Logo di i-bookmakers .it
Notizie di Scommesse

Pronostico Inter – Napoli Quote scommesse Serie A

25 dicembre 2018 / Davide

Inter – Napoli Quote scommesse*
Inter 2,75/ pareggio 3,30/ Napoli 2,62
Data: 26 dicembre 2018 – 20:30 ora italiana
Bookie: Bet365

Scommesse sportive Inter – Napoli

La gara di cartello della penultima giornata di andata, ossia la diciottesima del campionato di Serie A 2018-2019, è quella che chiude la giornata, che poi è il “Boxing Day” mutuato dal calcio inglese: tutte le partite in programma a Santo Stefano. Vi presentiamo dunque quote e pronostico di Inter – Napoli, che si giocherà alle 20.30 di mercoledì 26 dicembre 2018 allo stadio “Giuseppe Meazza” di Milano. Arbitro Paolo Mazzoleni di Bergamo, designazione che ha fatto storcere il naso al presidente del Napoli Aurelio De Laurentiis, al VAR invece Manganiello. L’ Inter non batte il Napoli da cinque gare, tre interne, ossia dal 2 a 0 che inflisse agli avversari il 16 aprile 2016. Nel campionato successivo furono i partenopei a fare propri entrambi i confronti, mentre le due partite dello scorso torneo terminarono sullo zero a zero.

La situazione dell’ Inter prima della partita con il Napoli

Non è un momento facilissimo per l’Inter, uscita solo con un punto dalla trasferta di Verona con il Chievo, dato il pareggio di Pellissier nei minuti di recupero, dopo che i “Nerazzurri”, passati per primi con Perisic, non erano riusciti a chiudere la gara.

Oltretutto, l’allenatore Luciano Spalletti non disporrà in questa occasione di Nainggolan, punito dalla società per i suoi ritardi agli allenamenti, ma probabilmente anche un segnale diretto a un giocatore la cui vita spesso non è proprio sinonimo di disciplina, anche se il belga ha sempre rivendicato il suo diritto a fare quello che vuole fuori dal campo. Ma, probabilmente, con un dirigente come Marotta che viene da una squadra dove la disciplina è sempre stata la prima cosa, la musica è cambiata. Anche se un’ assenza di questo tipo, imposta dalla società, rischia di essere un problema ulteriore per Spalletti.

Oltretutto, per un certo periodo si è parlato proprio dell’ Inter come dell’ anti-Juve, era lotta proprio con il Napoli per la seconda posizione. Adesso la situazione è molto diversa: sono otto i punti di distacco che i “Nerazzurri” soffrono nei confronti dei partenopei, cioè la stessa distamza che gli uomini di Ancelotti hanno con la Juventus. Prestazioni alterne, poco convincenti, talvolta rabberciate, hanno probabilmente creato incertezze e malumori.

In settimana i tifosi, ma non tutti, hanno avuto la suggestione-Mourinho, dopo l’esonero dello “Special One” dal Manchester United. Si sa che quello interista, là dove il tecnico portoghese ha vinto il “Triplete”, è probabilmente l’ambiente che lo ama di più. Ma sono appunto suggestioni, anche perché molti credono che Mou prenderà la strada di Madrid nella prossima stagione.

Rimane il fatto comunque, tornando all’ Inter di oggi, che dopo la lunga serie positiva, ora c’è un altrettanto lungo contrappasso culminato con la sconfitta allo “Stadium”, vissuta come un pugno allo stomaco da un ambiente che forse era troppo teso per questo “derby d’ Italia”. Poi c’è stata l’eliminazione dalla Champions League, che se non è un dramma sportivo è stato comunque un brusco risveglio, quindi la vittoria di misura con l’Udinese, infine il pareggio di Verona. E adesso, probabilmente, l’ultima occasione per avvicinare almeno il Napoli con lo scontro diretto.

Il modulo dovrebbe essere un 4-3-3: Handanovic in porta, coppia centrale difensiva Skriniar e de Vrij, terzini D’Ambrosio (favorito su Vrsaljko) e Asamoah che rientra dopo la squalifica, in mediana torna Vecino con Brozovic e Joao Mario, davanti Politano, Icardi e Perisic.

