Logo di i-bookmakers .it
Notizie di Scommesse

Fiorentina

In questa pagina trovate articoli riguardanti Fiorentina.
football line

Pronostico Fiorentina – Bologna Quote scommesse Serie A

Fiorentina – Bologna Quote scommesse Serie A*
Fiorentina 1,85/ pareggio 3,50/ Bologna 4,50
Data: 14 aprile 2019 – 15:00 ora italiana
Bookie: Bet365

Scommesse sportive Fiorentina – Bologna

È il cosiddetto “derby dell’ Appennino”, ma aggiunge significati di classifica e non soltanto la sfida in programma allo stadio “Artemio Franchi” di Firenze alle 15.00 di domenica 14 aprile 2018, per la trentaduesima giornata del campionato di calcio di Serie A 2018-2019, la tredicesima di ritorno. Vi presentiamo quote e pronostico di Fiorentina – Bologna, che sarà arbitrata da Piero Giacomelli di Trieste, con al VAR Maurizio Mariani di Aprilia..

I precedenti di Fiorentina – Bologna

Cominciamo a dire che due diversi allenatori sedevano sulle rispettive panchine il 25 novembre 2018, quando si disputò la partita di andata al “Dall’Ara”, terminata senza reti, vale a dire Pippo Inzaghi per gli emiliani e Stefano Pioli per gli ospiti. Questa partita è indubbiamente una classica del campionato italiano. La superiorità della Fiorentina è schiacciante, specie negli ultimi tempi e non solo tra le mura amiche. Basterà dire che la squadra toscana ha vinto gli ultimi sei scontri diretti al “Franchi” subendo in tutto una sola rete, mentre non perde in assoluto il confronto diretto dal 26 febbraio 2013.

Ma ecco i numeri di questo match così importante per la nostra Serie A: finora la sfida nel massimo campionato c’è stata 133 volte, e i “Viola” l’hanno fatta propria 53 volte, rispetto alle 38 del Bologna, con 42 pareggi. Una supremazia ancora più schiacciante in casa: 66 partite giocate, 37 delle quali vinte dalla Fiorentina, contro le 13 dei felsinei, mentre 16 volte è finita in parità.

La situazione della Fiorentina prima della partita con il Bologna

Certo la dirigenza non si aspettava di arrivare così a questa partita, dopo una settimana difficile, culminata con le polemiche dimissioni dell’allenatore Stefano Pioli, che non ha digerito il comunicato della società dopo la sconfitta interna con il Frosinone (0-1), in un periodo nel quale la squadra ormai non vince una gara da sette turni, ossia dal 17 febbraio 2019, quando batté la Spal a Ferrara. Da allora, quattro punti in tutto.

Ma dicevamo del comunicato, nel quale Pioli ha letto un riferimento alla sua professionalità che non ha gradito e che ha voluto sottolineare commentando le proprie dimissioni. C’è stata una replica altrettanto dura della società, che però non può negare come gli addii dei propri tecnici siano stati sempre abbastanza burrascosi negli ultimi anni. Non va oltretutto dimenticato come Pioli seppe gestire un momento difficilissimo come quello della morte improvvisa del capitano Davide Astori.  Anche per questi “finali burrascosi”, e in generale per criticare la gestione, il tifo organizzato ha annunciato che diserterà la curva nel primo tempo della prossima partita.

Anche Vincenzo Montella si era lasciato male con la dirgenza viola, ma poi ebbe modo di chiarire tutto con i Della Valle, e adesso rieccolo in sella, dopo una serie di rovesci professionali in Italia e Spagna, alla ricerca di un riscatto personale e di un rilancio con la Fiorentina. Che non passerà per stravolgimenti del lavoro fatto dal suo predecessore, che tra l’altro l’ex “Aeroplanino” stima molto, ma per un lavoro principalmente psicologico, legato alle motivazioni.

Un cambio potrebbe effettivamente essere un modo per cercare di dare una sterzata ad una piega che probabilmente Pioli non poteva più gestire, dato che il non vincere spesso porta i giocatori a una spirale negativa che solo qualcosa dall’esterno può tentare di mutare. Tentare, appunto, perché anche l’Europa League a questo punto rischia di essere ormai un miraggio, essendo la Fiorentina decima a 39 punti e la sesta, ossia la Roma, è lontana, a quota 51.

Non va dimenticato che c’è in ballo comunque un obiettivo stagionale, legato alla Coppa Italia, in attesa della gara di ritorno a Bergamo contro l’Atalanta, dopo che l’andata era terminata sul 3 a 3. Difficile un’impresa contro la squadra che ha eliminato la Juventus, ma non va dimenticato come i “Viola” sono arrivati in semifinale, ossia schiantando la Roma con un 7-1 che in entrambe le città probabilmente si ricorderà a lungo.

