i-bookmakers.it
Logo di i-bookmakers .it
Notizie di Scommesse

Bosnia-Erzegovina

In questa pagina trovate articoli riguardanti Bosnia-Erzegovina.
football line

Pronostico Italia – Bosnia-Erzegovina Quote scommesse UEFA Nations League*

Italia – Bosnia-Erzegovina Quote scommesse UEFA Nations League*
Italia 1,30/ pareggio 5,25/ Bosnia-Erzegovina 9,50
Data: 4 settembre 2020 – 20:45 ora italiana
Bookie: Lottomatica.it

Scommesse sportive Italia – Bosnia-Erzegovina

Ricomincia la stagione delle nazionali, in un anno tormentatissimo e sconvolto, nella vita di tutti i giorni e conseguentemente anche nei calendari calcistici, dall’emergenza legata al Covid19. Si ricomincia dunque con la UEFA Nations League che è alla sua seconda edizione. L’Italia di Roberto Mancini torna a giocare a distanza di quasi dieci mesi dal 9 a 1 con l’Armenia che aveva suggellato la nostra qualificazione agli Europei del 2020, che però sono slittati all’anno prossimo e naturalmente la paura è di avere buttato all’aria tanto di buono che la squadra è riuscita a fare come coesione e gioco. Si riparte adesso, tornando a incontrare una delle nostre avversarie in quel girone, la Bosnia-Erzegovina che ora ritroviamo nel Gruppo 1 della Nations League con Polonia e Olanda. La sfida tra Italia e Bosnia-Erzegovina si gioca molto in casa, vicino al centro tecnico di Coverciano dove la nostra nazionale si allena: siamo infatti a Firenze, allo stadio “Artemio Franchi” e si gioca, ancora a porte chiuse, alle 20.45 di venerdì 4 settembre 2020.

I precedenti di Italia – Bosnia-Erzegovina

Ovviamente non ci sono molti precedenti, ma ci sono i due incontri relativi alla qualificazione agli Europei, entrambi vinti dalla Nazionale di Mancini: in casa gli “Azzurri” vinsero 2 a 1 l’11 giugno 2019, replicarono in modo ancora più convincente in trasferta con un 3 a 0 il 15 novembre. Lorenzo Insigne andò in gol in entrambe le partite. La prima volta in assoluto, le due nazionali si affrontarono in amichevole a Sarajevo il 6 novembre 1996, e allora vinse la Bosnia per 2 a 1. La rete italiana fu di Enrico Chiesa, il padre di Federico che probabilmente, anche in quanto giocatore della Fiorentina, sarà titolare in questa occasione.

La situazione dell’ Italia prima dell’incontro con la Bosnia-Erzegovina

Un lungo stop, e adesso si ricomincia, anche alla luce di quanto offerto dall’ultima parte del campionato italiano, nel quale sono emersi anche giocatori come l’interista Bastoni, o Caputo del Sassuolo. Di contro non ci saranno Verratti e Romagnoli, così come Tonali che è stato escluso dalla lista dei convocati. È invece a disposizione Jorginho, risultato negativo al tampone cui sono stati sottoposti tutti i componenti della spedizione azzurra. Di conseguenza a centrocampo, a fianco del regista del Chelsea dovrebbero esserci Barella e uno tra Lorenzo Pellegrini e Locatelli. Davanti al portiere Donnarumma, difesa a quattro con centrali Bonucci e Chiellini, e laterali Di Lorenzo e uno tra Biraghi e Luca Pellegrini. Immobile dovrebbe essere il terminale offensivo del tridente, con Insigne e Zaniolo, che però potrebbe essere rilevato da uno tra Chiesa e Bernardeschi.