La situazione del Napoli prima della partita con l’ Inter

Non è dato sapere quanto (e se) Ancelotti gradisca le esternazioni del suo presidente sulle designazioni arbitrali. Probabilmente il saggio ed esperto allenatore sa che è meglio fare la parte del “poliziotto buono”, pensando al campo e alla squadra che deve giocare un confronto diretto così importante per non perdere la Juventus dai radar e mantenere a distanza di sicurezza un’ Inter che si è fatta del male da sola.

Del resto, anche il Napoli è stato eliminato dalla Champions League, ma la sua uscita è stata diversa, sconfitto di misura dal Liverpool all’ “Anfield”. E per come sono andate le cose, soprattutto per come la pensa Ancelotti, l’ Europa League non è un ripiego e si può vivere come una grande opportunità, soprattutto pensando che il suo predecessore Sarri dava l’impressione di essere infastidito dalle competizioni europee.

Di sicuro Ancelotti sta valorizzando la rosa a sua disposizione, ha saputo adattarla alle circostanze ed alle disponibilità, ed è un fatto che, se la Juve è lontana e rischia di correre sempre più da sola, quantomeno il Napoli è l’unico che finora prova a tallonarla. Qualche piccolo passo falso c’è stato, tipo il pareggio casalingo con il Chievo, che storicamente è squadra ostica ai partenopei, ma nel complesso, la squadra sta facendo bene, e arriva a Milano forte delle sue quattro vittorie consecutive dopo quella gara: Atalanta, Frosinone, Cagliari, infine la Spal che si è dimostrata anch’essa più difficile del previsto.

Tanto che il successo è stato di misura (1 a 0), e si è messo in grande evidenza, nella sua prima volta da autentico titolare, il portiere Meret che ha dato alcuni dispiaceri alla sua ex squadra, impedendo un pareggio che sarebbe stato clamoroso proprio come quello del Chievo.

Appunto: squadre come il Napoli, a parte la sconfitta con la Juventus, devono temere più dalle “pericolanti” che dalle “grandi”. Il che, spesso, è una questione di concentrazione data dall’ avversario che si ha di fronte. Con l’ Inter, insomma, si può vincere, pareggiare o perdere, ma difficilmente ci saranno cali di attenzione che consentono all’avversario di provare il colpaccio.

Indisponibile Chiriches, il modulo dovrebbe essere un 4-4-2: davanti al confermato Meret, centrali difensivi Albiol e Koulibaly, terzini Kysaj e Ghoulam, esterni alti Callejon e Ruiz, interni Hamsik e Allan, in attacco Insigne e Mertens.

Probabilità* di scommesse interessanti per Inter – Napoli con Bet365

Vittoria Inter: 2,75
Pareggio: 3,30
Vittoria Napoli: 2,62

Ci sono anche altre scommesse interessanti per la partita. Ad esempio:

Over 6,5: 26,00
Asian Handicap -1,5, -2  1: 7,00
Primo Tempo/Finale 1/2, 2/1: 29,00
Previsione scommesse Inter – Napoli con Bet365Vittoria Napoli. Margine risicatissimo, indichiamo un 1/2. I bookmakers privilegiano di un’ incollatura la vittoria esterna, sia sulla base dell’andamento attuale delle squadre, che dei precedenti più recenti favorevoli complessivamente  alla squadra campana.

Qui il confronto con un altro bookie:

Quote* scommesse per Inter – Napoli con SNAI

Vittoria Inter: 2,70
Pareggio: 3,30
Vittoria Napoli: 2,60

(Quote del 24.12.2018 alle 02.10)





Le offerte descritte potrebbero essere riservate ai nuovi utenti oppure essere scadute. Valgono le condizioni generali di contratto dei bookmaker. Vi raccomandiamo di evincere i dettagli precisi direttamente dal sito del bookmaker. Tutti i pronostici si basano sull'opinione personale dell'autore. Non esiste una garanzia di successo. Vi raccomandiamo di scommettere con responsabilità. 18+

* Tutte le quote di scommesse indicate erano valide al momento della redazione dell'articolo. Ogni quota di scommessa subisce variazioni. Per favore controllate le quote aggiornate sul sito del relativo bookmaker!



football line





i-bookmakers.it valuta e confronta con costante aggiornamento tutti gli importanti bookmakers autorizzati in Italia.   18+   AAMS
Bookmakers | Bookmaker online | Scommesse sportive | Scommesse calcistiche | Scommesse live | Siti di scommesse | Scommesse Online | Bookmaker
Vi raccomandiamo di scommettere con responsabilità.