolare. Al suo posto dovrebbe giocare Miranda, se nel frattempo non uscirà di scena per qualche novità di mercato. Altrimenti toccherà ovviamente a Ranocchia. Non dovrebbe esserci Perisic, che vuole andarsene anche se pare non ci siano offerte concrete.

Dovremmo dunque vedere un 4-3-3 con Handanovic in porta, difensori centrali come detto uno tra De Vrij, Miranda e Ranocchia, ovviamente Skriniar a completare il pacchetto, mentre i laterali dovrebbero essere D’Ambrosio e Asamoah, in mediana Nainggolan, Brozovic e Gagliardini, sulle fasce Politano (squalificato in campionato) e Lautaro Martinez, Icardi ovviamente al centro dell’attacco nerazzurro.

La situazione della Lazio prima della partita con l’ Inter

La Lazio si era illusa, poi la Juventus ha vinto in rimonta. Resta l’ottima prestazione della squadra di Simone Inzaghi nell’ultima sfida in campionato. Lazio che adesso cerca il colpaccio a San Siro per continuare il proprio cammino in coppa, una competizione cui tradizionalmente i “Biancocelesti” tengono molto. Agli ottavi la squadra biancoceleste ha sconfitto 4 a 1 il Novara, e può concentrarsi su questa gara, considerando che il prossimo avversario in Serie A sarà il Frosinone penultimo: derby da prendere con le molle, ma con una certa diversità di valori in campo.

Formazione praticamente titolare, con il ritorno di Acerbi e Marusic, e un ballottaggio alle spalle di Ciro Immobile tra Luis Alberto e Correa, con il primo favorito. Il modulo è sempre il 3-5-1-1: Strakosha fra i pali, difesa con Radu, Acerbi e Bastos, Marusic e Lulic esterni, Leiva in regia, Parolo e Milinkovic-Savic mezzeali, Luis Alberto dietro Immobile.

Probabilità* di scommesse interessanti per Inter – Lazio con Bet365

Vittoria Inter: 2,10
Pareggio: 3,50
Vittoria Lazio: 3,30

Ci sono anche altre scommesse interessanti per la partita. Ad esempio:

Over 6,5 finale, Secondo Tempo Over 4,5: 26,00
Primo tempo Over 3,5: 19,00
Asian Handicap -1,5, -2  1: 5,25
Asian Handicap +1,5  2: 6,60
Primo Tempo/Finale 1/2:  29,00
Primo Tempo/Finale 2/1:  23,00

Previsione scommesse Inter – Lazio con Bet365Vittoria Inter. Se la “Beneamata” non fa la “pazza Inter” come appena successo in campionato, può fare propria la partita del “Meazza” e superare il turno, ma ci vuole estrema attenzione contro una squadra ben attrezzata e capace di giocarsela contro tutte. Sarà l’ennesimo esame per Luciano Spalletti, sotto osservazione da parte della dirigenza nerazzurra che deve decidere se confermarlo o meno per la prossima stagione, e chiede almeno di provare a conquistare una coppa. Ma questo trofeo fa gola storicamente anche alla Lazio.

Qui il confronto con un altro bookie:

Quote* scommesse per Inter – Lazio con Eurobet

Vittoria Inter: 2,15
Pareggio: 3,45
Vittoria Lazio: 3,40

(Quote del 29.01.2019 alle 22.10)

football line
i-bookmakers.it valuta e confronta con costante aggiornamento tutti gli importanti bookmakers autorizzati in Italia.   18+   AAMS
Bookmakers | Bookmaker online | Scommesse sportive | Scommesse calcistiche | Scommesse live | Siti di scommesse | Scommesse Online | Bookmaker
Vi raccomandiamo di scommettere con responsabilità.