La situazione della Bosnia-Erzegovina prima dell’incontro con l’ Italia

Anche qui sono passati quasi dieci mesi dall’ultima uscita della nazionale bosniaca: 3 a 0 in Liechtenstein, per il girone di qualificazione a Euro 2020, che lo ricordiamo ancora, era anche il nostro. Nel frattempo l’ex juventino Miralem Pjanic, fresco arrivo del Barcellona, ha dato il suo addio alla Nazionale, mentre ci sarà sicuramente un’altra nostra vecchia conoscenza, quel Dzeko che ora proprio la Juventus sembra non più cercare con tanta insistenza, puntando invece su Suarez “liberato” dal Barcellona. Il bosniaco quindi appare al momento destinato a rimanere alla Roma, salvo altri sviluppi. Il commissario tecnico Prosinecki proporrà anche lui un 4-3-3: Begovic il portiere, difensori centrali Kovacevic e Bikakcic, terzini Kryzic e Kolasinac. In attacco a fianco di Dzeko ci saranno Visca e Hajrovic. Più dubbi a centrocampo, con Duljevic e Milosevic che incalzano i probabili titolari Besic, Hajradinovic e Cimirot.

Previsione scommesse Italia – Bosnia-Erzegovina con Lottomatica.it: Vittoria Italia. Le quote favoriscono decisamente la nostra formazione.

Qui il confronto con altri bookie:

Il confronto con altre quote * scommesse per Italia – Bosnia-Erzegovina

Quote Unibet.it

Vittoria Italia: 1,30
Pareggio: 5,60
Vittoria Bosnia-Erzegovina: 11,00

Quote Eurobet.it

Vittoria Italia: 1,33
Pareggio: 5,15
Vittoria Bosnia-Erzegovina: 8,00

*(Quote del 02.09.2020 alle 22.30)

football line

Pronostico Bosnia-Erzegovina – Italia Quote scommesse Qualificazioni Europei 2020

Bosnia-Erzegovina – Italia Quote scommesse Qualificazioni Europei 2020*
Bosnia-Erzegovina 3,05/ pareggio 3,50/ Italia 2,25
Data: 15 novembre 2019 – 20:45 ora italiana
Bookie: Unibet.it

Scommesse sportive Bosnia-Erzegovina – Italia

Nona giornata dei gironi di qualificazione ai Campionati Europei di calcio del 2020. L’Italia di Roberto Mancini, già qualificata e a punteggio pieno, punta a chiudere al primo posto nel Gruppo J e affronta una squadra che si gioca invece le sue ultime chance per accedere alla fase finale di Euro 2020. Allo stadio “Bilino Polje” di Zenica, alle 20.45 di venerdì 15 novembre 2019 si affrontano Bosnia-Erzegovina e Italia, che si sono già incontrate lo scorso 11 giugno, nell’unico precedente tra le due formazioni, vinto dagli “Azzurri” per 2 a 1.

La situazione della Bosnia-Erzegovina prima dell’incontro con l’ Italia

Quarto posto a dieci punti, gli stessi dell’Armenia ma con peggiore differenza reti, una sconfitta in Grecia nel turno precedente (2-1) che ha ulteriormente compromesso la possibilità di qualificazione per la formazione allenata da Robert Prosinecki e che annovera tra i suoi giocatori Edin Dzeko e Miralem Pjanic. La squadra cercherà di fare la propria parte, ma solo un “suicidio” della Finlandia con il Liechtenstein fanalino di coda nel girone potrebbe riaprire i giochi in favore della nazionale bosniaca. Circostanza che potrebbe anche non essere remota, dato che nel penultimo turno proprio Dzeko e compagni hanno battuto 4 a 1 i finlandesi secondi del girone. L’obiettivo oggi è cercare di rimanere in corsa per il secondo posto che dista cinque punti, altrimenti si proverà a qualificarsi attraverso i playoff riservati a chi si è meglio comportato in Nations League.

La situazione dell’ Italia prima dell’incontro con la Bosnia-Erzegovina

Punteggio pieno e voglia di chiudere in testa per l’Italia di Roberto Mancini, alle prese anche con alcune assenze importanti, quelle di Berardi e Verratti. Al posto del centrocampista del PSG, il commissario tecnico ha chiamato Tonali che era nella lista dell’Under 21. Il giocatore del Brescia potrebbe anche partire titolare con Barella e Jorginho, il ballottaggio a centrocampo è con Bernardeschi. Altro ballottaggio nel tridente di attacco quello per la punta centrale, con Belotti leggermente favorito su Immobile, con Chiesa e Insigne. In difesa, davanti al portiere Donnarumma, dovrebbero esserci Izzo, Bonucci, Romagnoli ed Emerson.