Almeno all’inizio, Montella dovrebbe confermare il 4-3-3, dando più spazio a Simeone, ma non si esclude che più in là possa anche puntare su un 3-5-2. Ora però non è il momento di cambiamenti. E allora è facile che davanti al portiere Lafont, Pezzella e Vitor Hugo siano i difensori centrali, Milenkovic e Biraghi sulle fasce, Veretout in cabina di regia con Benassi e Gerson mezzeali, tridente con Chiesa, Simeone e Muriel.

La situazione del Bologna prima della partita con la Fiorentina

Ritorna un ex come Sinisa Mihajlovic, impegnato nella missione di salvare il Bologna che ha ripreso a vincere dopo la parentesi negativa di Bergamo. Nel turno precedente ha sconfitto per 3 a 0 il fanalino di coda Chievo Verona, e adesso la squadra emiliana è quartultima con 30 punti, due in più dell’ Empoli in una battaglia che rimane difficile. Oltretutto, il ritorno di Montella a Firenze scompagina un po’ le carte, come sempre avviene con un cambio di allenatore, che per esempio proprio a Bologna ha avuto effetti benefici.

Contro la Fiorentina, dovrebbe essere confermato il 4-2-3-1 con Skorupski in porta, Lyanco e Danilo al centro della difesa, sulle fasce Mbaye e Dijks, in mediana Poli e Pulgar, Orsolini e Sansone esterni alti, Soriano alle spalle del terminale offensivo che sarà Palacio.

Probabilità* di scommesse interessanti per Fiorentina – Bologna con Bet365

Vittoria Fiorentina: 1,85
Pareggio: 3,50
Vittoria Bologna: 4,50

Ci sono anche altre scommesse interessanti per la partita. Ad esempio

Under 0,5: 10,00
Over 6,5: 26,00
Over 3,5 Primo Tempo: 21,00
Asian Handicap -2, -2,5  1: 6,80
Asian Handicap -2  1: 6,40
Asian Handicap +0,5, +1  2: 5,25
Primo Tempo/Finale 1/2: 41,00
Primo Tempo/Finale 2/1: 23,00
Previsione scommesse Fiorentina – Bologna con Bet365Vittoria Fiorentina. Fattore campo e “scossoni” per il cambio di allenatore spingono il pronostico verso la squadra di casa, insieme con gli ultimi precedenti di questa sfida.

 

Qui il confronto con un altro bookie:

Quote* scommesse per Fiorentina – Bologna con Unibet

Vittoria Fiorentina: 1,85
Pareggio: 3,50
Vittoria Bologna: 4,50

(Quote del 12.04.2019 alle 18.55)

football line

Pronostico Roma – Fiorentina Quote scommesse Serie A

Roma – Fiorentina Quote scommesse Serie A*
Roma 2,00/ pareggio 3,50/ Fiorentina 3,75
Data: 3 aprile 2019 – 21:00 ora italiana
Bookie: Bet365

Scommesse sportive Roma – Fiorentina

Due squadre che non stanno benissimo, con i rispettivi obiettivi stagionali che si stanno allontanando, anzi nel caso degli ospiti decisamente compromessi. Allo Stadio Olimpico giocano Roma e Fiorentina, partita di cui vi proponiamo quote e pronostico che inizierà alle 21.00 di mercoledì 3 aprile, nel programma tutto serale del turno infrasettimanale del campionato di calcio di Serie A 2018-2019.  Si tratta della trentesima giornata, undicesima di ritorno. L’arbitro sarà Davide Massa di Imperia, per il VAR Paolo Mazzoleni di Bergamo.

I precedenti di Roma – Fiorentina

Il capitolo dei precedenti è per la Roma abbastanza doloroso, almeno per quanto riguarda gli incontri più recenti. Se la gara di andata era infatti terminata 1 a 1, il 3 novembre 2018, il confronto diretto più vicino è la partita di Coppa Italia che al “Franchi” la squadra giallorossa ha perso per 7 a 1. Una giornataccia che ha contribuito alla decisione di esonerare il tecnico Eusebio Di Francesco, salvo poi verificare che evidentemente molti dei problemi non partivano da lui, come peraltro erano state parecchie voci a sottolineare (ma forse a Boston non sono arrivate…).

Comunque, ecco i numeri: 159 in tutto i confronti diretti in A, la Roma leggermente davanti con 52 vittorie contro le 48 della Fiorentina, ma i pareggi sono 59. Nella Capitale le due squadre si sono incrociate 79 volte nella massima serie, con 37 vittorie della Roma, rispetto alle 15 dei “Viola”. Pareggio in 27 incontri.

La situazione della Roma prima della partita con la Fiorentina

Dagli Stati Uniti il presidente James Pallotta tuona contro i giocatori. Non è detto però che questi rimbrotti a distanza aiutino una squadra che in questo momento avrebbe bisogno soprattutto di una dirigenza vicina. Non a caso, Francesco Totti sta facendo sentire la propria voce, rivendicando anche un ruolo più importante, dal momento che conosce molto bene l’ambiente e magari può aiutare chi è in campo a rendere al meglio.

