Logo di i-bookmakers .it
Notizie di Scommesse

Pronostico Hellas Verona – Perugia Quote scommesse Playoff Serie B

18 maggio 2019 / Davide

Hellas Verona – Perugia Quote scommesse Playoff Serie B*
Hellas Verona 2,10/ pareggio 3,25/ Perugia 3,50
Data: 18 maggio 2019 – 21:00 ora italiana
Bookie: Bet365

Scommesse sportive Hellas Verona – Perugia

E così, nonostante tutto, comprendendo in quel tutto anche i vari ricorsi e l’attesa per sapere se i playout ci saranno o no, il campo continua a dimostrare la validità del campionato cadetto. Ha ragione il presidente federale Gravina quando invoca regole chiare, probabilmente non si sarebbe arrivati a questo punto, e nessuno avrebbe accusato nessuno, al di là delle vicende che stanno coinvolgendo il Palermo, che come noto traggono spunto da un’inchiesta giudiziaria riguardante la gestione precedente.

L’importante è che adesso, che si è deciso di giocare comunque, la parola possa tornare al campo, e le squadre coinvolte nei playoff diano vita a partite spettacolari e interessanti, come è stata la prima, che ha proposto subito un risultato a sorpresa: il Cittadella che vince alla Spezia e passa dunque alla semifinale con il Benevento. Adesso tocca all’altro quarto di finale, relativo come noto al campionato di calcio di Serie B 2018-2019. Lo stadio è il “Marc’ Antonio Bentegodi”, e le due squadre interessate sono l’Hellas Verona, al quinto posto nella classifica finale dopo gli stravolgimenti, e il Perugia vera outsider entrata nella griglia in ottava posizione dopo la retrocessione del Palermo, relegato all’ultimo posto.

Chi vince la partita secca, in programma alle 21 di sabato 18 maggio 2019, dovrà vedersela con il Pescara, che secondo la classifica modificata è quarto e dunque ammesso di diritto al turno successivo. Ricordiamo che in caso di pareggio passerebbe il Verona, meglio piazzato in classifica.

Arbitro il leccese Ivano Pezzuto, ricordiamo che nei playoff c’è il VAR, in questo caso affidato a Livio Marinelli di Tivoli, anche lui già pratico di “moviola in campo” come il suo collega Marco Serra impegnato ai monitor in Spezia – Cittadella.

I precedenti di Hellas Verona – Perugia

I due incontri nella regular season sono andati entrambi nello stesso modo: vittoria del Verona per 2 a 1 sia all’andata in casa il 27 ottobre 2018, sia nella partita di ritorno disputata al “Curi” lo scorso 8 marzo. Possiamo definire questa gara una classica, anche se i precedenti non sono moltissimi, ma ce ne sono anche in Serie A, e questo basta a poter dare questa definizione per un confronto comunque storico.

Partiamo dai confronti diretti in B, che a Verona sono 11 con grande equilibrio: tre successi per parte e cinque pareggi. Nelle otto gare giocate nella massima serie, invece, il Perugia non ha mai espugnato il “Bentegodi”: cinque vittorie scaligere, tre pareggi. E il Verona si aggiudicò per 1 a 0 nel 2014 anche l’unico confronto di Coppa Italia.

La situazione dell’ Hellas Verona prima della partita con il Perugia

Attenzione ai favoriti, ne sa qualcosa lo Spezia che di fronte a una doppietta di Moncini non è riuscito a ritrovare il pareggio e così sarà il Cittadella a incontrare il Benevento nel doppio turno della semifinale. Non basta avere due risultati su tre per essere più sereni, e lo sa benissimo Alfredo Aglietti, subentrato nel finale della stagione regolare a Fabio Grosso con il preciso mandato di arrivare ai playoff, missione compiuta a prescindere dai ribaltoni successivi.

La vittoria in rimonta su un Foggia che sperava nella salvezza e adesso si ritrova con l’estrema speranza di poter giocare i playout, dopo che il Collegio Arbitrale del CONI gli ha negato uno sconto sulla penalizzazione,  ha dimostrato che il Verona può riprendere in mano una partita anche se si mette male. Ma ci voleva probabilmente un’altra mano, con il dovuto rispetto a Grosso che ha guidato la squadra per quasi tutto il campionato, e che evidentemente non poteva comunque prescindere da una sola punta centrale, dato che Aglietti si è reso conto subito degli scompensi che creava mettere insieme Pazzini e Di Carmine. Quindi, come con il Foggia, anche qui ci sarà una scelta.