Previsione scommesse Bosnia-Erzegovina – Italia con Unibet.it: Vittoria Italia. Leggermente favorita la squadra azzurra, che deve comunque non deconcentrarsi dopo l’obiettivo raggiunto e ricordarsi che davanti avrà una squadra agguerrita proprio per non perdere il treno verso l’Europeo.

Qui il confronto con altri bookie:

Il confronto con altre quote * scommesse per Bosnia-Erzegovina – Italia

Quote SNAI.it

Vittoria Bosnia-Erzegovina: 3,10
Pareggio: 3,60
Vittoria Italia: 2,20

Quote Eurobet.it

Vittoria Bosnia-Erzegovina: 3,00
Pareggio: 3,60
Vittoria Italia: 2,25

*(Quote del 13.11.2019 alle 18.00)

football line

Pronostico Italia – Bosnia-Erzegovina Quote scommesse Qualificazioni Europei 2020

Italia – Bosnia-Erzegovina Quote scommesse Qualificazioni Europei 2020*
Italia 1,36/ pareggio 5,25/ Bosnia-Erzegovina 9.50
Data: 11 giugno 2019 – 20:45 ora italiana
Bookie: Bet365

Scommesse sportive Italia – Bosnia-Erzegovina

Continuare nella striscia di vittorie dopo il successo convincente in Grecia. La Nazionale di Roberto Mancini è chiamata a confermarsi, questa volta tra le mura amiche dell’ “Allianz Stadium” di Torino, teatro del quarto impegno nel torneo di qualificazione ai Campionati Europei di calcio del 2020. È Italia – Bosnia-Erzegovina, in programma alle 20.45 di martedì 11 giugno 2019, sotto la direzione di gara dello spagnolo Xavier Estrada Fernandez. La partita è valida per il Gruppo J.

I precedenti di Italia – Bosnia-Erzegovina

C’è soltanto un precedente, un’amichevole disputata a Sarajevo nel 1996, con la squadra di casa vittoriosa per 2 a 1. A questo dato negativo se ne contrappongono però due decisamente positivi: uno è l’imbattibilità azzurra a Torino, che risale addirittura a maggio 1955, l’altro è la striscia di 49 partite ufficiali senza sconfitte interne. Insomma: tra le mura amiche, e per di più nel capoluogo piemontese, la tradizione è tutta dalla parte dell’Italia.

La situazione dell’ Italia prima dell’incontro con la Bosnia-Erzegovina

A punteggio pieno dopo le prime tre gare disputate, adesso la squadra azzurra spera di fare altri tre punti, tenendo a distanza le principali avversarie, a cominciare dalla Finlandia che però è impegnata in questo turno con il Liechtenstein, unica squadra a zero punti. Con la Grecia, la Nazionale di Roberto Mancini ha dato una dimostrazione di forza, chiudendo la pratica nel primo tempo, un 3 a 0 che poi è stato anche il risultato finale. E questa è la pecca che ha trovato il commissario tecnico, un po’ il “pelo nell’uovo” che in realtà non è davvero tale, se consideriamo il fatto che ci sono squadre che riescono a recuperare il risultato nel secondo tempo approfittando del temporaneo appagamento di chi sta vincendo, a meno che gli attaccanti o qualcun altro non vadano ad arrotondare il bottino. Il timore del tecnico è che la squadra possa peccare di presunzione, che con avversari contro la Bosnia-Erzegovina può diventare un errore fatale.

Mancini cambierà qualcosa, sia per far rifiatare alcuni giocatori, sia per vedere all’opera anche gli altri attaccanti convocati in questa spedizione, mentre ci saranno molte conferme in difesa e a centrocampo. È confermatissimo tra i pali Salvatore Sirigu, che non ha fatto rimpiangere Gigio Donnarumma, così come naturalmente al centro della difesa ci saranno sempre Bonucci e Chiellini, due garanzie cui non si rinuncia nelle partite ufficiali tranne in caso di indisponibilità. Il modulo è sempre un 4-3-3, e sulle fasce rimangono favoriti Florenzi ed Emerson Palmieri, con il primo insidiato da Gianluca Mancini ed entrambi da De Sciglio. Non ci sarà Biraghi, infortunatosi al ginocchio sinistro contro la Grecia.