La sconfitta interna per 4 a 1 con il Napoli di scorie ne ha lasciate parecchie: i tifosi ovviamente contestano, Claudio Ranieri appare sconfortato anche se ovviamente cerca di intervenire sui problemi che ci sono, e che però visti dall’ interno sono evidentemente ancora più seri di quanto lui, romano di Testaccio e tifoso giallorosso da sempre, li avesse individuati osservando la squadra dall’esterno.

D’altra parte, si era capito che non poteva essere Eusebio Di Francesco la fonte di tutti i mali. Un tecnico che ha fatto bene a Sassuolo come lui, e che l’anno scorso ha portato la Roma in semifinale di Champions League, non può improvvisamente avere perso qualità, tanto più che l’ambiente della Capitale lo conosce benissimo. E che i problemi fossero altri lo si è capito ulteriormente con questo nuovo rovescio.

Così come chiamare Monchi come direttore sportivo si è rivelato un errore da parte della società giallorossa, probabilmente perché non conosceva bene il calcio italiano e ha commesso diversi sbagli. Non va dimenticato comunque che ha portato Zaniolo a Roma, anche se l’uscita di giocatori importanti e l’arrivo di un Pastore che ha decisamente deluso le aspettative, fanno pendere decisamente sul negativo la bilancia.

Adesso c’è l’asse Pallotta-Baldini, ma come detto c’è un Francesco Totti deciso, sulla base della forza che gli possono dare storia e immagine nella Roma, a far sentire la sua voce, e a quanto pare con un’idea precisa sul prossimo allenatore: Daniele De Rossi, che per questa scommessa abbandonerebbe il calcio giocato, anche perché la sua situazione fisica quest’anno non gli ha consentito di giocare con continuità.

Tutti discorsi da fare a lungo termine. Nel breve ci sono la Fiorentina e un settimo posto in classifica che non significherebbe solo essere fuori dalla zona Champions, ma anche dall’ Europa League, il che vorrebbe dire fallimento totale, e quindi non ci si potrebbe chiamare fuori strigliando i giocatori da lontano. Per di più che Ranieri deve fare i conti con un retaggio di infortuni molto importante: lo staff medico ha già pagato, ma non sono situazioni che si recuperino in un batter di ciglia.

Manolas è squalificato, mentre hanno problemi Dzeko e Pastore, il primo per una botta ad una caviglia, il secondo per qualche problema fisico, ma il bosniaco cercherà di stringere i denti. Dunque un 4-3-3 con Olsen tra i pali, al centro della difesa ci saranno Marcano e Fazio, laterali Karsdorp e Santon, in mediana Nzonzi, Cristante e Zaniolo, davanti Schick, Dzeko e Perotti.

La situazione della Fiorentina prima della partita con la Roma

Anche la Fiorentina ha i suoi problemi, e i dubbi sulla permanenza di Stefano Pioli anche per la prossima stagione sono stati messi sulla pubblica piazza nel momento sbagliato, come ha fatto notare lo stesso presidente Cognigni. Il problema è che in campionato la squadra viola è fuori da tutto, in questo momento, anche perché ha pagato in qualche caso la stagione meno positiva di giocatori come Simeone. Il decimo posto a 38 punti, vale a dire sette in meno rispetto al Torino che è nono a pari punti con la Samp, significa che quasi certamente anche quest’ anno la squadra non andrà in Europa. E per un blasone come quello della Fiorentina, la situazione comincia a diventare un po’ pesante. Battere la Roma, che per quanto ci siano nove punti di differenza, rimane in un certo modo una “concorrente diretta”, potrebbe aiutare a invertire una tendenza.

La Fiorentina è a secco di vittorie ormai da cinque gare, anche se con tre pareggi. In pratica, l’ultimo successo risale al 17 febbraio, a Ferrara 4 a 1 con la Spal. Nell’ultima giornata, c’è stato il pareggio interno 1 a 1 con il Torino, e sono questi gli scontri diretti nei quali bisognerebbe fare punti. Giocare contro una Roma che deve ritrovare se stessa, può rivelarsi un ‘opportunità ma anche un’insidia per la “Viola”, e questa partita, così come per gli avversari, rischia di essere un crocevia molto importante nel quale il pareggio servirebbe a poco.

Oltretutto, Federico Chiesa rischia di partire dalla panchina a causa di alcuni problemi muscolari. Pioli dovrebbe mettere in campo un 4-3-3 con Lafont tra i pali, difensori centrali Pezzella e Vitor Hugo (o Ceccherini), sulle fasce Milenkovic (in ballottaggio con Laurini) e Biraghi, centrocampo con Benassi, Veretout e Gerson, in attacco Muriel, Simeone e Mirallas.