Oltre ai lungodegenti Di Gaudio, Ragusa e Crescenzi, è squalificato Almici, Bianchetti è da verificare così come Kumbulla, mentre sono recuperati Dawidowicz e Munari che in settimana si erano fermati. Consueto 4-3-3: davanti al portiere Silvestri, al centro della difesa potrebbero esserci Empereur e Marrone, laterali Faraone ed uno tra Vitale e Balkovec. In mediana Henderson, Gustafson e Zaccagni, pur insidiati da Danzi e Colombatto, dovrebbero tutti partire dal primo minuto, mentre a fianco della punta centrale  che sarà Di Carmine o Pazzini, ci dovrebbero essere Matos e Laribi.

La situazione del Perugia prima della partita con l’ Hellas Verona

È la situazione più comoda, tanto che qualcuno ha chiamato in causa la vicenda della Danimarca ripescata agli Europei del 1992, che poi addirittura vinse, come ricorda benissimo Alessandro Nesta, tecnico del Perugia. Da una stagione finita, alle decisioni che hanno dato agli umbri l’ottavo posto e quindi ancora una chance per finire in A. Difficile, difficilissimo anzi, però l’outsider è quella che può fare meglio, perché comunque non le si chiedono i miracoli. Con meno attese, magari si può ottenere il risultato insperato, ed è quello che ovviamente dalle parti dei “Grifoni” si augurano.

La squadra sta bene, come dimostra l’ultimo impegno nella regular season, la vittoria interna per 3 a 1 su una Cremonese che non è la più comoda delle avversarie. Però questo successo, a onor del vero, è andato a rompere un digiuno di vittorie che andava avanti da sette turni, ossia dal 2 aprile scorso. E questo fa sì che il Verona possa essere favorito sulla carta, giocando oltretutto in casa. Ma non si sa mai… è pur sempre una partita secca.

Tutti disponibili tranne Melchiorri e Bordin, il modulo sarà un 4-3-1-2: tra i pali Gabriel, al centro della difesa Gyomber ed El Yamiq, laterali Rosi e Mazzocchi, in mediana Kouan, Carraro e Dragomir, trequartista Verre alle spalle delle punte Vido e Sadiq.

 

Probabilità*  di scommesse interessanti per Hellas Verona – Perugia con Bet365

Vittoria Hellas Verona: 2,10
Pareggio: 3,25
Vittoria Perugia: 3,50

Ci sono anche altre scommesse interessanti per la partita. Ad esempio:

Under 0,5: 9,00
Primo tempo/Finale 1/2: 35,00
Primo tempo/Finale 2/1: 26,00

Previsione scommesse Hellas Verona – Perugia con Bet365Vittoria Hellas Verona. Favorita chiaramente la formazione di casa, ma in queste partite secche, come abbiamo visto al “Picco”, può davvero succedere di tutto. Comunque i veneti hanno il favore del pronostico.

Qui le quote di un altro bookie:

Quote* scommesse per Hellas Verona – Perugia con SportYes

Vittoria Hellas Verona: 2,10
Pareggio: 3,30
Vittoria Perugia: 3,50

(Quote del 18.05.2019 alle 06.50)





Le offerte descritte potrebbero essere riservate ai nuovi utenti oppure essere scadute. Valgono le condizioni generali di contratto dei bookmaker. Vi raccomandiamo di evincere i dettagli precisi direttamente dal sito del bookmaker. Tutti i pronostici si basano sull'opinione personale dell'autore. Non esiste una garanzia di successo. Vi raccomandiamo di scommettere con responsabilità. 18+

* Tutte le quote di scommesse indicate erano valide al momento della redazione dell'articolo. Ogni quota di scommessa subisce variazioni. Per favore controllate le quote aggiornate sul sito del relativo bookmaker!



football line





i-bookmakers.it valuta e confronta con costante aggiornamento tutti gli importanti bookmakers autorizzati in Italia.   18+   AAMS
Bookmakers | Bookmaker online | Scommesse sportive | Scommesse calcistiche | Scommesse live | Siti di scommesse | Scommesse Online | Bookmaker
Vi raccomandiamo di scommettere con responsabilità.