Si continuerà naturalmente con il doppio regista, Jorginho e Verratti, che la formazione avversaria vorrebbe in qualche modo riuscire a limitare. Unico ballottaggio in mediana tra Barella e Lorenzo Pellegrini. In attacco quattro pretendenti per il ruolo di punta centrale: favorito è Quagliarella su Kean, Bernardeschi e Belotti. Insigne dovrebbe essere confermato, mentre Bernardeschi potrebbe giocare al posto di Chiesa.

La situazione della Bosnia-Erzegovina prima dell’incontro con l’ Italia

“Non saremo quelli visti con la Finlandia” ha garantito un nostro avversario che conosce bene sia il calcio italiano sia lo stadio dove si giocherà, che è il “suo” stadio: stiamo parlando ovviamente dello juventino Miralem Pjanic, amichevolmente stuzzicato nella conferenza stampa azzurra dal suo collega di club Leonardo Bonucci. Di questa formazione, conosciamo bene infatti due giocatori molto pericolosi e che Mancini ha invitato caldamente i suoi a non sottovalutare: appunto il centrocampista della Juventus, e l’attaccante della Roma (ma probabile futuro interista) Edin Dzeko, il capitano della formazione bosniaca, uno dei pochi da salvare nella difficile stagione giallorossa.

In effetti, la nazionale allenata dal croato Robert Prosinecki, alle spalle una grande carriera da centrocampista in giro per l’Europa, è uscita abbastanza strapazzata dalla trasferta con i finlandesi, dove ha incassato un 2 a 0 che significa anche la sua prima sconfitta in questo torneo. Prima, aveva battuto 2 a 1 l’Armenia, e pareggiato 2 a 2 con la Grecia.

Anche il modulo dei nostri avversari dovrebbe essere un 4-3-3: Sehic tra i pali, al centro della difesa Sunjic e Zukanovic, sulle fasce laterali Bicakcic e Civic, Pjanic in cabina di regia, mezzeali Cimirot e Besic, al centro dell’attacco ovviamente Dzeko, affiancato da Visca e Duljevic.

 

Probabilità * di scommesse interessanti per Italia – Bosnia-Erzegovina con Bet365

Vittoria Italia: 1,36
Pareggio: 5,25
Vittoria Bosnia-Erzegovina: 9,50

 

Ci sono anche altre scommesse interessanti per la partita. Ad esempio:

Under 0,5: 10,00
Over 5,5: 17,00
Over 3,5 Primo Tempo: 23,00
Asian Handicap -3, -1  1: 6,80
Asian Handicap 0   2: 6,60
Asian Handicap 0, +0,5  2: 7,00
Primo Tempo/Finale 1/2: 67,00
Primo Tempo/Finale 2/1: 23,00

Previsione scommesse Italia – Bosnia-Erzegovina con Bet365: Vittoria Italia. L’Italia che liquida la Grecia nel primo tempo, senza dubbio, impressiona. Senza contare il fattore campo e l’avvio non proprio spedito dei prossimi avversari in questa competizione. Il fatto che Pjanic conosca molto bene l’Italia calcistica potrebbe essere un deterrente, ma l’inventiva di Mancini, sfruttando la voglia di azzurro di molti giovani, può essere un fattore determinante. Dunque 1 fisso. Sempre che l’Italia non si voglia crogiolare nei complimenti ricevuti, ma nel caso ci pensano Bonucci e Chiellini a “svegliare” i compagni meno esperti.

Qui il confronto con un altro bookie:

Quote * scommesse per Italia – Bosnia-Erzegovina con Unibet

Vittoria Italia: 1,37
Pareggio: 5,00
Vittoria Bosnia-Erzegovina: 9,00

(Quote del 10.06.2019 alle 22.50)

football line
i-bookmakers.it valuta e confronta con costante aggiornamento tutti gli importanti bookmakers autorizzati in Italia.   18+   AAMS
Bookmakers | Bookmaker online | Scommesse sportive | Scommesse calcistiche | Scommesse live | Siti di scommesse | Scommesse Online | Bookmaker
Vi raccomandiamo di scommettere con responsabilità.