 

Probabilità* di scommesse interessanti per Roma – Fiorentina con Bet365

Vittoria Roma: 2,00
Pareggio: 3,50
Vittoria Fiorentina: 3,75

Ci sono anche altre scommesse interessanti per la partita. Ad esempio:

Under 0,5: 13,00
Over 6,5: 21,00
Over 4,5 Secondo Tempo: 23,00
Asian Handicap -2, -2,5  1: 7,00
Asian Handicap +1  2: 6,80
Primo Tempo/Finale 2/1: 21,00
Primo Tempo/Finale 1/2: 34,00
Previsione scommesse Roma – Fiorentina con Bet365Vittoria Roma. L’interrogativo è se la Roma riuscirà a scacciare i propri fantasmi in questa stagione decisamente sciagurata per molti motivi. Dipende dalla squadra, ma probabilmente non solo. Claudio Ranieri ha un compito difficilissimo e sta cercando di assolverlo, non è facile ed una vittoria contro una squadra in questo momento anch’essa con i suoi problemi, potrebbe decisamente aiutare. Ma le quote non sono particolarmente distanti, è ovvio.

Qui il confronto con un altro bookie:

Quote* scommesse per Roma – Fiorentina con William Hill

Vittoria Roma: 2,05
Pareggio: 3,40
Vittoria Fiorentina: 3,70

(Quote del 02.04.2019 alle 10.15)

football line

Pronostico Cagliari – Fiorentina Quote scommesse Serie A

Cagliari – Fiorentina Quote scommesse*
Cagliari 3,25/ pareggio 3,25/ Fiorentina 2,30
Data: 15 marzo 2019 – 20:30 ora italiana
Bookie: Bet365

Scommesse sportive Cagliari – Fiorentina

Sarà Cagliari – Fiorentina ad aprire la ventottesima giornata del campionato di calcio di Serie A 2018-2019, la nona di ritorno. L’incontro di cui vi presentiamo quote e pronostico si giocherà alla “Sardegna Arena” alle 20.30 di venerdì 15 marzo 2019. La due squadre distano dieci punti e quattro posizioni in classifica, in favore dei toscani che sono decimi.

I precedenti di Cagliari – Fiorentina

Nel confronto di andata, disputato lo scorso 21 ottobre, al “Franchi” le due squadre avevano pareggiato 1 a 1. Nel massimo campionato le due squadre si sono affrontate 74 volte, e i “Viola” sono davanti con 31 vittorie, mentre quelle sarde sono 21, mentre 22 volte la sfida è terminata in parità. Nei 37 confronti disputati in Sardegna, dei quali uno solo nel nuovo stadio (vinto dalla Fiorentina il 22 dicembre 2017), la situazione volge a favore dei sardi: 16 le vittorie del Cagliari, 6 dei toscani, 15 i pareggi.

La situazione del Cagliari prima della partita con la Fiorentina

Il Cagliari è a sei punti dalla terzultima, quindi se non commette grossi errori, dovrebbe arrivare tranquillamente alla salvezza, anche se la terzultima e la penultima scalpitano, ossia il Bologna e il Frosinone. Tuttavia, la squadra di Rolando Maran è reduce da una sconfitta proprio nello scontro diretto con i felsinei, e a questo punto si trova nella necessità di muovere la classifica. Il problema della squadra sarda è che non pareggia dal 20 gennaio, alternando vittorie e (soprattutto) sconfitte in una sorta di doccia scozzese che però vanifica subito i vantaggi che possono essere portati dai tre punti conquistati in genere tra le mura amiche, come avvenuto con Parma e Inter.

Con Castro e Klavan indisponibili e Cerri in dubbio, Maran dovrebbe schierare un 4-3-1-2 con Cragno tra i pali, Ceppitelli e Romagna centrali difensivi, Srna e Pellegrini terzini, in mediana Barella, Cigarini e Padoin, Ionita trequartista alle spalle di Joao Pedro e Pavoletti.

La situazione della Fiorentina prima della partita con il Cagliari

La Fiorentina non vince da tre partite, anche se c’è da dire che le avversarie non erano esattamente sparring partner: di fatto, il 3 a 3 con l’Inter si può ritenere un buon risultato, così come l’1 a 1 con la Lazio nel turno precedente a questo. Unica sconfitta in questo periodo, il 3 a 1 dell’ Atalanta a Bergamo. La rincorsa all’ Europa League continua, anche se la distanza è di sette punti, che cominciano a essere un po’ troppi. Per questo la vittoria sarebbe molto importante per rimanere in carreggiata.

Importante per Stefano Pioli è recuperare Federico Chiesa che prosegue gli allenamenti personalizzati ed è in dubbio. Squalificato Veretout, il probabile sostituto è Dabo, ma se Chiesa sarà a disposizione potrebbe essere arretrato Gerson con Mirallas al suo posto.

Ricapitolando, consueto 4-3-3: dovrebbe tornare Lafont tra i pali, ma eventualmente è pronto Terracciano, Pezzella e Vitor Hugo coppia centrale difensiva, laterali, Milenkovic e Biraghi, sicure le mezzeali ossia Benassi e Edimilson Fernandes, in cabina di regia Dabo o Gerson, a seconda della disponibilità di Chiesa che dovrebbe essere nel tridente con Muriel e Mirallas. Altrimenti, con loro ci sarà appunto il brasiliano ex Bari. Simeone dovrebbe quindi tornare in panchina.

Probabilità* di scommesse interessanti per Cagliari – Fiorentina con Bet365

Vittoria Cagliari: 3,25
Pareggio: 3,25
Vittoria Fiorentina: 5,75

Ci sono anche altre scommesse interessanti per la partita. Ad esempio:

Under 0,5: 9,00
Over 5,5: 15,00
Over 3,5 Primo Tempo: 23,00
Asian Handicap -1,5  1: 7,00
Asian Handicap -1, -1,5  1: 6,60
Asian Handicap +1,5, +2  2: 5,90
Primo Tempo/Finale 1/2: 29,00
Primo Tempo/Finale 2/1: 34,00
Previsione scommesse Cagliari – Fiorentina con Bet365Vittoria Fiorentina. Favore del pronostico per la formazione messa meglio in classifica, nonostante gli ultimi precedenti non siano esattamente lusinghieri per i toscani, che però hanno vinto l’ultima partita giocata in Sardegna. Quote uguali per vittoria interna e pareggio.

Qui il confronto con un altro bookie, le cui quote sono assolutamente le stesse rispetto a quelle prese in esame, almeno nel momento in cui scriviamo.

Quote* scommesse per Cagliari – Fiorentina con William Hill

Vittoria Cagliari: 3,25
Pareggio: 3,25
Vittoria Fiorentina: 2,30

(Quote del 14.03.2019 alle 10.00)

football line

Pronostico Fiorentina – Lazio Quote scommesse Serie A

Fiorentina – Lazio Quote scommesse*
Fiorentina 2,80/ pareggio 3,30/ Lazio 2,55
Data: 10 marzo 2019 – 20:30 ora italiana
Bookie: Bet365

Scommesse sportive Fiorentina – Lazio

Un match di medioalta classifica chiuderà la domenica calcistica, ma non la ventisettesima giornata, ottava di ritorno del campionato di calcio di Serie A 2018-2019 che terminerà lunedì con Roma – Empoli. Il posticipo di domenica 10 marzo 2019 alle 20.30, partita di cui presentiamo quote e pronostico, sarà Fiorentina – Lazio, in programma allo stadio “Artemio Franchi”. L’arbitro sarà Daniele Orsato di Schio, mentre per il VAR ci sarà Paolo Mazzoleni di Bergamo.

I precedenti di Fiorentina – Lazio

Nella partita di andata all’ Olimpico, il 7 ottobre 2018, la Lazio aveva vinto di misura, con una rete di Ciro Immobile. L’ultimo successo dei “Viola” risale al 13 maggio 2017, al “Franchi”: finì 3 a 2 e fu una gara molto combattuta. Le statistiche dicono che la Fiorentina è la squadra contro la quale la Lazio in A ha vinto più partite, ossia 52, e segnato più gol, vale a dire 191. Le sfide complessive nel massimo campionato sono state 139, 46 delle quali vinte dai “Viola”, mentre i pareggi sono 41.

Parlando dei confronti diretti giocati a Firenze, il prossimo sarà il numero 70: 32 li ha vinti la squadra di casa, 18 i laziali, mentre i pareggi sono 19.

La situazione della Fiorentina prima della partita con la Lazio

Decimo posto in classifica, quindi a metà: l’ultima è stata la sconfitta per 3 a 1 con l’Atalanta a Bergamo, immediata rivincita dopo il 3 a 3 della semifinale di andata in Coppa Italia a campi invertiti. Una sconfitta e un pareggio (con l’ Inter) hanno dunque vanificato rapidamente l’effetto benefico del successo di Ferrara con la Spal. E adesso al “Franchi” arriva una squadra galvanizzata dalla netta vittoria nel derby, con la voglia di confermarsi anche in chiave europea.

Quell’ Europa cui i “Viola” ancora non hanno del tutto rinunciato, l’ aritmetica consente loro ancora di sperare, ma sono cinque i punti di distacco dalla sesta, appunto la prossima avversaria, che tra l’altro è appaiata con la stessa Atalanta e il Torino. Quindi questa è una partita da vincere, una prova di forza da superare.

Squadra al gran completo e quindi formazione titolare per Stefano Pioli: un 4-3-3 con Lafont tra i pali, Pezzella e Vitor Hugo centrali difensivi, laterali Milenkovic e Biraghi, in mediana Benassi, Edimilson Fernandes e Veretout, tridente con Chiesa, Muriel e Gerson.

La situazione della Lazio prima della partita con la Fiorentina

Vincere il derby, e vincerlo bene quando in pochi ci credevano, è indubbiamente un’enorme iniezione di fiducia per una Lazio che prima di battere la Roma stava vivendo un momento difficile, eliminata dal Siviglia in Europa League, battuta dal Genoa in campionato, poi costretta allo zero a zero dal Milan nella semifinale di andata della Coppa Italia giocata all’ Olimpico.

Poi è arrivata la stracittadina e qualcosa è cambiato, per quanto il derby sfugga da ogni discorso, è una partita da vincere senza se e senza ma, tanto è vero che la sconfitta della Roma ha inciso – non da sola, ma ha inciso –  nell’ esonero di Eusebio Di Francesco e nell’addio del direttore sportivo Monchi. E chiaramente, invece, le quotazioni della Lazio sono in ripresa, tanto che alla squadra di Simone Inzaghi non dispiacerebbe riuscire in prospettiva a fare uno sgambetto magari all’ Inter in zona Champions. Per il momento, in ogni caso, la posizione è la sesta, e i punti come si diceva sono gli stessi di Atalanta e Torino.

Quindi la lotta per l’ Europa League rimane serrata, guardandosi ovviamente anche alle spalle dalla Sampdoria e dalla stessa Fiorentina, che vincendo questo scontro diretto potrebbe in qualche modo rientrare in gioco.

Durmisi giocherà al posto di Lulic, indisponibile come Wallace, Berisha, Lukaku e il portiere titolare Strakosha. In porta, alle spalle del consueto 3-5-1-1, giocherà Proto, in difesa Bastos, Acerbi e Radu, esterni Marusic e Durmisi, Leiva in cabina di regia, Luis Alberto nel ruolo di mezzala, come ovviamente Milinkovic-Savic, Correa alle spalle di Immobile in attacco.

Probabilità* di scommesse interessanti per Fiorentina – Lazio con Bet365

Vittoria Fiorentina: 2,80
Pareggio: 3,30
Vittoria Lazio: 2,55

Ci sono anche altre scommesse interessanti per la partita. Ad esempio:

Under 0,5: 12,00
Over 6,5: 21,00
Over 4,5 Secondo Tempo: 23,00
Asian Handicap -1,5, -2  1: 7,00
Asian Handicap -1,5   1: 5,50
Asian Handicap +1,5  2: 5,00
Asian Handicap +1,5, +2  2: 6,60
Primo Tempo/Finale 1/2, 2/1: 26,00
Previsione scommesse Fiorentina – Lazio con Bet365Vittoria Lazio. Le quote sono molto ravvicinate, per una gara che ci si immagina interessante, nella quale la formazione ospite deve confermarsi e tenere la sesta posizione, mentre quella di casa deve provare a mantenere le residue speranze di Europa League.

Qui il confronto con un altro bookie:

Quote* scommesse per Fiorentina – Lazio con 888sport

Vittoria Fiorentina: 2,80
Pareggio: 3,35
Vittoria Lazio: 2,60

(Quote del 08.03.2019 alle 22.20)

football line

Pronostico Atalanta – Fiorentina Quote scommesse Serie A

Atalanta – Fiorentina Quote scommesse*
Atalanta 1,85/ pareggio 3,75/ Fiorentina 4,20
Data: 3 marzo 2019 – 18:00 ora italiana
Bookie: Bet365

Scommesse sportive Atalanta – Fiorentina

Si incontrano a campi invertiti, in campionato, quattro giorni dopo il confronto in Coppa Italia, e questo rende ancora più interessante la gara tra Atalanta e Fiorentina che si disputerà allo stadio “Atleti Azzurri d’ Italia” alle 18.00 di domenica 3 marzo 2019. La sfida, di cui vi presentiamo quote e pronostico, è valida per la ventiseiesima giornata, settima di ritorno del campionato di calcio di Serie A 2018-2019 e verrà arbitrata da Marco Guida di Torre Annunziata, al VAR Daniele Orsato di Schio.

I precedenti di Atalanta – Fiorentina

In questa stagione le due squadre si sono quindi già incontrate due volte a Firenze: in campionato, il 30 settembre 2018, avevano vinto i “Viola” per 2 a 0, mentre come si ricorderà, il 27 febbraio scorso, nell’andata della semifinale di Coppa Italia, la partita si è conclusa sul 3 a 3. Il 24 aprile ci sarà il ritorno di quella sfida.

In A i precedenti sono 111 complessivi, 55 dei quali giocati a Bergamo. La Fiorentina ha vinto 49 confronti, di cui 14 in Lombardia, mentre l’Atalanta si è imposta 26 volte, 19 delle quali tra le mura amiche. I pareggi sono 36, 22 dei quali nelle gare disputate in casa atalantina.

C’è da aggiungere che molti degli ultimi confronti sono terminati in parità, e che l’Atalanta non batte la squadra toscana dal 29 aprile 2012, quando si impose 2 a 0.

La situazione dell’ Atalanta prima della partita con la Fiorentina

Settimo posto, a pari punti con la Lazio sesta e con il Torino ottavo, due sconfitte consecutive con Milan e Torino, un po’ troppe probabilmente per una squadra come quella bergamasca, e adesso uno scontro diretto che ha obiettivi di classifica e non è solo una rivincita rispetto alla partita di coppa.

La buona notizia per Gian Piero Gasperini è il rientro di Gosens, che mercoledì scorso non era a disposizione. A centrocampo rientra Freuler che era squalificato in coppa, mentre ci sono possibilità in difesa per Masiello, probabilmente al posto di Mancini.

Ipotizziamo dunque un 3-4-1-2 con Berisha tra i pali, difesa con Toloi, Djimsiti e Masiello, esterni Hateboer e Castagne, interni de Roeon e Freuler, sulla trequarti il “Papu” Gomez dietro Ilicic e Zapata.

La situazione della Fiorentina prima della partita con l’ Atalanta

Due soli punti meno degli avversari di giornata, entrambe le squadre hanno mire europee. La Fiorentina è nona, e in campionato viene dal pareggio per 3 a 3 con l’Inter. Una partita difficile, nella quale la squadra di Pioli ha dato il tutto per tutto contro una squadra impegnata a dimostrare che può fare a meno di Icardi (dopo la sconfitta di Cagliari il tema rimane apertissimo). I “Viola” hanno impattato la gara, e lo stesso risultato hanno poi ottenuto in Coppa proprio con l’Atalanta.

Nelle ultime cinque partite complessivamente disputate, solo una vittoria, il 4 a 1 colto a Ferrara contro la Spal. Ed è un po’ questo il problema della Fiorentina: proprio quando i suoi attaccanti fanno la voce grossa, passa qualcosa di troppo in difesa.

In odore di rientro Mirallas, che è tornato ad allenarsi con il gruppo, mentre Pezzella continua a lavorare a parte. Lo schieramento sarà un 4-3-2-1: Lafont ovviamente tra i pali, al centro della difesa confermato Ceccherini al fianco di Vitor Hugo, terzini Milenkovic e Biraghi, al centro del campo ritornerà Edimilson Fernandes con Benassi e Veretout. In attacco, con Chiesa e Muriel, nel tridente è ballottaggio tra Gerson e Simeone, con il primo favorito.

Probabilità* di scommesse interessanti per Atalanta – Fiorentina con Bet365

Vittoria Atalanta: 1,85
Pareggio: 3,75
Vittoria Fiorentina: 4,20

Ci sono anche altre scommesse interessanti per la partita. Ad esempio:

Under 0,5: 13,00
Over 6,5: 19,00
Over 4,5 Secondo Tempo: 21,00
Asian Handicap -2,5  1: 6,40
Asian Handicap -2, -2,5  1: 6,00
Asian Handicap +0,5, +1  2: 5,00
Primo Tempo/Finale 1/2: 34,00
Primo Tempo/Finale 2/1: 21,00

Previsione scommesse Atalanta – Fiorentina con Bet365Vittoria Atalanta. Il fattore campo e la “rivincita” a pochi giorni dalla sfida di Coppa Italia a campi invertiti spingono i bookmakers a dare come favorita la formazione di casa.

Qui il confronto con un altro bookie:

Quote* scommesse per Atalanta – Fiorentina con SportYes

Vittoria Atalanta: 1,90
Pareggio: 3,75
Vittoria Fiorentina: 4,00

(Quote del 01.03.2019 alle 22.55)

football line

Fiorentina – Atalanta Quote scommesse Coppa Italia

Fiorentina – Atalanta Quote scommesse*
Fiorentina 2,55/ pareggio 3,30/ Atalanta 2,75
Data: 27 febbraio 2019 – 21:00 ora italiana
Bookie: Bet365

Scommesse sportive Fiorentina – Atalanta

Alle 21.00 di mercoledì 27 febbraio 2019, allo stadio “Artemio Franchi”, si giocherà la gara di andata della seconda semifinale della Coppa Italia 2018-2019, che vedrà di fronte Fiorentina e Atalanta, un po’ delle outsider, sicuramente la squadra ospite che ha eliminato la Juventus dalla competizione, mentre i “Viola”, lo ricordiamo, hanno inflitto un pesantissimo 7 a 1 alla Roma. L’arbitro sarà Daniele Doveri di Roma 1, per il VAR ci sarà il triestino Piero Giacomelli.

I precedenti di Fiorentina – Atalanta

Le due squadre giocarono la finale della Coppa Italia 1995-96, che si disputava in andata e ritorno. La Fiorentina si aggiudicò il trofeo dopo aver sconfitto gli avversari sia all’andata, 1 a 0 in casa, che al ritorno a Bergamo dove si impose per 2 a 0.

La squadra toscana e quella bergamasca tornarono ad affrontarsi, questa volta ai quarti di finale, nell’edizione 1998-99, e fu la Fiorentina a passare il turno: perse 3 a 2 la gara di andata, vincendo 1 a 0 il ritorno. Bisogna infine arrivare al 2015, dove sempre i “Viola” si imposero sugli avversari per 3 a 1 nella partita secca degli ottavi, nell’ edizione 2014-15 della coppa. Segnò anche un Gomez, che però non è il “Papu”, peraltro alla sua prima stagione con la “Dea” e schierato in campo anche in quella partita, bensì Mario, punta centrale tedesca in forza allora alla Fiorentina.

Nell’ultimo confronto tra le due squadre, nell’attuale campionato di Serie A, la squadra toscana ha sconfitto 2 a 0 l’ Atalanta il 30 settembre 2018. Complessivamente, l’ Atalanta non batte la Fiorentina dal 2012, quattordici partite tra campionato e coppa. Tra l’altro, nel nuovo millennio non ha ancora espugnato il “Franchi”.

La situazione della Fiorentina prima della partita con l’ Atalanta

Il 3 a 3 con relative polemiche interiste VAR nella gara contro i “Nerazzurri” di Milano va subito archiviato, e dal campionato , dove la Fiorentina è nona, bisogna tornare a pensare alla Coppa Italia e agli altri “Nerazzurri”, quelli di Bergamo. Magari dimenticandosi anche del 7 a 1 con il quale si è battuta una Roma che probabilmente era incappata nella giornata peggiore della propria stagione.

Difficilmente con l’Atalanta si potrà ripetere una situazione del genere, anche se è possibile che in questa partita si segnino molti gol. Occorre ragionare sul doppio confronto, naturalmente, e Stefano Pioli sicuramente ricorrerà alla formazione titolare, con pochi cambi rispetto alla partita con l’Inter, cercando di mettere fieno in cascina, in attesa della partita di ritorno che si giocherà a Bergamo il 24 aprile, e chissà quale sarà allora lo stato di forma delle due squadre.

Ricordando che prima della Roma, la Fiorentina aveva eliminato il Torino, eccoci alla probabile formazione, indisponibili Pezzella e Mirallas: consueto 4-3-3 con Lafont in porta, difesa confermata con Ceccherini e Vitor Hugo centrali, laterali Milenkovic e Biraghi. Conferme anche per il centrocampo, con Edimilson Fernandes regista, mezzeali Benassi e Veretout. In attacco, invece, con Muriel e Chiesa dovrebbe esserci Simeone, quindi Gerson titolare con l’Inter dovrebbe partire questa volta dalla panchina.

La situazione dell’ Atalanta prima della partita con la Fiorentina

Già… l’ Atalanta. Che in Coppa Italia ha meritatamente eliminato la Juventus, battendola 3 a 0 (in precedenza aveva sconfitto 2-0 il più abbordabile Cagliari), e adesso probabilmente non si può più definire una provinciale, o non pensarla al livello delle grandi. Però bisogna stare attenti, in questi casi, perché basta poco per perdere umiltà e trovare squadre toste che ti castigano. In campionato, la squadra di Gian Piero Gasperini arriva da due sconfitte consecutive: quella casalinga con il Milan, un 3 a 1 decisamente pesante, e poi il 2 a 0 del Torino, sia pure con l’attenuante degli infortuni eccellenti.

Urge tornare a essere la “solita” Atalanta, e il recupero del “Papu” Gomez, nel suo attuale ruolo di trequartista, può rivelarsi fondamentale in questa gara, dove l’importante è puntare a rimanere in corsa, sapendo che il ritorno si giocherà in casa. Rientra il capitano, ma restano importanti le assenze: oltre a Varnier è infortunato il solo Gosens, ma sono fuori per squalifica Djimsiti e Freuler.

Gasperini metterò in campo il consueto 3-4-1-2: Berisha tra i pali, consueta difesa con Toloi, Palomino e Mancini, esterni Hateboer e Castagne, in mediana de Roon e Pasalic, trequartista Gomez alle spalle delle punte Ilicic e Zapata.

Probabilità* di scommesse interessanti per Fiorentina – Atalanta con Bet365

Vittoria Fiorentina: 2,55
Pareggio: 3,30
Vittoria Atalanta 2,75

Ci sono anche altre scommesse interessanti per la partita. Ad esempio:

Under 0,5: 11,00
Over 6,5, Secondo Tempo Over 4,5: 26,00
Asian Handicap -1,5, -2  1: 6,80
Asian Handicap +1,5, +2  2: 7,00
Primo Tempo/Finale 1/2, 2/1: 29,00

Previsione scommesse Fiorentina – Atalanta con Bet365Vittoria Fiorentina. Favorita la squadra di casa proprio per un’ incollatura, come mostrano le quote, tanto che noi suggeriamo invece un 1/2. Le due squadre hanno qualità e voglia di vincere, e pur giocando in modo diverso, su queste peculiarità decisamente si assomigliano. Dovremmo quindi assistere a una bella partita.

Qui il confronto con un altro bookie:

Quote* scommesse per Fiorentina – Atalanta con Unibet

Vittoria Fiorentina: 2,50
Pareggio: 3,50
Vittoria Atalanta: 2,70

(Quote del 26.02.2019 alle 00.20)

football line
i-bookmakers.it valuta e confronta con costante aggiornamento tutti gli importanti bookmakers autorizzati in Italia.   18+   AAMS
Bookmakers | Bookmaker online | Scommesse sportive | Scommesse calcistiche | Scommesse live | Siti di scommesse | Scommesse Online | Bookmaker
Vi raccomandiamo di scommettere con responsabilità.